amore

15 settembre 2008 ore 10:19 segnala
MORMORIO INTIMO

Se io in un mormorio dell'intimo
mi fermassi a scrivere della leggiadria dei tuoi occhi,
dovrei paragonarli a estensioni di mare
ove il pensier mio vola al di là dell'orizzonte.
Sì…la mia vita è dipinta dalla loro luce…
avanti a tale brillar si scioglie la mia voce,
si apre profondamente su questi versi
e tu sei tutta la mia arte.
Le tue labbra le vedrei come boccioli di maggio
appena aperti dipinti di passione
ove il mio desiderio sembra incontrarsi con l'immortalità
…il tuo corpo sinuoso il sogno di un porto infinito
ove le navi vanno e non pensano di ritornare
con le prue fermate da conchiglie bianche.
Il vivere di te è un estatico canto,
mi fa arrivare dove io non posso…
Dio mio!!!
Come non potrei non avere ispirazione
finchè respiri tu!!