COSA FARO' DA GRANDE?!

03 dicembre 2007 ore 23:33 segnala

Di solito è una domanda che si fa intorno ai 13/14 anni, quando dopo la scuola dell'obbligo si deve decidere che indirizzo delle superiori scegliere...io ho 21 anni e mi trovo davanti questo dilemma...ho frequentato regolarmente 4 anni di liceo scientifico, mi sono fermata prima di dare la maturità perchè mi sono trasferita per il lavoro di mio padre...mi sono trovata immersa in una città sconosciuta, con gente diversa, da sola. la mia depressione è durata ben 9 mesi quando finalmente ne sono uscita grazie a mia cugina! ho conosciuto una persona fantastica che prima è diventato il mio migliore amico e poi il mio ragazzo, e lo è tutt'ora! grazie a lui ho saputo convivere con la mia nuova vita e ho imparato a farne parte...ma un problema rimaneva...non sono più riuscita a riprendere la scuola e lavoravo poco e saltuariamente...i commenti ipocriti e falsi delle persone che mi circondavano mi hanno demoraizzata...poi ho deciso che dovevo fare qualcosa...ho ripreso la scuola completamente da capo cominciando un serale. il primo anno è andato molto bene e ho riporato risulati esemplari senza però alcun riconoscimento...e adesso mi trovo nel bel mezzo del secondo anno, ma con dei dubbi...i miei volevano che lasciassi la scuola per lavorare come commessa in un supermercato e da quando io ho rifiutato l'offerta continuano a criticarmi, facendomi sentire una merda...il mio sogno è l'università...vorrei tanto arrivarci a realizzare il mio sogno, ma da quando ho rifiutato quell'offerta sono in crisi non so più che fare...ieri però sono entrata in una libreria, e mi ha subito colpito uno di quei libri con su le risposte alle tue domande e il titolo era FARE LA SCELTA GIUSTA? ho provato...ho pensato se era la cosa giusta continuare la scuola, se era la cosa giusta per il mio futuro...ho chiuso gli occhi, ho stretto il libro tra le mani ed ho aperto una pagina...c'era scritto... IL PRESENTE RISPECCHIA IL MERAVIGLIOSO FUTURO CHE VERRA'...

:-x   ;-)  x:-)

CENERENTOLA

28 novembre 2007 ore 01:27 segnala
Cenerentola ora ha 75 anni, e si trova agli sgoccioli di una vita passata felicemente assieme a suo marito, il Principe Azzurro, che è morto da pochi anni. Passa le sue giornate nel terrazzo di casa sua, seduta in una sedia a dondolo, osservando il mondo con il suo gattone Bob sulle ginocchia, felice. Una bella sera, da dentro a una nuvola scende all'improvviso la Fata Madrina. Cenerentola le domanda: - Cara Fata Madrina!! Dopo tanti anni ti rivedo!! Cosa ci fai qui? E la Fata risponde: -Cenerentola, dall'ultima volta che ti ho vista hai vissuto una vita esemplare. C'è qualcosa che io potrei fare per te? Qualche desiderio che ti potrei concedere? Cenerentola è confusa, allegra e arrossendo dall'emozione, dopo aver pensato per un po' mormora: - Mi piacerebbe essere immensamente ricca. In un istante la sua vecchia sedia a dondolo diventa d'oro massiccio. Cenerentola è impressionata. Il suo fedele gatto Bob si spaventa e si allontana dalla sedia. Cenerentola grida: - Grazie Madrina! La Fata allora dice: -Non è niente, te lo meriti! cosa ti piacerebbe come secondo desiderio? Cenerentola china il capo, osserva le impronte che il tempo ha lasciato nel suo corpo, e dice: - Mi piacerebbe essere giovane e bella di nuovo.- Quasi contemporaneamente, lei si ritrova la sua bellezza giovanile. Cenerentola comincia allora a sentire cose che ormai non ricordava quasi più: passione, ardore, ecc. Allora la Fata le dice: -Ti resta un ultimo desiderio. Che cosa vuoi? Cenerentola osserva il suo povero micione spaventato e dice: - Vorrei che tu trasformassi il mio fedele Bob in un bellissimo giovanotto. Magicamente, Bob si trasforma in un magnifico uomo, così bello che le rondini non possono evitare di fermare il loro volo per fermarsi ad ammirarlo.La Fata Madrina dice: -Auguri, Cenerentola. Goditi la tua nuova vita. E parte veloce come una scintilla. Durante qualche magico istante, Cenerentola e Bob si guardano con tenerezza. Poi Bob le si avvicina, la prende tra le sue possenti braccia e le mormora teneramente nell'orecchio: ... ... ... "... Scommetto che sei pentita di avermi castrato, stronza!!!!" :many

PICCOLE COSE...

28 novembre 2007 ore 01:13 segnala

Ho bisogno di lasciare che accadano le cose che devono accadere: è necessario essere aperti all'inatteso. Io sono diversa ogni giorno che passa; e quando avrò ottant'anni, spero ancora di poter trovare questi cambiamenti  . Se arriverò a quell'età non mi fermerò a pensare alle cose che ho già fatto, perchè voglio usare ogni attimo di vita che ancora mi resterà.
Non posso pianificare niente d'importante, soltanto piccole cose. Chi pianifica ciò che è importante, trasforma tutto in piccole cose. pux:-). i
8429305
Ho bisogno di lasciare che accadano le cose che devono accadere: è necessario essere aperti all'inatteso. Io sono diversa ogni giorno che passa; e quando avrò ottant'anni, spero ancora di poter trovare questi cambiamenti  . Se arriverò a quell'età non mi fermerò a pensare alle cose che ho già...
Post
28/11/2007 01:13:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

DOLORE

28 novembre 2007 ore 01:03 segnala
oR
:-x oR
Quando pensi che sia tutto finito, il dolore è l'unica cosa che ti fa sentire ancora vivo
8429274
oR:-x oRQuando pensi che sia tutto finito, il dolore è l'unica cosa che ti fa sentire ancora vivo
Post
28/11/2007 01:03:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1