Speranza

02 marzo 2012 ore 11:11 segnala
Ogni tanto succede che mi trovo per strada,
inciampo nella malinconia cado la calcio via e mi rialzo, vado avanti, vedo la Speranza venirmi incontro, la prendo per mano e continuo per la mia strada, incontro la Felicità ma gira l'angolo, la inseguo e mi sfugge, aumento il passo mi guardo attorno e la vedo sorridere ad altre persone, abbasso la testa proseguo ancora per la mia strada, mi sento tirare da un braccio, mi giro, la Fortuna mi strizza l'occhio, mi fermo,torno indietro e vado con lei ma va troppo forte, non ci sto dietro, provo aumentare il passo, ad afferrarle la mano, non ci riesco perché dovrei lasciare andare la Speranza incontrata prima, la Fortuna non aspetta mi sfugge, poco importa mi tengo stretta alla Speranza...

Introspezioni

02 marzo 2012 ore 11:10 segnala
Ogni istante della vita è un attimo che deve essere vissuto
intensamente…Ogni esperienza mi sta facendo capire qualcosa… ogni giorno di più…
E ho capito molto…
Ho capito che bisogna sempre cogliere l’attimo,al volo…
Ho capito che non bisogna mai avere paura…
Ho capito che nelle vita bisogna saper prendere le occasioni non appena ti bussano alla porta…
Ho capito che non bisogna mai scoraggiarsi ne rinunciare alle proprie ambizioni…
Ho capito che le persone vere, quelle che mi amano davvero, sono coloro che mi amano per come sono, con i miei “imprevisti” le mie improvvisate e i miei cambi repentini di programma… ma sanno accettarmi non per l’apparenza ma per l’essenza di me stessa…
Ho capito che pretendere tanto da se stessi a volte fa male ma spesso da delle soddisfazioni…
Ho capito che non bisogna mai rinunciare a niente…
Ho imparato a scrivere, dall’esperienza…
519d40c4-b903-4106-b955-5ffb3dfc8cab
Ogni istante della vita è un attimo che deve essere vissuto intensamente…Ogni esperienza mi sta facendo capire qualcosa… ogni giorno di più… E ho capito molto… Ho capito che bisogna sempre cogliere l’attimo,al volo… Ho capito che non bisogna mai avere paura… Ho capito che nelle vita bisogna saper...
Post
02/03/2012 11:10:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    1

La leggenda delle lucciole

09 gennaio 2012 ore 20:48 segnala
Si narra che tanto tempo fa , in un bosco ai piedi del monte Penna, c’era un grandissimo alveare. Fra le migliaia di api che vi nascevano ogni giorno, ne nacque una che ben presto si rivelò essere una piccola regina. La regina madre, quando se ne accorse, la cacciò dall’alveare.
La povera ape, che era abituata a vivere fra tante compagne, si trovò sola e si mise a piangere. Pianse e pianse tanto che, durante la notte, la luna la sentì e le domandò che cosa avesse. Lei le raccontò la sua storia, la luna si impietosì e le regalò un po’ della sua polvere d’oro. L’ape allora tornò all’alveare e regalò un granello di quell’oro a molte sue compagne che la seguirono. Si formò così uno sciame di lucciole che da allora rischiarano molte notti d’estate.
ca530386-0007-4e13-8a05-1180699c1cae
Si narra che tanto tempo fa , in un bosco ai piedi del monte Penna, c’era un grandissimo alveare. Fra le migliaia di api che vi nascevano ogni giorno, ne nacque una che ben presto si rivelò essere una piccola regina. La regina madre, quando se ne accorse, la cacciò dall’alveare. La povera ape, che...
Post
09/01/2012 20:48:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Buon Natale

22 dicembre 2011 ore 15:27 segnala


Quello che conta non lo troverai incartato sotto l'albero... ma lo troverai nell'aria... un abbraccio... un sorriso sincero.. uno sguardo d'affetto... tutte cose che ti riscalderanno il cuore.....Buone Feste a tutti voi
044fa2ad-d71e-4cb5-8bd6-963caf3ebb81
« IMMAGINE: http://i42.tinypic.com/16iza7c.gif » Quello che conta non lo troverai incartato sotto l'albero... ma lo troverai nell'aria... un abbraccio... un sorriso sincero.. uno sguardo d'affetto....
Post
22/12/2011 15:27:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

La Sirenetta

22 dicembre 2011 ore 00:08 segnala
..il freddo degli abissi riprese la sua sirenetta e lei cominciò a tremare… aveva scelto per lui la felicità di un altro amore… argentei divennero i suoi neri capelli… le squame un tempo verde smeraldo, assunsero il colore del cristallo e la sua pelle il colore perlaceo del bianco corallo… lenta la mano avvolgeva quel velo da sposa che un’altra aveva vestito, ultimo brandello rimastole di una breve vita terrena… il respiro si fece più lento… aprì la bocca per urlare il dolore… il dolore che le uccideva il cuore… con l’ultima forza rimastole tornò alla superficie, cantò parole dolci come il miele che si alzarono al cielo… brividi… scomposero le stelle… il vento l’accompagnò a divenire schiuma… cantò per l’ultima volta con voce di sirena… PER TE AMORE MIO IO MUOIO SOLA …

* mia interpretazione del finale della favola ‘ La Sirenetta ‘ di Hans Cristian Andersen
6b51cb35-1fda-4a22-a6ec-a8a2d26da4a8
..il freddo degli abissi riprese la sua sirenetta e lei cominciò a tremare… aveva scelto per lui la felicità di un altro amore… argentei divennero i suoi neri capelli… le squame un tempo verde smeraldo, assunsero il colore del cristallo e la sua pelle il colore perlaceo del bianco corallo… lenta la...
Post
22/12/2011 00:08:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

La leggenda delle Sirene

22 dicembre 2011 ore 00:03 segnala
Le Sirene vivono in fondo al mare

donne bellissime che non sanno più amare

nascono dalla leggenda di un pescatore

che non tornò più dal suo grande amore.

Ogni sera lei lo aspettava in riva al mare

ma mai più lo vide ritornare…

Fù cosi che chiamò il Dio del mare

per chiedergli un unico favore

poter andare alla ricerca del pescatore

quel Dio ne ebbe tanta pena accettò e la trasformò in una sirena

ma per quando in profondo potesse andare

non trovò il suo unico amore

Ma non si dette per vinta e richiamò il Dio del mare

chiedendogli di diventare immortale per continuare a cercare

il Dio disse ti trasformerò in una leggenda e potrai restare

… ancor oggi continua a vagare e le sue lacrime riempiono il mare.

Ora sapete perche l’acqua è salata

c’è una sirena che piange disperata

…. e quel canto di cui tanto si narra

altro non è che il suo dolce lamento portato in alto dal vento.

Da quel giorno ogni donna che perde il suo amore

che l’abbia perso o no in mare

può chiedere di diventare una sirena

per piangere e cantare la propria pena…

* questa è una mia favola :)
d5b7b9d5-c678-4b17-beef-508b21452c62
Le Sirene vivono in fondo al mare donne bellissime che non sanno più amare nascono dalla leggenda di un pescatore che non tornò più dal suo grande amore. Ogni sera lei lo aspettava in riva al...
Post
22/12/2011 00:03:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2