Calda estate

31 maggio 2010 ore 23:18 segnala

Profumo di rosmarino

in quel tratturo

a declivio sul mar

 

Nel mezzodì torrido d'està

l'aere immobile e tersa

lievemente il respiro affanna

 

In accompagnamento ai margini

rovi di more e ciuffi d'erbe

dorati con cenni allo smeraldo

 

Il frinire cadenzato delle cicale

s'ode dal carrubo che maestoso

s'erge a dominar il promontorio

 

Al fianco del pendio

una ginestra s'adorna

solitaria a rimirar

 

Il pineto s'adagia e si specchia

nel cobalto che all'orizzonte

si abbraccia e si confonde

con l'infinita volta

 

E' pur vero

tutto questo

il core mi contenta

 

11612700
Profumo di rosmarino in quel tratturo a declivio sul mar   Nel mezzodì torrido d'està l'aere immobile e tersa lievemente il respiro affanna   In accompagnamento ai margini rovi di more e ciuffi d'erbe dorati con cenni allo smeraldo   Il frinire cadenzato delle cicale s'ode dal...
Post
31/05/2010 23:18:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. luci46 31 maggio 2010 ore 23:43
    mi ricordano Montale...

    un piacere leggerli

    ciao Luciana
  2. sciaula79ss 07 giugno 2010 ore 14:41
    Sono tue le poesie? Se si, sono molto belle  :-)
  3. goccesulmare 11 giugno 2010 ore 21:40
    antichi ricordi......di quando ero bambina
    è stato un piacere riviverli attraverso la lettura dei tuoi versi
    gocce

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.