Scarpette Rosse "L'Appuntamento"

05 ottobre 2014 ore 21:04 segnala
Ogni Riferimento a fatti persone o cose è puramente casuale
Testo Originale di Relax.Beach a cui sono riservati tutti i Diritti.





"L'Appuntamento"
07-06-2014

Lo aveva lasciato in quel locale ambiguo, che non gli era affatto piaciuto, non era l'uomo che si aspettava, un breve incontro ed aveva capito che era ben diverso da quello che scriveva di lui.

Ne era rimasta intimorita ed aveva trovato il modo di scaricarlo, e lui non aveva potuto trattenerla, per fortuna aveva già pensato ad una eventualità del genere, ma ora ne aveva anche paura, con passo deciso, ma senza apparente fretta, si stava allontanando da quel luogo.

Ma sentiva benissimo quegli occhi rossi su di lei, che la osservavano e senza
girarsi poteva intuire quei passi lenti che iniziavano a seguire i suoi.

Il cielo fu rigato da un fulmine senza voce, lei ne aveva paura, ma adesso aveva una paura più grande, aprì la borsa, prese un piccolo notes, vi scrisse rapidamente qualcosa, prese delle monete e gettò entrambi nella scatola
di quell'uomo, che nelle ultime sere si era aggiunto ai tanti sfortunati che vivevano nel parco.

Quindi allungò il passo e si inoltrò nel parco che conosceva bene, lo avrebbe seminato e tornato a casa in men che non si dica.

Era stato fortunato pensò quell'uomo che la seguiva passando davanti a
quel barbone e buttandogli due monete trovate nelle tasche si guardò attorno.
Quelle scarpette rosse erano un bel bocconcino a cui non poteva rinunciare
e si inoltrò nel parco osservando che dal cielo scendeva una leggera pioggerellina.

L'uomo che stava disteso appoggiato a quel muro che finiva la dove iniziava il parco, le aveva viste passare veloci, quelle scarpette rosse, quelle gambe sottili e tutto il resto.
Penso, quanta fretta nella vita e non si era mosso, un istante e un uomo con
altrettanta fretta lo aveva raggiunto, si era guardato attorno, gettandogli delle monete, come se cercasse qualcosa, quelle scarpette rosse che erano passate prima di fretta, come se le corresse dietro.
Anche quello era entrato nel parco, alzò il volto verso il cielo ed una goccia
gli centrò l'occhio, si stava mettendo male, doveva trovare un riparo per la notte.

Relax, così lo avevano chiamato i frequentatori del parco, per il suo atteggiamento stravaccato, si alzò mentre il cielo era sempre più rigato dai fulmini silenziosi, raccolse le sue cose e s'infilò anch'egli nel parco.






RelaxBeach

La Voglia Beffarda di Te.

05 ottobre 2014 ore 17:40 segnala
LA VOGLIA BEFFARDA DI TE
11-04-2012

La Voglia Beffarda di te
mi rende Stupido
E il Gioco
Delle mie Parole Stupide
Ti Attrae.
Il Sorriso
Che Rifiorisce ad ogni frase
Mi spinge a Trovare
Sempre cose nuove
per non farlo Appassire.
Come un Giullare
mi trovo a trastullare
la tua Mente
mi prendo anche gioco di me
per essere Importante
ai tuoi occhi che fisso
alle tue labbra che guardo
e che vorrei...
ardentemente baciare.

RelaxBeach©
(Tutti i Diritti Sono Riservati)

Vorrei

05 ottobre 2014 ore 17:18 segnala
VORREI
13-05-2011

Vorrei Essere
Ogni Goccia D'acqua
per accarezzare
la tua pelle profumata.

Vorrei essere
il sole
che s'irradia
sul tuo viso.

Vorrei essere
il mare
con le sue onde
per avvolgerti
nel mio lungo abbraccio.

vorrei essere
il tuo sogno
la tua realtà
il tuo mondo
realizzato.

Vorrei toccar con te
il cielo con un dito
e donarti
l'ultima stella della sera.

Vorrei toccare te
e seguire con un dito
le tue forme
dalla luna illuminate.

Vorrei
vorrei baciare
le tue labbra
calde e salate.

Vorrei
vorrei non chiamarti col tuo nome
Vorrei
Vorrei chiamarti
AMORE.



RelaxBeach©
(Tutti i Diritti Sono riservati)

Il Vuoto Cos'è

05 ottobre 2014 ore 14:42 segnala


IL VUOTO COS'E'
5-10-14

Improvvisamente il vuoto
di niente incominciano i giorni
di assenze silenziose pieni
di rimpianti ricchi.

Il vuoto cos'è
è come una casa
senza pareti
senza di te.

Pensieri gia vuoti
sentimenti falliti
prospettive mancate
e più non c'è
contatto con te.

Il vuoto cos'è
è come una casa
senza un mobile che
mi ricordi di te
mi parli di te.

Il vuoto cos'è
è la mancanza d'attesa
di una dolce sorpresa
di un messaggio che
mi parli di te
che parli di me.

Il vuoto cos'è
è l'assenza di frasi
di quelle parole
che cercavano te
che cercavano me

il vuoto cos'è
è la mancanza d'un segno
è la fine d'un sogno
più dolce che c'è.

Il vuoto cos'è....
e la mancanza di te.

Chi Guarda Con Gli Occhi Della Notte, Non Può Vedere La Luce

05 ottobre 2014 ore 02:03 segnala


GLI OCCHI DELLA NOTTE

NERI.....
SONO GLI OCCHI DELLA NOTTE.
OSCURI E INACCESSIBILI
MISTERIOSI AL PASSO
DI CHI CREDE NELLA LUCE
ED IN ESSA SPERA
BUIA E CUPA
E' L'ARIA DI CHI NON CREDE
BUIA E CUPA
E' LA VITA DI CHI NON CREDE
IN CHI GIUSTO E'
E GIUSTIZIA VUOLE.
MANDARE VIA LA NOTTE...
QUESTA
LA NOSTRA MISSONE
DISSIPARE IL BUIO
LE TENEBRE ED OGNI TERRORE
QUESTO
IL COMPITO A NOI AFFIDATO
SE SEI CON NOI
SEGUI LA VIA DEL GIUSTO
EGLI E' IL NOSTRO PROTETTORE
DOVE NOI SIAMO
LUI E'
DOVE LUI E'
UN GIORNO ANCHE NOI SAREMO
PER DIVIDERE CON LUI
UN GIUSTO LUOGO.


RelaxBeach