Mercoledì. 09/07/2014

11 agosto 2014 ore 16:25 segnala
Sveglia presto, mezz’ora prima dello spuntare del sole fuori per assorbire tutta l’energia che cielo e terra durante la notte hanno accumulato. Oramai le parole del MARIBOU hanno aperto uno squarcio dentro la mia anima. Esco e gia’ alcuni dei miei piccoli amici sono fuori che mi aspettano….nn mi chiamano piu “TUBABULI”(bianco) ma Robi…..Qualche volta mi chiedo se e’ giusto che vado ad interferiree cambiare certi modi di vivere mah…..cmq mi incammino verso il mio percorso. Ai piedi della salita loro mi abbandonano, nessuno di loro puo’ salire la strada dello spirito purificato. Il MARIBOU mi ha raccontato che nessuno dei “vivi” puo’ e vuole percorrere il percorso fino alla cascata perche’ lungo la via ci sono le anime in purificazione. In effetti la prima notte che sono salito fin quassu un po’ di disagio lo avvertivo, come un fardello da portare. Va beh nn voglio entrare nel misticismo poiche’ bisognerebbe esserci per capire .
….in effetti la notte che sono salito su fino alla cascata(raccontato nei blog preccedenti) avevo gia’ avvertito qualcosa di impalpabile, di leggero che sull’erta salita ti faceva “veleggiare” senza fatica fino alla meta. Sto cominciando a capire perche’ sono arrivato,dopo molti anni, fino a qui. Sto cominciando piano piano a dividere e scindere il mio corpo, la mia mente e la mia anima come fosse un appuntamento con il destino. Sono su e la sensazione che i tre segmenti del mio IO si ricompongano. E mentre scendo la mia anima sembra rimanere li ad aspettarmi, la mia mente viaggia leggera sopra le mie emozioni e su quelle di questa terra ed infine il mio corpo, la mia materia seguono le cose terrene verso la miniera sperando, con il ritrovamento di qualche OGGETTO brillante di placare la bramosia materiale terrena. Ma il desiderio di fondere insieme i miei tre elementi sta emergendo giorno dopo giorno prepotentemente ed al primo DJAMANT trovato la mente va al MARIBOU:” ne potrai trovare molti, tantissimi se lo vorrai ma la tua ricchezza sara’ quella che nn vedrai mai…..solo quella che SENTIRAI un giorno, un momento, un istante, quando sarai pronto”
Pomeriggio ritorno, PENSIERI e azioni, si va dal falegname, costruzione del tavolo e delle mensole, la MAISON comincia a prendere forma
……..riposo, poi lezione di italiano ai miei piccoli amici. Oramai ne conto una ventina piccoli e grandi, ho comprato gessi, quaderni e penne. Oggi nomi di animali, cibo e verbi.


Sono attentissimi, hanno voglia di imparare, loro ancora NN SANNO cosa ma lo capiranno. Divagazione: se in francese diciamo” je ne comprende pas” in italiano?: tutti in coro “IO (pausa) NON (pausa) CAPISCO UN CAZZO” . Adesso ogni volta che mi vedono…..je ne…..io nn cap…….” Va beh dai….mi diverto. Sera “ristorante” e partita, poi a nanna presto, domani sveglia alle 4 e viaggio di 5 ore fino alla miniera di oro. Testa sul cuscino e viaggio virtuale della mente verso il sentiero della purificazione, oramai parte integrante sempre piu’…..
1823169c-72d7-418a-83e7-6840c056a7d1
Sveglia presto, mezz’ora prima dello spuntare del sole fuori per assorbire tutta l’energia che cielo e terra durante la notte hanno accumulato. Oramai le parole del MARIBOU hanno aperto uno squarcio dentro la mia anima. Esco e gia’ alcuni dei miei piccoli amici sono fuori che mi aspettano….nn mi...
Post
11/08/2014 16:25:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.