Vega, una stella italiana

18 febbraio 2012 ore 18:56 segnala




Come spesso accade per i successi italiani ed in particolare per quelli scientifici e tecnologici, il lancio del vettore Vega per piccoli satelliti artificiali non è stato adeguatamente divulgato dai media (mentre fiumi di parole e di trasmissioni televisive sono state versate per raccontare ogni gossip del Festival di Sanremo...).
Il vettore Vega è stato realizzato da un consorzio industriale, guidato da AVIO di Colleferro e con la partecipazione dell'Agenzia Spaziale Italiana, e consente di posizionare piccoli satelliti in orbita bassa o polare.
Lo sviluppo del vettore iniziò nel 1998 ed il primo lancio è stato effettuato il 13 febbraio di quest'anno dalla base Kourou nella Guyana francese.
Vega ha un'altezza di 30 m, un diametro di 3 m ed una massa di circa 135 tonnellate. La massa complessiva del carico utile (satelliti scientifici o di monitoraggio della terra) è di 1500 Kg.
Il vettore possiede tre stadi di propulsione solida ed un modulo superiore di propulsione liquida per il controllo dell'assetto e dell'orbita e per il rilascio del satellite.
L'Italia svolse un ruolo di primaria importanza nello sviluppo dei piccoli vettori con il progetto S. Marco di Broglio. La miopia dei politici di allora annullò questa eccellenza tutta italiana. Vega rappresenta un parziale riscatto
09c3468f-0ffa-479a-bd93-9aee28fa6ae1
« immagine » Come spesso accade per i successi italiani ed in particolare per quelli scientifici e tecnologici, il lancio del vettore Vega per piccoli satelliti artificiali non è stato adeguatamente divulgato dai media (mentre fiumi di parole e di trasmissioni televisive sono state versate per ...
Post
18/02/2012 18:56:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.