Abruzzo,luglio '09 campo Centi Colella

15 luglio 2009 ore 15:59 segnala

Riconosco che Colui che è in me è più forte di colui che è nel mondo.Dio ha cambiato la mia vita:ha cancellato i dolori del mio passato,è con me nel presente e ha cambiato il mio futuro!Con Lui ho una certezza,che anche nelle avversità niente potrà smuovermi!In Abruzzo ho constatato l'opposto....tantissima gente che credeva di avere tutto,un lavoro,una casa..oggi non ha più niente,neanche la speranza di un futuro migliore.Contano su gente che non conoscono,su gente che promette,ma non è sempre in grado di mantenere.La mia preghiera è che possano tornare alla normalità,ma soprattutto che attraverso questa sofferenza,si avvicinino a Dio e permettano a Lui di gestire il loro presente e futuro.Perchè non c'è altra ragione di vita,se non amare e servire Lui,portando il messaggio dell'evangelo a quanti,come i terremotati,non hanno una speranza.Per quanto l'uomo si prodiga nell'aiutare il prossimo,non basta per riempire quel vuoto che è in fondo al cuore dell'uomo che è a forma di Dio e può essere riempito solo da Lui.

Mimo Lifehouse:Everything

08 giugno 2009 ore 23:39 segnala

Adolescenti che hanno deciso di seguire Gesù,mostrano attraverso un mimo,quanto accade tutti giorni,quante vive straziate a cause del peccato:alcool,droga,delusioni d'amore e quant'altro...Dio ci conosce da sempre,ma può solo osservare dall'esterno quello che ci accade...non può partecipare attivamente alle nostre sofferenze,gioie,paure,delusioni.Può solo "guardare"!sino a quando,stremati dalle continue lotte,non siamo più in grado di rialzarci e abbiamo solo la forza di dire:Dio se ci sei,mostrati!se ci sei,liberami da questa situazione!non ce la faccio più!se davvero gridiamo a Lui,ci risponderà.Aspetta solo che il nostro cuore si apra alla Sua presenza!è un Dio d'amore,npn di violenza e aspetta alla porta e bussa....

Le lezioni dell'amore

18 novembre 2008 ore 15:29 segnala
 Gesù gli disse: «"Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente". Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso". (Matteo 22:37-39)
Gesù disse che il comandamento più importante è amare Dio e amare gli altri. Vivere senza queste direttive significa mancare la nostra stessa ragione di vita. Ci sono ovviamente differenti tipi di amore, come ci sono differenti livelli di intensità.
Ad esempio l'amore fraterno - phileo in greco - è un tipo di amore, mentre agape - l'amore incondizionato che caratterizza Dio  - è amore al massimo livello. Agape è un impegno che ci ispira ad aiutare gli altri a trovare e realizzare il disegno di Dio nella loro vita.
Giov 13:35 ci dice "Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri." quello che Gesù sta dicendo qui è che i suoi discepoli devono poter essere identificati dall'amore per gli altri.
Poichè le persone entrano nel mondo come egoisti peccatori con una limitata capacità di dimostrare affetto e amore, Dio deve fare qualcosa per capacitarli a mostrare il Suo amore. Ricevendo la salvezza tramite Gesù il Salvatore, una persona diventa una completa e nuova creatura, e lo Spirito Santo comincia a lavorare nella vita del credente in modo tale che Dio possa cominciare a esprimere attraverso la persona il Suo amore e la Sua vita.
Ovviamente l'amore generato da noi stessi è imperfetto, perchè viene da un cuore contaminato (Geremia 17:9). Mentre un cuore ripieno dello Spirito di Dio è capace di esprimere l'amore "agape". Così attraverso l'opera dello Spirito Santo in noi siamo capaci di amare anche i nostri nemici perchè il comandamento più importante lasciato dal Signore Gesù viene reso vivo in noi dal Suo Spirito.
Un amore che è altruista, paziente e gentile è molto raro. La sua unica fonte è infatti Dio. Noi come esseri umani non possiamo praticare questo tipo di amore, a meno chè non sia Dio a vivere ed amare attraverso di noi.

Gesù ti ama!

25 ottobre 2008 ore 23:35 segnala

Fai questa semplice preghiera...

Signore Gesù,riconosco che sei venuto sulla terra per me,per riconciliarmi a Dio;entra nel mio cuore e perdona tutti i miei peccati;sii il salvatore della mia anima.Metto tutta la mia vita nelle tue mani, perchè credo in te!Cambia il mio cuore,liberalo dal male e usami per la tua gloria!te lo chiedo nel nome di Gesù,amen.

Se hai fatto questa preghiera con il cuore, come dice la Scrittura,sei salvato.Ora inizia un cammino con Gesù...cercaLo,amaLo,rivolgiti a Lui in ogni momento e nutriti dalla Sua Parola,scoprirai quante meravigliose promesse ci sono anche per te oggi! Dio ti benedica!!

Il marchio della bestia è già tra noi?

20 ottobre 2008 ore 23:52 segnala
"Badate che nessuno vi inganni! Poiché molti verranno nel mio nome dicendo: "Io sono il Cristo", e molta gente sarà tratta in inganno".
«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato nessun segno fuorché il segno di Giona. Poiché come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione".

Vangelo secondo Luca

Cosa significa credere in Gesù

10 ottobre 2008 ore 16:59 segnala
Leggi | Giovanni 3:16-18
L'apostolo Paolo, come è registrato in Atti 16, disse al proprio carceriere "credi nel Signore Gesù e sarai salvato". Quell'uomo di filippi e i suoi familiari ebbero fede, accettarono l'invito e divennero parte della famiglia di Dio.   La fede capace di salvarci ha tre elementi che sono conoscenza, convinzione e fiducia. La conoscenza implica che per credere in Gesù come nostro Salvatore abbiamo bisogno di conoscere chi Lui è. Abbiamo bisogno di sapere cosa Gesù ha fatto e abbiamo bisogno di capire perchè tutto questo.   Gesù è il figlio di Dio. Su richiesta di Dio Padre, Gesù mise da parte i suoi diritti divini, assunse la forma di uomo per vivere sulla terra.   Gesù visse una vita perfetta e senza peccato come vero uomo, questa azione lo qualificò per essere il nostro sostituto perfetto. Gesù infatti salendo sulla corce prese su di se il giudizio e il castigo per i nostri peccati. La sua morte sulla croce aprì la via per noi per essere perdonati e per sperimentare pace con Dio.   Diverse persone si domandano il perchè della morte di Gesù sulla croce. La ragione è che non potevamo salvare noi stessi, infatti ciascuno di noi possiede una natura peccaminosa e ciascuno di noi ha peccato. Quando accettiamo la giustificazione provvedutaci attraverso Gesù passiamo dall'essere nemici di Cristo a essere membri della Sua famiglia.

Storiella

21 settembre 2008 ore 00:13 segnala
     Barbieri e Dio:

Un tizio si reca da un barbiere per farsi tagliare i capelli e radere la barba.

    Appena il barbiere comincia a lavorare, iniziano ad avere una buona conversazione.

Parlano di tante cose e di vari argomenti.

Quando alla fine toccano l'argomento Dio, il barbiere dice:

Io non credo che Dio esista.

 

 

Perchè dice questo? chiede il cliente.

  Beh, basta uscire per strada per rendersi conto che Dio non esiste.

Mi dica, se Dio esistesse, ci sarebbero così tante persone malate?

Ci sarebbero bambini abbandonati?   



     Se Dio esistesse, non ci sarebbero più sofferenza nè dolore.

   Io non posso immaginare che un Dio amorevole permetta tutte queste cose.

     Il cliente pensa per un momento, ma non replica perchè non vuole iniziare una discussione.

   Il barbiere finisce il suo lavoro ed il cliente lascia il negozio.
 

Appena dopo aver lasciato il negozio del barbiere, vede un uomo in strada con dei capelli lunghi, annodati e sporchi e con la barba sfatta.

Sembrava sporco e trasandato

. Il cliente torna indietro ed

 entra di nuovo nel negozio del

barbiere e gli dice:

La sa una cosa? I barbieri non esistono.
Come può dire ciò? chiede il barbiere sorpreso.
Io sono qui e sono un barbiere. Ed ho appena lavorato su di lei!
No! esclama il cliente. I barbieri non esistono perchè se esistessero non ci sarebbero persone con lunghi capelli sporchi e barbe sfatte come quell'uomo là fuori.



Ma i barbieri ESISTONO!

Questo è ciò che succede

quando la gente non viene da

 me.

Esattamente! afferma il cliente.

Questo è proprio il punto!

Anche Dio ESISTE!

Questo è ciò che succ

ede quando la gente non va da

Lui e cerca il Suo aiuto.

Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e sofferenza nel mondo.

Intervista

24 agosto 2008 ore 16:34 segnala
Corrisponde a realtà a no? che ne pensi?

Cliccate..

03 luglio 2008 ore 01:15 segnala
c'è un bel mesaggio per te

Mi fa impazzire!è bellissima!

01 luglio 2008 ore 22:46 segnala

 

Matteo 18:3 «In verità vi dico: se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.

Matteo 19:14 Ma Gesù disse: «Lasciate i bambini, non impedite che vengano da me, perché il regno dei cieli è per chi assomiglia a loro».