L'amore puro ed altre sconcezze ideali.

30 novembre 2011 ore 22:16 segnala
Oggi ero a pranzo a casa di amici, c'era la Tv accesa. Butto per sbaglio l'occhio allo schermo e vedo due che si baciano nel balcone di Giulietta nel frattempo che sento, sempre per sbaglio, le parole "amore" e "puro". Mi è arrivata in mente una serie di immagini allucinanti della vita, dell'universo ma soprattutto di tutto quanto.

Essendo portatore sano di minchia, mi è capitato nel corso dell'esistenza di avere a che fare con le portatrici sane di figa che tutti chiamano comunemente donne. Quindi ho tirato un pò le somme sulla differenza fra la realtà, le condizioni ideali ed i vari modi di intendere "ideale" qualcosa.

Analizziamo il trauma infantile più grosso di tutte le donne, quel che viene considerato l'amore puro. parliamo di due situazioni ideali:
-il principe azzurro e la bella addormentata, ma anche
-Romeo e Giulietta.

Il principe azzurro smuove mari e monti per salvarla solo ed esclusivamente sapendo che è una gnocca da paura e che se la salva le sarà a vita riconoscente, soprattutto sessualmente. Non sa come si chiama, non sa se le piacciono pratiche sessuali orripilanti, non sa se mangerebbe volentieri un romeno al forno e non sa nemmeno se è in grado di dire tre parole in fila. Lei, d'altro canto, sa solo che lui è il principe, ha una barca di soldi e si veste come il mago zurlì. Sa che una volta esser salvata sarà sua per sempre, possibilmente con la comunione di beni, e che verrà chiamata principessa ed avrà un sacco di bei vestiti.
praticamente una velina ed un calciatore.

E questa è la versione A dell'amore puro.
La versione B è anche più ridicola.

Romeo è un tipico fighetto modaiolo che va ad una festa con amici, nella quale gli dicono che c'è un sacco di topa. Vede una gnocca tettona alla festa (che è tettona l'ho visto oggi al telegiornale: c'erano due che si baciavano toccando le tette alla statua di Giulietta sul balcone), pensa: "minchia! voglio farmela!"
E si rincoglionisce così tanto di questa di cui non sa un cazzo che decide di far minchiate a raffica per farsi notare. La prima cosa che combina è una rissa e come al solito viene salvato all'ultimo momento dall'amico figo, tal Mercuzio, che è l'unico che ha le palle nella comitiva.
Lei, d'altro canto, ha una famiglia di evidenti origini siciliane e pure mezza mafiosa, di territorio montano e di arretratezza mentale atavica. Pur di avere un briciolo di libertà e di minchia, si accolla quel cretino che fa cazzate a raffica, sapendo che è tanto cretino che muoverà mari e monti per una palpata delle succitate tette che lei gli fa abilmente desiderare senza sganciargliela nemmeno per il cazzo. Sa che con lui costruirebbe una vita di merda ma almeno sarebbe suo schiavo, quindi organizzano un piano di fuga fino ad arrivare alla massima espressione della demenza da impasticcati ed organizzare un finto suicidio (del quale avevano letto insieme le modalità di esecuzione su "Top Girl" alla sezione "problemi di cuore":). Giustamente, essendo due cretini, muoiono prima di farsi una sana trombata ed in maniera del tutto inutile.

Questo è l'Amore Puro secondo la gente.
Io sarò anche un cinico del cazzo, ma all'Amore Puro preferisco una donna che ha un sacco di problemi, mi combina casini ma almeno so che sa farmi star dritto il cervello almeno quanto la minchia.
L'amore ideale è una fiaba raccontata malissimo. e come con la bibbia nessuno ci riflette su mai, preferendo accettarla per fede e costruendosi addosso traumi su traumi.
Le cose sono come sono, e se vogliamo possiamo viverle per quel che sono. Spesso son belle, altrettanto spesso son brutte, ma non sono mai ben definite a priori. E, almeno io, spero non siano mai ideali.
09dbc3bd-e0d4-40a4-a034-0b080c0dba3b
Oggi ero a pranzo a casa di amici, c'era la Tv accesa. Butto per sbaglio l'occhio allo schermo e vedo due che si baciano nel balcone di Giulietta nel frattempo che sento, sempre per sbaglio, le...
Post
30/11/2011 22:16:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. biancamaria00 01 dicembre 2011 ore 00:07
    noi donne ormai non abbiamo più un ideale di uomo nè un uomo ideale e tanto meno raccontiamo favole del genere alle nostre figlie...lo voglio sperare! L'amore ideale non esiste e non è mai esistito, è una pura invenzione...l'amore ideale potrebbe diventare tale nel momento in cui lo si riconosce ma...nessuna delle mie amiche sa ancora cosa sia..me compresa..... :-) :-) :-)
  2. illaka 02 dicembre 2011 ore 22:28
    l amico si chiamava Mercuzio.... ;-) Iago é un personaggio dell'Otello ma il tuo concetto é chiarissimo!!
  3. sblecks 02 dicembre 2011 ore 22:35
    questo è il risultato dello scrivere dopo 4 birre da 66. grazie della correzione :D
  4. illaka 02 dicembre 2011 ore 22:38
    :many io pure sto qui con una birretta... aguzza l ingegno!!
  5. biancamaria00 02 dicembre 2011 ore 23:43
    pure io la birretta...scura.... ;-)
  6. sblecks 03 dicembre 2011 ore 02:43
    bello. possiamo aprire un club degli alcoolisti manifesti, o se preferite l'allegra congrega del rutto da birra. :-P
  7. illaka 03 dicembre 2011 ore 12:07
    il cosidetto rutto libero del Fantozzi... ahhhhhhhhhhhhhhhh
  8. sblecks 03 dicembre 2011 ore 17:29
    ammetto che la situazione ha il suo fascino. in una gara di rutti contro sole donne. rischierei perfino di trovarci la donna della mia vita, se fossi abbastanza sfortunato.
  9. illaka 03 dicembre 2011 ore 18:57
    SE... CARO SBLECKS.... soltanto SE......
    :many
  10. sblecks 04 dicembre 2011 ore 00:05
    sai com'è, alla sfiga non devi mai porre limiti :-)))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.