chi sono io........

25 agosto 2014 ore 19:46 segnala




CHI SONO IO?
Chiese un giovane ad un maestro di spiritualità.
“Te lo spiego con una piccola storia” rispose il saggio.
Un giorno, dalle mura di una città, verso il tramonto si videro sulla linea dell’orizzonte due persone che si abbracciavano.
“Sono un papà e una mamma”, pensò una bambina innocente.
“Sono due amanti”, pensò un uomo dal cuore torbido.
“Sono due amici che s’incontrano dopo molti anni”, pensò un uomo solo.
“Sono due mercanti che hanno concluso un buon affare”, pensò un uomo avido di denaro.
“E’ un padre che abbraccia un figlio di ritorno dalla guerra”, pensò una donna dall’anima tenera.
“E’ una figlia che abbraccia il padre di ritorno da un viaggio”, pensò un uomo addolorato per la morte di una figlia.
“Sono due innamorati”, pensò una ragazza che sognava l’amore.
“Sono due uomini che lottano all’ultimo sangue”, pensò un assassino.
“Chissà perché si abbracciano”, pensò un uomo dal cuore arido.
“Che bello vedere due persone che si abbracciano”, pensò un uomo di Dio.
“Ogni pensiero”, concluse il maestro,” rivela a te stesso quello che sei.
“Esamina di frequente i tuoi pensieri: ti possono dire molte più cose su di te di qualsiasi maestro”.
Bruno Ferrero - postato da Holos Magazine®
c210f25a-8a18-42ef-8f96-f6442207d59f
« immagine » « video » CHI SONO IO? Chiese un giovane ad un maestro di spiritualità. “Te lo spiego con una piccola storia” rispose il saggio. Un giorno, dalle mura di una città, verso il tramonto si videro sulla linea dell’orizzonte due persone che si abbracciavano. “Sono un papà e una mamma”,...
Post
25/08/2014 19:46:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14
  • commenti
    comment
    Comment
    14

felicità....

24 agosto 2014 ore 01:45 segnala




L'infelicità risiede nel divario tra ciò che abbiamo ora e ciò di cui riteniamo di aver bisogno. Ma la verità è che per essere felici non abbiamo bisogno di avere nulla di più rispetto a ciò che abbiamo già. Non abbiamo bisogno del permesso di nessuno per essere felici. Non lasciare che la tua felicità sia tenuta in ostaggio. Hai sempre la possibilità di scegliere di essere felice. Lascia spazio alla tua felicità. Se non sei soddisfatto ora, non è colpa di qualcun altro. Assumiti la piena responsabilità per la tua infelicità. Smetti di cercare di realizzare le condizioni che pensi ti renderanno felice. Semplicemente, scegli di apprezzare la grandezza che c'è in te, nella tua vita e nell'universo in questo preciso momento. La tua felicità o infelicità dipende dalla tua prospettiva, non dalla tua situazione.
(tratto dal web)

Ma come è dannatamente vero...
50c0fde1-ecb9-4b4f-b733-e898704ccc67
« immagine » « video » L'infelicità risiede nel divario tra ciò che abbiamo ora e ciò di cui riteniamo di aver bisogno. Ma la verità è che per essere felici non abbiamo bisogno di avere nulla di più rispetto a ciò che abbiamo già. Non abbiamo bisogno del permesso di nessuno per essere felici. ...
Post
24/08/2014 01:45:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    4

la danza del vento

05 agosto 2014 ore 05:39 segnala






Nataraj è l’energia della danza. La danza come meditazione totale, in cui tutte le divisioni interiori scompaiono e rimane una consapevolezza sottile e rilassata.

"Dimentica colui che danza, il centro dell’ego, diventa la danza: quella è meditazione. Danza così intensamente da dimenticare completamente che “tu” stai danzando e comincia a sentire che sei la danza. Ogni divisione deve scomparire, allora diventa meditazione; se esiste ancora una divisione, si tratta solo di un esercizio: buono, salutare, ma non si può dire che sia spirituale.


il ballo di per sé è una cosa salutare: nei suoi limiti, è ottimo. Alla fine ti senti fresco e ringiovanito; ma non è ancora meditazione. Colui che danza deve arrivare a scomparire, finché rimane solo la danza....
(tratto dal web)

Il ritmo travolgente e vorticoso, ti risucchia dentro una spirale atemporale proiettandoti nello spazio delle nostre emozioni primordiali, dimenticando, per un attimo, tutte le miserie e debolezze umane.

la danza, l’espressione del nostro corpo
emana vibrazioni in movimento,
Ascoltare il battito del cuore,
è una musica interiore che scandisce il tempo della tua vita
uscendo,
diventa espressione dell’ anima.
il suo corpo sei tu,
che devi tradurre ciò che lei sente.

la danza è la traduzione della nostra anima interiore.
29d16de6-07f7-4587-a2ca-a4d90c0c43ee
« immagine » « video » Nataraj è l’energia della danza. La danza come meditazione totale, in cui tutte le divisioni interiori scompaiono e rimane una consapevolezza sottile e rilassata. "Dimentica colui che danza, il centro dell’ego, diventa la danza: quella è meditazione. Danza così intens...
Post
05/08/2014 05:39:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    10

quello che non ho detto

31 luglio 2014 ore 05:11 segnala






(tratto dal web)
2ba934bd-31e2-4f34-b935-56b614867943
« immagine » « video » « immagine » (tratto dal web)
Post
31/07/2014 05:11:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    7

donna...

18 luglio 2014 ore 20:00 segnala




"Nun c'è niente de più bello de na persona in RINASCITA...
Quanno s'ariarza dopo na caduta, dopo na tempesta e ritorna più forte e bella de prima. Con qualche cicatrice in più ner core sotto la pelle, ma co la voglia de stravorge er monno, anche solo co un soriso!"

Anna Magnani

Queste sono le donne vere,passionali,sanguigne che hanno costruito la propria carriera su la bravura,con qualche ruga che le impreziosiva e rendeva piu' intense.Oggi sembrano tutte dei cloni senza espressione,in gran parte "attrici" pronte a riempire i bidoni della plastica per la raccolta differenziata.Certo ci sono anche delle interpreti sublimi,ma mosche bianche.Evviva la Magnani
( dal web)
860f8b5f-fd42-4db8-af6f-a0d8e95c1561
« immagine » « video » "Nun c'è niente de più bello de na persona in RINASCITA... Quanno s'ariarza dopo na caduta, dopo na tempesta e ritorna più forte e bella de prima. Con qualche cicatrice in più ner core sotto la pelle, ma co la voglia de stravorge er monno, anche solo co un soriso!" Ann...
Post
18/07/2014 20:00:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

voglia di tenerezza

16 luglio 2014 ore 19:27 segnala




Abbiamo fame di tenerezza,
in un mondo dove tutto abbonda
siamo poveri di questo sentimento
che è come una carezza…
Per il nostro cuore
abbiamo bisogno di questi piccoli gesti
che ci fanno stare bene,
la tenerezza
è un amore disinteressato e generoso,
che non chiede nient’altro
che essere compreso e apprezzato.
Alda Merini


Dolce infinita Tenerezza
Fresca eterna mia giovinezza
Del mare la leggera brezza
che sfiora come una carezza
nel cuore la sua bellezza
fiore dall’odore che olezza….
(sciamedistelle)
ca4a2dfc-a409-4718-9778-ff1172cd320e
« immagine » « video » Abbiamo fame di tenerezza, in un mondo dove tutto abbonda siamo poveri di questo sentimento che è come una carezza… Per il nostro cuore abbiamo bisogno di questi piccoli gesti che ci fanno stare bene, la tenerezza è un amore disinteressato e generoso, che non chiede nie...
Post
16/07/2014 19:27:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

scugnizza....

11 luglio 2014 ore 13:31 segnala







SCUGNIZZA
SCUGNIZZA
APPEN 'ARAPE L'UOCCHIE FAIE CASINO
NUN S' NENNELLA E NUN SI' SIGNURINA
MA CHIU' TE CRESCE O PIETTO
SENZA SCUORNO
A CHISTI GUAGLIUNCIELL E TIEN ATTUORNO
TE SI PIGLIAT CHIU' E NA' MAZZIATA
PE' QUANTA VOTE 'A SCOLA NUN SI GHIUT
NUN VUO' STIRA' NEMMANCO NA' CAMMISA
PECCHE' TIENE DA FARE
ANNANZE O SPECCHIO L'ORE SANE
SCUGNIZZA
MAMMETA E PATETO SE' 'NGAZZANO
PE CHELLA FACCIA E FIGLIA E ZOCCOLA
E NAMMURATE TUOIE S'ARRAGGIANO
PE NU VASILLO SE ACCIRESSENO
MA TU FAJE SULAMENTE CHIACCHIERE
PECCHE' NUN VUO' A NISCIUNO
SCUGNIZZA
SCUGNIZZA
APPENA LA FAMIGLIA E' CORICATA
TU MIETTE MANE CU 'E TELEFONATE
PE' RADIO TU FAIE CHIAMMA' LAURETTA
PO' SIENTE QUANNO ARRIVANO E BULLETTE
ANCORA NUN SI FEMMENA E GIA' FUMI
PE' FA VEDE CHE GIA' SI COCC D'UNO
NUN VUO' STIRA' NEMMANCO NA CAMMISA
PECCHE' TIENE DA FARE
ANNANZE O SPECCHIO L'ORE SANE
SCUGNIZZA
MAMMETA E PATETO SE' 'NGAZZANO
PE CHELLA FACCIA 'E FIGLIA E ZOCCOLA
E NAMMURATE TUOIE S'ARRAGGIANO
PE NU VASILLO SE ACCIRESSENO
MA TU FAJE SULAMENTE CHIACCHIERE
PECCHE' NUN VUO' A NISCIUNO
SCUGNIZZA...
SCUGNIZZA
SCUGNIZZA...
https://www.youtube.com/watch?v=ZW1l4ObnJCY


Dedicata ironicamente alla mia grande amica…
per il suo compleanno da sempre felicemente...
Scugnizza…di razza

bella e senza regole… mistero e scugnizza
Se t’attaccan na miccia te fai piglià a stizza
Tiene sempre a pazziarella comma na pazza
se te parlano arrete nun te ne frega na mazza
cammini con passo sicuro tieni na bella stazza
dint all’uocchie traspare na grande corazza
vai sicuro sta femmena ogni ardire te spiazza.
(sciamedistelle)
5df585f9-4051-4637-a639-ddc751ec19e8
« immagine » « immagine » « video » SCUGNIZZA SCUGNIZZA APPEN 'ARAPE L'UOCCHIE FAIE CASINO NUN S' NENNELLA E NUN SI' SIGNURINA MA CHIU' TE CRESCE O PIETTO SENZA SCUORNO A CHISTI GUAGLIUNCIELL E TIEN ATTUORNO TE SI PIGLIAT CHIU' E NA' MAZZIATA PE' QUANTA VOTE 'A SCOLA NUN SI GHIUT NUN VUO' ...
Post
11/07/2014 13:31:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment

senza meta

28 giugno 2014 ore 11:02 segnala




mi chiedo … sono felice in questa vita complicata?
balenano dilemmi sempre sulla mia strada….
la lacrima ha un peso… è dura e un po’ salata
bagaglio dentro un viaggio con meta sconosciuta…

difficile essere in coro se la musica è stonata
tra mille tentativi… fuori la mia voce è intonata
scavando dentro l’anima sento che son smarrita
tra un sogno e un desiderio una verità assortita

la via ripida in discesa mi impone la frenata
il rischio è sempre grande di una cantonata
col fiato grosso e sospeso in salita affaticata
tracciato di una pagina ingiallita e sfogliata…

(sciamedistelle)
f0273b71-5c4d-4865-9c7c-c186f916644c
« immagine » « video » mi chiedo … sono felice in questa vita complicata? balenano dilemmi sempre sulla mia strada…. la lacrima ha un peso… è dura e un po’ salata bagaglio dentro un viaggio con meta sconosciuta… difficile essere in coro se la musica è stonata tra mille tentativi… fuori la mi...
Post
28/06/2014 11:02:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

la zoccola etica?

26 giugno 2014 ore 22:16 segnala







Nell’epoca in cui è più semplice trovare narrazioni sull’amore declinato all’insegna del moralismo e della cultura del possesso in libreria puoi, forse, prendere fiato e curiosare tra le righe del saggio/manuale La Zoccola Etica di Dossie Easton e Janet Hardy. E’ un libro del ’97 sul poliamore consensuale e consapevole ora tradotto e pubblicato in Italia da Odoya. In basso trovate un brano reperito in rete e quel che vi segnalo è la trasmissione Queer Laundry di Radio Kairos (Bologna) in cui si chiacchiera con la traduttrice del testo Giorgia Morselli e Jade, entrambe redattrici della e-zine rifacciamolamore.it che si occupa di forme di relazione e di sessualità non convenzionali, di modelli e ruoli di genere, di famiglia e di affettività. QUI l’audio da ascoltare.
Chi è la zoccola etica? Stando alle parole delle autrici, una persona di qualsivoglia genere che abbia il coraggio di condurre la propria vita in accordo con la proposizione radicale che il sesso è bello e il piacere fa bene», sempre però in maniera aperta, onesta e sincera.
Buon ascolto e buona lettura!

La zoccola etica – crediamo che il sesso e l’amore sessuale siano forze fondamentali del bene
Avere amore, sesso e amicizie a profusione è il sogno di molte persone. Alcune ritengono che una vita così sia impossibile, finendo per accontentarsi con meno di quel che vogliono, sentendosi sempre un po’ sole, lievemente frustrate. Altre provano a realizzare questo sogno ma, ostacolate da pressioni sociali esterne o dalle loro stesse emozioni, decidono che questi sogni devono restare nel regno della fantasia. Eppure alcune persistono, e scoprono che essere apertamente amorevoli, intime, sessuali con più persone non solo è possibile, ma può essere più appagante di quanto non avessero mai osato immaginare.

Ma chi è, dunque, una zoccola etica? Noi. Oh, molte, molte altre persone lo sono, forse anche tu. Se sogni la libertà, se sogni un’intimità calda e profonda, se sogni abbondanza di amici e flirt e affetti, se sogni di seguire i tuoi desideri e vedere dove ti conducono, be’ allora hai già fatto il primo passo.

Nel mondo, la parola zoccola è per lo più considerata estremamente offensiva, è usata per descrivere una donna la cui sessualità è vorace, indiscriminata e svergognata. È interessante notare come la sua analoga maschile, stallone, usata per descrivere un uomo potentemente sessuale, esprima spesso approvazione e invidia. Se si chiede un’opinione sulla moralità di un uomo, probabilmente ci si sentirà rispondere qualcosa a proposito della sua onestà, lealtà, integrità e dei suoi alti principi. Se lo si chiede di una donna, è più probabile che ci si senta dire con chi fa sesso e in che circostanza. E questo, per noi, è un problema.
Siamo quindi orgogliose di rivendicare la parola zoccola come termine positivo, persino come vezzeggiativo. Per noi, una zoccola è una persona di qualsiasi genere che celebra la sessualità secondo l’asserto radicale per cui il sesso è bello e il piacere fa bene. Una zoccola può scegliere di fare sesso solitario o di farsi tutto il corpo degli alpini. Le zoccole possono essere eterosessuali, omosessuali, bisessuali, militanti radicali o pacifici inquilini di condomini residenziali.
In quanto zoccole orgogliose, crediamo che il sesso e l’amore sessuale siano forze fondamentali del bene, attività con il potenziale di rafforzare i legami intimi, migliorare le nostre vite, dischiudere una consapevolezza spirituale e persino cambiare il mondo. Crediamo inoltre che ogni relazione sessuale consensuale abbia questi potenziali e che qualsiasi percorso erotico, scelto consapevolmente e perseguito con cura e attenzione, possa essere una forza creatrice positiva nelle vite degli individui e dei gruppi di cui fanno parte.
Le zoccole condividono la propria sessualità allo stesso modo in cui i filantropi condividono il proprio denaro: perché ne hanno molto da dare, perché le rende felici darlo, perché darla fa del mondo un posto migliore. Le zoccole scoprono spesso che più amore e sesso danno, più ne ricevono: è un miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci in cui avidità e generosità vanno a braccetto distribuendo di più a tutti. Immaginate di vivere in un mondo con sessualità a profusione!
da The Ethical Slut, di Dossie Easton e Janet W. Hardy


Riguardo al tipo di relazione nel rispetto dell'altro ognuno fa quello che vuole... se si ha bisogno di avere diverse relazioni per essere appagati che si abbiano... eticamente, appunto, giusto che i partner siano informati... io sono più tradizionalista e il mio amore preferisco darlo ad una sola persona per volta... se si riesce crescere insieme nella complicità etc. Comunque trovo questo outing positivo, così che si ha di questi bisogni non debba fare le cose di nascosto magari illudendo i partner che frequenta e che non sarebbero d'accordo a un simile rapporto... da qui il vecchio termine zoccola ....chi è poliamoroso si relazioni con altri poliamorosi e si starà tutti più contenti e tranquilli.

RAPPORTI NELLA CONSAPEVOLEZZA E TRASPARENZA – Insomma, i poliamorosi non si sentono nè traditori, nè traditi se i propri partner intendono avere rapporti con altre persone. E sono certi che il loro modo di intendere l’amore e l’amicizia, e anche il sesso, possa in futuro riguardare un numero più ampio di persone. Sono circa 400 i poliamorosi in tutta Italia che partecipano ad eventi e incontri, 800 quelli che ne parlano apertamente del loro modo di vivere i rapporti su Facebook, e il fenomeno è in crescita, spiega ancora Jade, impegnata tra l’altro nella taduzione in italiano del ‘manuale della zoccola etica’. Con poliamore si intende la possibilità di intrattenere diverse relazioni sentimentali con diverse persone nella consapevolezza e trasparenza, dice. Il fatto di avere relazioni multiple… di per sè… non c’è niente di sbagliato secondo me.


Fatto sta che esiste già un sito italiano, http://www.poliamore.org/, dove bene è descritta la necessità di apporre la parola etica accanto a quella di poliamore. Riportiamo una spiegazione, tratta da un articolo di Franklin Veaux, autore del sito -More Than Two, perché ognuno possa farsi la propria idea. Un paio di persone mi hanno chiesto come mai stiamo mettendo così tanta enfasi sull’etica nel nostro nuovo libro, con almeno una persona che si è spinta fino ad affermare che l’etica è relativa e pertanto non è assolutamente possibile parlare di etica nelle relazioni in senso globale.
Noi prendiamo come un assioma che l’etica esista, e che alcuni comportamenti nelle relazioni non siano etici. Se hai problemi ad accettare che esistano comportamenti non etici nelle relazioni, probabilmente sarebbe saggio che smettessi di leggere ora, perché c’è davvero poco qui di cui possiamo parlare.
Il giusto e lo sbagliato esistono. Ci sono modi etici e non etici di vivere il poliamore. Essere disposti a guardare alle nostre scelte senza batter ciglio, ad interrogare l’etica delle nostre azioni e a parlare di cose scomode o controverse sono, io credo, tutte cose necessarie per vivere bene ogni tipo di relazione.
Penso che sia arrivato il momento di smettere di spingere e iniziare a guidare. Voglio fare tutto ciò che è in mio potere per creare una comunità che sia etica e responsabile, che celebra l’amore piuttosto che la paura, e che non offre riparo ai cattivi attori dietro la maschera dell’andar tutti d’accordo.

Il dibattito resta aperto e di non proprio facile risoluzione....
3d96684f-9f79-40e7-9524-1353721ed1d8
« immagine » « immagine » « immagine » Nell’epoca in cui è più semplice trovare narrazioni sull’amore declinato all’insegna del moralismo e della cultura del possesso in libreria puoi, forse, prendere fiato e curiosare tra le righe del saggio/manuale La Zoccola Etica di Dossie Easton e Jan...
Post
26/06/2014 22:16:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    13

tammurriata....

23 giugno 2014 ore 23:27 segnala




tammurriata è il canto sul tamburo che accompagna il ballo tradizionale, i cantatori si tramandano oralmente, festa dopo festa, tammurriata dopo tammurriata, le canzoni, cioè brevi strofe di un paio di versi endecasillabi che loro inanellano una dopo l'altra così, come tornano alla memoria e come gli altri cantatori invitano a cantare.
Traspare un certo fascino, nonchè sensualità da questa coinvogente danza,in cui è forte il senso di liberarsi dal quotidiano,quasi a voler allontanare paure e frustrazioni in una sorta di liberazione purificatrice.E' in fondo il compito di ogni danza quello di regalarci istanti di gioia,di annullamento quasi totale, in simbiosi col nostro corpo e con la nostra mente,perfetto bilanciamento dei sensi..

Tammurriata
M’ arrevuote dint all’anema me fai vivere na favola
me fai sent questa museca dint o core ca me roseca
se l’ammore fosse pizzica me facesse piglià a muzzeche
giro e voto co a gunnella perdo i sensi a tarantella….
(sciamedistelle)
4de76558-b30b-4980-b1c6-27fbd86d63cf
« immagine » « video » tammurriata è il canto sul tamburo che accompagna il ballo tradizionale, i cantatori si tramandano oralmente, festa dopo festa, tammurriata dopo tammurriata, le canzoni, cioè brevi strofe di un paio di versi endecasillabi che loro inanellano una dopo l'altra così, come t...
Post
23/06/2014 23:27:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    26