LE LEGGI FONDAMENTALI DELLA STUPIDITA’ UMANA

20 settembre 2011 ore 01:42 segnala
Stupidità. stupidità, stupidità:mi sento sommersa dalla stupidità, quella di una società e di un paese che sembra aver imboccato la strada della furberia e della volgarità, innalzandola al ruolo di "savoir vivre", per barcamenarsi in questo mare di imprenditori corrotti e corruttori, di politici truffaldini che a tutto pensano fuorchè all'interesse pubblico,dove non sembra più avere un qualche valore la capacità o il merito, per non parlare dell'onestà, dove ci si vende per un posto di lavoro o peggio per una comparsata in tv, dove la cultura è rappresentata dalle fiction su qualche santo o dai telefilm americani, sorvolando sulla miriade di giochini che ci rimbambiscono a tutte l'ore.

Mi ci sono proprio ritrovata quando ho letto quanto ha teorizzato un prof. emerito dell'università di Berkeley, l'italiano carlo M. Cipolla che ha formulato le leggi della stupidità.


Premessa

1)I grandi personaggi carismatici/demagoghi

moltiplicano/attirano gli stupidi trasformandoli

da cittadini pacifici in masse assatanate


2)Quando la maggior parte di una società

è stupida allora la prevalenza del cretino

diventa dominante ed inguaribile







Prima Legge

Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione:

a) persone che reputiamo razionali ed intelligenti all’improvviso risultano essere stupide senza ombra di dubbio;

b) giorno dopo giorno siamo condizionati in qualunque cosa che facciamo da gente stupida che invariabilmente compaiono nei luoghi meno opportuni.

E’ impossibile stabilire una percentuale, dato che qualsiasi numero sarà troppo piccolo.


Seconda Legge

La probabilità che una certa persona sia stupida é indipendente da qualsiasi altra caratteristica della stessa persona, spesso ha l'aspetto innocuo/ingenuo e ciò fa abbassare la guardia.

Se studiamo la percentuale di stupidi fra i bidelli che puliscono le classi dopo che se ne sono andati alunni e maestri, scopriremo che è molto più alta di quello che pensavamo. Potremmo supporre che è in relazione con il basso livello culturale o col fatto che le persone non stupide hanno maggiori opportunità di avere buoni lavori. Però se analizziamo gli studenti ed i professori universitari (o i programmatori di software) la percentuale è esattamente la stessa.
Le femministe militanti potranno arrabbiarsi, ma la percentuale di stupidi è la stessa in ambo i sessi (o in tutti i sessi a seconda di come si considerano).
Non si può trovare nessuna differenza del fattore Y nelle razze, condizioni etniche, educazione, eccetera.

Terza Legge

Una persona stupida è chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita.

Quarta legge


Le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. Dimenticano costantemente che in qualsiasi momento, e in qualsiasi circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore.

Quinta Legge

La persona stupida é il tipo di persona più pericolosa che esista.

Questa è probabilmente la più comprensibile delle leggi per la conoscenza comune che la gente intelligente, per quanto possa essere ostile, è prevedibile mentre gli stupidi non lo sono.


Corollario di base:

"Una persona stupida è più pericolosa di un bandito"




[



Segue
65e6eca3-bec2-4c83-af0a-048b38dfd1fa
Stupidità. stupidità, stupidità:mi sento sommersa dalla stupidità, quella di una società e di un paese che sembra aver imboccato la strada della furberia e della volgarità, innalzandola al ruolo di "savoir vivre", per barcamenarsi in questo mare di imprenditori corrotti e corruttori, di politici...
Post
20/09/2011 01:42:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. tecerco 23 settembre 2011 ore 01:08
    Non tratto nè mi associo con gli stupidi. Se mi pestano i calli me ne libero facilmente. Chi mi preoccupa sono invece i furbi profittatori...quelli che governano le masse stupide. Sono loro le persone da combattere e mettere fuori gioco. Per farlo sarebbe necessario scendere pacificamente nelle piazze e incentivare dibattiti. Magari lì,nelle piazze, spunterebbero dei leader carismatici e puliti...quelli che il popolo eleggerebbe per contrastare e sconfiggere questa classe politica truffaldina ed incompetente.

    Utopia,la mia? Forse si, ma l'idea mi affascina.

    Ciao carissima.

    Tc :rosa
  2. io.pensierino50 26 settembre 2011 ore 21:50
    una buona serata a te ... :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.