Lei, io.

15 maggio 2021 ore 23:36 segnala
Lei,
lei era stanca.
Stanca di essere
comprensiva con tutti,
stanca di dire sempre
"si va bene"
quando avrebbe voluto
mandare tutto all'aria.
Lei,
era stanca di parlare
senza essere capita,
né ascoltata.
Stanca di passare
sempre per quella forte
che può sopportare tutto.
Lei,
che dietro quei sorrisi
nascondeva un'anima
calpestata e tanto dolore.
Lei chiedeva un briciolo d'amore,
qualcuno che le dicesse:
"ora basta con te ci sono io,
andrà meglio vedrai".
Lei che piange di nascosto.
Lei che solo io posso capire.
Lei, io.
8ad83bda-ab87-4d11-9b62-bf9e98d977cf
Lei, lei era stanca. Stanca di essere comprensiva con tutti, stanca di dire sempre "si va bene" quando avrebbe voluto mandare tutto all'aria. Lei, era stanca di parlare senza essere capita, né ascoltata. Stanca di passare sempre per quella forte che può sopportare tutto. Lei, che dietro quei...
Post
15/05/2021 23:36:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Tornare a sorridere

15 maggio 2021 ore 23:31 segnala
Tu non hai bisogno di fingere che sei forte,
non devi sempre dimostrare che tutto sta andando bene.
Non puoi preoccuparti di ciò che pensano gli altri,
se ne avverti la necessità piangi perché è bene che tu pianga fino all’ultima lacrima, poiché soltanto allora potrai tornare a sorridere.

Abbracciami

15 maggio 2021 ore 23:28 segnala
Abbracciami più spesso.
Che l’ansia.
La paura.
Il panico.
La tristezza.
Fanno crepe ovunque dentro di me.
Ma con te non ce la fanno.
Si fermano.
Non passano.
Si inchinano.
E poi fuggono.
Sei un muro troppo alto di bellezza
da scalare.
Abbracciami più spesso.
Che ogni volta che lo fai.
Apri un varco di musica
tra i silenzi e la speranza.
Che ogni volta che lo fai.
Torno a credere alla vita...

immenso... universale

02 maggio 2021 ore 18:52 segnala
Cosa stai pesando?
~Il mio dolore.
Io l'ho pesato poco fa...
Scusa ma come mai il tuo dolore ha un peso diverso rispetto al mio?
In fondo stiamo attraversando lo stesso identico dolore,
il nostro è un dolore condiviso,
il peso dovrebbe essere uguale per entrambi.
~Perché anche lo stesso dolore portato sulle spalle di due persone
diverse non avrà mai il medesimo peso.
Perché non esiste una misura esatta del dolore e perché il dolore
è sempre un abito cucito addosso,
si adatta ai corpi e ai pensieri,
può fare un tuffo in un mare di lacrime o in un silente vulcano interiore.
E magari quel dolore che io riesco a sostenere con fatica ma che riesco a
sostenere, a te può finire per schiacciarti,
farti affondare, annegare.
E la stessa regola vale per il rispetto del dolore?
~Il rispetto? No, amico mio.
Quello invece dovrebbe avere sempre lo stesso peso perché ogni dolore,
piccolo o grande che sia,
merita un eguale rispetto,
un rispetto unico,
.
f636950a-34db-4480-9322-1e25f24db176
Cosa stai pesando? ~Il mio dolore. Io l'ho pesato poco fa... Scusa ma come mai il tuo dolore ha un peso diverso rispetto al mio? In fondo stiamo attraversando lo stesso identico dolore, il nostro è un dolore condiviso, il peso dovrebbe essere uguale per entrambi. ~Perché anche lo stesso dolore...
Post
02/05/2021 18:52:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Lei, io

02 maggio 2021 ore 18:27 segnala
Lei,
lei era stanca.
Stanca di essere
comprensiva con tutti,
stanca di dire sempre
"si va bene"
quando avrebbe voluto
mandare tutto all'aria.
Lei,
era stanca di parlare
senza essere capita,
né ascoltata.
Stanca di passare
sempre per quella forte
che può sopportare tutto.
Lei,
che dietro quei sorrisi
nascondeva un'anima
calpestata e tanto dolore.
Lei chiedeva un briciolo d'amore,
qualcuno che le dicesse:
"ora basta con te ci sono io,
andrà meglio vedrai".
Lei che piange di nascosto.
Lei che solo io posso capire.
Lei, io.

Eternamente Bambino

02 maggio 2021 ore 18:17 segnala
A vent'anni non ci pensi che un giorno invecchierai.
A vent'anni è tutta una scoperta, un sentirsi un pò eterni.
A vent'anni sai che un giorno invecchierai, ma quasi non ci credi.
Poi d'un tratto ti ritrovi gli anni sgretolati in mano,
qualche capello bianco tra le dita e quelle rughe intorno agli occhi che fino a qualche giorno fa non c'erano.
Ti guardi allo specchio e non ti riconosci più perchè dentro di te resterai eternamente un bambino.

La tristezza

22 aprile 2021 ore 16:19 segnala
Quando ti fa visita la tristezza,
è per ricordarti che non ti aveva abbandonato,
che non se ne era andata per sempre...
A volte indossa una veste più seducente e si presenta
come malinconia e ti invita a ricordare...
O addirittura melanconicamente suadente,
ti sussurra di essere risalita dall'anima...
Accoglila, non volerla respingere;
appartiene alla vita che hai creato,
ricorda quante volte l'hai nutrita,
generata dal nulla e ti ha fatto compagnia
nei momenti di solitudine.
Accetta sereno la sua presenza, e perciò tornerà sempre più di rado,
e quando verrà sarà messaggera di una consapevolezza nuova...
Di uno stato di impermanenza di ogni cosa,
che potrai fissare e rendere eterno solo e soltanto in quel preciso momento, nell'istante, l'unico in cui sei vivo e il tempo lì non esiste...
076503f6-12a8-4a85-8209-db0a89e89bfb
Quando ti fa visita la tristezza, è per ricordarti che non ti aveva abbandonato, che non se ne era andata per sempre... A volte indossa una veste più seducente e si presenta come malinconia e ti invita a ricordare... O addirittura melanconicamente suadente, ti sussurra di essere risalita...
Post
22/04/2021 16:19:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

La bellezza

22 aprile 2021 ore 16:13 segnala
La bellezza
cercatela nei vicoli abbandonati dell'anima,
nei bidoni dell'autostima,
negli occhi smarriti,
nei segni del tempo che raccontano storie,
nei corpi impregnati di semplicità,
in quelle rincorse prese per tuffarsi dal trampolino dell'essere, lontano dalle piscine dell'apparire.

La bellezza
cercatela dove gli altri non la vanno a cercare,
estirpatela dai cuori,
mettete a fuoco le meraviglie
che stanno dentro,
lì nelle viscere della diversità.

La bellezza
cercatela, cercatela bene,
che a volte gioca a nascondino,
finge di non esserci anche se c'è,
sta sempre da qualche parte.

La bellezza
raccoglietela, coltivatela,
donatela a chi non sa più vederla
fuori e dentro di sé
che la vera bellezza salva
e ti porta lontano
dalle isole del dolore, della paura... dell'infelicità.

Legami

08 marzo 2021 ore 23:25 segnala
Nascono legami che vanno al di là del contatto fisico,
della vicinanza e della vista.
Percorrono strade invisibili,
fino ad arrivare nella testa.
Si diramano in tante viuzze chiamate:
comprensione,
ascolto,
telepatia,
empatia,
appartenenza.
Quello che trasmettono è paragonabile a un amplesso mentale,
coinvolgono talmente tanto da riuscire ad appagare ogni mancanza tangibile.
E’ raro viverli ma,
quando arrivano è bene farsi possedere,
perché è molto facile conquistare un corpo,
ma non altrettanto si può dire del cervello.
4b37f944-1d1e-4b4a-bc69-fd35ba67b6c2
Nascono legami che vanno al di là del contatto fisico, della vicinanza e della vista. Percorrono strade invisibili, fino ad arrivare nella testa. Si diramano in tante viuzze chiamate: comprensione, ascolto, telepatia, empatia, appartenenza. Quello che trasmettono è paragonabile a un...
Post
08/03/2021 23:25:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Il mare

08 marzo 2021 ore 16:57 segnala
Non ci portare chiunque a vedere il mare, che è una cosa importante, non è mica una cosa da niente.
Andare con qualcuno a vedere il mare non è come andare al bar, a vedere le vetrine dei negozi in piazza o a prendere un gelato.
E' veramente molto di più.
A guardare il mare portaci qualcuno che condivida il silenzio con te, è difficile trovarlo, ma se lo trovi non hai scampo.
Lo vedi come se foste in un altro mondo, un mondo dove basta il silenzio per capirsi.
Un mondo tutto vostro.
Portaci qualcuno con il quale non devi parlare per forza, perché il mare è un film muto che ti sorprende per i colori, per le sensazioni che ti provoca allo stomaco e per i rumori delle onde che ti fanno sentire in una situazione di equilibrio.
Ma quel che veramente vale, del mare, sono le sfumature. Come di ogni cosa bella d'altronde.
Portaci chi è stato in grado di dimostrarti che tu vali molto più di quel che pensi, di quel che ti aspetteresti, qualcuno che faccia di te una priorità e non un passatempo.
Quella persona che riesce a sentire le tue tragedie più interne, senza pensare che siano cose banali e poco rilevanti.
A vedere il mare portaci chi ti sa capire senza parlare, chi ti viene a prendere se ti allontani, chi ti dà la possibilità di appoggiarti sulla sua spalla quando cadi, chi se osservando nei tuoi occhi, incredibilmente nota un pò di mare anche in te. Quella persona che quando alza lo sguardo al cielo, legge il tuo nome.
Portaci qualcuno proprio così, che ti faccia sentire dentro un caos e fuori una persona magica, piena di vita.
Ti sembrerà di veder qualcosa di stupefacente, di sconvolgente, di affascinante e per la prima volta nella tua vita sembrerà di vedere il mare, perché così non l'avevi visto mai.
b60020a1-c988-4e19-994e-5bb0a5cbc4c0
Non ci portare chiunque a vedere il mare, che è una cosa importante, non è mica una cosa da niente. Andare con qualcuno a vedere il mare non è come andare al bar, a vedere le vetrine dei negozi in piazza o a prendere un gelato. E' veramente molto di più. A guardare il mare portaci qualcuno che...
Post
08/03/2021 16:57:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment