LOVE STORY.............

08 ottobre 2008 ore 20:47 segnala
grazie amore mio di aver sfidato
tutto il mondo insieme a me
di aver cercato un'altra vita
accanto a me di aver sbagliato e
poi pagato anche di piu'
insieme a me
grazie perche' so che questo
amore non potra' finire mai
anche se il mondo
sta crollando intorno a noi
non piangero'
in qualche modo riusciro'
a dirti addio
grazie amore mio
da questa sera a casa solo tornero'
dal tuo bicchiere
come al solito berro'
sul tuo cuscino la mia mano correra'
e sarai la'


window.google_render_ad();

Dedicato..........

07 ottobre 2008 ore 19:27 segnala
Vorrei poter soffocare

Vorrei poter soffocare nella stretta delle tue braccia
nell'amore ardente del tuo corpo sul tuo volto,
sulle tue membra struggenti
nel deliquio dei tuoi occhi profondi perduti nel mio amore,
quest'acredine arida
che mi tormenta.
Ardere confuso in te disperatamente
quest'insaziabilità della mia anima
già stanca di tutte le coose
prima ancor di conoscerle
ed ora tanto esasperata
dal mutismo del mondo implacabile a tutti i miei sogni
e dalla sua atrocità tranquilla che mi grava terribile
e noncurante e nemmeno più mi concede la pacatezza del tedio
ma mi strazia tormentosamente e mi pùngola atroce, senza lasciarmi urlare, sconvolgendomi il sangue soffocandomi atroce in un silenzio che è uno spasimo in un silenzio fremente.
Nell'ebrezza disperata
dell'amore di tutto il tuo corpo
e della tua anima perduta vorrei sconvolgere e bruciarmi l'anima
spardere quest'orrore
che mi strappa gli urli e me li soffoca in gola
bruciarlo annichilirlo in un attimo
e stringermi stringermi a te senza ritegno più ciecamente, febbrile, schiantandoti, d'amore.
Poi morire, morire,
con te.
Il giorno tetro
in cui dovrò soliatrio morire (e verrà, senza scampo) quel giorno piangerò pensando che potevo morire così nell'ebbrezza di una passione ardente.
Ma per pietà d'amore non l'ho voluto mai.
Per pietà del tuo povero amore
ho scelto, anima mia, la via del più lungo dolore.

C.Pavese

PASSERO' PER PIAZZA DI SPAGNA - Cesare Pavese

03 agosto 2008 ore 00:28 segnala


Sarà un cielo chiaro.
S'apriranno le strade
sul colle di pini e di pietra.
il tumulto delle strade
non muterà quell'aria ferma.
I fiori spruzzati
di colori alle fontane
occhieggeranno come donne
divertite. Le scale
le terrazze le rondini
canteranno nel sole.
S'aprirà quella strada,
le pietre canteranno,
il cuore batterà sussultando
come l'acqua nelle fontane -
sarà questa la voce
che salirà le tue scale.
Le finestre sapranno
l'odore della pietra e dell'aria
mattutina. S'aprirà una porta.
il tumulto delle strade
sarà il tumulto del cuore
nella luce smarrita.

Sarai tu - ferma e chiara.

per il "Campione"..speriamo abbia vinto........

27 luglio 2008 ore 15:24 segnala
Un omaggio a te spero per festeggiare stavolta la vittoria......... :-)

Un tuffo nel passato sempre presente........

27 luglio 2008 ore 15:18 segnala
E chi non se li ricorda? Chi non ha agitato l'accendino sentendo queste note? Ciao Freddie, sei stato un grande e io voglio ricordarti cosi', facendoti conoscere anche a quei pochi della nuova generazione che ancora di te non hanno mai sentito parlare........ Grazie di quello che ci hai lasciato......

pensando a te........

27 luglio 2008 ore 12:28 segnala
http://www.giovaneholden.it/immagini/blog/Ragazza_mare.jpg

 

Senza di te  -  John Keats

 

Non posso esistere senza di te.
Mi dimentico di tutto tranne che di rivederti:
la mia vita sembra che si arresti lì,
non vedo più avanti.
Mi hai assorbito.

In questo momento ho la sensazione
come di dissolvermi:
sarei estremamente triste
senza la speranza di rivederti presto.
Avrei paura a staccarmi da te.

Mi hai rapito via l'anima con un potere
cui non posso resistere;
eppure potei resistere finché non ti vidi;
e anche dopo averti veduta
mi sforzai spesso di ragionare
contro le ragioni del mio amore.

Ora non ne sono più capace.
Sarebbe una pena troppo grande.
Il mio amore è egoista.
Non posso respirare senza di te.