Un uomo straordinario....

12 luglio 2012 ore 20:17 segnala


Siddharta Gotama nasce nel 558a.c. nei pressi della città di kapilavastu, nell'India settentrionale, capitale del regno degli shakya di cui il padre Suddhodana era il re, la madre Maya morì pochi giorni dopo il parto e il piccolo principe fu allevato dalla zia Prajapati (che in seguito diverrà una eminente monaca buddhista). A tempo debito, secondo la tradizione il neonato venne presentato alla corte e sottoposto al vaticinio dei veggenti, il più importante dei quali, l'asceta Asita, pronosticò per il fanciullo un destino di re universale o di Buddha perfettamente illuminato.
Il re Suddhodana allarmato da tale predizione decide di far crescere il bambino in una reggia separata da tutto il resto perché venga educato come un monarca destinato a governare il mondo. Siddharta cresce nel lusso e giunto il momento prende in moglie una giovane nobile Shakya, Yasodhara dalla quale avrà un figlio chiamato Rahula, (entrambi poi diverranno discepoli del Buddha entrando nell'ordine dei monaci/che). Ma Gotama non è felice della propria vita e desidera conoscere ciò che c'è al di là delle mura del palazzo, così per quattro volte consecutive fugge dalla reggia e incontra, come narrano le scritture buddhiste, prima un malato, poi un vecchio, un funerale e infine un asceta errante. Questi incontri cambieranno per sempre la sua vita e, mi permetto di dire, quella di tutta l'umanità, di lì a poco il futuro sovrano degli Shakya abbandona tutto per dedicarsi ad una vita ascetica alla ricerca della soluzione ai mali dell'uomo, malattia- sofferenza, vecchiaia e morte.
Sotto la guida di famosi maestri spirituali per sei anni intraprende un difficile e rigoroso cammino di meditazione, rinuncia e digiuno (sembra molto estremo). ma nonostante lo sforzo, il giovane esceta non riesce a trovare la pace interiore che tanto brama. Un giorno mentre è assorto in meditazione sulla riva di un fiume, sente in un barca di passaggio, un liutaio che istruisce il suo allievo sull'arte di accordare lo strumento "se la corda è troppo tesa, si spezzerà al primo tocco. Se è troppo lenta il liuto darà un suono stridente".
E' il segnale che Siddharta aspettava! Egli comprende che la verità si trova fra un ascesi troppo rigorosa e una vita dedita solo ai piaceri. Nasce in quel momento la "Giusta via di mezzo", inizia il millenario cammino della dottrina buddhista....(continua)
c017943c-db30-4f30-bafa-dc7df09cba8c
« immagine » Siddharta Gotama nasce nel 558a.c. nei pressi della città di kapilavastu, nell'India settentrionale, capitale del regno degli shakya di cui il padre Suddhodana era il re, la madre Maya morì pochi giorni dopo il parto e il piccolo principe fu allevato dalla zia Prajapati (che in segui...
Post
12/07/2012 20:17:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.