Altre volte , invece...

14 settembre 2011 ore 20:38 segnala
... capita che si sbagli. Anche senza saperlo, senza volerlo.
Capita poi che si chieda scusa, col cuore, ma che l'errore non venga perdonato
(non per davvero).
Così cambia in un attimo la prospettiva e quello che sembra rifugio diventa prigione, quello che pareva cielo sereno è in realtà nuvola scura.
Mi accorgo che, come sempre, non mi si vuole per come sono ma per come sembro o per come si vorrebbe io fossi.
E mi sento stanca, senza voglia di spiegare ciò che non andrebbe spiegato.

Sembrano quasi un profezia, quelle poche parole di me scritte tempo fa...

Sono quel che sono.

Posso essere ogni cosa, ma non posso essere nient'altro.

Dentro e fuori dal cerchio d'acqua

sotto e sopra la nuvola di fuoco

favola e cronaca, azione e pensiero

Mezzo bicchiere e un sogno interrotto

Soffio di sole e raggio di vento

Nè qui, nè là.... e nemmeno altrove


E amen.
bbdf9117-3c1d-4d0a-b76b-0ce46409e19f
... capita che si sbagli. Anche senza saperlo, senza volerlo. Capita poi che si chieda scusa, col cuore, ma che l'errore non venga perdonato (non per davvero). Così cambia in un attimo la...
Post
14/09/2011 20:38:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. leo52 15 settembre 2011 ore 00:00
    Capita di vivere la vita persi fra le righe del dolore....... ma domani è una pagina bianca e candida ancor da scrivere....... :rosa ..... la penna ce l'hai?? :ok
  2. eldan 15 settembre 2011 ore 03:43
    un bellissimo post ^_^! la tua prosa si fonde alla poesia in una maniera assurda *_*! continua così
  3. rodisbe 15 settembre 2011 ore 20:49
    Credo che le cose non capitino per caso,ho avuto voglia di venire a vedere il tuo profilo un sacco di volte,ma non l'ho fatto, spesso ero troppo presa dal forum dalle risate ecc e ho sempre rimandato a domani.
    Oggi,era il giorno giusto,oggi una persona ha fatto un grandissimo errore e non l'ho perdonato,oggi dovevo leggerti per riuscire a capire,ma sopratutto per riuscire a perdonare davvero e .......lasciarlo andare.
    Grazie Shangry, per le risate che mi fai fare, per i sorrisi che mi strappi a volte quando sono senza forze,ora grazie anche di questo.
    Come dice una carissima ragazza io ti lovvo.......smackkk
  4. Mau.p2 16 settembre 2011 ore 01:10
    Non bisogna mai capire come si è. Non si può capire come si è. Perchè si cambia. Per sempre si cambia, e sempre si "sembra", agli altri.

    Chissà come sono. Chissà come sei.

    Ma, Shangri, importa davvero?
    Davvero esiste una scatola che può contenere questo divenire che siamo?

    Osserviamo il prossimo cambiarci accanto, e stiamogli accanto, perchè cambiamo anche noi. E scegliamo quella sua essenza. Di essere umano. Fratello.
  5. Shangri.Lah 16 settembre 2011 ore 11:03
    La penna ce l'ho, Leo :-))) Una vecchia bic quasi scarica... ma ce l'ho :ok
  6. Shangri.Lah 16 settembre 2011 ore 11:03
    :-) Grazie, Eldan... sei gentile :flower
  7. Shangri.Lah 16 settembre 2011 ore 11:05
    Rodi... :-) che dire?

    Sono io a dirti grazie. Quando capita di essere in qualche modo d'aiuto a qualcuno, mi sento bene. Di un bene poco descrivibile. Bene.

    Un abbraccio di cuore :bacio
  8. Shangri.Lah 16 settembre 2011 ore 11:07
    E tu, Mau ... Mio caro, vecchio (ma vecchio neh? :-))) ) amico di penna...

    Tu sai sempre come 'raccontarmi' qualche pezzo di vita che a me, tante volte, sfugge un pochettino....

    :-) Abbraccio anche te, immaginariamente, insieme a tutte le tue donne ;-)
  9. io.pensierino50 05 ottobre 2011 ore 13:40
    ... :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.