Fondi di Magazzino

10 ottobre 2010 ore 12:49 segnala

Fondi.

Fondi di caffè, da leggere a piacere di ognuno, come meglio si vogliono interpretare.

Fondi di verità, che in realtà sono fondi di  bottiglia... Cambiano colore ad ogni raggio di luce che giunge da nuova direzione.

Fondi di vita, o di esperienze, o di sensazioni. Inutili carabattole che non interessano più nessuno.

Fondi di posti raggiunti, anche cercati, voluti, desiderati e poi odiati per l'incredibile livello di fondo.

Fondi di voci in sottofondo, ognuna in cerca di un suo tono, di un suo ritmo. Ma non sono io a poterlo dare.

"ma che stai dicendo, Megera? Non ti avevano forse avvisato per tempo che il vento impetuoso sconvolge il mare? Lo stravolge nelle sue forme e nei suoi colori?"

Vattene, grillo! Mi stai romprendo il cazzo!

"Megera!!! Ecche ci si rivolge così all'unica voce che non viene dal fondo, ma dall'altezza esatta del tuo muscolo pulsante?"

Non farmi ridere, stupido insetto! Tu credi ancora nella favola della principessa MarciaMaTantoBuonaDentro? Vattene, ho detto! Non voglio sentire.

Il vento impetuoso stravolge e sconvolge il mare? Oh, sì, lo so! E mi è stato anche più volte ricordato. Ma se c'è una cosa che ho imparato, strappando l'erba con i denti, per segnarmi la strada, è che il vento alfine si ferma, disperso dalla sua stessa furia. E il mare torna calmo, condannato al suo eterno, lento, movimento.

"Ma che stai dicendo, Stupida strega? Finta. Come finto è tutto quanto ti circonda. Finte passioni, finte illusioni, finte parole usate per fingere finzione. E ora vuoi essere arrabbiata con me? Ma vaffanculo tu, Strega del Cazzo!"

Ci vado io, sì! E stavolta per davvero!!! Non esiste nulla di quello che vogliono darmi. C'è solo quello che si vogliono prendere.

Fine.

 
11773619
Fondi. Fondi di caffè, da leggere a piacere di ognuno, come meglio si vogliono interpretare. Fondi di verità, che in realtà sono fondi di  bottiglia... Cambiano colore ad ogni raggio di luce che giunge da nuova direzione. Fondi di vita, o di esperienze, o di sensazioni. Inutili carabattole...
Post
10/10/2010 12:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. Mau.p2 15 ottobre 2010 ore 19:17
    nei miei fondi di magazzino non trovo mai vecchi libri polverosi con storie come questa. Solo grilli spiaccicati da casse troppo pesanti anche per loro, e qualche macchia d'olio che viene da chissà dove, che chissà perchè nessuno ha mai pulito...
  2. Shangri.Lah 15 ottobre 2010 ore 20:22

    ... si cede ad un certo tipo di tristezza, caro Mau... E si finisce per scrivere cose che, nella maggior parte dei casi, sono un pezzetto di carne ancora viva, sotto una pelle non ancora rimarginata...

     

    Non so dirti perchè nessuno pulisca mai quelle macchie d'olio. Forse perchè il vederle, lì per terra, ricordano quanto c'è da 'riparare'... O forse perchè è abbastanza inutile farlo; prima o poi qualche altro pezzo perderà e si formeranno altre macchie.

     

    Sto perdendo la voglia di lavorare al mio motore. E non è bello, no no.

     

     

     

     

  3. Mau.p2 16 ottobre 2010 ore 11:53
    è tutto sempre ciclico...alle megere spietate seguno le principessetantobuonedentro, che cederanno il passo alle prime, che soccomberanno nuovamente alle seconde...
    Passaggi di vento (come direbbe un poeta), che lasciano poco più di quel che c'era prima, a volte pochissimo...a volte troppo poco, prima di lasciarti scorrere via, nel prossimo giro di giostra.

    Ecco, a volte mi pare che le pagliuzze d'oro che restano impigliate nel setaccio non valgano la pena delle molte ore a mollo nell'acqua del fiume.
    A volte l'acqua è troppo fredda.

    Però non sono triste, forse malinconico, ecco... ricordo tempi in cui si aveva più voglia di dare e meno di prendere... ma ero così diverso, io per primo...
  4. Shangri.Lah 19 ottobre 2010 ore 20:04

    ...inevitabilmente si cambia. E spesso, molto di più di quanto si vorrebbe o si crede possibile.

     

    Che dire? ... Teniamoci la nostra malinconia, amica fedele dopotutto, e lasciamo scorrere l'acqua anche se fredda. Magari il setaccio tratterrà qualche pagliuzza in più, prima o poi.

     

     

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.