COME ESSERE SIMPATICI AI NUOVI AMICI

28 novembre 2012 ore 15:24 segnala

Quando le abilità sociali sono carenti e ci si trova a conoscere persone nuove, può accadere che un timido, nel dubbio su cosa fare e dire, preferisca stare nell’angolo, ad aspettare che qualcuno gli rivolga la parola. Qui di seguito potrete trovare qualche consiglio, per rendersi immediatamente simpatici alle persone nuove :haha

1. Prepararsi in anticipo qualcosa da dire (di interessante) su sé stessi. Alla prima domanda che vi faranno potrete essere subito brillanti e simpatici. Prepararsi anche qualche aneddoto divertente che riguarda la propria vita e raccontarlo come fosse una barzelletta.

2. Invece di stare da soli, cercate subito la persona più affine a voi presente nel gruppo e cercate di starle vicini. Veste come voi? Ha la vostra stessa età? Abita nello stesso quartiere? Ecco tanti argomenti in comune di cui parlare…

3. Aggiornarsi sempre sulle notizie, sull’attualità, sui nuovi films e brani musicali, per avere qualcosa di cui parlare con chiunque ( e per non rimanere senza parole se vi chiedono un parere!)

4. Fare domande brevi e un po’ banali, per cominciare la conversazione, del tipo ‘Hai freddo? Ti piace questo locale? Ti piace la Coca Cola? Nessuno si rifiuterà di dirvi si o no, ed intanto voi avrete iniziato una conversazione, per cui toccherà all’altro/a continuarla…

5. Cercate di essere sempre voi stessi, non prendete atteggiamenti che non vi appartengono.

6. Sorridete molto e a tutti.

Ricordate: essere timidi è un vantaggio nelle situazioni sociali, perché i timidi sono degli osservatori infallibili. E osservare molto significa capire molto: di sé e degli altri!:rosa WEB

Buon pomeriggio a chi passa di qua :kissy :kissy
Sofia
e740c838-c3ac-4d05-b057-2e72978013a5
« immagine » Quando le abilità sociali sono carenti e ci si trova a conoscere persone nuove, può accadere che un timido, nel dubbio su cosa fare e dire, preferisca stare nell’angolo, ad aspettare che qualcuno gli rivolga la parola. Qui di seguito potrete trovare qualche consiglio, per rendersi imm...
Post
28/11/2012 15:24:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    8

Il virtuale ha assorbito il reale!

27 novembre 2012 ore 16:48 segnala

Questo è un argomento molto interessante :haha
Mi affretto a dire, che il mondo virtuale lo vedo come l' arte di natura morta,
cioè bella ma pur sempre morta. Se' il virtuale ci fa sentire
imprigionati e nello stesso momento importanti
ci fa perdere i valori o giusto l' abitudine umana.
La colpa va Data al limite di formazione.
Si, l'internet è una macchina meravigliosa,
ma molto pericolosa.....
Internet da informazione di ogni cosa che ci interessa,
ma nello stesso momento ci svuota la memoria.
E' un piatto di spaghetti pronto, servito ogni volta che vogliamo,
senza mettere un po di fantasia per la preparazione.
Certo che con questi risultati, fa un po paura di cadere
nel' abbraccio disumano della piovra.

Io personalmente non ho paura del virtuale,
forse perché leggo tanto e quando mi capita di avere bisogno di distogliermi,
lo faccio immaginando un viaggio sulle pagine di un giornalino comico.
Ecco perché non mi sento di essere dentro!!
Osservo dal esterno e basta.
Il virtuale è bello come un gioco di fantasia, ma si sa che il gioco è bello
solo quando dura poco. Adoro la realtà anche se avvolte è amara.
In ogni caso l' amaro è solo un gusto che puoi sempre cambiare, dipende da noi.:rosa Web

:haha :haha :haha
il virtuale mi appartiene molto poco. per fortuna.
Ho sempre pensato che nel virtuale si fugga dal reale e mi sento fortunata ad avere una realtà dalla quale non voglio scappare... Ho tante cose da fare, posti da vedere, persone con cui fare cose, non avrei nemmeno il tempo da dedicare al virtuale.
Il rischio di chi si fa prendere troppo è quello di alienarsi dalla vita quotidiana di vivere in funzione del virtuale........ da brividi!!!
Un tenerissimo saluto a tutti voi cari blogger!! non dimenticate che nella vita esistono anche i doveri!!:kissy
Sofia
a1944ffc-8219-4f8d-b3f6-f52f9b05cf8a
« immagine » Questo è un argomento molto interessante :haha Mi affretto a dire, che il mondo virtuale lo vedo come l' arte di natura morta, cioè bella ma pur sempre morta. Se' il virtuale ci fa sentire imprigionati e nello stesso momento importanti ci fa perdere i valori o giusto l' abitudine uman...
Post
27/11/2012 16:48:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    8

Messaggio per le donne di questo mondo.

25 novembre 2012 ore 17:11 segnala

Care donne dovete scoprire chi siete davvero. Nel corso dei millenni la vostra vera forza è stata sottovalutata, ora è tempo di risvegliarla .Dovrete avere un po’ di pazienza per riacquistare fiducia nella vostra forza divina, ma ce la farete.
Al principio la donna era onorata perchè era colei che portava la vita, la creava. Questa consapevolezza si sta risvegliando…

Per guarire, il mondo ha bisogno del vostro intuito e delle vostre facoltà spirituali. Scavate nelle vostre anime e riportate alla luce il meglio di voi finora sopito.
Riportate alla luce la vostra magia e la vostra luce dall’oscurità del ventre materno della terra. Avete già fatto molta strada e altra ce n’è ancora da fare…
Recuperate la vostra piena integrità per diffonderne il messaggio tra i vostri simili e il vostro esempio si riverberi come un sasso scagliato nello stagno; in questo modo la cura per il mondo è a portata di mano. Dovete essere consapevoli di quanto ognuna di voi è importante e quanto è grande il potenziale nascosto in voi. Siete divinità e avete il compito di portare alla luce e proteggere la vostra essenza come ogni uomo in terra.
La luce dorata vi avvolga e vi sollevi per irradiare la vostra luce.
:rosa
Isabelle von Fallois

Buona domenica pomeriggio carissimi :rosa :rosa rieccomi qui con il mio nuovo post! :haha
Un bacio tenero :kissy :kissy
Sofia
c6bb0b38-30ca-47e3-8f3c-f30beaa99ada
« immagine » Care donne dovete scoprire chi siete davvero. Nel corso dei millenni la vostra vera forza è stata sottovalutata, ora è tempo di risvegliarla .Dovrete avere un po’ di pazienza per riacquistare fiducia nella vostra forza divina, ma ce la farete. Al principio la donna era onorata perchè ...
Post
25/11/2012 17:11:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    9

Noi donne siamo fatte così!

20 novembre 2012 ore 22:05 segnala

GLI UOMINI CHE PENSANO CHE LE DONNE SCADANO COME LE MOZZARELLE MI RENDONO PERPLESSA!! In questo mondo maschilista molti uomini ritengono che una donna, una volta persa la bellezza della gioventù, perda di valore e diventi brutta come la guerra. Non parlo di personaggi maschili appartenenti a culture arcaiche, parlo di uomini occidentali che si ergono a paladini della democrazia! Ebbene bambocci superficiali vi svelo un segreto: NOI DONNE SIAMO INTELLIGENTI!!! :rosa Di contro ci sono molti uomini che, persa la loro bellezza, hanno perso anche la loro fortuna!! cosa che per altro non voglio augurare a nessuno :haha anzi io spero che questi maschilisti nostrani si redimano, cambino idea sulle donne ed abbaino successo nella vita!!
ECCO UN ESEMPIO DI DONNA INTELLIGENTE:

"Un uomo e una donna si scontrano in un incidente automobilistico.
Le due auto sono distrutte, anche se nessuno dei due e' ferito.
Riescono a strisciare fuori dalle macchine sfasciate e la donna
Dice all'uomo: "Non riesco a crederci: tu sei un uomo ... io una
Donna. E ora guarda le nostre macchine: sono completamente
distrutte eppure noi siamo illesi. Questo e' un segno: il
destino ha voluto che ci incontrassimo e che diventassimo amici e che
vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni ."
E lui: "Sono d'accordo: deve essere un segno del cielo!"
La donna prosegue: "E guarda quest'altro miracolo ... La mia
Macchina e' demolita ma la bottiglia di vino che avevo dentro non si e'
rotta. Di certo il destino voleva che noi bevessimo questo vino per
celebrare il nostro fortunato incontro ..."
La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente
meta' e la passa a lei... Ma la donna richiude la bottiglia senza
berne neppure una goccia.
L'uomo le chiede: "Tu non bevi??"
E lei risponde: "No ... io aspetto che arrivi la polizia stradale" :haha WEB

Parlare di maschilismo nel 2012 mi rende perplessa!!
Dolce notte amici cari!! :kissy :kissy
Sofia
7be51e45-30e0-4333-a0f7-95d416423e9e
« immagine » GLI UOMINI CHE PENSANO CHE LE DONNE SCADANO COME LE MOZZARELLE MI RENDONO PERPLESSA!! In questo mondo maschilista molti uomini ritengono che una donna, una volta persa la bellezza della gioventù, perda di valore e diventi brutta come la guerra. Non parlo di personaggi maschili apparte...
Post
20/11/2012 22:05:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    11

Riesci a immaginarla, la vecchiaia?

18 novembre 2012 ore 17:45 segnala

Riesci a immaginarla, la vecchiaia? Naturalmente no! Io no. Non ci riuscivo. Non avevo idea di che cosa fosse. Non ne avevo neanche un'immagine falsata: non ne avevo alcuna immagine. E non c'è nessuno che abbia voglia di fare previsioni. Nessuno desidera affrontare queste cose prima che venga il momento. Come andrà a finire, tutto? E' di rigore l'ottusità. Comprensibilmente, ogni fase della vita più avanzata della propria vita è inimmaginabile. Uno, a volte, è arrivato già a metà della fase successiva prima di rendersi conto di esservi entrato. E le fasi di avanzamento precedenti offrono certe compensazioni. Anche così, per molti, la parte di mezzo è scoraggiante. Ma la fine? La fine è - cosa interessante - il primo pezzo di vita da cui ti senti totalmente escluso, pur essendoci dentro.

Bisogna fare una distinzione tra il morire e la morte. Non è tutto morire ininterrotto. Se si è sani e ci si sente bene, è un morire invisibile. La fine, che è una certezza, non dev'essere per forza annunciata con spavalderia. No, tu non puoi capire. L'unica cosa che capisci dei vecchi, quando non lo sei, è che sono stati segnati dal loro tempo. Ma capire solo questo li mummifica nel loro tempo, ed equivale a non capire nulla. Per quelli che non sono ancora vecchi, essere vecchio significa essere stato. Ma essere vecchio significa anche - a dispetto, in aggiunta e oltre «essere stato» - che sei ancora. Il tuo «essere stato» è molto vivo. Tu sei ancora, e uno è ossessionato tanto dall'«essere ancora» e dalla sua pienezza quanto dall'«essere stato», dal passato. Alla vecchiaia pensa così: il fatto che sia in gioco la propria vita è una semplice realtà quotidiana. Non possiamo fare a meno di sapere che cosa ci aspetta a breve scadenza. Il silenzio da cui saremo per sempre circondati. Per il resto, non è cambiato nulla. Per il resto, si è immortali per tutto il tempo che si è al mondo.:rosa
Philiph Roth - L'animale morente

Invecchiare è inevitabile, se vogliamo vivere! E la vita è comunque un'avventura meravigliosa..... io l'unico invecchiamento che temo è quello mentale :haha purtroppo non si può rimanere giovani per sempre! Buona serata e un sereno inizio settimana carissimi!!:kissy
Sofia
4e3dd646-c0ab-4fab-8b20-b2287bc932b2
« immagine » Riesci a immaginarla, la vecchiaia? Naturalmente no! Io no. Non ci riuscivo. Non avevo idea di che cosa fosse. Non ne avevo neanche un'immagine falsata: non ne avevo alcuna immagine. E non c'è nessuno che abbia voglia di fare previsioni. Nessuno desidera affrontare queste cose prima c...
Post
18/11/2012 17:45:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    10

L'ignoranza è l'origine di tutti i mali!!

16 novembre 2012 ore 16:15 segnala

La gente ora fa la "maleducata" solo perchè non ha niente di interessante da fare!!Purtroppo il mondo è pieno di gente stupida e ignorante,più mi guardo attorno e più vedo persone vecchie e maleducate! :haha non capisco perchè c'è tanta ignoranza su questo sito??? anche se uno mente,oppure dice la verità o quant'altro sono cavoli suoi.....Troppo spesso perdete di vista il fatto che questo è solo virtuale,dove si esprimono opinioni e non sentenze!! in Italia c'è tanta ignoranza e non poteva mancare certo nella comunicazione!! la gente, soprattutto in un paese di stronzi,è attratta dalle disgrazie altrui!! pensare ai problemi degli altri,criticare gli altri,aiuta a distogliere l'attenzione su se stessi,un modo per dirsi ecco,c'è chi sta peggio di me!! ma come vengono le chiacchiere,le malelingue,si dissiperanno non appena ci sarà qualcos'altro,qualcuno,di più sfortunato,di più nuovo di cui sparlare!! C'è chi è ignorante nel senso che non ha avuto i mezzi per avere una buona cultura e su quello non ho nulla da ridire, anche se ormai è rara una situazione del genere al giorno d'oggi.
C'è chi invece è ignorante perché non vuole migliorare, non è ben disposto verso le nuove conoscenze o le novità in generale!! una persona ignorante ci fa paura perché azzarda pensieri incredibilmente errati e che, spesso, traduce in azioni più o meno pericolose. Inutile cercare di far capire che sta sbagliando, perchè è incapace di elaborare un contraddittorio con se stessa :haha Web

Sinceramente, non ho grande stima di persone del genere. Se uno è ignorante è ignorante nel virtuale e nel reale!!
Carissimi, un saluto tenero e un augurio di pace a tutti voi :kissy :kissy
Sofia
d1833d55-f50a-43d3-979d-417e9d40a208
« immagine » La gente ora fa la "maleducata" solo perchè non ha niente di interessante da fare!!Purtroppo il mondo è pieno di gente stupida e ignorante,più mi guardo attorno e più vedo persone vecchie e maleducate! :haha non capisco perchè c'è tanta ignoranza su questo sito??? anche se uno mente,o...
Post
16/11/2012 16:15:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    10

PAROLE DALLA QUIETE.

14 novembre 2012 ore 16:11 segnala

Un vero ascolto è un’altra via per portare la quiete nella relazione, quando ascoltate veramente qualcuno, la dimensione della quiete sorge e diventa una parte essenziale della relazione. Un vero ascoltare è però un talento raro. Di solito la maggior parte dell’attenzione di una persona è impegnata nei suoi pensieri. Nel migliore dei casi la persona sta valutando le vostre parole o si sta preparando per la prossima cosa da dire. O addirittura puo’ darsi che non stia ascoltando per niente, presa dai propri pensieri.
Il vero ascolto va molto a di là della percezione uditiva. E’ il sorgere di un’attenzione vigile, di uno spazio di presenza in cui le parole vengono ricevute…Molto più importante di cosa ascoltare è l’atto dell’ascoltare in se stesso, lo spazio della presenza consapevole che viene in questo ascoltare… l’altra persona non è più “l’altra”. In questo spazio, siete uniti insieme come una sola consapevolezza, una sola coscienza.:rosa
Eckhart Tolle

Buona serata carissimi amichetti virtuali!:kissy
Sofia
90830d05-82c7-414c-b097-93e755615272
« immagine » Un vero ascolto è un’altra via per portare la quiete nella relazione, quando ascoltate veramente qualcuno, la dimensione della quiete sorge e diventa una parte essenziale della relazione. Un vero ascoltare è però un talento raro. Di solito la maggior parte dell’attenzione di una perso...
Post
14/11/2012 16:11:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Nostalgia del passato

13 novembre 2012 ore 15:41 segnala

Ho letto su internet queste parole: nostalgia del passato. E mi sono chiesta se è giusto provarla!! ma io credo che se la nostalgia è soltanto il piacere di ricordare va bene, ma se diventa un periodo che ci manca, che vorremmo nuovamente e fantasticamente rivivere, per poter riprovare le emozioni, le esperienze vissute, immergendoci in giorni che ci hanno sicuramente segnato nel profondo… ecco, credo che questo non sia giusto.
Ho letto in svariati libri, che non dovremmo più preoccuparci del passato, dovremmo lasciarlo andare, che il legame con lui deve essere sottile, perche ciò che conta è il presente. E, quest’ultimo pensiero, accomuna diverse filosofie.
E’ grazie al nostro passato, che oggi siamo ciò che siamo, con il nostro bagaglio di ideali, convinzioni, certezze, ma anche con il nostro carico di paure, magari mai affrontate né superate.
Eppure quando dei ricordi si affacciano alla mia mente, non li accolgo, non li guardo, lascio che se ne vadano. Rivivere il passato è tempo perso, ne sono consapevole. Apro le porte all’oggi e lo rivesto dei miei sogni e dei miei desideri, nonché del piacere della scoperta, attimo per attimo.WEB:rosa

Buon pomeriggio a tutti voi carissimi amici:kissy :kissy
28100bef-8cd2-49ad-9eda-8f0f06973a8a
« immagine » Ho letto su internet queste parole: nostalgia del passato. E mi sono chiesta se è giusto provarla!! ma io credo che se la nostalgia è soltanto il piacere di ricordare va bene, ma se diventa un periodo che ci manca, che vorremmo nuovamente e fantasticamente rivivere, per poter riprovar...
Post
13/11/2012 15:41:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Cosa distingue un vero scrittore da uno scrittoruncolo??

11 novembre 2012 ore 23:35 segnala

Tutti noi, probabilmente, potremmo aver qualcosa da dire, e forse saremmo anche in grado di buttarlo "sulla carta", questo, ovviamente, fa di noi degli scrittori solo per quanto riguarda l'incasso, a mio parere uno scrittore vero riesce a farsi ammirare per come dice le cose, più che per quello che dice!
uno scrittore è colui il quale riesce a trasmettere emozioni e soprattutto riesce ad essere ricordato e seguito anche a distanza di tanto tempo, a prescindere da ciò che scrive e senza mettersi sempre in mostra!!WEB :rosa


Io non capisco codesti blogger veterani :haha che elemosinano un commento e chiedono allo staff di cambiare il nuovo aggiornamento del blog!! :esaurito tutta questa gente sicuramente non ha più voglia di lavorare e non combina un :cens !!ci sono tante cose più importanti a cui pensare che vivere solo di queste robe virtuali!! Smettete di lamentarvi e ricordatevi che la vita vera è la fuori!!
Dolce notte carissimi :kissy :kissy
Sofia
6dc670c1-ce10-4508-939e-7b02f96924e9
« immagine » Tutti noi, probabilmente, potremmo aver qualcosa da dire, e forse saremmo anche in grado di buttarlo "sulla carta", questo, ovviamente, fa di noi degli scrittori solo per quanto riguarda l'incasso, a mio parere uno scrittore vero riesce a farsi ammirare per come dice le cose, più che ...
Post
11/11/2012 23:35:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    8

MEGLIO LE DONNE GIOVANI O QUELLE MATURE ?

10 novembre 2012 ore 18:43 segnala

E' una domanda vecchia, a cui di solito si dà una risposta diversa in base all'età e, soprattutto, alle esperienze di cui si dispone. Per la teoria secondo la quale gli opposti si attraggono di solito i ragazzi, quelli giovani di età tra i 20-24 anni, subiscono molto il fascino delle donne mature :haha A quell'età un ragazzo non sa nemmeno lontanamente di cosa ha bisogno una donna durante il rapporto sessuale. Lo immagina, ha visto qualcosa nei film ma da qui ad essere davvero in grado di soddisfare una donna ce ne corre. Allora un ragazzo è attratto da una donna che conosce il suo corpo, che lo sa usare e valorizzare e, attingendo alla sua esperienza, può far migliorare il giovanotto. Non dico che sia una 'nave scuola' ma sicuramente ciascun ragazzo sa bene che una donna di 30 anni (o anche di più) ne sa sicuramente di più di lui, e questo lo attrae.

Col passare degli anni, cambiano anche le prospettive. Quando un uomo inizia ad avere 35-40 anni, sa di essere in possesso di conoscenze ed esperienze tali d arenderlo molto superiore ad un qualsiasi sbarbato ventenne. Ma spesso, sempre per la teoria degli opposti, quello che lo attrae è il corpo giovane e fresco di una ventenne :haha

In più, un uomo di 35-40 anni ha anche la (giustificata) presunzione di potersi imporre abbastanza su una ragazza giovane che non può non essere attratta da un mondo completamente diverso da quello in cui vive e in cui l'adulto si muove a suo agio.
Ognuno fa come vuole, le sole cose da non fare, per gli uomini, sono quelle di non fingere di dimenticarsi la propria età. Mi fanno ridere i ragazzi di 23-24 anni che per far colpo su una donna matura si vestono in giacca e cravatta quando di solito portano i jeans (per inciso: se una donna matura va con un giovane è perchè lo decide lei e non certo perchè viene colpita da un completo o da un abbinamento azzeccato di camicia e cravatta).

Ma mi fanno ancor più tenerezza certi uomini di 60 (e più) anni che cercano di atteggiarsi a giovani per compiacere le partner che hanno 10-15 anni meno di loro. Gente che va in discoteca o in feste di gente più giovane, uomini che si mettono in jeans o che sfoggiano improbabili auto cabrio per cercare di mostrarsi più simili alla giovane.WEB

Buon sabato sera e felice domenica carissimi amici:kissy :kissy
Sofia
178ab6df-d07d-4a71-b284-73ecd0248686
« immagine » E' una domanda vecchia, a cui di solito si dà una risposta diversa in base all'età e, soprattutto, alle esperienze di cui si dispone. Per la teoria secondo la quale gli opposti si attraggono di solito i ragazzi, quelli giovani di età tra i 20-24 anni, subiscono molto il fascino delle ...
Post
10/11/2012 18:43:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    7