RICAVARE CARBURANTE DALL'ANIDRIDE CARBONICA? SI PUÒ FARE, GR

05 aprile 2013 ore 10:07 segnala

Ottenere combustibile dall'anidride carbonica dell'atmosfera grazie all'aiuto di un microrganismo geneticamente modificato: è la scommessa stata lanciata dalla University of Georgia, negli Stati Uniti, grazie alle ricerche del professor Michael Adams, ricercatore di biochimica e biologia molecolare presso l'ateneo americano.

Studiando il modo in cui in natura le foglie convertono il biossido di carbonio, il team di ricercatori guidato da Adams ha messo a punto un modo per selezionare il CO2 presente nell'atmosfera e trasformarlo in prodotti industriali, tra cui il carburante, imitando la fotosintesi attraverso cui le piante utilizzano la luce solare, per trasformare acqua e anidride carbonica in zuccheri, servendosene poi per produrre energia.

Non è la prima volta che la fantasia dei ricercatori accende le speranze di poter sfruttare uno dei principali gas serra presenti nell'atmosfera per produrre carburante pulito. I dettagli dello studio, sostenuto dal Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, sono stati pubblicati su Proceedings of National Academies of Sciences.

Questa volta per "copiare" madre natura, i ricercatori hanno modificato il materiale genetico di un microrganismo particolare, il "Pyrococcus furiosus", perfettamente a suo agio ed in grado di crescere a temperature estreme - anche superiori ai 100 gradi - che si nutre di carboidrati nelle acque surriscaldate dell'oceano vicine a sfiati geotermici.



La squadra dei ricercatori lo ha modificato in modo da renderlo in grado di alimentarsi a temperature inferiori. Hanno poi usato gas idrogeno per creare una reazione chimica nel microrganismo e integrato il CO2 con l'acido 3-idrossipropionico, una sostanza chimica industriale usata per fare acrilici e altri prodotti.

"La scoperta" ha detto il capo ricercatore Michael Adams "significa che siamo in grado di eliminare le piante come intermediari, e di estrarre l'anidride carbonica direttamente dall'atmosfera per trasformarla in prodotti utili, senza dover passare attraverso elementi ricavati da biomasse altrimenti utili per l'alimentazione, come la coltivazione delle piante e l'estrazione degli zuccheri".

Oltre alla produzione di prodotti industriali, sperimentando altre manipolazioni genetiche si potrebbe consentire al microrganismo di produrre altri prodotti, compresi i combustibili. Tuttavia il ciclo di conversione dipende ancora dai combustibili fossili. Infatti i ricercatori hanno utilizzato l'idrogeno come fonte di energia, la cui sorgente più facilmente disponibile è al momento il gas naturale, che è un combustibile fossile.

Il futuro, però, "vira" al verde: "Nella ricerca a lungo termine ci auguriamo di poter utilizzare idrogeno da fonti rinnovabili biologiche, come ad esempio dalle alghe fotosintetiche o dai rifiuti dei prodotti di fermentazione", spiega ancora Adams.

Il combustibile prodotto con il Pyrococcus furiosus è però a zero emissioni perché, spiegano i ricercatori, quando brucia rilascia la stessa quantità di CO2 utilizzata per crearlo, il che lo rende più pulito di benzina, petrolio e carbone.

UN MESSAGGIO ALIENO È NASCOSTO NEL NOSTRO DNA? LO IPOTIZZA U

04 aprile 2013 ore 18:58 segnala


Siamo arrivati ad un momento in cui il sistema societario che ha regolato le nostre vite non è più funzionale e le sue crepe iniziano sempre di più a sorgere sulla superficie.
E’ sempre più palese, anche per i più scettici, l’inevitabile presenza di forze che tendono a controllare la società negli ambiti cruciali su cui questa sistema è stato eretto, e non per l’interesse comune degli esseri umani e del pianeta stesso, ma per interessi di dominio e di controllo da parti di pochi su molti.
Basta pensare che 3 miliardi di persone su 7 vivono con meno di 2 euro al giorno. Beh, se si pensa ai miliardi di euro che vengono investiti annualmente in armamenti anche in tempi di pace, viene da pensare.
Indagando più a fondo si scopre che gli aspetti cruciali del nostro vivere quotidiano come cibo, energia, economia, informazione, sanità e così via, sono manovrati in toto dalle solite 6/7 famiglie ormai da centinaia di anni. Ma questo argomento è trattato ormai da moltissime fonti più o meno attendibili sia in rete che, a sprazzi ed in maniera leggera, dai mass media.
In questo articolo volevo porgere l’attenzione sull’aspetto umano del nostro vivere assieme, che è il risultato della società attuale.
Prendiamo per un attimo come esempio l’economia, la base del presente sistema, che in greco significa (“oikos”: beni – “nomos”: norme – ovvero norme sui beni).
La base di qualsiasi economia è l’interdipendenza dell’essere umano nel creare e scambiare beni e servizi. Detto con estrema semplicità, una persona non può fare tutto da solo. Se per esempio un uomo coltiva le verdure, raramente può trovare il tempo per maturare le capacità tecniche necessarie per costruire un mezzo di trasporto o per produrre delle scarpe.
Nasce così il bisogno dello scambio e un conseguente mezzo di semplificazione dello scambio, la moneta.
Adesso come per incanto, supponiamo che abbia trovato la lampada di Aladino e potessi far crollare l’attuale sistema monetario basato sulla truffa del signoraggio bancario, per crearne uno nuovo più sostenibile ed equo per tutti.
Per lo stato di consapevolezza attuale in cui vive l’essere umano, il controllo, l’avidità e i giochi di potere che vediamo ogni giorno non solo nelle alte sfere del potere, ma anche nel nostro semplice vivere quotidiano, sorgerebbero nuovamente inesorabili anche se un sistema economico più sostenibile venisse imposto. La storia e la vita ci insegnano che l’essere umano ha la necessità di esprimere aspetti della vita non ancora integrati e maturati a pieno. Il proibizionismo ha sempre fallito miseramente.
Andiamo al punto! Sembra quindi che i problemi della società attuale nascono da questa ricerca del controllo, del potere, di un ipotetico sicuro. Ma perché?
L’essere umano vive ancora attraverso gli occhi della mente che cerca di colmare questo vuoto esistenziale tramite la ricerca di maggior potere, averi, affetti “sicuri” e, in altri casi, conquiste “spirituali”. Chi può smentire che questo non avvenga in ognuno di noi, oltre che in un elité globalista. Ognuna delle nostre menti ha la tendenza a fuggire da emozioni spiacevoli da ascoltare come dolore, paura, tristezza. La mente cerca di trovare escamotage che danno l’illusione di essere al sicuro, ma intimamente e profondamente sappiamo che questo non fa parte della natura della vita. Da qui nascono giochi di potere e di controllo, ovvero dal tentativo della mente di sfuggire all’intimo invito della vita ad emozioni necessarie per la nostra crescita, come il dolore.
Perché allora la mente cerca di scappare dal dolore?
Il dolore è un invito verso questo vuoto esistenziale che spazza via quel senso di separazione di cui la nostra mente è abituata a cibarsi per cercare di sopravvivere.
La più grande paura dell’essere umano è l’ignoto. Quando una persona afferma di aver paura della morte ad esempio, con che basi può dirlo se la morte non l’ha mai sperimentata direttamente? Non sa cosa è, non l’ha mai vissuta. Potrebbe per ipotesi trovarsi in un mondo più bello di quello in cui è adesso. In realtà questa persona sta semplicemente affermando di aver paura dello sconosciuto.
Ma cosa è questo vuoto esistenziale da cui ognuna delle nostre menti tende a rifuggire?
E’ consapevolezza indivisibile, è amore. E’ vivere avendo i piedi saldati nell’ignoto.
Questa consapevolezza cristallina ti fa vedere il mondo tramite gli occhi dell’amore, ciò che realmente sei, e non attraverso gli occhi del senso di separazione. In questo vedere, l’universo che appare e vediamo è un riflesso di ciò che accade qui, in questo vuoto esistenziale da cui tutti noi apparenti individui sorgiamo e scompariamo. E’ la nostra natura, è pura ed indivisibile consapevolezza che va oltre il concetto di vita e di morte, o di tanti “io” dentro i corpi che vivono separati gli uni dagli altri.
E’ un qualcosa che non può essere spiegato o raccontato, è semplicemente un mistero che può essere solo vissuto. E tutto ciò è un paradosso perché in realtà non c’è nessuno che può forzare questo vedere, accade da sé, come semplicemente accadono il sorgere delle emozioni di avidità e di potere di cui parlavamo sopra.
Ogni essere umano tende a rifuggire dall’ascolto delle emozioni spiacevoli e paradossalmente in questo modo la vita dice di no a se stessa, non accettando tale emozione. Nel momento in cui sorge un’inevitabilità all’interno di noi, che ci spinge inesorabili verso l’ascolto di tali emozioni spiacevoli, qualcosa cambia. Esse sono delle porte che ci aprono nuovi orizzonti, sono un intimo invito per far crollare ciò che non è più necessario trattenere. A quel punto non sono più viste come un intruso, ma come un dono.
Esse sorgono così, dal niente, talvolta causate da un evento, talvolta no. Creano attrito, sofferenza e la mente cerca mille modi per evitare di accoglierle ed ascoltarle. Se la mente ci riesce, queste emozioni vengono in qualche modo represse, in maniera sottile ed automatica, tramite schemi mentali che sfociano in giochi di potere, avidità e controllo per cercare appunto di evitare l’ascolto di queste stesse emozioni, che spesso sono di dolore e paura, ma talvolta anche di piacere ed estasi.

Ciò che vediamo nella società attuale non è nient’altro che il riflesso del vivere attraverso gli occhi della mente, che per sua natura analitica separa. Le stesse parole che sto scrivendo adesso non possono neanche avvicinarsi alla realtà di cui sto parlando. Il linguaggio verbale è un prodotto della mente, mentre la verità è oltre la mente.
Allora, come può cambiare il nostro vivere assieme?
Il punto focale di ogni problema è il mancato riconoscimento di questa verità, in cui tutto ciò che viviamo non è nient’altro che un il riflesso di questa consapevolezza, di questo vuoto esistenziale.
Tutto sta nel riconoscere la nostra reale natura, questa consapevolezza indivisibile che guida ognuno di noi in questo gioco di energia chiamato vita. Da qui nasce un amore ben diverso dal trasporto emotivo di cui tutti noi siamo a conoscenza, è un vento fresco e sottile che porta con sé pace e serenità. Da qui il desiderio di nuocere a se stessi, facendo del male ad un altro, non sorge più.
In questo stato di consapevolezza non c’è nemmeno il bisogno di una struttura societaria che regoli la vita delle persone, il bambino che rispecchia la società di oggi è ormai cresciuto e non ha più bisogno di un genitore che normi la propria vita; c’è ormai la necessaria maturità.
Ti sembra assurdo? Forse lo è agli occhi della mente, senti se è così anche per il tuo cuore però.
Forse anche tu, come me, hai voglia di vedere un mondo dove le persone vivono tramite gli occhi dell’amore.
Prem Dharma
http://www.dionidream.com/siamo-davvero-pronti-per-il-cambiamento/

LE VIE DEI FARMACI

04 aprile 2013 ore 18:51 segnala

“La razza umana può sopravvivere benissimo senza un’offerta interminabile di farmaci nuovi, ma non le società che li producono.” Jacky Law. Le 10 più grandi case farmaceutiche costituiscono la cosiddetta BigPharma che controlla il mercato mondiale dei farmaci, un’entità che arriva ad un fatturato annuale di oltre 200 miliardi di dollari e raggiunge il prodotto interno lordo dell’intera Danimarca. Tutte le organizzazioni internazionali che si occupano di farmaci hanno le proprie sedi a Ginevra tra cui l’OMS, il WTO (organizzazione mondiale del commercio) la quale ha organizzato il sistema di brevetti che stanno dietro ad ogni nuovo farmaco messo in commercio e l’IFPMA (associazione internazionale dei produttori farmaceutici). Queste organizzazioni si occupano di stabilire, tra le altre cose, dove verranno distribuiti i farmaci ed a quale prezzo ed hanno creato nel tempo una disparità incredibile tra paesi ricchi e paesi poveri: i paesi poveri, infatti, rappresentano l’85% dei malati con una spesa medica pari a solamente l’11% del totale. Un sistema totalmente squilibrato ed ingiusto al quale, però, stanno iniziando ad opporsi alcuni paesi, primo tra i quali l’India.

http://www.viddler.com/v/d05ac23?secret=20037829

POLITICO RUSSO DICHIARA DI ESSERE UN ADDOTTO

03 aprile 2013 ore 09:02 segnala

Kirsan Illyumzhinov, Presidente della Repubblica di Kalmyckia, stato della confederazione russa, ha dichiarato di essere stato rapito dagli alieni.
Con grande naturalezza ha parlato della sua singolare esperienza malgrado il suo ruolo pubblico, convinto della necessità che la consapevolezza del fatto che la nostra civiltà non è la sola dell’universo debba raggiungere le masse, e i politici debbano in tal senso rompere il ghiaccio, sfidando il muro di omertà finora invalicabile.
Ci auguriamo che altri seguano presto il suo esempio…
http://www.iconicon.it/blog/2013/04/politico-russo-dichiara-di-essere-addotto/

IO SO,COSA HO VISTO

03 aprile 2013 ore 06:48 segnala

http://www.viddler.com/v/ac457bc9?secret=41101561
Nel 1997 in Arizona venne avvistato un oggetto volante non identificato di dimensioni gigantesche, furono molti i testimoni che chiesero alle autorità di avere chiarimenti al riguardo ed il governatore Fife Symington rispose loro con una farsa in diretta televisiva. In seguito però, quando Fife lasciò la carica di governatore ammise che l'evento fu un fatto reale. Inizia da qui l'interessante documentario di James Fox che è riuscito a fare uscire allo scoperto numerosi testimoni “insospettabili” dei cosiddetti UFO tra cui piloti di linea e piloti militari. Ancora prove e testimonianze su un fenomeno che ormai risulta essere evidente e presente nei cieli di tutto il mondo.

5 TRA LE 10 MAGGIORI ECONOMIE DEL MONDO ABBANDONANO IL $

02 aprile 2013 ore 19:29 segnala
Il dollaro americano sta rapidamente perdendo il suo status di valuta di riserva mondiale. Cinque delle prime dieci economie al mondo, più poche altre, non utilizzano più il dollaro come valuta intermediaria per il commercio. Questa tendenza rappresenta un rischio enorme per il dollaro e gli Stati Uniti con essa.



Zerohedge oggi riferisce che l’Australia, la 12° economia al mondo, si è aggiunta ad un numero crescente di nazioni che hanno deciso di bypassare il dollaro nel commercio bilaterale con la Cina. La Cina, seconda economia dietro gli Stati Uniti, ha anche accordi simili con il Giappone (3 °), Brasile (6 °), India (9 °) e la Russia (10 °).

Anche se gli accordi unilaterali sono in vigore da qualche tempo tra la Cina ed i paesi sopra elencati, la scorsa settimana i BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) hanno deciso di istituire una banca di sviluppo per competere con il FMI, che indica che si stanno preparando per competere in un mondo post-dollaro mondo.

Inoltre, il Brasile, che ha accettato in linea di principio di abbandonare il dollaro con il commercio bilaterale con la Cina un po’ di tempo fa, l’ha appena reso ufficiale con $ 30 miliardi di cambi su valute annuali che facilitano circa il 50% di tutto il commercio tra di loro.

Oltre a questi accordi con la Cina, alcune di queste nazioni hanno fatto altri accordi simili tra di loro. L’India e il Giappone hanno iniziato lo scambio di 15 miliardi delle reciproche monete nel 2011 per gestire i loro scambi bilaterali. E le sanzioni contro l’Iran non li hanno fermati dal commerciare petrolio con la Cina, la Russia, l’India e con qualsiasi cosa, tranne che il dollaro.

Sembra che il dollaro stia quasi certamente alla fine del suo regno, che potrebbe portare a gravi difficoltà economiche per gli Stati Uniti.

Dave Hodges scrive:

La buona Fortuna economica degli Stati Uniti è dovuta unicamente al fatto che il mondo deve usare il dollaro, il Petroldollaro se vuole fare acquisti individuale di petrolio per la propria nazione, il che fornisce l’unica fonte di sostegno per il dollaro degli Stati Uniti che la Federal Reserv è necessaria al fine di sostenere in qualche modo il nostro debito che il governo degli stati uniti occupato dai banchieri ha fatto passare al contribuente americano sotto forma di salvataggi.

E Marin Katusa di Casey Research scrive:

Se il dollaro perde la sua posizione di valuta di riserva globale, le conseguenze per l’America saranno terribili. Una parte importante della valutazione del dollaro deriva dalla sua serratura della industria petrolifera – che, se tale monopolio cessa, lo stessa fa il valore del dollaro. Tale passaggio importante nel mondo delle relazioni tra valute fiat sarà di buon auspicio per alcune valute e non così buono per le altre e gli esiti saranno difficili da prevedere. Ma c’è un risultato che si prevede con certezza: L’oro aumenterà. L’incertezza circa la carta moneta è sempre di buon auspicio per l’oro, e questi sono davvero giorni incerti.

L’imperialismo degli Stati Uniti, combinato con il suo stato ultra-fiat nella creazione del debito senza fine, sembra aver creato una spirale al ribasso finale che ha portato molte delle migliori economie ad abbandonare una nave che affonda. Potrebbe non essere troppo a lungo prima di tutto il resto faccia lo stesso. Ora potrebbe essere un grande momento per prendere in considerazione la diversificazione in altre valute e anche valute digitali, per contenere le perdite crescenti del dollaro statunitense.

Leggi articolo completo: http://www.thedailysheeple.com/5-of-10-top-economies-in-the-world-drop-the-dollar_042013
6a1718cf-7e06-483a-a6fa-f81e04b1c755
Il dollaro americano sta rapidamente perdendo il suo status di valuta di riserva mondiale. Cinque delle prime dieci economie al mondo, più poche altre, non utilizzano più il dollaro come valuta intermediaria per il commercio. Questa tendenza rappresenta un rischio enorme per il dollaro e gli Stati...
Post
02/04/2013 19:29:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L’OCCHIO CHE TUTTO VEDE.

02 aprile 2013 ore 19:24 segnala
“Gli Illuminati? Naa! Tutte cazzate!” Mmmmh… Sicuri?

Ecco un’immagine, diciamo così, “curiosa”. E’ una vista dall’alto di una porzione di Washington, nella zona vicina alla Casa Bianca. Vedete qualcosa?




No? Ve la evindenzio io.


La cara vecchia piramide con l’occhio, il simbolo principe della massoneria e degli Illuminati. Adesso, se chi sta leggendo non crede a queste cose, o è cieco o non vuole vedere e consiglio a costoro di fare una piccola ricerca su Internet, mettendo in Google “piramide con occhio”, “all seeing eye”, “simboli massonici” e similari.

Ma d’altronde, siamo solo dei complottisti inutili… Segnalo un bel sito che parla di strane coincidenze e di simbologia, theSynopticon, che merita una lettura. Alcune coincidenze fanno quasi paura.

Pubblicato da Mattia

Tratto da:http://infoliberaevera.blogspot.it/2009/08/dai-illuminati-anche-tu.html

NAPOLITANO REPUBLIC: COTTA A PUNTINO PER I GRANDI POTERI

02 aprile 2013 ore 10:19 segnala

Grazie alla “abilissima” mossa di Grillo, di rinunciare a dare peso politico ai suoi voti imponendo a Bersani leggi e programmi, ora il campo si sta rapidamente sgombrando. In favore dei poteri centralisti europei del fronte gesuita-massonico. Ieri al Quirinale al posto di Bersani c’era Letta che, con ancora in mano la pistola fumante del killeraggio di Bersani, a nome di un PD suonato ha affidato al Presidente della Repubblica il “salvataggio” del Paese.

Come primo risultato, con la benedizione napolitana, Monti rimane ancora in sella con un governo extra-politico ed extraparlamentare che sta facendo molto, troppo di più della ordinaria amministrazione. E che, come ha detto proprio il Napolitano, verrà ora chiamato a prendere rapidamente “provvedimenti urgenti per l’economia”.
Del resto anche Grillo aveva detto che preferiva il governo gesuita-massonico di Monti, anche ad un governo con dentro i grillini in posizione forte e condizionante. (O si comporta come un’aquila eterodiretta o come un pollo…).
Tutto è stato fatto per far fallire qualsiasi tentativo che non portasse ad un inciucione mascherato da soluzione tecnica. Ed ecco un’altra soluzione apparentemente affidata a dei “saggi”. E gestita direttamente “alla napolitana”. Vale a dire dai poteri gesuito-massonici che stanno svendendo la nostra libertà e la nostra sovranità al centralismo europeo, ed i nostri beni alla loro finanza internazionale.
Interessante guardare i curricula e gli ambienti di provenienza dei “10 saggi salvatori della patria”. Vengono da ambienti di grande potere connessi ai grandi gruppi massonico-vaticani, alla finanza internazionale, ma soprattutto al mondialismo europeista. Ed alla cessione di sovranità al superstato europeo. Loro tesseranno il tessuto dell’inciucio europeista, e daranno al Presidente delle leggi da proporre al Parlamento, mentre Monti rimarrebbe in carica.
L’inciucio ci sarebbe comunque, tra PD e PDL, ma con la benedizione di Grillo ed escludendo certi uomini dei partiti dal Governo. In favore di uomini più direttamente fedeli dei politici normali alla piramide gesuito-massonica.
Certo. È singolare come l’alleanza tra poteri oscuri ed alcuni uomini politici italiani dalle strane carriere stia determinando, con l’aiuto dei magistrati, di anni di corruzione politica e di Grillo-Casaleggio, la fine della politica in Italia. E la fine della politica non significa che il popolo finalmente va al potere, ma che se lo prendono i peggiori poteri internazionali. Senza nemmeno la mediazione di politici comunque in qualche modo legati alla gente.
Invece di ripulire seriamente la politica la si sta buttando via. Grazie a tutta la congrega del finto moralismo. Ne serviva uno vero di moralismo, che mandasse a casa i corrotti e ci desse una buona politica. Ci ritroveremo invece dei governi fatti direttamente dai vecchi padroni dei politici. Che così governeranno senza nemmeno passare per la “scocciatura” , per la “complicazione” della mediazione politica e del rapporto con la gente.
“Last but not the least” (ultima, ma non la meno importante) nel campionario delle azioni antidemocratiche in corso, Grillo ha già annunciato che il 5 stelle voterà per il presidente della repubblica col metodo “online”… Vuole dire che ai deputati e senatori verrà imposto di votare quello che esce fuori da una votazione via computer gestita dal server di Casaleggio, senza alcun controllo sulle modalità e sui risultati né della base grillina né di nessun altro. I parlamentari grillini verranno adoperati come fantocci di Casaleggio e di chi lo ispira. Che decideranno come farli votare. Se i parlamentari non obbediranno verranno buttati fuori.
Sappiamo che non tutti i parlamentari vogliono fare i fantocci. E non lo sono. E che la base grillina è fatta di tanta bravissima gente che veramente vuole migliorare questo paese. Speriamo che si facciano sentire, e che i parlamentari decidano con la loro testa ed il loro cuore! Anche a rischio di farsi buttare fuori dalla maschera dell’odio.
Potrebbe essere anche un sollievo del cuore e per l’anima smetterla di dire vaffa…
Inciucione alla grillina, in salsa napolitana
i soliti poteri ringraziano le loro aquile e.... i polli.
http://coscienzeinrete.net/politica/item/1204-napolitano-republic-cotta-a-puntino-per-i-grandi-poteri

VIAGGIO NELLA TERRA CAVA

02 aprile 2013 ore 09:48 segnala

Il mito racconta che 200.000 anni fa una parte degli abitanti della Terra si traferirono al suo interno e si divisero su due grandi continenti illuminati da un sole artificiale posto al centro del nostro pianeta. Questo mito ha, da sempre, affascinato l’uomo, nutrito leggende e racconti in tutto il mondo e, qualcuno afferma, potrebbe avere ispirato anche Dante nella scrittura della sua Divina Commedia. Tra i tanti ne parlarono il nostro Casanova, Edmond Halley, Alexandre Dumas ed anche Adolf Hitler rimase affascinato da questa leggenda e cercò a lungo la via per accedere al mondo sotterraneo. Nonostante lo scetticismo che ha sempre ostacolato le ricerche su questo tema sembra che prove della sua esistenza siano state trovate in alcuni fenomeni terrestri anomali che riguarderebbero soprattutto il campo magnetico e, materialmente, al polo nord attraverso alcune spedizioni scientifiche, in una delle quali il noto Richard Evelyn Byrd affermò di avere trovato il vero passaggio al mitico mondo di Agarthi. Ecco cosa recita una parte del suo diario: “... Da questo punto in poi scrivo gli eventi che seguono richiamandoli dalla memoria. Ciò rasenta l’immaginazione e sembrerebbe una pazzia se non fosse accaduto davvero. Il tecnico ed io fummo prelevati dall’aereo ed accolti in modo cordiale. Fummo poi imbarcati su un piccolo mezzo di trasporto simile ad una piattaforma ma senza ruote! Ci condusse verso la città scintillante con grande celerità. Mentre ci avvicinavamo, la città sembrava fatta di cristallo. Giungemmo in poco tempo ad un grande edificio, di un genere che non avevo mai visto prima. Sembrava essere uscito dai disegni di Frank Lloyd Wright o forse più precisamente da una scena di Buck Rogers!... “
http://www.viddler.com/v/7599877f?secret=91321961