"Ehi"

03 dicembre 2020 ore 14:44 segnala






Non sempre si può abbracciare chi si vuole, ora più che mai.
Ma si può acquistare quella capacità di abbracciare con le parole, con la voce, con il pensiero, dobbiamo saper fare tutto questo ora che le distanze sono "obbligate".
Bisogna affinare quel senso di empatia che ci aiuta a capire, anche da un solo scritto, come sta la persona dall altra parte.
Se ci si riesce provi le stesse emozioni, quelle di rabbia o di agitazione, quelle del "basta non voglio più stare qui" e le assorbi come se fosse un modo per far diminuire la pressione su chi si sente così.
Questo è un modo per abbracciare e far sentire le persone al sicuro, come se non ci fosse solo un destino, a volte basta capirsi in un qualunque luogo o in un qualsiasi modo per allievare quei momenti di tristezza.
A qualcuno basta un "Ehi"... per sapere che ci sei.

A te Topolino dagli occhi castani.
93d34601-8d20-4ceb-82ab-0d526663cfbb
« immagine » Non sempre si può abbracciare chi si vuole, ora più che mai. Ma si può acquistare quella capacità di abbracciare con le parole, con la voce, con il pensiero, dobbiamo saper fare tutto questo ora che le distanze sono "obbligate". Bisogna affinare quel senso di empatia che ci aiuta...
Post
03/12/2020 14:44:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. chissadoveequando 03 dicembre 2020 ore 19:42
    Mi piace davvero quello che hai scritto, è bello alleviare la solitudine e la tristezza con il sorriso dei nostri occhi.
  2. Ste.Lu 03 dicembre 2020 ore 20:03
    @chissadoveequando grazie per le tue parole, a volte abbiamo solo alcuni dei nostri sensi che si possono utilizzare, specialmente in questo mondo, ma forse bastano.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.