Un viaggio su Marte

19 luglio 2020 ore 14:49 segnala







Stella era in fila, si guardava intorno un po' impaurita, un po' incuriosita, un po' persa nei suoi pensieri che la portavano a non notare le persone accanto a lei.
Un tocco lieve alla mano e si accorge di Mau.
Stella e Mau erano amici da poco tempo, ma erano andati subito d'accordo, lui più canzonatorio, lei più posata, ma divertente (come diceva sempre Mau). Forse si compensavano o forse semplicemente si rispettavano ed essere amici piaceva ad entrambi.
Stella sorrise pensando al motivo della loro presenza lì ad aspettare il turno per entrare nella navicella con unico sbarco: Marte.
Era iniziato tutto per scherzo, una chiacchierata davanti ad un caffè, la domanda di Mau:
"Qual'è l'uomo giusto per te?".
Stella rise.
"Sicuramente non esiste su questa terra, forse sarà su Marte"
Mau pensieroso propose di andarci, insieme, la sua idea era trovare l'uomo giusto per lei e magari la donna giusta per lui. Chissà...
Ecco perchè della loro presenza in quella navicella, uno accanto all'altro, a scherzare come buoni amici, sapendo che il viaggio sarebbe stato lungo.
Dialogare senza mai rimanere senza argomenti era la loro qualità, passavano da discorsi seri a quelli frivoli, sfiorando quasi il gossip, ma quella vicinanza forzata dei sedili e tutte quelle ore insieme li avevano spinti a scoprirsi più intimamente.
Le sofferenze passate, le delusioni, le persone perse o trovate durante la loro vita, i sogni nel cassetto e tanto altro.
Stella e Mau si stavano aprendo come non era mai successo e, ad entrambi, la cosa piaceva.
Durante il viaggio le loro spalle erano state il sostegno del sonno reciproco e, nonostante la scomodità, Stella si trovava a sorridere quando apriva gli occhi e scopriva le smorfie strane del suo compagno d'avventura.
Le ore erano state tante, ma finalmente Marte era pronto ad accoglierli, forse erano pronte anche le persone giuste per loro.
Mentre scendevano dalla scaletta Mau prese per mano Stella e lei ne fu così contenta da stringerla forte, molto più di quello che può fare un'amica.
Stella e Mau si guardarono negli occhi, non era uno sguardo come quelli di sempre, era uno sguardo complice, dolce, di chi ha capito di essere arrivati nel posto giusto.
No, su Marte non avevano trovato la persona ideale per loro, ma era stato il viaggio a farli incontrare.
A volte le persone giuste le abbiamo accanto e nemmeno ce ne rendiamo conto.



Stella spense la sveglia, era ora di alzarsi, aprendo gli occhi e guardandosi intorno ci mise qualche minuto per capire che era stato tutto un sogno.
Prese il telefono e fece quel numero che ormai conosceva a memoria:

"Ehi buongiorno Mau, ti andrebbe di prendere un caffè? Voglio raccontarti un sogno"
b42c2eb2-8074-415e-a70a-1c6f3417f4ba
« immagine » Stella era in fila, si guardava intorno un po' impaurita, un po' incuriosita, un po' persa nei suoi pensieri che la portavano a non notare le persone accanto a lei. Un tocco lieve alla mano e si accorge di Mau. Stella e Mau erano amici da poco tempo, ma erano andati subito d'acc...
Post
19/07/2020 14:49:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.