I bravi signori

29 dicembre 2013 ore 11:42 segnala


Un signore di Scandicci
buttava le castagne
e mangiava i ricci.

Un suo amico di Lastra a Signa
buttava i pinoli
e mangiava la pigna.

Un suo cugino di Prato
mangiava la carta stagnola
e buttava il cioccolato.

Tanta gente non lo sa
e dunque non se ne cruccia:
la vita la butta via
e mangia soltanto la buccia.

G.R.
ef9e6fb4-820a-4c28-8fda-a6b7247abf94
immagine Un signore di Scandicci buttava le castagne e mangiava i ricci. Un suo amico di Lastra a Signa buttava i pinoli e mangiava la pigna. Un suo cugino di Prato mangiava la carta stagnola e buttava il cioccolato. Tanta gente non lo sa e dunque non se ne cruccia: la vita la butta via e ...
Post
29/12/2013 11:42:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. MorganaMagoo 29 dicembre 2013 ore 12:59
    ussignur! st signore di Scandicci bisogna dire che masochista,
    pure il suo amico e pure il suo cugino.
    aggiungo che Gianni Rodari per me stato un mito nell'infanzia,
    mia mamma che era insegnante elementare mi ha letto tutto, poesie,
    racconti, mi scatenava una fantasia e una immaginazione unica, mi
    ha lasciato un'impronta, un imprinting... impronting...
    st uomo ha cambiato il mi' modo di vede' la vita piu' di mille trattati di filosofia e sociologia, caro Bloom.....
    e, da attento e fine educatore, si rivolgeva ai bambini per far arrivare messaggi agli adulti, infatti mi sa che non erano molte le maestre a proporlo... ma per chi lo ha letto stata la scoperta di un tesoro.
  2. rigalizius 29 dicembre 2013 ore 21:55
    Comunque sia avevano uno stomaco notevole quei signori.
    Buona mangiata.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.