violenza

12 gennaio 2010 ore 16:43 segnala

Ogni istante una donna subisce violenza, in casa magari da colui che dice di amarla, in strada da uno sconosciuto che vuole assecondare il pensiero per cui tutto quello che si desidera diventa realtà, nei luoghi di lavoro dove animali senza dignità insultano o deridono chi è più debole e meno sà reagire oppure si arriva a togliere la dignità a colei che osa uscire da quello che lacuni libri dicono essere il comune senso del pudore.

Se qualcuno è capace descriva, dica, narri, racconti se c'è una cosa più bella dell'attimo nel quale due sguardi si incrociano, due mani si sfiorano, due bocche tremanti si avvicinano, e per questi istanti di sublime estasi qualcuno può permettersi di fare tutto ciò?

11361487
Ogni istante una donna subisce violenza, in casa magari da colui che dice di amarla, in strada da uno sconosciuto che vuole assecondare il pensiero per cui tutto quello che si desidera diventa realtà, nei luoghi di lavoro dove animali senza dignità insultano o deridono chi è più debole e meno sà...
Post
12/01/2010 16:43:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. YASMINE000 12 gennaio 2010 ore 20:06

    la vera bestia e' l'uomo xche' agisce cn coscienza..nn ci si puo' aspettare rimorsi.. e'solo. un deficievole pezzo di rifiuto..!!la violenza sulle donne e' orribile quanto la violenza in generale...specie nell caso di donne e bambini si vanno a toccare soggetti più deboli ed e' ancora piu terribile..ed e' vero che in linea di massima sono  gli stranieri a commettere questi tipi di  atti abbovinevoli..!! quale la lapidazione.. ma la violenza e' ovunque.... nn mi resta che salutarti..

  2. yellowrose 17 gennaio 2010 ore 11:06

    diro solo 3 parole l ho subita  e non voglio ricordarmi piu, mi sono dovuti anni per dimenticare , e andare avanti .

    peccato che in questo mondo ci sono dei monstri.

  3. lovemylove 18 gennaio 2010 ore 21:12

    la violenza come ho sempre affermato nel mio blog e da sedia elettrica sia nelle donne che nei bambini.....io degli uomini che ti toccano le mani....ti mandano occhiate dolci non credo piu xchè sempre secondo me nascondono la loro vera indole...credo piu un bacio di un amico....una stretta di mano ...... bel blog complimenti 

    buona serata :ciao ross

  4. sturmunddrag 18 gennaio 2010 ore 21:52

    Grazie per i commenti, sono di genere diverso ma in fondo hanno tutti un denominatore comune, il senso dell'amore quello più profondo e sincero che nasce dal cuore, dobbiamo continuare a credere che esista un mondo diverso da quello che ogni ora ci vogliono propinare dove ognuno di noi vale solo per ciò che rappresenta e non per quello che è intimamente.

    Grazie di cuore

  5. tantifiordalisi 18 gennaio 2010 ore 21:58

    grazie per avermi invitato ad "entrare" nel tuo blog.

    dare una risposta alla tua domanda è veramente difficile per me, perchè temo, che nell'affrontare un argomento così delicato, di poter cadere nel banale e lungi da me lasciare che questo accada!

     

    Il sesso, l'eros è un dono che è stato dato all'uomo; un dono da scartare quando se ne ha la voglia e soprattutto con chi si desidera condividerlo...

     

    Purtroppo l'uomo(e parlo dell'uomo essere umano) è sempre più egoista e portato a soddisfare le proprie esigenze ad ogni costo, calpestando tutto e soprattutto la libertà altrui. Quindi, quando l'impulso EROS si accende agisce PEGGIO di un animale, poiché, pur di appagare i suoi istinti, si prende con forza e violenza ciò che desidera...

     

    Uno sguardo, un brivido, il calore della labbra che si sfiorano le une sulle altre.... emozioni fantastiche che possono essere cancellate per sempre in un solo attimo...

     

    Barbara

     

  6. lince75 19 gennaio 2010 ore 20:04

    purtroppo ..questa dicitura non é solo per le donne..é per tutte le persone ed esseri viventi più deboli...che subiscono,..ti insegnano sin da piccoli a reagire..reagire a chi di vuole sopraffare ma..quando chi lo fa é chi ai deve essere terribile..ti lascia senza fiato..comunque alla base di tutto..c'é il rispetto..ed ai nostri tempi é sempre più raro..sembra quasi che sei onesto e rispettoso..sei fuori luogo fuori tempo..

    grazie per avermi invitato nel tuo blog..tra l'altro scrivi argomenti molto seri e..giusti,,,,

  7. barbara.1970 19 gennaio 2010 ore 21:57

    :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa %-) :picche :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa sai  a volte tutti noi nn ci rendiamo conto di cosa voglia dire la parola violenza,fisica o mentale ke sia.fatto stà ke oggi cm oggi le donne cm gli uomini mà i secondi di rado vengono persegiutate ,maltrattate o addirittura molestate nel propio io solo x l'essere ....DONNE.........

    x come parlano, x come la pensano, x come vestono

    spero solo mà rimango cn il dubbio ke tutto ciò possa finire

    grz x avermi fatto partecipare ciao

  8. sturmunddrag 20 gennaio 2010 ore 12:07

    Prima di tutto grazie a tutti quelli che sono intervenuti, e anche a quelli che hanno letto e preferito non manifestare nessun pensiero.

    Credo che il messaggio di Barbara sia quello che ci deve animare, dobbiamo lottare per trasformare il dubbio che tutto possa finire in una speranza prima e una certezza alla fine del percorso.

    La cultura, quella della vita ci può aiutare, parliamo sempre e solo di vita, la natura con tutto il suo imperioso e maestoso spettacolo ogni istante ci fornisce spunti ed elementi per apprezzare la vita, risollevarsi dalle avversità e guardare al futuro con entusiasmo.

    Certo questo è solo un piccolo passo, dobbiamo fare  di più. La comunità questa potrebbe essere la risposta, un insieme di persone che guardano alla qualità della vita e non al proprio metro quadrato, è difficile ma se mai ci proviamo mai ci riusciremo.

  9. lovemylove 20 gennaio 2010 ore 20:48
    Nel silenzio anche un sorriso...

    ..può far rumore.

    sogni d argento :neteye :neteye   ROSS 

  10. gattamannara 23 gennaio 2010 ore 00:02

    ...di violenze psicologiche e fisiche dalla persona che avrebbe dovuto amarmi  sopra ogni cosa e difendermi da tutti mi ha fatto diventare una persona insicura,fragile e con un costante senso di inferiorita' per colpe che credevo di avere...nessuno ha il diritto a questo mondo di infliggere a una donna una sofferenza simile...sono dolori che non si dimenticano ...ed anche se l'amore e l'aiuto di mio marito han compiuto miracoli, a volte sento ancora nella mia mente il pianto di una ragazzina che a distanza di anni non si e' placato...

    la violenza e' deprecabile in ogni sua forma e verso ogni creatura vivente,nulla si ottiene con la forza,ma solo con l'amore!

    Grazie per cio' che hai scritto..

    Babs

     

     

  11. sturmunddrag 23 gennaio 2010 ore 18:52

    Grazie a te GATTAMANNARA, la testimonianza è una delle armi che possiamo usare per creare una dimensione umana nei rapporti interpersonali.

    Grazie di cuore

  12. morbidosa1 24 gennaio 2010 ore 22:45

    la cosa che fa piu male quando si subisce violenza...è che ti lascia per sempre uno strascico nella vita...nulla te la puo togliere..restera sempre dentro di te e a volte riaffiora..magari in maniera debole..annebbiata..perche tu cerchi di dimenticare..ma ormai fa parte di te del tuo io..e ti modifica la vita..chi violenta è un malato..frustrato..povero...solo da compatire...la pena piu giusta..secondo me..recidere.il pene..cosi che non possa piu fare del male a nessuno..scusate la mia cattiveria...sofia

  13. sturmunddrag 25 gennaio 2010 ore 00:17

    Sulla pena ci sono molte teoria, oggi il mondo è in mano allle bestie.

    Non ho nessuna remora a manifestare la mia totale adesione al progetto di legge che prevede la castrazione chimica per gli stupratori, sarebbe solo un atto di giustizia nei confronti delle vittime, stesso discorso vale per i pedofili che ritengo essere, nel genere umano, la specie più abbietta e schifosa.

    Per loro nessuna pietà la castrazione sarebbe solo un regalo.....

  14. tantifiordalisi 25 gennaio 2010 ore 08:35

    ...bensì definitiva...

    Se si redime, buon per lui! Nella vita potrebbe trovare

    il modo di dare e fare per gli altri anche senza pene.

     

    Aggiungo che, in modo molto più subdolo e "schifoso", se mi permettete, ci sono anche donne che approfittano dei propri figli.

    Ve lo dico perché lavoro presso una realtà molto particolare e di storie davvero allucinanti ne leggo e ne vedo negli occhi della gente ogni giorno.

     

    Buona settimana a te Fabio e a tutti i visitatori del blog

     

    Barbara

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.