Portatore sano di immaginazione...

21 aprile 2016 ore 13:35 segnala


Forse, se togliessimo loro un pochino di televisione, anche i nostri bambini ricomincerebbero a leggere ed immaginare?....cosi' solo un'idea. :shy

Mani di bambini protese ad arraffare libri come se fossero pagnotte. Certe scene possono giusto succedere in qualche borgo desolato dell’Afghanistan. Ma procurano pur sempre una scossa al cuore. Come quell’uomo, che è chiaramente un angelo. Si chiama Saber Hosseini e durante la settimana fa il maestro a Bamiyan, in una scuola di città. Il sabato e la domenica inforca la bici e pedala per le mulattiere di un Paese in guerra fino ai villaggi non lambiti dall’istruzione, per insegnarvi a leggere e scrivere. Nella cesta del suo bolide infila una mestolata di libri: poeti locali, ma anche traduzioni del «Piccolo Principe» e del «Richiamo della foresta». La volta successiva ritira quelli già letti e ne consegna degli altri. Un portatore sano di immaginazione.

Pare che il virus sia contagioso. I bambini divorano le storie e aspettano il ritorno del maestro per raccontargliele e fare il pieno di nuove avventure. Lui non ci guadagna niente. Anzi, utilizza una parte del suo stipendio e di quello di alcuni suoi colleghi per rimpolpare la biblioteca itinerante. In realtà ci guadagna le facce dei piccoli alunni quando lo vedono arrivare. Dice che non hanno prezzo.


Gramellini 21/4/2016
8bc9a959-ffe3-4551-a67f-f0a4c2189a8e
« immagine » Forse, se togliessimo loro un pochino di televisione, anche i nostri bambini ricomincerebbero a leggere ed immaginare?....cosi' solo un'idea. :shy Mani di bambini protese ad arraffare libri come se fossero pagnotte. Certe scene possono giusto succedere in qualche borgo desolato del...
Post
21/04/2016 13:35:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. antioco1 21 aprile 2016 ore 15:02
    sempre meglio Massimo e brava te per averlo postato ciao Capa
  2. io.corrolibera 21 aprile 2016 ore 16:12
    Stupefacente!!! Esiste ancora l'uomo della fantasia :clap
  3. carmenlina 22 aprile 2016 ore 09:18
    ed ecco che arriva il Forse, se togliessimo loro un pochino di televisione,e io aggiungo..e non solo....

    I bambini divorano le storie e aspettano il ritorno del maestro per raccontargliele e fare il pieno di nuove avventure.forse..(perche quei bambini non hanno un tablet un cellulare o forse una tv per poter passare il tempo e imparare)
    ecco perche lo aspettano con tanta gioia
    e con tanti sorrisi ..ha proprio ragione quando dice Dice che non hanno prezzo.

    bel post :-) :rosa :bacio
  4. demonio 23 aprile 2016 ore 12:33
    La settimana scorsa ero a casa di mia sorella con mia nipote.Fuori era una bella giornata quindi le ho spento la tv e le ho detto di mettersi le scarpe!A malincuore mi ha seguito fuori dove davanti casa mi son messo a disegnare dei quadrati con un gessetto. Lei non capiva che stessi facendo.Poi ho numerato i quadrati e le ho fatto vedere(per quanto mi ricordassi...)come giocare a campana!Alla fine le è piaciuto! :ok
    Solo che io dopo un pò non ce la facevo più...e l'ho lasciata vincere!
  5. sunrise.65 26 aprile 2016 ore 10:52
    @antioco1
    Grazie Ale, ero certa che ti sarebbe piaciuto :)
  6. sunrise.65 26 aprile 2016 ore 10:55
    @io.corrolibera
    Stupita ? che bello :-)
    Credo ne esitano ancora molti , per fortuna, di quei bei portatori SANI solo spesso silenti %-)
  7. sunrise.65 26 aprile 2016 ore 10:57
    @carmenlina:bacio
    ti è rimasto impresso il "forse" ?
    ricordi il mio post "immaginario"? :shy
    http://blog.chatta.it/sunrise_65/post/-henry-il-favoliere-.aspx
    ti abbraccio forte da lontano :rosa
  8. sunrise.65 26 aprile 2016 ore 10:58
    @demonio
    grande zietto :clap , invece hai vinto tu insegnandole un bellissimo gioco ;-)
  9. demonio 26 aprile 2016 ore 13:27
    ehehehe faccio quel che posso! :ok
  10. carmenlina 27 aprile 2016 ore 00:32
    Ti ricordi il mio post 'immaginario?"
    Si che me lo ricordo infatti ero andata a leggerlo :-) :bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.