Una storia commovente.

08 aprile 2013 ore 15:05 segnala
Il proprietario di un negozio di animali stava affiggendo alla vetrina un cartello con scritto VENDITA CUCCIOLI, quando comparve un bambino.
"A quanto li vende i cuccioli?" chiese.
L'uomo rispose al ragazzino che non intendeva lasciarli per meno di 50 dollari l'uno.

Il ragazzo si frugò nelle tasche, estrasse qualche moneta, guardò il proprietario del negozio e disse: "Ho due dollari e trentasette centesimi. Posso vederli?".
Il padrone del negozio sorrise e fischiò. Dal canile, una cagnolina di nome Lady arrivò correndo lungo il corridoio, seguita da cinque batuffoli pelosi. Uno dei cuccioli era rimasto indietro.

"Cos'ha che non va quel cagnolino?"
"Il veterinario ci ha detto che ha dei problemi all'articolazione dell'anca" spiegò il negoziante "Zoppicherà sempre così".
"Voglio comprare quello" disse subito il ragazzino.
Il padrone del negozio replicò : "No, quel cane non lo devi comprare, se davvero lo vuoi te lo regalo".

Il bambino si avvicinò al viso dell'uomo e gli disse rabbioso : "Io non voglio che me lo REGALI, quel cagnolino vale quanto gli altri cuccioli e pagherò il prezzo intero. Adesso le dò 2 dollari e 37, e le darò 50 centesimi al mese finchè avrò
raggiunto tutta la cifra!".
Il proprietario del negozio insistette: "NO,no,no. Non puoi volere quel cane. Non sarà mai capace di correre e saltare e giocare come gli altri cani".
Per tutta risposta il bambino sollevò il pantalone sinistro, per mostrare una gamba deforme e sostenuta da due tutori d'acciaio.
"Vede signore", disse "nemmeno io corro molto bene e quel cucciolo ha bisogno di qualcuno che lo capisca".


fb21b4bc-6cfe-44c9-956b-9b0c74d819ad
Il proprietario di un negozio di animali stava affiggendo alla vetrina un cartello con scritto VENDITA CUCCIOLI, quando comparve un bambino. "A quanto li vende i cuccioli?" chiese. L'uomo rispose al ragazzino che non intendeva lasciarli per meno di 50 dollari l'uno. Il ragazzo si frugò nelle...
Post
08/04/2013 15:05:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    33

Commenti

  1. Sebas71 08 aprile 2013 ore 19:05
    davvero stupenda :clap

    ciao Sunnina:rosa
  2. sunshine.7 08 aprile 2013 ore 19:08
    :-* Sebas
  3. alidi.cristallo63 12 aprile 2013 ore 23:58
    Bella davvero :)
  4. grandine 13 aprile 2013 ore 05:26
    :rosa
  5. Hamsho 13 aprile 2013 ore 09:54
    Gli occhi della sofferenza
    guardano molto lontano
    coprendo distanze
    con il volo.
  6. ombromanto05 13 aprile 2013 ore 19:13

    Questa storia è commovente davvero...appena l'ho letta ho immaginato la scena del cucciolo con il problema alla'anca (che purtroppo conosco dato che il mio Klaus ha lo stesso problema) che correva verso il ragazzo...
    Che dirti..hai fatto benissimo a riportarla...
    E spero che, ora che si avvicina l'estate...ci sia una vera e forte campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono...
    Un cane è per sempre.. :-))
    Se dobbiamo abbandonare qualcuno, abbandoniamo l'uomo...lui se lo merita!!!
    :rosa :rosa
  7. 45.Massimo 15 aprile 2013 ore 09:20
    :rosa :bye
  8. Serpico999 21 aprile 2013 ore 17:11
    una storiella molto toccante che ci fà riflettere del com e ci si deve comportare con tutti gli esseri umani,buona serata... :ok
  9. TheThinkerMan74 23 aprile 2013 ore 07:57
    A mio avviso la vera affinità della storiella non sta nell'uguaglianza della gamba, ma nella somiglianza dell'amore. Il bambino e il cagnolino avevano lo stesso desiderio di dare amore e questo desiderio li ha spinti uno verso l'altro (il bimbo al negozio e il cagnetto verso di lui), verso "l'incontro".
  10. still.man 23 aprile 2013 ore 11:03
    splendida storia
    grazie del passaggio
    Still
  11. lino.123 23 aprile 2013 ore 11:43
    CIAO A FATTO UN GESTO MOLTO BELLO REGALAVOLI IL CUCCIOLO GLI A DATO UNA FAMIGLIA BUONA GIONATA CARRISIMA :bacio :rosa
  12. Yashh 23 aprile 2013 ore 16:48
    Meravigliosa...ciao :-)
  13. otto.battute 24 aprile 2013 ore 12:42
    molto bene........
  14. kubilhai 24 aprile 2013 ore 23:35
    ...che tenera sta storia :)
  15. tontone 30 aprile 2013 ore 08:56
    :rosa :rosa :rosa
  16. Atreyu4ever 27 giugno 2013 ore 12:09
    l'essenziale di questa bella storia, aggiungo anche molto toccante x via del bambino davanti a quel mostro UOMO:

    è che ha un liento fine

    Gli animali sono meglio delle persone e non hanno la parola danno piu soddisfazioni ma la cosa più stupefacente è che se li lasciamo soli, quando torniamo anche se dopo tanto, loro ci fanno le feste non so se noi ne siam sempre capaci.

    sunnina :rosa

    a3 :bye
  17. sunshine.7 27 giugno 2013 ore 12:45
    a3 :rosa :-*
  18. RainbowOfDream 11 settembre 2013 ore 18:42
    molto toccante...denota la tua sensibilità :-)
    felice di conoscerti :rosa :bacio
  19. enan 04 gennaio 2014 ore 18:02
    peccato che molte persone giudicano invece di cercar di capire!forse sarebbe meglio farsi un bell'esame di coscienza,non credi?

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.