La Bisaccia

01 ottobre 2013 ore 23:16 segnala


VII - La Bisaccia

Barba Giove disse un giorno:
- Vengan quanti al mondo sono
animali malcontenti
e ciascun di lor mi parli
senza fare complimenti,
ch'io vedrò dal mio gran trono
se si possa contentarli -.

Il babbione per suo conto
si dichiara arcicontento
senza tema di confronto.
Una bestia, figurarsi!
che cammina a quattro mani,
così bella e di talento,
non sarebbe un'ingiustizia
se volesse lamentarsi?

Ma una grande compassione
egli sente in cor per l'orso,
che gli sembra un così stupido
materiale bestïone,
così rozzo e disadatto,
che i pittori si rifiutano
fin di pingerne il ritratto.

L'orso subito protesta
contro questa insinuazione.
Quel che a lui sembra mal fatto,
corto in coda e grosso in testa,
una macchina pesante
senza garbo e proporzione,
è piuttosto l'elefante.

A sua volta anche costui,
ch'è un buonissimo pedante,
dice mal della balena
tutta schiena, tutta schiena.
Ogni mal è del vicino,
e per essere discreti
fa l'istesso panegirico
la formica al moscherino.

Barba Giove soddisfatto
li rimanda in santa pace.
Per venire adesso al fatto
non vi sembra che a un dipresso
anche noi facciam lo stesso?
Linci a scorgere del prossimo
i difetti, siamo poi
talpe cieche sol per noi.

Quando viene in questa valle
porta ognuno sulle spalle
una duplice bisaccia.
Dentro a quella che sta innanzi
volentieri ognun di noi
i difetti altrui vi caccia,
e nell'altra mette i suoi.



42911902-791c-4412-834d-d178159d6e2a
« immagine » VII - La Bisaccia Barba Giove disse un giorno: - Vengan quanti al mondo sono animali malcontenti e ciascun di lor mi parli senza fare complimenti, ch'io vedrò dal mio gran trono se si possa contentarli -. Il babbione per suo conto si dichiara arcicontento senza tema di confronto....
Post
01/10/2013 23:16:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. crenabog 02 ottobre 2013 ore 13:04
    che spettacolo e che ritmo, quella dieresi su "Bestione" è un gioiellino! (però a "rifiutano" avrei staccato la o finale... de gustibus!)
  2. tablor.due 02 ottobre 2013 ore 13:58
    Sono convinto che ci sia un errore di stampa e che il traduttore Emilio Di Marchi non abbia fatto un'errore così marchiano di mettere un novenario in mezzo a tutti ottonari (ecco il motivo della dieresi che ti piace) ;-)
    Anch'io leggendo ho sentito "la stecca" ma non me la sono sentita di modificare. Proverò a cercare un'altra fonte.
  3. crenabog 02 ottobre 2013 ore 14:51
    già,probabile che sia così! :-)
  4. tablor.due 02 ottobre 2013 ore 20:26
    Uhmm Ho sbagliato io: è un ottonario anche quello, così come il verso che finisce con "stupido". Entrambi sono versi sdruccioli. Ciò non toglie che mi "suona" meglio tronco ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.