ASCOLTARE...

04 luglio 2010 ore 16:59 segnala

È dire alla persona, non con parole, ma con gli occhi, con il viso, con il sorriso e tutto il corpo: tu sei importante per me, sei interessante, io sono contento che tu ci sia…

Non stupisce che il modo migliore di rivelarsi a se stessa, per una persona sia l’essere ascoltata da un’altra.
Ascoltare è innanzitutto tacere…

Avete mai notato come i “dialoghi” sono colmi di espressioni come: “E’ come quando io…” oppure “Mi ricordo quello che mi è capitato…”
Il più delle volte ciò che l’altro dice non è che un’occasione per parlare di sè stessi.

Ascoltare è iniziare ad arrestare il proprio cinema interiore, il proprio monologo portatile, per lasciarsi trasformare dall’altro.
È accettare che l’altro entri in noi come entrerebbe nella nostra casa per fermarsi un istante, sedersi sulla poltrona e rimanervi comodamente.

 

Ascoltare è veramente dimenticare le proprie preoccupazioni per donare tutto il proprio tempo all’altro.
È come una passeggiata con un amico: camminare con il suo passo, vicino ma senza dar noia, lasciarsi condurre da lui, fermarsi con lui, ripartire, per nulla, per lui.

Ascoltare non è tentare di rispondere, sapendo che l’altro ha in sè stesso le risposte ai propri interrogativi.
È rifiutare di pensare al suo posto, di dare consigli e persino di volerlo comprendere

Ascoltare è accogliere l’altro con riconoscenza così com’è, senza la pretesa di sostituirsi a lui per dirgli come deve essere.
È essere aperti, in forma positiva, a tutte le idee, a ogni argomento, esperienza, soluzione, senza interpretare, giudicare, lasciando all’altro il tempo e lo spazio per trovare la sua strada.

Ascoltare non è pretendere che uno sia così o cosà, ma imparare a scoprire le sue qualità specifiche.
Avere premura per uno che sta soffrendo non consiste nel trovare una soluzione o dare una spiegazione alla sua sofferenza, ma significa dargli la possibilità di comunicarla e aiutare lui stesso a trovare la strada della liberazione.

Imparare ad ascoltare qualcuno è l’esercizio più utile che possiamo fare per liberarci dalle nostre miserie…
Ascoltare è donare all’altro quello che forse nessuno ha ancora donato a noi: attenzione, tempo, una presenza affettuosa.

È ascoltando gli altri che impariamo ad ascoltare noi stessi, il nostro corpo e tutte le sue emozioni; è il cammino per imparare ad ascoltare la terra e la vita, è diventare poeta, cioè sentire il cuore e vedere l’anima delle cose.

Chi sa ascoltare non vive più nella superficialità: sa comunicare con la vibrazione interiore di ogni vivente.

André Gromolard

 

Io credo profondamente in quanto vi ho citato. In questo campo, non si inventa nulla. Solo le persone pazienti, altruiste, equilibrate, riescono a trasmettere serenità a chi sta loro parlando, a chi si sta con loro confidando….Il cosiddetto compagno, il cosiddetto amico, la persona con cui ci soffermiamo a parlare di volta in volta, assai raramente riescono ad “ascoltarci”. Spetta a noi allora, “sorprendere” il nostro interlocutore  nel regalargli il vero rispetto, la vera amicizia, il vero amore. Come? ASCOLTANDOLO!!!

 

11668425
È dire alla persona, non con parole, ma con gli occhi, con il viso, con il sorriso e tutto il corpo: tu sei importante per me, sei interessante, io sono contento che tu ci sia… Non stupisce che il modo migliore di rivelarsi a se stessa, per una persona sia l’essere ascoltata da un’altra. Ascoltare ... (continua)
Post
04/07/2010 16:59:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. selvaggiatigre 04 luglio 2010 ore 17:49

    x essere passato dal mio paesiello....:-)

    :bye  buona domenica....

  2. Niky.09 04 luglio 2010 ore 17:58

    Complimenti per il tuo stupendo post!

    Sono d'accordissimo su tutto ciò che hai scritto. Di questi tempi è difficile per molti metterlo in pratica!

    "Abbiamo due orecchie e una sola bocca proprio perché dobbiamo ascoltare di più e parlare di meno"

    Buona domenica:rosa

    Fiore

  3. lilith2 04 luglio 2010 ore 18:28
    nessuno ascolta perchè c è un mare di solitudine e allora si sprecano parole..........si cerca di colmare il vuoto dell anima con milioni di parole.......ma se non convivi con te stesso per primo sarai solo anche fra un milione di persone
  4. Anima.Lunatica 04 luglio 2010 ore 19:36

    Ascoltare agli altri con respeto, serenita e pazientemente...excelente idea! A volte e difficile solo ascoltare perche non tutti la pensamo uguale.

    Saludos :-) :rosa

     

  5. scoutover 04 luglio 2010 ore 20:34
    Tutto vero, ma il più delle volte non riusciamo ad ascoltare gli altri perchè abbiamo noi stessi un gran bisogno di essere ascoltati.
    Ciao caro, un affettuoso saluto :bye

    p.s. come si fa a trovare l'indirizzo del nostro blog, per poi inserirlo ?
  6. haida.CA 05 luglio 2010 ore 14:56

          Saper ascoltare....senza interrompere,con attenzione,aprendo la mente e il cuore mentre l'altro ci parla....non è cosi difficile,basta dedicare un pò del nostro tempo all'ascolto delle persona che ci parla.

           Complimenti per questo post.....:rosa molto significativo.

                          Ciao un abbraccio forte:fiore

                                                                  Aida

     

  7. didi71 05 luglio 2010 ore 16:30

    chi la possiede sa anche ascoltare.Tante volte non riusciamo a capire quello che accade dentro di noi,è per questo che sentiamo il bisogno di esprimerci,di confidarci,di parlare di noi,di farci incoraggiare.Si cerca lo sfogo,l’appoggio,il conforto.Saper ascoltare è un dono che non tutti hanno, necessita di equilibrio,apertura mentale,empatia,accantonare giudizi,pregiudizi,pareri,consigli… secondo me quando trovi una persona capace e disponibile a saper ascoltare si trova un bene prezioso…ascoltare è una delle più belle dimostrazioni di affetto,e di amore.
  8. didi71 05 luglio 2010 ore 16:33

    ma non avevo messo i saluti... MO ME SENTE!!!:urlo ........:-))) ciao Tatino:kissy

  9. brillina76 05 luglio 2010 ore 17:36

    sei una persona molto dolce comprensiva pronta ad aiutare gli altri

    ed e una cosa bella dove ce un mondo che corre

    e nessuno che gli frega dell altro

    molte volte e difficile aprirsi

    ogni cosa a suo tempo

    buon inizio settimana

  10. Stelladisirio 05 luglio 2010 ore 21:33
    Saper ascoltare è un dono prezioso che non tutti hanno.
    Sembra facile ma non lo è affatto.
    Ascoltare è sinonimo di sensibilità, bontà d'animo e pazienza certosina.
    Chi vuole essere ascoltato confida ciecamente nella rettitudine dell'altro, nella sua discrezione, nella sua capacità di discernere il bene dal male(se ce ne fosse bisogno), nella sua mancanza di giudizio e soprattutto nella sua umanità.
    Chi sa ascoltare lo fa non solo per l'altro ma anche per se stesso:ha il dono di immedesimarsi nelle vicende dell'altro, nelle sue problematiche e incertezze, nelle sue paure traendone frutti in termini di esperienza di vita e di valorizzazione della propria esistenza.
    ASCOLTARE E' CRESCITA.
    Buona serata. :kissy
  11. ilgirasole66 05 luglio 2010 ore 21:37

    Bel post, grazie del tuo passaggio ... un bacione e buona serata   :-)

  12. pattygag 05 luglio 2010 ore 21:42

    quant'è bello questo post!!!Purtroppo pochissimi hanno il dono di saper ascoltare. Una buona serata ;-) e un bacione :bacio

  13. robertapall 06 luglio 2010 ore 00:11

    sccccccccccccccccccccc ti sto ascoltando!!!! notte serena :bye

  14. antonellachat 06 luglio 2010 ore 07:53
    ascoltare col cuore....(caspita...ho fatto pure la rima.!!!!!!!!..).....E' bellissimo "leggere"  le persone...anche dagli  atteggiamenti.. dalle espressioni....a volte riesci a cogliere particolari...che  ascoltando con le sole orecchie non potresti...........
    Ciao Tc 
  15. ampollina2 06 luglio 2010 ore 08:25

    buona  giornata :bye

  16. Ladydolceisabel 06 luglio 2010 ore 09:14

    Sai una cosa? Sei l'amico che tutti vorrebbero avere, è sì... perchè aver capito che la cosa più sorprendente che puoi fare nella vita, è ascoltare e dare, non sarai mai povero.

    Ascoltare è un arricchirsi l'anima del presente di chi ami, di chi conosci, ma soprattutto è un accrescimento del tuo amore per la vita.

    Ascoltando gli altri, è sofferenza, pazienza, amicizia, ma è anche passione per il prossimo.

    Ama te stesso come il prossimo tuo e chi da amore riceverà amore in misure doppie.

    Questa è la ricompensa più grande che si possa mai desiderare.

    Ti voglio bene mio caro Tecerco, perchè sai dimostrare quanto tu lo sia, anche con la tua simpatia sfrenata, sei sempre pronto ad ascoltare.

    Grazie... Isabel

  17. chiara.1977 06 luglio 2010 ore 09:53
    mi piace molto la tua riflessione e la citazione ovviamente la condivido: )
    ciao
  18. lemimose 06 luglio 2010 ore 10:16

    non è semplice, non è facile essere ascoltati....ascoltare....a volte si affidano i pensieri al cuore e con il cuore si agisce....ma poi con il cuore si può anche ferire....

    penso che basti poco , basta veramente poco per dare il vero cuore ... quello che gelosamente riserviamo....ma quando esso si esprime allora tutti tacciono e ascoltano

  19. Perla.16 06 luglio 2010 ore 10:18
    Ciao grazie x l'ottimo consiglio ...e x essere passato da me...  :staff ne terrò conto anche perchè la penso cm te.. un abbraccio Buona giornata... :bacio
  20. laragazzadeisogni.78 06 luglio 2010 ore 11:15

    Bellissime le tue parole...sono d'accordo con te bisogna saper ascoltare l'altro solo così capisci com'è e cosa ti trasmette senza giudicarlo o cambiarlo ma lasciarlo libero di esprimere se stesso e così hai rispetto per lui e per le sue idee...lo so non è da tutti saper ascoltare ma se noi vogliamo veramente fare del bene al nostro prossimo ci dobbiamo veramente impegnare...tante volte decidiamo di  far del bene alle persone e non sappiamo come si fa o non sappiamo da dove iniziare...ecco si inizia nei gesti semplici, gentili, il saper ascoltare è proprio uno delle più belle forme d'amore che ti fa felice e fa star bene il cuore del tuo vicino :-)

    ciao :rosa

     

  21. lapiubellaromantica 06 luglio 2010 ore 12:17
    Saper ascoltare è una delle abilità più importanti nella vita di tutti i giorni. Sono in pochi a saperlo davvero fare.
    Spesso mentre qualcuno ci parla, stiamo lì a pensare a come ribattere, ci parliamo dentro, tendiamo ad interrompere, per dire la nostra, o chissà cos’altro ancora.Occorre lavorare su se stessi per imparare ad ascoltare davvero. Imparare a non interrompere, imparare a sospendere il giudizio, imparare ad aprire davvero la mente ed il cuore, prima ancora che le orecchie. Fraintendimenti e malumori spesso nascono porprio da un cattivo ascolto.chi sa ascoltare è un grande comunicatore; chi sa ascoltare è un vincente in ogni campo.
  22. BlackLullaby 06 luglio 2010 ore 13:04

    Molto carino ^^

  23. AniTA.20 06 luglio 2010 ore 14:04

    ti ritrovo con immenso piacere,e con uno splendido post.Ascoltare è un dono prezioso che facciamo per prima cosa a noi stessi.........Grazie per i tuoi saluti da me.Anita

  24. james54 06 luglio 2010 ore 14:07
    Il mondo è pieno di persone che ascoltano soprattutto se stesse. Di solito, se non sanno capire gli altri, non hanno neppure una percezione chiara del loro gonfiato ma confuso “io”. Passano tutta la vita a coltivare un “sé” immaginario, che cercano di imporre al prossimo. Il problema è che spesso ci riescono, perché c’è anche nella natura umana il desiderio di essere “seguaci”, di accodarsi a qualcun altro; e chi parla più forte ha ragione, anche se non sa quello che sta dicendo. Il risultato è che si può coesistere, perfino convivere, senza mai capirsi o avere alcuna vera comunicazione. un saluto...
  25. cuocaprovetta74 06 luglio 2010 ore 15:28

    io sono una buona ascoltatrice ma non tutti sono cosi:batarosaciauz:bacio
  26. ilprofumodidonna 06 luglio 2010 ore 16:48

    mbolte persone pretendono di essere ascoltate, capite...ma non sanno fare altrettanto..perchè molti sono egoisti...

    ascoltare non significa solo sentire le sue parole, ma capire i silenzi e molto spesso bisogna guardare dentro i suoi occhi...perchè lì si riesce a leggere molto...

    Buona serata:bye

    P.S: bella la canzone di M.Jackson

  27. blurosee 06 luglio 2010 ore 19:42
    :rosa molto bello il tuo post ... grazie x la poetessa ... buona serata .:fiore ......serena
  28. Catina80 06 luglio 2010 ore 19:47
    bellissimo post complimentiiiiiiiiiiiiii!!traduzione del testo di questa canzone significatissimaaaaaaaaaaaaa!!!
    un bacio e buona serataaaaaaaa grazie del tuo passaggio nel mio bloggggg
    :kissy
  29. dolcecarrie 06 luglio 2010 ore 20:00
    Ascoltare è accogliere l’altro con riconoscenza così com’è, senza la pretesa di sostituirsi a lui per dirgli come deve essere. :-))



    E' vero spesso io e te parliamo di argomenti simili...sono pienamente d'accordo sull'importanza dell'ascolto...dolce serata :rosa 


    Cate 
  30. nientepiu 06 luglio 2010 ore 20:30
    non ho parole......sei meravigliosamente immenso! :batacoppia
  31. alba63 06 luglio 2010 ore 20:35
    è quasi un dono raro ci provo ma leggendo il tuo post mi accorgo che sn ancora molto molto lontana lontana.................... :bacio
  32. geum 06 luglio 2010 ore 21:07

      Bello cio' che hai scritto:-)
    Tanto Tempo Fa ero ad
    Assisi e in un negozio di
    ricordi il mio sguardo si è
    fermato su una Mattonella
    con scritte queste parole:

     SAPER PARLARE
     E UN DONO
     DI MOLTI

    SAPER TACERE
    UNA SAGGEZZA
    Di  POCHI

    SAPER ASCOLTARE
    UNA GENEROSITA'
    DI POCHISSIMI
    ......................

    E' divenuta la
    mia "memoria"
    quotidiana ...
    è lì che mi guarda
    e ogni giorno mi
    ricorda cosa fare ;-)
    .....................................
    grazie per essere venuto
    a salutarmi :staff
    :fiore





        
  33. oOLauraOo 06 luglio 2010 ore 21:44

    Bellissime parole! Purtroppo c'è poca gente che sa ascoltare ormai! Buona serata!!! BacinO

  34. bambinacattivasi 07 luglio 2010 ore 08:46
    il problema e che non sappiamo più ascoltare ciaoo
  35. AlessiaBordeaux 07 luglio 2010 ore 10:02

    Bello, grazie di avermi lasciato il link.ciao

  36. Arlesienne 07 luglio 2010 ore 12:05

    ma se c'è uno che ascolta...allora c'è pure uno che parla...

  37. monella610 07 luglio 2010 ore 14:03
    non sempre però chi chiede di essere ascoltato cerca solo quello ti guarda per cercare approvazione o disapprovazione. Sta attento ai tuoi messaggi corporei cerca conferme e rimanere ad ascoltare senza esprimersi sembra disattenzione...

    Ps grazie pe la visita tesò
  38. semplicemente.gio 07 luglio 2010 ore 15:37
    bellissimo post...
    e bellissime parole sopratutto queste:

    Ascoltare è accogliere l’altro con riconoscenza così com’è, senza la pretesa di sostituirsi a lui o lei  per dirgli come deve essere.
    È essere aperti, in forma positiva, a tutte le idee, a ogni argomento, esperienza, soluzione, senza interpretare, giudicare, lasciando all’altro il tempo e lo spazio per trovare la sua strada.


    mi resteranno impresse nel cuore...

    ti auguro una serena e dolce serata

    gio :rosa



  39. kiki7720 07 luglio 2010 ore 15:51
    bellissimo davvero
  40. Stelladisirio 07 luglio 2010 ore 16:10
    Io al mio tesoro farei ascoltare i primi versi della canzone di Baglioni "Senza te"......Passeretto non andare via :nonono ....... nella speranza che li sappia ascoltare.
    Scusami se ne approfitto......magari passa da queste parti.
    Un bacione tenerissimo :bacio

  41. sognodilibellula 07 luglio 2010 ore 17:10
    CHE DIRE CARO TC?...ASCOLTARE E' UAN VERA ARTE....
    SPESSO L'ESSERE UMANO SI LIMITA A SENTIRE...MA NEANCHE PIù TANTO QUELLO...VEDO PERSONE CHE ESPONGONO LE LORO DIFFICOLTA',E GLI ALTRI SUBITO PRONTI A DIRE'' E ALLORA IO''?...forse tutti vogliono essere ascoltati....ma nessuno sà ascoltare veramente....buon pomeriggio tc!!! :batacorda
  42. sognodilibellula 07 luglio 2010 ore 17:10
    CHE DIRE CARO TC?...ASCOLTARE E' UAN VERA ARTE....
    SPESSO L'ESSERE UMANO SI LIMITA A SENTIRE...MA NEANCHE PIù TANTO QUELLO...VEDO PERSONE CHE ESPONGONO LE LORO DIFFICOLTA',E GLI ALTRI SUBITO PRONTI A DIRE'' E ALLORA IO''?...forse tutti vogliono essere ascoltati....ma nessuno sà ascoltare veramente....buon pomeriggio tc!!! :batacorda
  43. indensita 07 luglio 2010 ore 17:23
    :rosa
  44. Dolcenera.60 07 luglio 2010 ore 17:54
    non sento cosa hai detto? a si ascoltare ,certo che ascolto ma la musica....dai che sto a scherza....ascoltare è un cosa che mi appaga tanto, anche se molto spesso non vengo ascoltata, ma poco importa l'importante è fare contenti chi ci sta parlando e magari farne tesoro anche a quello che ci dicono.... ce ne uno poi che conosco che mi ascolta tanto ma tanto ma proprio tanto...bacissimi a te tc. :rosa
  45. Biancaneve.1985 07 luglio 2010 ore 22:40


    .....dolce notte.....

    Bianca :batadorme
  46. Arwelyn 08 luglio 2010 ore 00:07

    cito una cosa che ho trovato sul web in proposito..spero ti sia gradita...parla del saper ascoltare..anche in internet!;-)

    :bye

    Quando si parla di comunicazione, si pensa sempre che la cosa più importante sia sapersi esprimere. Ma non è così. L’arte più sottile e preziosa è saper ascoltare. Questo è vero in qualsiasi forma di comunicazione, anche se apparentemente non è un dialogo. Mentre scrivo queste pagine sto cercando di “ascoltare” – per immaginare che cosa penserà chi legge, per ricordare ciò che ho imparato da chi ha letto altre cose che ho scritto e mi ha aiutato a renderle più chiare. Un libro che nessuno legge (o che nessuno trova utile o interessante) è solo un mucchio di carta sporco di inchiostro.

    La necessità di ascoltare è più immediatamente rilevante quando si tratta di comunicazione interattiva. È importante in ogni dialogo, ma soprattutto in rete – anche se i nostri interlocutori sono “invisibili” e in alcune situazioni non sappiamo chi sono (per esempio quando siamo in un’area di dialogo collettivo di cui non conosciamo tutti i partecipanti).

    Naturalmente “ascoltare” non significa usare solo l’udito; ma capire ciò che gli altri dicono e quali sono le loro intenzioni. Anche quando la comunicazione si trasmette con parole scritte anziché “a voce”. E proprio perché non vediamo le altre persone (e non possono correggerci subito, con una parola a con un gesto, se le capiamo male) dobbiamo essere particolarmente attenti nell’ascoltare e capire.

    Il mondo è pieno di persone che ascoltano soprattutto se stesse. Di solito, se non sanno capire gli altri, non hanno neppure una percezione chiara del loro gonfiato ma confuso “io”. Passano tutta la vita a coltivare un “sé” immaginario, che cercano di imporre al prossimo. Il problema è che spesso ci riescono, perché c’è anche nella natura umana il desiderio di essere “seguaci”, di accodarsi a qualcun altro; e chi parla più forte ha ragione, anche se non sa quello che sta dicendo. Il risultato è che si può coesistere, perfino convivere, senza mai capirsi o avere alcuna vera comunicazione.

    La percezione può fare curiose magie. Stiamo davanti a uno schermo televisivo su cui si muovono immagini piatte, “persone” alte una spanna. Sono pupazzi; molto spesso identità costruite, che somigliano poco alle persone reali come le potremmo percepire se le incontrassimo in carne e ossa. Ma nella nostra mente quelle immagini si formano come veri esseri umani; impariamo ad amarli, odiarli, a sentire simpatia o antipatia, a “viverli” fino al punto che li sentiamo parte della nostra vita quotidiana. Si crea così, davvero, un mondo “virtuale” che non riusciamo più a distinguere da quello “reale”.

    In rete non è così. Un giorno, forse, se tutto il mondo avrà davvero voglia di comunicare con webcam o altri sistemi “audiovisivi”... avremo ricreato nell’internet una specie di “televisione per tutti”. Che avrà tutte le falsità della televisione “a senso unico”, perché è difficile che una persona si comporti in modo “naturale” e spontaneo quando sa di essere davanti a una telecamera.

    Ma lasciamo perdere le fantasie e vediamo la rete com’è. Ogni cosa che accade è comunicazione. Prima di pensare a ciò che possiamo dire o scrivere, l’importante è saper ascoltare e capire. Chi vuole comunicarci qualcosa e perché? Siamo sicuri di aver capito bene le sue intenzioni e ciò che sta cercando di dirci? Non è una fatica, né uno sforzo, se abbiamo un atteggiamento disposto ad ascoltare. Diventa facilmente un istinto, un modo di essere. Ed è molto più interessante capire, sentire il valore e il senso della comunicazione che limitarci al significato superficiale delle parole.

    Ascoltare vuol dire, prima di tutto, mettersi nei panni degli altri. Capire le cose dal loro punto di vista. Ma si tratta anche di percepire ciò che forse un’altra persona non aveva intenzione di dirci, ma involontariamente “trasmette” con il suo stile, il suo comportamento, il suo modo di esprimersi. Il “tono di voce” si può chiaramente percepire anche in un messaggio scritto. In rete cadono (o almeno si attenuano) i ruoli, le posizioni, le gerarchie. Si crea con sorprendente facilità una “confidenza” che non è sempre facile in un incontro “fisico”. Ma se non sappiamo ascoltare c’è il rischio che anche in rete ci sia solo una serie di soliloqui, un “dialogo fra sordi”.

    Il dizionario Devoto-Oli definisce così la parola “ascoltare”: «Trattenersi volontariamente e attentamente a udire, prestare la propria attenzione o partecipazione a qualcuno o qualcosa in quanto informazione o motivo di riflessione». Certo... non tutto quello che sentiamo dire, non tutto quello che leggiamo merita di essere capito e approfondito. Ma ci vuole qualcosa di più di un “buon orecchio” per cogliere i segnali interessanti che spesso non sono dove ce li aspettavamo. Se entriamo in un dialogo, in uno scambio, abbiamo scarse probabilità di farci capire (e di essere ascoltati) se prima non abbiamo saputo ascoltare “con attenzione e partecipazione” – e anche riflettere.

    Dice Karl Menninger: «Ascoltare è una cosa magnetica e speciale, una forza creativa. Gli amici che ci ascoltano sono quelli cui ci avviciniamo. Essere ascoltati ci crea, ci fa aprire ed espandere».

  47. Roberta.35 08 luglio 2010 ore 00:15

    ...ma è così difficile saper ascoltare in questo mondo frenetico..."usa e getta"...

    anche perchè ascoltare richiede tempo...e sembra che ne abbiamo sempre così poco...

    Ciao.

    Roberta.

    P.S.: perfettamente d'accordo con te.

  48. indensita 08 luglio 2010 ore 11:01
    :rosa :micio
  49. mora.70 08 luglio 2010 ore 13:16
    imparare ada scoltare la propia anima ...  vero cm hanno detto in molti t :clap utti vanno di fretta e difficile trovare chi ti sappia ascoltare ancor peggio di ascolta e comprende i tuoi silenzi ...un saluto grazie x le visita al mio blog .buona giornata
  50. Alisia4ever 08 luglio 2010 ore 15:05
    in amore mi piace ascoltare il silenzio insieme alla persona che amo (me lo ha insegnato lui). non c'è bisogno di parole perchè il suo respiro mi dice
    tutto :shy
    nell' amicizia virtuale, se l'argomento mi interessa, "zittisco" perfino il videobox per meglio "ascoltare" il concetto che l'autore vuole trasmettere (poi rileggo con la musica che, almeno nel mio blog, non è mai messa a caso). nel reale(spesso anche nel virtuale), dicono che sono una persona che sa "ascoltare senza interompere".
    aly :rosa
     
  51. Alisia4ever 08 luglio 2010 ore 15:16
    hai deciso di filtrare i commenti? avrai le tue buone ragioni, ma ti confido che preferivo prima. come dici?  certo, è colpa mia perchè non sono nella tua lista amici  (sapessi quante volte me lo scrivono) :-(
    che grave colpa la mia!
    aly :rosa
  52. venuste 08 luglio 2010 ore 16:46

    appunto come hai scritto tu....

    solo che spesso sono solo belle parole...

    magari fatte col copia incolla...

    e poi....realmente quanto siamo disposti ad ascoltare???
    forse siamo disposti ad ascoltare solo le persone che sono felici

    da se...

    troppo facile.......

    difficile è  ascoltare una persona che ha bisogno

    di aiuto.......di una parola di conforto.....

    ma se non ha certi requisiti.......

    se lei.......non ha una vita felice... e spensierata.....

    che si fa???

    la si blocca.........

     

  53. fortunata5 08 luglio 2010 ore 17:01

    nella nostra società si parla troppo

    e non si ha più il tempo x l'altro...

    è come hai detto tu.ASCOLTARE.

    l'altro ci parla col linguaggio del corpo,con i suoi silenzi...

    essere capaci di DARE attenzione all'altro dovrebbe essere   il primo compito per relazionarci e costruire  AMORE o AMICIZIA

    Non  per presunzione ma a me non riesce difficile,vuoi  per educazione,per indole o per professione...

    quando hai bisogno !!!:many

     

    FELICE GIORNATA

                                         Diana

  54. Stelladisirio 08 luglio 2010 ore 17:13
    Ti lascio un bacio fresco fresco come la neve, così spero ti consoli.....aspettando......che arrivi la neve.....

    Buon prosieguo di giornata :rosa
  55. stregattablu 08 luglio 2010 ore 17:52
    La realtà dell’altro non è in ciò che ti rivela, ma in quel che non può rivelarti. Perciò, se vuoi capirlo, non ascoltare le parole che dice, ma quelle che non dice....ciao cris... ;-) :bye :clap :clap
  56. MIRKO.CUOREROSSOBLU 08 luglio 2010 ore 22:38
    wow... Michael!  :shy
  57. lallina55 08 luglio 2010 ore 23:08

    dicono che un vero amico è chi ti prende per mano e ti ascolta.....vorrei incontrarne molti nel mio cammino

    :batacin

  58. MARCOTOPGUN 09 luglio 2010 ore 07:10

    quanto è difficile saper ascoltare...alleniamoci a farlo senza remore e pregiudizi...

    buona giornata

    Francesco

  59. morella57 09 luglio 2010 ore 15:28

    ed è del tutto vero. importante saper ascoltare l'atro..spesso è solo di questo che ha bisogno. il problema è che si riesce ad ascoltare con attenzione e piacere solo chi si ama..non tutti indiscriminatamente.

    e invece forse è proprio ciò che si dovrebbe cercare di fare........

  60. hope.72 09 luglio 2010 ore 18:51
    capiremmo di più...le parole spesso distruggono!
    Buona serata e a presto

    @hope
  61. coccinella06 10 luglio 2010 ore 16:25
    e donare se stessi agli altri a volte aiuta ma a volte fa cadere nella sofferenza a volte non sai come dire quel qualcosa che già sa ma sembra non cogliere...ti auguro un sereno sabato grazie dei tuoi passaggi da me un abbraccio :kissy
  62. MartinaCile 10 luglio 2010 ore 18:19
    ...ringrazio molto il tuo comentario... mi fa molto piacere sapere che non sono l'unica che pensa che la vita e un vero gioco.. ahahhaha
    saludos desde cile...

    ps: una volta che imparo ti metto tra i miei preferiti per leggerti anch'io
  63. Asterope 11 luglio 2010 ore 18:59
    ogni volta leggere è il tuo blog è un modo per passare 5 minuti in totale tranquillità.. :-)
    e forse sarò ripetitiva, ma anche questo è un post che mi piace quanto o forse più degli altri..
    Sentiamo quello che gli altri vogliono dirci, ma non lo ascoltiamo..è una differenza fondamentale..
    anche per imparare a farlo ci vuole pazienza e soprattutto volontà..
    Se continueremo a pensare ai nostri problemi,trascurando ciò che vogliono dirci gli altri il risultato sarà solo che poco a poco li perderemo..
    Un saluto....Asterope!
  64. dolcegatta62 12 luglio 2010 ore 10:43

    per ora ti lascio il mio abbraccio, poi, con calma leggero' i tuoi interessantissimi post:-)

    ps) S.T. F.  :-)))  grazie Tc :rosa

    Nicole

  65. dolcegatta62 13 luglio 2010 ore 11:58
    Saper ascoltare è una delle abilità più importanti nella vita di tutti i giorni. Sono in pochi a saperlo davvero fare :-)

    Spesso mentre qualcuno ci parla, stiamo lì a pensare a come ribattere, ci parliamo dentro, tendiamo ad interrompere, per dire la nostra, o chissà cos’altro ancora.  Fraintendimenti e malumori spesso nascono porprio da un cattivo ascolto. Una delle principali cause di stress al lavoro come nella vita privata, è proprio il non sentirsi capiti, ascoltati o stimati.

    Occorre lavorare su se stessi per imparare ad ascoltare davvero. Imparare a non interrompere, imparare a sospendere il giudizio, imparare ad aprire davvero la mente ed il cuore, prima ancora che le orecchie. Chi sa ascoltare è un grande leader; chi sa ascoltare è un grande comunicatore; chi sa ascoltare è un vincente. In ogni campo.:-)Solo chi sa ascoltare davvero può vivere a pieno ogni giornata.

    Ecco una piccola storiella che ho letto qualche tempo fa:  

    "C’era una volta un pover’uomo che chiedeva qualche spicciolo all’angolo di una strada. era conosciuto da molti negozianti e passanti della zona come una persona mite e che non dava assolutamente alcun fastidio: si limitava con molta discrezione ad esporre il suo cappello ed un breve biglietto per raccontare la sua storia.
    Con regolarità passava da lui un signore molto distinto, che si fermava a parlare con lui. All’inizio nessuno dei vicini ci fece caso, ma poi questa presenza periodica iniziò ad attirare l’attenzione.

    Qualcuno notò che questo signore, sempre ben vestito, non lasciava mai neanche un soldo, e così incominciarono a circolare critiche di tutti i generi sulla "tirchieria" di questo personaggio. Tuttavia l’ometto sembrava sempre molto contento di vederlo.

    Una volta uno dei negozianti presso cui il nostro ometto stazionava, dopo che il signore distinto fu andato via, gli chiese:
    "Come stanno andando le entrate oggi?"
    "Molto poco… anzi quasi nulla…"
    In quel momento passò una signora che lasciò qualche centesimo… Al che il negoziante aggiunse con una punta di sarcasmo:
    "Certo però che se almeno quel signore così distinto ti desse una frazione dei suoi averi, potresti evitare di stare qui tutto il giorno…"
    "Oh, no, non è così - rispose l’ometto - Sai chi è quello? Quello è il presidente di una grande società: per parlare con lui la gente fa la fila per settimane. Ogni minuto del tuo tempo vale un sacco di soldi…"
    "E allora? A maggior ragione dovrebbe dare di più…"
    "Ma lui da di più… Mi dona ogni giorno il bene più prezioso che ha una cosa che non si riguadagna: un po’ del suo tempo per ascoltarmi e per farmi sentire importante per qualcuno… E’ qualcosa che non potrà più avere in nessun modo, perchè il tempo non ritorna…"

    Quante volte diciamo a qualcuno di non avere tempo per ascoltarlo… quante volte ascoltiamo distrattamente, magari assorti nei nostri pensieri…

    Troppo spesso riceviamo passivamente i segnali che ci vengono inviati, ascoltare è in realtà molto più che il semplice sentire.

    Dedicare un pò del proprio tempo all’ascolto sincero è uno dei più bei regali che si possa fare, agli altri ed a se stessi.....

    Buona giornata Tc, sempre piu' belli i tuoi post.

    :kissy

    Nicole

  66. fiorepassito 13 luglio 2010 ore 13:44

    per  cercarti...ce  nè  voluto.....

    per  fortuna...che  Mychatta..dice: "per cortesia contenuti brevi..grazie!"......e  poi  si  ritengono  educati..i  tuoi  fans....

    Buona  giornata  a  Te.....:love

  67. Sardegnanelcuore 18 agosto 2010 ore 19:04
    Grazie per il tuo commento, lieta di sapere che ti piace il mio blog,
    complimenti anche a te per il tuo. Ciao

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.