Ecco il tormentone dell'estate...

15 agosto 2010 ore 23:15 segnala

" 'Na bira e un calippo" è il frutto di due ragazzotte romane che con una loro intervista verace rilasciata sulla spiaggia di Ostia, senza saperlo, sono diventate nel giro di poche ore regine del web e poi di televisioni e di giornali. E' l'ennesima conferma delle strane, e a volte perverse dinamiche della comunicazione. E ora le due morette in bikini che in un romanesco "molto moderno" hanno disquisito di caldo e sete, sono ricercatissime. L'intervista è stata fatta dal giornalista di Sky Tg24, Nicola Veschi, in una spiaggia libera di Ostia. Ma in un primo momento non è andata in onda. E' finita invece su YouTube (con tanto di traduzione per chi non è habituè del dialetto romanesco). Ed è qui che l'hanno pescata quei mattacchioni del Trio Medusa, specialisti su Radio Deejay in tormentoni e gag. Questa volta però il successo è stato dirompente: il video con le due ragazze che parlano con una spontaneità disarmante di "na bira e un calippo" per dissetarsi e di una "doccetta" per rinfrescarsi e che, tra risate ed ondeggiamenti, sintetizzano la cappa di caldo con "stamo a fa' la colla", è stato cliccato e visto da oltre 1.000.000 di persone, conquistando la top-ten di YouTube. Il resto l'hanno fatto gli altri siti internet ed i tiggi nazionali. Puntualmente la piazza virtual si è divisa tra chi accusa le ragazze di essere volgari e coatte e chi le difende per la loro spontaneità; c'è chi sostiene che sono belle perchè vere e chi invece ipotizza che si tratti di un cosiddetto "viral" per pubblicizzare un film o un prodotto ancora tutto da svelare. Il business non è stato certo a guardare. C'è chi ha già pensato di registrare il marchio "'na bira e un calippo" e di stampare subito delle magliette. Una casa produttrice di gelati ha colto al volo l'occasione, distribuendo l'indomani migliaia di Calippo gratis...e si aspetta che qualcuno faccia altrettanto con la "bira"(ndr: birra) (D. Desario, dalla stampa quotidiana)

E rilevo quanto sia facile a volta fare fortuna...basta incontrare le persone giuste, al momento giusto e fare la battuta giusta! Dunque, amiche/i, tutti in giro per spiagge, supermercati, luoghi affollati in genere e chi è piu' fortunato, magari si ritrova improvvisamente...milionario!!! Buone vacanze.

TC:cuore

11711671
" 'Na bira e un calippo" è il frutto di due ragazzotte romane che con una loro intervista verace rilasciata sulla spiaggia di Ostia, senza saperlo, sono diventate nel giro di poche ore regine del web e poi di televisioni e di giornali. E' l'ennesima conferma delle strane, e a volte perverse...
Post
15/08/2010 23:15:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. didi71 16 agosto 2010 ore 00:06

    vado a fa'  'na doccetta:-)))  e poi a :ronf Bacio Tatina TuA

  2. sissyprincipessa 16 agosto 2010 ore 08:41
    come si dice, basta che sene parli tutto fà brodoooooooooooooo :ammucchiata
  3. codiceluna 16 agosto 2010 ore 09:59
    ..estate mi farò trovare sulla spiaggia di Torvaianica con cornetto algida e coca cola...si sa mai...!  :many
  4. Asterope 16 agosto 2010 ore 12:20
    Quanto è strano il mondo della comunicazione!!Si va a puntare su personaggi insoliti e che in fondo non dicono nulla di speciale, facendoli diventare chissà cosa..
    Stiamo a vedere cos'altro si inventano..


    Buon lunedi.. :-))
    A presto...
  5. didi71 16 agosto 2010 ore 14:42

    detto che TA oggi?......TA!:kissy

  6. didi71 16 agosto 2010 ore 14:43

    detto che TA oggi?....TA!:kissy

  7. didi71 16 agosto 2010 ore 14:44

    detto che TA oggi?....TA!:kissy

  8. didi71 16 agosto 2010 ore 14:45

    :-))) magari divento milionaria!!;-)

  9. stellaaaaaaaa 16 agosto 2010 ore 17:27
    Ciao T.c.buon inizio settimana :kissy
  10. dolceluna71x 16 agosto 2010 ore 17:33

    manco loro s'aspettavano tanto casino per un intervista semplicissima...una come tante.......

    baciate dalla fortuna direi......................

    bella Ostia....l'adoro!!!!!!

    un abbraccio

    Cat

  11. la.claudia65 16 agosto 2010 ore 21:24

    ci voleva davvero un traduttore, leggermente incomprensibile, simpatiche però...ci si diverte con poco almeno...

    :fiore cla:fiore

  12. ACIDA.SA 16 agosto 2010 ore 22:54
    me sà che fà caldo solo da loro..........qui stà a fà un tempaccio  :bye
  13. sissyprincipessa 17 agosto 2010 ore 09:51
    so passata per un saluto, buona giornata :rosa
  14. fiorepassito 17 agosto 2010 ore 11:00

     

    ....Eccomi....passo...e  dico:ciao

    :rosa

  15. ilprofumodidonna 17 agosto 2010 ore 16:52

    famose per una bira e un calippo...ecco la realtà in cui viviamo..

    Ciao Te cerco...buone vacanze a te:bye

  16. brillina76 17 agosto 2010 ore 20:39

    be...

    ogni uno al suo dialetto

    docce na cifra co sto caldo

    a bira naaaaaaaaaaaaaaaaaa me gonfia

    :many :kissy

  17. dolcegatta62 17 agosto 2010 ore 21:00

    ma dove te le vai a scovare tutte queste news? :-))) Queste due, se finissero in mano a Carlo Verdone, finirebbero a pieno diritto come caratteriste dei suoi prossimi tre film:-))) Sono troppo coatte ste due... ma "cioè stamo tipo a fà la colla" potrebbe diventare un tormentone estivo 2010 :-)))

    ciao carissimo:kissy

    Nicole

  18. Duchessazzurra 17 agosto 2010 ore 22:47
    ammazza che bello il romanesco!!!!!
    na uffaaaaaaaaaaaaaa perchè nessuno  mi ha intervistato al mare???
    ovvio, ero a Jesolo e se dicevo che bevevo " un'ombreta" sembravo fare l'ennesima pubblicità all'alcool!
    mah..passa il tempo ma sono fuori come sempre!!
    angy
  19. Cris130174 17 agosto 2010 ore 22:49

    "a bira" ???


    :mitra :gun ;-(

  20. morella57 18 agosto 2010 ore 01:38

    buffa sta cosa...certo, c'è da chiedersi se sia fatta ad hoc oppure spontanea; cmq mi scappa da ridere per il fatto che una - in fondo - banale intervista sia diventata un tormentone...certo che noi italiani non abbiamo proprio nulla da fare, sembrerebbe:-p 

    ciao:many

     

     

     

  21. tecerco 18 agosto 2010 ore 11:20

    Leggo sul tuo profilo neo-nato che a 36 anni sei uno studente.:mmm ...capisco....Certo, è dura la scuola, per te! E me sa che so' le lingue che te mancano. Devi studiare, ragazzo mio, mettercela tutta ed imparare. Di romanesco, ti do una lezione io...agratise.

    Bira, sta per... birra

    Tera, sta per... terra

    Guera, sta per... guerra

    ....Buro, sta per...burino, cafone.

    Tu studia, ragazzo mio, e portati avanti..

    Ciao, caro.

  22. fortunata5 19 agosto 2010 ore 14:06

    l'esempio di  MERITOCRAZIA ...

     

    mi vien da piangere................;-( 

     

    ciaooooooooooooooo

                                                Diana 

  23. Cris130174 20 agosto 2010 ore 20:38

    Si amico mio, leggi bene, a 36 anni sono dovuto ritornare "sul banco" a causa di dinamiche che mi sembra superfluo spiegarti.....

    :mmm

    Non serve che tu faccia un elenco di alcuni modi di dire in romanesco, ho molti amici a Roma e dintorni, persone che conoscono molto bene il loro dialetto ma che fortunatamente conoscono altrettanto bene l'Italiano....

    :ehy

    Il mio precedente post era del tutto ironico, soprattutto mi chiedo come possano esistere ancora nel 2010 persone (sottolineo giovanissime) che si esprimano pubblicamente (e anche qui sottolineo pubblicamente e senza conoscere la provenienza dell'intervistatore...tu pensa se un bergamasco andasse ad intervistare in bergamasco per le strade di Palermo... :sbong) in questo modo...

    "ce semo presi na bira" ????  :nono1 :pianto

    ...a Roma, quella che dovrebbe (dovrebbe) rappresentare l'Italia in quanto sua capitale geografica, che dovrebbe essere il punto di riferimento culturale per tutta la nazione..."ce semo presi na bira" ??? ...e ovviamente, visto che siamo un popolo di pecore e di mediocri alla deriva facciamogli fare pure successo a queste due sottosviluppate, mi stupisco di come la premiata ditta Costanzo/DeFilippi non ci abbia già messo gli occhi sopra....

    :amen

    ...senza polemica è....ciao :bye


  24. Stelladisirio 20 agosto 2010 ore 22:56

    Magari potessimo diventare milionari!

    Ipocrisia a parte a chi non farebbe comodo guadagnare soldi con tanta facilità?.......l'importante è spenderli bene......io senza ombra di dubbio farei tanta beneficenza......aiutare persone in difficoltà e animali abbandonati mi renderebbe estremamente felice.

    Un megabacio, un megasaluto e un megabbraccio:bacio

  25. tecerco 20 agosto 2010 ore 23:38

    Ti anticipo che anche io ci ho infilato un pò di ironia...bonaria,nella mia risposta. Capisco il tuo sfogo e tuttavia io preferisco sorridere di questo "tormentone dell'estate". La corsa a vederle sul web, è legata alla pubblicità fatta su di loro, inconsapevoli ragazze, che con tanta spontaneità hanno risposto all'intervistatore. Non avranno sicuramente una cultura eccelsa quelle due, ma non le considero "sottosviluppate", solo perchè parlano nel loro dialetto. Non esiste proprio. Come non esiste che si faccia un ragionamento serio, convinto, che le due debbano "pagare un fio maggiore", perchè sono romane e Roma, in quanto capitale, dovrebbe dare solo esempi di giovani di elevavata cultura! Ma daiiii! Io, ho letto negli occhi di quelle due ragazze una assoluta normalità, sono due come tante, due come se ne incontrano a Bergamo o a Reggio Calabria. Non hanno detto parolacce. Dunque sono educate. Sono state sorridenti e simpatiche, specie la prima, che ha parlato piu' a lungo. In conclusione, caro amico, ti pregherei di riflettere meglio, prima di gettare croci addosso a due brave ragazze.L'intervistatore non sembrava parlasse in dialetto, forse era di fuori Roma. E allora? Non vedo il problema. E la loro risposta..."ce semo presi 'na bira".. E che c'è da dire? Dialetto romanesco, simpatico a sentirsi, per quanto mi riguarda.Quanto poi al discorso che questo episodio possa essere significativo per la loro esistenza economica, qui ci sarebbe da discutere, hai ragione.C'è tanta gente a spasso, che andrebbe aiutata, anche e soprattutto quella! E condivido che questo prender troppo piede della TV gossip, a discapito di altra TV piu' "culturale", non sia utile.

    Grazie, per il tuo intervento. Ciao.

  26. spazio1969 21 agosto 2010 ore 23:05

    grassie!

    Il dialetto romanesco, come il napoletano è una lingua "parallela" all'italiano usata da molti comici il che fa sì che la si capisca almeno a grandi linee anche da chi è valdostano , sardo o siciliano. Ricordate il "ma che vor dì" di Enrico Montesano? Penso a Paolo Panelli, ad Alberto Sordi, Gigi Proietti, o al più attuale Enrico Brignano, attraverso di essi il dialetto viene veicolato nella case della gente, e fa sì che venga compreso e percepito con simpatia, sa di "coatta" spontaneità, non necessariamente derivante da ignoranza,anzi... conosco persone coltissime( me?!...ihihihihihi :hihi :hoho) che usano il proprio dialetto per rimarcare certi concetti e sottolineare stati d'animo particolari.

    Un pò di elasticità suvvia! le ragazze intervistate magari non saranno delle cime, ma con la" presunzione" bonaria dei romani hanno pensato che fosse normalissimo esprimersi nella lingua del luogo dove vivono come se parlassero un perfetto italiano da tutti comprensibile e poi in fondo.....

    SO' RAGAZZE........!

     mi sento dire senz'altro: molto rumore per nulla.

    se vedemoooooo! :bye :bye

     

  27. RUVIDA 07 settembre 2010 ore 12:44

    Oddeo...na bira :nono1 !!!!! Cor sole???? Ma nu fa male alla pelle???mejo er calippo poi.....rinfresca come er talco mentolato.

    nb : giuro sul calippo della mora che nn sono romana!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.