Estate tra cellulari e Wifi

02 settembre 2014 ore 23:01 segnala


Qualche decennio fa, nelle estati torride romane, si andava alla ricerca dell’ombra. Specie i turisti, vagavano tra un ristorante e un vicolo, tra una chiesa ed un baretto ventilato, soprattutto alla ricerca di frescura. Poi prese piede l’aria condizionata: ristoranti quasi polari, macchine fornite di “aria” che mandarono in pensione le old fascinose cabriolet, hotel climatizzati e sale di ritrovo provviste di congegni spara-acqua-nebulizzata. Oggi invece l’oggetto del desiderio è il Wifi, cioè la connessione ad internet senza fili, che consente agli smartphone di utilizzare Whatsapp, leggere la posta elettronica, pubblicare foto ed entrare su Fb ed altri network. Chi lavora, in pausa pranzo sceglie la tavola calda o il bar che hanno un buon Wifi. Idem per le uscite serali, tra cinema, ristoranti e discoteche. Chiaramente ormai le spiagge piu’ richieste di Ostia, Fregene e Torvaianica, hanno il Wifi. Con il risultato che sempre piu’ numerosi sono i luoghi ove vedi gente ingobbita,abbarbicata al proprio cellulare di ultima generazione. E non c’è rimedio, poiché oggi la nuova frontiera, quella appetita dalla massa, è il contatto web all-day. Dove sono finite le cenette romantiche, occhi negli occhi? Scomparse, a favore del ferale oggetto luminoso che occupa ormai i ¾ della nostra giornata. Ci si può salvare però, lo si fa tornando all’antico. E’ per questo che, prescindendo dal fatto che anche io ho il mio smartphone super accessoriato, tuttavia la sera esco senza cellulare al seguito. Ebbene si, io mi distinguo dalla massa. Rimango un po’ isolato, è vero, ma non potete immaginare quante foto io faccia a questi fissati dello “smart…” con la mia fotocamera digitale. Certo, non le pubblico in Instagram, ma state certi che le invio durante tutto il giorno successivo ai miei amici di Fb. Io mi distinguo! :ok

TC :cuore
88d85888-5a3f-48c5-9f06-b83cae6643a5
« immagine » Qualche decennio fa, nelle estati torride romane, si andava alla ricerca dell’ombra. Specie i turisti, vagavano tra un ristorante e un vicolo, tra una chiesa ed un baretto ventilato, soprattutto alla ricerca di frescura. Poi prese piede l’aria condizionata: ristoranti quasi polari, m...
Post
02/09/2014 23:01:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. julia.pink 02 settembre 2014 ore 23:12
    Allora io non sarò mai fotografata da te :-p ho un cellulare super economico da qualche anno(che uso solo per chiamate necessarie) che perdo sempre ovunque , e che ritrovo sempre, chissà perchè :ok
  2. tecerco 02 settembre 2014 ore 23:21
    julia.pink: Io di quelli, giulie,' ne ho ben tre...uno per ogni gestore, che porto con me la sera, secondo una turnazione...e ne ho smarrito un quarto. Non lo dico a nessuno ma, imboscato in una tasca interna del borsello, c'è il mio smartphone, se per caso mi colpisse, durante la serata, la crisi di astinenza, è vero... ;-)
  3. julia.pink 02 settembre 2014 ore 23:24
    secondo una turnazione
    :drunk
  4. tecerco 02 settembre 2014 ore 23:32
    eh si, ho tre nokietti da 40 euro ciascuno, a cui sono parimenti affezionato...che ci posso fare! non li porto tutti e tre a spasso sennò me pija un tumore fulminante pe' via delle radiazzioni, ed allora ecco l'idea: la turnazzione! capitto mi hai?
  5. julia.pink 02 settembre 2014 ore 23:34
    Capitto ti ho! Mi fai morire dal ridere :many :many
  6. AstrotermicAle 03 settembre 2014 ore 13:13
    Che tragedia vedere quelle belle compagnie di giovani in silenzio, ognuno di loro impegnati a digitare sui propri android.
    E le coppiette? prima in silenzio a guardarsi attorno, ora con l'escamotage del cellulare.
    E il sesso? Virtuale, of cours!
    E se un giorno ci fosse un enorme black-out ? Torneremmo a guardarci negli occhi?
    Mah..
  7. tecerco 03 settembre 2014 ore 13:28
    AstrotermicAle: Ho volutamente esagerato nella descrizione. Rimango un inguaribile ottimista e sono convinto che chi si ama...le coppie...ed anche le congreghe di amici, stiano imparando a sfruttare questi gadget come ulteriori possibilità di scambio di opinioni e condivisione di sè. Chi si ammala di web,chi esagera,chi non vive soprattutto la vita reale, è destinato alla solitudine.
    Un saluto caro.
  8. AstrotermicAle 03 settembre 2014 ore 13:33
    Hai perfettamente ragione! Io, in compagnia o in coppia, lo ammutolisco o spengo.
  9. dolcecarrie 03 settembre 2014 ore 13:58
    ..imboscato in una tasca interna del borsello, c'è il mio smartphone, se per caso mi colpisse, durante la serata, la crisi di astinenza

    ma... no non ti distingui per niente :hehe :hehe
    Io ne uso uno che non fa più neppure i messaggi, mi devo aggiornareeeeeee :rosa :bye
  10. tecerco 03 settembre 2014 ore 14:13
    dolcecarrie: Guarda, te ne dico una: l'avevo comprato due anni fa e per due anni è servito a far giocare mio figlio senza che io mi decidessi ad inserirvi una scheda per whattsapp,telefonate, navigatore e quant'altro...ho resistito, ma quando il mio piccolo, 11-enne, prima di partire per Trieste, complice la mamma e me consenziente obtorto collo, mi si è presentato con uno smartphone di ultima generazione, allora non ce l'ho fatta piu' e, per evitare magre figure in pubblico (bimbo con smartphone e padre con "anticaglia"...)eccomi qua a parlare e far finta di sparlare di questi gadget tutto sommato utili in tante circostanze.
    Ribadisco l'affermazione, dunque: "Mi distinguo!". Ciaoooo, Cate.
  11. dolcecarrie 03 settembre 2014 ore 17:21
    Anch'io mi sto distinguendo da un pezzo, ma sono li per cedere visto che la mia anticaglia non mi fa fare più i messaggi, ad istruirmi ci penserà mio figlio, perchè mi vedo persa nelle nuove tecnologie. Buona serata :bye
  12. Piccolastella34 03 settembre 2014 ore 20:40
    Ed io sono una banale donzella del gregge perché ho il mio i phone 5 ultima generazione e lo porto con me ovunque peggio di un figlio. Povera me :pazz
  13. tecerco 04 settembre 2014 ore 00:25
    dolcecarrie: uno li cresce i figli anche perchè ci aiutino a districarci in certe situazioni cibernetiche...giusto! :rosa
    Piccolastella34: forte il paragone con il figlio! io vedo tutto ciò con una certa positività, in fondo. ultimamente mi sono scaricato una app che sulla carta mi doveva consentire di leggere libri a gratis. piccolo dettaglio: arrivato a metà del primo libro...un racconto di dan brown...THE END! Cavolo, da domattina devo correre in libreria a finirmelo di leggere. 'ste app!!! :rosa
  14. stregaxamore.VE 04 settembre 2014 ore 11:11
    :many :many :many TC io non possiedo nemmeno uno smartphone, ma un cellulare normale vecchio del 2007 e sinceramente lo uso solo per telefonate e sms .
    A vedere sti scemi che in qualsiasi posto stanno con facebook twitter li trovo ridicoli io preferisco quando esco con gli amici fare una sana chiaccherata piena di risate alla vecchia maniera.
  15. carmenlina 04 settembre 2014 ore 13:15
    .
    Dove sono finite le cenette romantiche, occhi negli occhi? Scomparse, a favore


    di whatsappp si messaggiano anche durante una cenetta romantica :many . :many :many
  16. tecerco 04 settembre 2014 ore 15:57
    strega: rimango dell'opinione che la gente non è così stupida da darsi la zappa sui piedi, esagerando con il virtuale. probabilmente parecchi giocano, ma sotto il tavolo fanno pedino piedino. mò quando vado al ristorante voglio controllare cosa succede sotto i tavoli eheheheh... :many
    carmenlina: eccone un'altra pessimista...io, scrivendo il post e poi anche le risposte, mi sono andato convincendo della utilità degli smart, per cui passo a favore degli oggetti cibernetici, tiè!! :ok :ok . Tra l'altro vedo che si può fare anche la video chiamata. E che voi de piu'! Fateve lo smartphoneeeee!! :hihi :clap
  17. carmenlina 04 settembre 2014 ore 16:34
    Tra l'altro vedo che si può fare anche la video chiamata. E che voi de piu'!


    un lucano :many

    :many :many :many :many ewaiiiiiiiiiiiiiiiii :clap tutti con lo smartphoneeeeeee
  18. tecerco 04 settembre 2014 ore 16:59
    carmenlina: co' tutta 'a pubblicità che je stamo a fa', carmencita, tu ed io se ne famo regala' un paro dalle multinazzionali. Io il samsung già cellò, allora me faccio regala' un aifon di ultimissima generescion! Eh eh, che ne pensi? ;-) :furbo
  19. Meike 04 settembre 2014 ore 20:53
    Ciao... concordo in pieno e pure io faccio come te, lascio a casa il cellulare (quando non lavoro)... sarà che arrivo a sera con il fischio alle orecchie per quanto lo uso! ;-)
    Buona serata, ciao :bye
  20. didi71 04 settembre 2014 ore 21:33
    te te distingui :-)))
    io c'ho un LG che mi ha fornito il gestore e ce faccio tutto ce stiro pure li panni :many
    tatatebacia
  21. tecerco 04 settembre 2014 ore 22:05
    Meike: Cara, io "lasciavo"...ora non piu'! 8-)
    didi71: tata, io lo porto dappertutto ed essendo molto elegant lo poso con nonchalance...macheronic francesism...accanto a me ovunque mi reco, quale "personal status symbol". Ho un amico che, per acchiappare, esce a tutte le ore con una deliziosa micro-cagnolina. A me è sufficiente la vista dello SMART e ce le ho tutte ai miei piedi...chessedevedafa' pe' sopravvive', tata! ;-) ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.