GENEROSITA' E GIUSTIZIA.

26 febbraio 2010 ore 03:08 segnala

Una favola africana. "In un piccolo villaggio, viveva un leone. Non era molto pacifico, faceva confusione, spaventava tutti e non mancava di uccidere, chi gli passava vicino. Insomma, rendeva davvero la vita difficile a tutti.. E alla fine il re del villaggio decise di fare una riunione per trovare una soluzione. I cacciatori proponevano di ucciderlo. Per riuscirvi, bisognava prima costruire una capanna resistente dove poterlo rinchiudere. Riuscirono a catturarlo e lo misero nella capanna. Il giorno seguente un uomo passò vicino alla capanna. Il leone lo supplicò di aprire e farlo uscire. Lui prima era titubante, ma alla fine cedette e aprì. Il leone uscì e aggredì l'uomo che lo implorò di risparmiarlo, ma inutilmente. Arrivarono delle persone che corsero al villaggio dal re. Il leone e l'uomo furono chiamati a giudizio e raccontarono i fatti. A un certo punto passò un lupo. Ascoltò le giustificazioni di entrambi. L'uomo cominciò a raccontare: aveva sentito il leone dentro la capanna che soffriva e quindi alla fine aveva aperto la porta. E il leone per tutta risposta aveva cercato di sbranarlo. Il lupo propose una ricostruzione dell'accaduto. Quindi tornarono tutti alla capanna. L'uomo riaprì la porta, il leone entrò e la porta fu richiusa ermeticamente proprio come era all'inizio. Con un lucchetto. Allora il lupo disse al leone che era un ingrato e dunque sarebbe rimasto chiuso lì dentro per sempre, mentre l'uomo poteva andarsene libero. Il leone rimase prigioniero a pensare. Semplice. La giustizia del lupo, saggia  e diretta, costringe il leone a riflettere sul suo comportamento. Nessuna violenza. Nessuna esagerazione. Ma la costrizione alla riflessione. E l'uomo che era stato generoso, non riceve vendetta nel senso proprio del termine ma potrà continuare semplicemente a godere della sua libertà. Magari in un altro villaggio davanti ad un'altra capanna chiusa da un lucchetto, con dentro un leone prigioniero che implorerà di uscire. E lui ancora aprirà quella porta. Perchè la fiducia è piu' forte di qualunque vigliaccheria. E c'è sempre un lupo saggio che se lo ricorda" ( da un articolo di F. Moccia ).

Spesso ci troviamo nella vita a dover decidere la nostra linea d'azione, rispetto ad urti e offese che riceviamo. E il primo istinto , è di rendere pan per focaccia, scendendo sullo stesso piano della persona di turno, spesso  di basso livello morale e mentale. Se invece usiamo la accortezza ed anche la generosità di colui che è giusto, queste vengono ripagate. Nel caso della favola del leone, viene attuato un vero e proprio incidente probatorio, che consiste nel realizzare la "scena del delitto" e farla rivivere ai contendenti, dando nel contempo modo a chi giudica, di valutare ancor meglio i fatti avvenuti. Nella vita reale, ci si guarda in faccia, e il colpevole non sfugge al giudizio, in nessun caso! Chi non usa la vendetta ed impartisce la giustizia con obiettività e serenità, trova conforto nel proprio cuore ed il plauso di chi osserva ed apprende.

Un inciso, riguardante questo stesso argomento, nella vita di blog e della chat. Qui, nel blog, diventa piu' difficile, impartire giustizia, per il fatto che chi scrive spesso approfitta della "invisibilità" per abbandonarsi ad atteggiamenti invasivi, ingiuriosi, spocchiosi e tracotanti. Per questa gente, abituata al turpiloquio, alla maldicenza ed al culto della pochezza di sè, per quanto mi riguarda, si fa click, e li si blocca definitivamente, poichè è quasi impossibile costringere costoro alla riflessione ed invece, dare loro visibilità, è una cortesia del tutto immeritata, che si presta solo a continuare diatribe infinite!

Sulla base della vostra esperienza di vita, chiedo il vostro parere. Grazie.

 

11445209
Una favola africana. "In un piccolo villaggio, viveva un leone. Non era molto pacifico, faceva confusione, spaventava tutti e non mancava di uccidere, chi gli passava vicino. Insomma, rendeva davvero la vita difficile a tutti.. E alla fine il re del villaggio decise di fare una riunione per...
Post
26/02/2010 03:08:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Ladylaura3 26 febbraio 2010 ore 08:31
    Nel mio caso specifico io raramente di primo impatto riesco a vedere il male in una persona......sono una buonista e di conseguenza penso che tutte le persone siano come me  e siccome ho quasi mezzo secolo di vita pernso che cmq certe bassezze siano prerogativa solo di gente immatura e difficilmente mi rendo conto che dei  miei coetanei possano arrivare a tanto primo perchè sono genitori anch'essi e quindi educatori e secondo perchè certi atteggiamenti li giustifico nei preadolescenti e nn in gente matura.
    Quindi ci metto parecchio a realizzare se una  persona è scorretta o falsa o irrispettosa............però quando finalmente ho appurato la cosa tronco per sempre.
    Nel caso specifico del blog io penso che se qlc dice cose offensive nn bisogna cancellarle ma renderle pubbliche senza alcun commento.......chi legge ne trarrà le dovute conclusioni perchè nn tutti i leoni hanno la capacità di riflettere ed eventualmente di mettersi in discussione.
    Buona giornata TC

  2. dolcestellaxte 26 febbraio 2010 ore 09:23

    Questo racconto, per quanto riguarda la fiducia che si impartisce, mi ricorda quello :

    "La rana e lo scorpione

    "Una rana stava serenamente sguazzando in un fiume quando ad una sponda si avvicinò uno scorpione. "Devo passare dall'altra parte" disse  "ma non so come fare, io non so nuotare e se provo affogherò. Tu potresti aiutarmi trasportandomi sul tuo dorso, te ne sarei molto grato". La rana perplessa rispose: "Ma se io ti lascio salire sul mio dorso tu potresti pungermi ed uccidermi!". Lo scorpione rassicurò la rana: "Non ti preoccupare, perchè dovrei farlo, se ti pungessi morirei anch'io perchè affogheremmo entrambi nel fondo". La rana si sentì rassicurata dalle spiegazioni dello scorpione e lo fece salire. Quando furono a metà del fiume, lo scorpione punse la rana. La rana stupita dal gesto dello scorpione mentre stava affondando insieme a lui trovò la forza di chiedergli: "Ma perchè l'hai fatto adesso moriremo entrambi?" Lo scorpione rispose "Non ho potuto farne a meno, questa è la mia natura".  "

    Anch'io tendo a dare fiducia alle persone non riuscendo a pensare di poter essere ingannata...ma se si è cosi', è difficile cambiare.

    ...indurire il cuore? portare rancore, attuare la vendetta?

    Bisogna solo fare giustizia ...

    qualcuno ha detto :" Non c'è pace senza giustizia"

    Buona giornata tc!

    gio'

     

     

     

  3. AniTA.20 26 febbraio 2010 ore 09:24
    Ciao Tc nella vita quando ritengo di aver subito delle ingiustizie è difficile che mi vendico,sinceramente la trovo una cosa senza senso poi troppo complicata perchè per vendicarti devi mantenere anche il rancore ed io non ci riesco,meglio prendere le distanze.In questo mondo virtuale credo sia tutto più fragile,non capisco bene cosa accade ed il perchè di alcune cose,meglio in questo caso affidarsi al proprio intuito e seguire la strada più consona e rispettosa verso se stessi in alcuni casi è l'unico modo per rispettare le persone a cui tieni e costringere ad una riflessione........ma non tutti hanno voglia di riflettere come il leone della fiaba.un saluto da Anita
  4. dolcestellaxte 26 febbraio 2010 ore 09:33

    era papa Giovanni Paolo II .

    " NON C'E' PACE SENZA GIUSTIZIA

    NON C'E' GIUSTIZIA SENZA PERDONO"

    ( fu  il titolo del messaggio del Papa per la celebrazione della XXXV Giornata Mondiale della Pace).

  5. july63 26 febbraio 2010 ore 10:06

    la vendetta non è proprio nel mio stile di vita, chi mi impartisce il male solitamente viene semplicemente accantonato....

    Proprio ieri in fila alla cassa del supermercato una conoscente ha fatto passare avanti una persona che aveva 1 cosa da pagare...e poi ha aggiunto verso di me "aveva solo una cosa che ci vuole....anche se poi quando capita a me non sempre gli altri lo fanno" ma tutte e due abbiamo concluso che la nostra coscienza non guarda ciò che ci viene fatto ma ciò che facciamo!! che alla romana si potrebbe tradurre cosi : fà der male e pensace fà der bene e scordate!!!

    Ciaooooo!!!!

  6. coccinella06 26 febbraio 2010 ore 12:16
    mia vita non sono mai stata vendicativa,perchè non mi abbasso a certi livelli piuttosto ricevo calci ma non rendo mai il torto.Non riesco mai a vedere il male negli altri perchè essendo buona li vedo come me quando scopro che non è cosi mi abbandono e resto inerme.La stessa cosa avviene qui.Non serve scendere a livelli inferiori,col passare del tempo chi sbaglia pagherà le conseguenze e noi a testa alta.Buona giornata :bacio
  7. ilprofumodidonna 26 febbraio 2010 ore 12:22

    passo dpo lo leggo con piu' calma

    Nel frattempo ti auguro buona giornata..di quello che resta:bye

  8. didi71 26 febbraio 2010 ore 12:42

    ....premetto una cosa....io vedo sempre prima il bene e il bello e solo dopo tanto mi accorgo eventualmente (ammesso che ci sia) del male e del brutto in una persona.nella mia esperienza di vita posso dire di non essere mai stata vendicativa ma questo credo xchè non ho incontrato mai fortunatamente persone troppo cattive,o semplicemente che non ne valeva la pena e tantomeno valeva la pena scendere ai loro livelli.....alcune volte xò non sono stanta neanche obbiettiva nel giuduicare sempre x il fatto del troppo bene .........credo xò che potrei diventare sia molto cattiva che vendicativa se "toccassero" i miei affetti,le persone a me care,gli innocenti........ma parlo di cose grosse, gravi,inconcepibili,imperdonabili...........c'hai capito qualche cosa ??!!!!   ps....sopra ho parlato dell esperienza fuori dal mondo virtuale...qui con un cik blocchi utente e risolto il problema.....é vendetta questa???? .....buona giornata:rosa

  9. aishia.65 26 febbraio 2010 ore 13:17

    se qualcuno tocca o offende le persone che amo

    sono molto protettiva e al momento giusto mi tolgo il sassolino dalla scarpa:-)))

    buona giornata :rosa

  10. dolcecarrie 26 febbraio 2010 ore 13:18
    Anch'io in passato ho spesso bloccato......purtroppo se non c'è nessuna possibilità di dialogare con rispetto reciproco non resta altro da fare.. :nono
    Buon week end per te Tc :ciao :flower
  11. zoe1976 26 febbraio 2010 ore 14:14

    BUON FINE SETTIMANA:bye

  12. MStirner 26 febbraio 2010 ore 14:38
    Ciao Tecerco piacere

    Se mi consenti mi piacerebbe  dire la mia opinione, penso che questa favola non sia convincente.

    Partendo dal presupposto che gli animali non nascono cattivi, in particolare i leoni che per temperamento sono docili paciocconi, si infastidiscono persino di cacciare e delegano.

    Penso che l’uomo non sia più in grado di confrontarsi con la semplice natura.

    Se il leone soffre prima di giudicare una certa aggressività bisognerebbe capire come mai si manifesta… forse ha semplicemente una spina nella zampa.

    Pensa  quel povero leone oltre il dolore, anche la tortura di essere rinchiuso per sempre.

    Perché l’uomo si accanisce tanto contro la natura? Dovrebbe cercare un nuovo equilibrio con essa.

    Scusa se mi sono dilungata, ma leggendoti ho sentito un soffio di vento nella criniera.

     

    Sei molto bravo, grazie per allietarci con i tuoi quesiti

     Ciao

    Sty

  13. Ladydolceisabel 26 febbraio 2010 ore 15:37
    Mi ritrovo tantissimo in ciò che scrive LadyLaura e dolcestella,
    Niente da aggiungere.
    Generosità e giustizia sono doni di Dio, perchè solo nella generosità si potrà trovare giustizia e conforto.
    Per ciò che riguarda il blog e la chat in genere, io dico, guarda e passa!
    Non meritevoli di attenzioni, non meritano considerazioni da chi ancora crede in ciò che è giusto, il rispetto.
    Un abbraccio mio caro!
    Isabel
  14. ilprofumodidonna 26 febbraio 2010 ore 15:47

    io non sono per niente vendicativa, ...purtroppo è nel mio m0do di essere, è nella mia natura..

     credo sempre che ci sia una giustizia divina a questo mondo, e il male che si fa, prima o poi ti si ritorcerà contro..la vita è un boomerang..

    L'unica mia debolezza è che poichè io sono corretta, generosa e sincera, spero che gli altri siano lo stesso con me..ma spesso cio' non accade, e quando mancano di rispetto io pongo delle condizioni se vanno bene ok, ma se continuano a sbagliare, l'unico modo è troncare ..

    Purtroppo ci sono persone che sono fatte in un certo modo, non  le cambi anche se gli dai delle opportunità...

    Buon fine settimana:fiore

  15. nerorosso 26 febbraio 2010 ore 16:51
    RIFLETTERE NON VUOL DIRE PERDONARE E NON PERDONARE NON VUOL DIRE ESSERE VENDICATIVI. CIAO BUONA SERATA :clap
  16. aloven 26 febbraio 2010 ore 18:11

    La storiella è lunga ...ripasso con piu' calma e la leggo e poi commento!!!!

    maròòòòòòòòòòòòòò..qualkosa di piu corto non c'era????..scherzo..

    un bacio e buon week_enk..Rita

  17. milady444 26 febbraio 2010 ore 19:26

    ho letto con attenzione il post

    nella prima parte  ho visto la furbizia del lupo che con uno scaltro espediente riesce a rinchiudere di nuovo il leone in gabbia ( non credo che il leone imparera la giustizia semplicemente si fara piu furbo) chi è generoso lo sara sempre e comunque

    nella seconda parte trasporti tutto questo in chat ,ma secondo me nonv'è attinenza ,la chat è di per se un mondo virtuale ........

    c'è chi si comporta come se fosse nel reale    chi invece sta sfuggendo il reale se mi rompono blocco tutto qui

    buona serata :rosa

    graziella

  18. Shakiki.290 26 febbraio 2010 ore 20:31

    Certo questo argomento induce riflessioni e considerazioni che non possono essere espresse nel breve spazio di un commento.E' un eccellente spunto di riflessione.Generosità e altruismo sono sentimenti innati nella specie umana, personalmente io credo che si nasca generosi e buoni.Se subisco un ingiustizia , nn mi piace la vendetta, perchè sono del parere che la nn curanza è il miglior disprezzo.Per quanto riguarda la chat, bhe ...se trovo difficoltà con qualcuno ,lo blocco e via, nn mi piace perdermi in chiacchiere.

     

  19. lafarfallablu 26 febbraio 2010 ore 22:58

    Un saluto e notte. Con calma commentero'. :flower

  20. dolceluna71x 26 febbraio 2010 ore 23:09

    che dirti........

    piu' di quanto è successo a me..!!!

    uno spocchioso ma buono....

    una nullita'..bloccato ed allontanato...che ha continuato ...si meglio render visibile a tutti la sua...non la mia "spocchiosita'"....

    fortuina che son stata protetta dal leoncino buono della foresta...

    se non fosse da lui...starei ancora male...

    un bacio grande..e grazie per questo meraviglioso post

    Cat

     

  21. parlaconlei 26 febbraio 2010 ore 23:14

    In chat blocco ed e' l'ultimo dei miei problemi....nella vita reale,quando ero piu' giovane meditavo vendette e mi facevo del male da sola...diventando grande ho capito che erano energie sprecate,che portavano solo negativita'...e la portavano a me stessa.Niente vendette o ritorsioni...semplicemente cambio strada ..e ho scoperto che l'indifferenza fa molto piu' male di qualsiasi vendetta ed e' una punizione 100 volte peggiore.

    un abbraccio e buonanotte

    Bibi

  22. dolcestellaxte 26 febbraio 2010 ore 23:47

    Un abbraccio e una buonanotte :batadorme

    gio'

  23. follettoarrabbiato 27 febbraio 2010 ore 08:49
    Ciao T.c. m'associo al pensiero di PARLACONLEI...l'indifeerenza e' la migliore arma, dopo tanto ferirmi, anche nel reale e aver meditato, la endetta non e' nella mia indole quindi meglio l'indifferenza...un abbraccio Cristina
  24. miki091 27 febbraio 2010 ore 08:57

    Sempre interessante ciò che esponi......

    Certo vendicarsi sarebbe più sbrigativo, ma nn serve a nulla .

    Quindi il maggior disprezzo è la nn curanza ciao Miki :fiore

  25. antonellachat 27 febbraio 2010 ore 10:14
    è semplicemente "cio' che abbiamo assorbito" dal nostro vissuto soprattutto dalle persone che ci circondano. Io considero  questi soggetti..."persone fragili" perchè purtroppo non  hanno avuto la fortuna di vivere in un clima  di generosità e giustizia  (poi c'è anche "la forza del branco" tra amici o colleghi....)Ciao tc
  26. Alanya 27 febbraio 2010 ore 10:41

    A primo impatto nel messaggio ci leggo:

    "vai a fare del bene, e guarda ad essere buono che ti fanno..."

    Poi la morale è sempre la meno ovvia, ovvero che alla fine chi è cattivo sarà sempre in torto. Cosa scontata ma che subito non appare per come la si legge.

    Inoltre il difficile non è l'essere buoni, ma esserlo con chi è cattivo.

     

  27. Chloe.69 27 febbraio 2010 ore 11:37

    per natura non porto mai rancore a nessuno e non sto neanche a far nessun incidente probatorio... a che servirebbe? a giudicare? ma chi si comporta cosi' si giudica da se'.... e riguardo al fare click e bloccare non sempre funziona perche' il ''soggetto'' torna con altri nick.... meglio la non curanza ;-)

    buona giornata :rosa

  28. milady444 27 febbraio 2010 ore 12:59

    buon sabato:rosa

    graziella

  29. alba63 27 febbraio 2010 ore 13:00
    ti lascio un saluto di cuore e una mia riflessione ...............in genere a torto subito e ingiustizia nn sn rancorosa (e sicuramente ci ricasco sempre cm l'uomo) ma  nn dimentico le ingiustizie ricevute e mi tengo alla larga da ki me le ha fatte.........per quanto riguarda il virtuale e la chat hai ragione basta un clik senza tante polemiche .......le persone valide ci sn e mi tengo quelle .cn vero piacere........ nn chiudo il blog elimino o ignoro......... :bacio
  30. Shakiki.290 27 febbraio 2010 ore 13:06
    buon fine settimana.:ola
  31. robertapall 27 febbraio 2010 ore 14:16

    :-)  ciao tc, Nn so quanto in questi servano le armi e le vendette per star meglio o peggio, per ricordare o dimenticare, per essere felici o soffrire… credo si potrebbero usare tutte quelle esistenti, e forse apparentemente fanno pure il loro effetto, ma quello che hai dentro, quello che provi, che sia odio o amore, gioia o dolore, quello resta, c’è comunque, e nessuna vendetta o arma lo sradica per cui e' meglio l'idifferenza ...Non mi sono mai vendicata in vita mia nn e' nella mia indole e nella mia educazione, mio padre diceva sempre ''siediti sulla riva del fiume e prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico perche' il mondo e' come un eco tutto ti torna''.Il dolore causato da persone a cui volevamo bene passa col tempo, pian piano ti senti sempre un po’ meno male e ti accorgi che quel rancore inizia ad affievolirsi… in certi giorni sgomita dentro di te più forte, e altri meno forte, fino a quando nn sgomiterà più, fino a quando ti verrà in mente ogni tanto e ci ripenserai, ma nn sorriderai, ti dirai soltanto che è una cosa che hai vissuto e ti ha ferito per un bel po’, ma ora è passata ed è lì tra i ricordi…negativi o positivi.Buon fine settimana amico mio un abbraccio grande:kissy :fiore :fiore

     

  32. fortunata5 27 febbraio 2010 ore 15:39

    reale ,di tutti i giorni,riesco "a pelle" a sentire lepersone,

    di chi posso fidarmi

    questo istinto mi ha spesso aiutato ma,

    se dovessi sbagliarmi nel giudizio,

    non cerco vendetta ma giustizia,che prima o poi paga...

    Qui è diverso,il mondo virtuale a volte ti porta ad aprirti con persone che non sempre meritano,puo sbagliare di più...Non c'è quel contatto diretto che ti fa capire...

    A me è capitato quello che tu hai scritto in bacheca e ne sono ancora molto rattristata...e delusa!

     BUON FINE SETTIMANA

                            Diana

  33. nerorosso 27 febbraio 2010 ore 16:45
    CIAO TC BUON SABATO :clap
  34. candy60 27 febbraio 2010 ore 17:02

    ciao  ti auguro un bel fine settimana pieno di ....commenti x:-)

    kiss by candyx:-)

  35. Aljsja 27 febbraio 2010 ore 18:27

     

    e nn se ne parla più............................

    ...............................bel post!

    buon fine settimana :bye

  36. Alisia4ever 27 febbraio 2010 ore 19:07
    il mondo virtuale non è molto diverso da quello reale: ovunque è facile trovare chi vuol fare il leone. fortuna che ci sono molti lupi e io ne ho incontrato uno che mi ha insegnato tanto. dalle mie parti si dice:
    'o purpe se coce inte all'acqua soja stessa (non credo sia necessaria la traduzione)
    aly :rosa
  37. Arwelyn 27 febbraio 2010 ore 22:33

    perdoni se stasera rimando le mie riflessioni a quando non sarò così rincoglionita dal sonno a tal punto da scrivere per miracolo??:hihi

    Buon weekend!:kissy:ciao;-)

  38. Menerva 28 febbraio 2010 ore 09:33
    Ciao , rieccomi a commentarti il tuo blog, leggendo mi sono rallegrata , c'e una favola tipo che sarebbe quella di San Francesco ( che amava scrivere le favole oltre pagine di riflessioni di vita) Posso dire che :- e' difficile per l'umano (noi) cercare di mantenere la calma sulle angherie che ci fanno! Ma se riusciamo a raggiungere interiormente la nostra forza e la riflessione fatta solo da noi senza l'intervento di amici o altri , allora se cerchiamo in noi una motivazione di vita , solo allora non ci sarebbero cattiverie , desolazioni e frustazioni! Per cio' che riguarda me,  non ho mai fatto del male e non l'ho mai pensato , non e' un sentimento che circola tra le mie vene, perche' amo il dialogo e non la guerra , ne hanno fatte tante di guerre e poi che ci hanno lasciato? Nulla , solo molto amarezza... tu dirai :- ma quanto parla questa !!! E' vero , io posso spaziare da un argomento ad un'altro con una facilita' immensa! Buona domenica , da Valery. :rosa
  39. unincantesimo 28 febbraio 2010 ore 10:13

    ciao tece'...

    la vendetta non fa parte del mio stile di vita....

    al massimo accantono le persone che si comportano male....

    ma non mi vendico di natura....

    spero di continuare cosi' perche' credo che la vendetta sia un po' come " bere acqua salata".....

    un saluto ed un abbraccio dalla tua amica uni...:rosa

  40. aloven 28 febbraio 2010 ore 11:19

    Stamattina ho acceso con l'intento di leggere il tuo post..come ti promisi e cosi ho fatto!!

    Premetto ke sono di animo buono,quindi anke se mi si fa del male ..difficilmente mi vendico..ma nella vita ci sono episodi talmente eclatanti ke non si puo' non kiedere giustizia..vendetta...

    Ed è quello ke ho sempre pensato...non mi sento di giudicare coloro ke si vendicano..xkè avranno subito kissa' quali angherie..

    un bacione e una dolce domenika..:kissy :kissy :kissy :many :many :many :fiore :fiore :fiore

  41. ilprofumodidonna 28 febbraio 2010 ore 13:16
    Un saluto per augurarti una buona domenica:bye
  42. dolcestellaxte 28 febbraio 2010 ore 14:11

    Buona domenica, caro tc!

    gio':bye

  43. Angelica107 28 febbraio 2010 ore 14:56
    io non sono una persona vendicativa e quando ricevo dei torti non porto rancore e in genere perdono....anche se automaticamente mi allontano da queste persone e qui nel virtuale le blocco.....ti auguro una buona domenuca un abbraccio pat :angel
  44. pattygag 28 febbraio 2010 ore 16:05

    c'ho capito niente...ma si parla di vendetta? Io non sono vendicativa però quand'è mi metto lì sulla riva e aspetto ...:many e leggendo i commenti precedenti al mio,mi sento proprio una gran perfida CIAO TEC :bacio

  45. guerriera2 28 febbraio 2010 ore 20:43
    A volte il desiderio di vendetta feroce e subitanea e' molto forte, ma, io parto dal presupposto che basta aspettare e ognuno avra' cio' che gli spetta ........ e il male torna sempre a chi lo fa'.....Ricordi cosa diceva Fra' Cristoforo puntando il dito?: VERRA IL GIORNO!!!!!! allora non abbassiamoci al livello dei pidocchi e aspettiamo perche', come si dice dalle mie parti: SE NO' FINISSE I SCHEI LE CARTE GIRA!!!!!! buona serata ..ps: Freya ha risposto al tuo commento..ciaooooo
  46. solerosso.60 01 marzo 2010 ore 09:54
    Tu li blocchi in chatta io li blocco nella vita reale con un colpo solo altro che clik :batafiore
  47. machecosadicimai 01 marzo 2010 ore 10:59

    sono entrata per un semplice "grazie", non pensavo di dover riflettere su un argomento, che si presta a tante e infinite opinioni.

    Sono una che per natura si fida poco, perchè la vita è piena di sorprese e il mondo di gente che non sempre è sincera, ma non ho mai pensato alla vendetta, mi sono allontanata semplicemente da tutto e tutti quelli che ho capito che stavano facendomi del male... A cosa serve vendicarsi... se non a farci diventare cattivi come quelle persone che vogliamo allontanare!

    Però mi sono accorta che quella che ci rimette sono sempre io, non fidarsi per paura di prendere nuove fregature, per la paura di soffrire... alla fine si rischia di ritrovarsi sole e ammaccate e quello che ci rimane dentro è solo tanta voglia di fidarsi e tante riflessioni e perchè... Sarebbe bello che ognuno avesse solo un po' di coscienza in più...

    Grazie ancora Tecerco  :rosa

     

  48. coccinella06 01 marzo 2010 ore 11:40
    zietto passo ad augurarti un sereno lunedi ti abbraccio :bacio
  49. nerorosso 01 marzo 2010 ore 11:54
    CIAO TC BUONA GIORNATA E FELICE SETTIMANA :clap
  50. aishia.65 01 marzo 2010 ore 12:06

    fidarsi è bene non fidarsi è meglio .

    io sono un po' restia a fidarmi degli altri troppe fregature

    buona settimana :rosa

  51. luzzy40 01 marzo 2010 ore 13:14
    mia indole vendicarmi...ai più esegerati :lol

     clickkkkkk :anykey

     che nn è la fotografia  :firulì :hihi

    :fiore  buona settimana :fiore

     :flower
  52. Farfallacolorata4 01 marzo 2010 ore 13:15

    Un saluto di una BUONA GIORNATA.ROSY.....:bacio :bacio :bacio .ops grazie del tuo passaggio.......

  53. ninfeadelnilo 01 marzo 2010 ore 14:01

    ... a volte non pagano..spesso c'è molta ingratitudine.. e non so se dopo aver deluso le mia fiducia io torno a fidarmi..è anche vero che do molte occasioni perdonando ma non dimenticando e sempre sul chi va là..e io dico che quello è il pricipio della fine..perchè ho notato che chi ti tradisce una volta prima o poi lo rifarà..si può sbagliare ma quando si risbaglia ancora meglio ancellare..in alcuni casi ripagi cob la stesa moneta eil silen zio per far c apire se al posto mio la stessa persona accetterebbe tale indiustizia..è un modo di far rivivere il male fatto per capire cosa vuol dire..ecco  come la penso..un bacio e buona giornata..e attento a te ora che lo sai ahahaha

    augh!!!!! raffy

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.