Grazie, donna!

08 marzo 2015 ore 18:32 segnala


Oggi è andata trascorrendo la giornata della festa della donna, l'8 marzo. Celebrata dai quotidiani e dai media in genere, ha visto gli interventi d'alto livello del Papa e del Capo dello Stato. Ma anche molte altre personalità internazionali ne hanno parlato, con accenti fiduciosi per il futuro, e tuttavia attenti a quanto avviene tuttora nel mondo. Stupri, linciaggi, violenze nei confronti delle donne, se ne consumano ancora tanti e da parte di troppi, singoli ed anche bande organizzate. Barbari che commettono la barbarie piu' vile. A volte sono motivi religiosi, quelli che spingono alla violenza verso le donne, e questi ultimi sono i piu' infami, poichè consumati dietro il paravento di un fondamentalismo becero, duro a morire. Morire, appunto. I barbari che commettono queste barbarie, sono spesso gli stessi che, in nome del loro credo, si fanno saltare in aria. Kamikaze, li chiamano. Gente che ha in dispregio la vita, quella altrui e quella propria. Gente di cui sarebbe opportuno fare una retata per trasferirli, tutti, in un'isola sperduta dell'oceano, a consumare lì la loro inutile rabbia.
Torno alla festa della donna, e mi piace ricordare qui oggi la donna-madre. Un ruolo, questo, che le spetta per natura. Oggi, tra le altre, sono andato a fare gli auguri a mamma mia. Non vi dico la gioia da lei espressa nel vedere il figlio. Commovente, l'abbraccio della mamma, e disinteressato il suo amore. Ella, anziana e bisognosa, ringrazia sempre i figli per il loro aiuto. Non pensa, la mamma, che i figli sono in dovere di aiutarla. Lei ringrazia. Ecco, proprio questo dovrebbe far riflettere noi uomini tutti, davvero tutti, su quanto sia importante tener care le nostre donne. Siano esse le nostre mamme, mogli o figlie o sorelle o amiche o conoscenti, a loro va riconosciuta una valenza superiore, poichè esse generano. Sono loro a partorire l'intera umanità, ed è loro il cuore, immenso, che muove le sorti di noi tutti. A loro, io dico: grazie!. Grazie mamma, grazie moglie, grazie sorella, grazie figlia,grazie amica, grazie...donna!
E auguri di cuore a voi tutte! %-)

TC :cuore
94063220-be52-4629-be32-5fe8d77eb6a8
« immagine » Oggi è andata trascorrendo la giornata della festa della donna, l'8 marzo. Celebrata dai quotidiani e dai media in genere, ha visto gli interventi d'alto livello del Papa e del Capo dello Stato. Ma anche molte altre personalità internazionali ne hanno parlato, con accenti fiduciosi p...
Post
08/03/2015 18:32:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15

Commenti

  1. Edelvais63 10 marzo 2015 ore 18:09
    Grazie a te che hai dedicato alle donne un post cosi bello e tenero.Auguri alla tua mamma da una mamma. :bacio
  2. carmenlina 16 marzo 2015 ore 13:17
    bellissimo post..a renderlo ancora piu bello e stato quel pezzetto dedicato alle mamme...io non c'è l'ho piu ma ancora dico grazie mamma..auguri alla tua ..un po tardi per il comm ma fa lo stesso..

    ciao tec :rosa
  3. dolcecarrie 19 marzo 2015 ore 13:36
    Caro amico ti ringrazio per gli auguri, anche se in ritardo... ma oggi è il tuo turno. Faccio gli auguri a te e a tutti i bravi, affettuosi, amorevoli papà del mondo!!!

  4. tecerco 19 marzo 2015 ore 14:12
    Grazie Rosanna, Carmela, Caterina....grazie e auguri, oggi. a tutti i papà! :rosa :rosa :rosa
  5. julia.pink 19 marzo 2015 ore 16:53
    Dalla festa della donna alla festa del papà, auguri Gaetano :rosa
  6. Edelvais63 19 marzo 2015 ore 19:22
    Auguriiii papà :kissy
  7. salyma 22 marzo 2015 ore 17:34
    Sono un po' in ritardo per farti gli auguri ma credo non vadano mai dispersi...al limite sono in anticipo per il prossimo anno :-) :rosa
  8. xxAnyaxx 26 marzo 2015 ore 19:57
    Per tutte le violenze consumate su di lei

    per tutte le umiliazioni che ha subito

    per il suo corpo che avete sfruttato

    per la sua intelligenza che avete calpestato

    per l’ignoranza in cui l’avete lasciata

    per la libertà che le avete negato

    per la bocca che le avete tappato

    per le ali che le avete tagliato

    per tutto questo

    in piedi, Signori, davanti a una Donna.

     

    E non bastasse questo

    inchinatevi ogni volta

    che vi guarda l’anima

    perché Lei la sa vedere

    perché Lei sa farla cantare.

     

    In piedi, Signori,

    ogni volta che vi accarezza una mano

    ogni volta che vi asciuga le lacrime

    come foste i suoi figli

    e quando vi aspetta

    anche se Lei vorrebbe correre.

     

    In piedi, sempre in piedi, miei Signori

    quando entra nella stanza

    e suona l’amore

    e quando vi nasconde il dolore

    e la solitudine

    e il bisogno terribile di essere amata.

    Non provate ad allungare la vostra mano

    per aiutarla

    quando Lei crolla

    sotto il peso del mondo.

    Non ha bisogno

    della vostra compassione.

    Ha bisogno che voi

    vi sediate in terra vicino a Lei

    e che aspettiate

    che il cuore calmi il battito,

    che la paura scompaia,

    che tutto il mondo riprenda a girare

    tranquillo

    e sarà sempre Lei ad alzarsi per prima

    e a darvi la mano per tirarvi sù

    in modo da avvicinarvi al cielo

    in quel cielo alto dove la sua anima vive

    e da dove, Signori,

    non la strapperete mai.
    Cit.
    Questa poesia la trovo una stupenda dedica in onore della donna.
    Stupende anche le tue parole ... fortunata la tua mamma ad avere un figlio che ben comprende l essere donna.
    Buone cose Tc :rosa
  9. Dorothy.68 04 maggio 2015 ore 12:41
    Per il mio amico che ama le donne


    Le tue lacrime donna 
    sono perle preziose
    Le tue lacrime
    sono parole non dette
    e dolore inespresso 
    sono grida bloccate nella gola
    e disillusioni
    sono amore e pazienza
    dedizione e consapevolezza
    Nasci col dolore
    di un'altra donna 
    che imparerai
    a sopportare tu stessa
    Le tue lacrime donna
    sono perle preziose
    perché rendono fertile 
    la terra che bagnano
    e i suoi frutti
    nutrono il mondo
    (Marina)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.