IL TURPILOQUIO...LA PAROLACCIA, NEL BLOG E FUORI.

08 dicembre 2009 ore 22:17 segnala

" Nel linguaggio comune, il turpiloquio è un modo di parlare volgare, offensivo e irriverente, utilizzato per mostrare disappunto verso qualcosa o qualcuno. Può consistere nell'utilizzo di imprecazioni, parolacce e bestemmie, usate anche come intercalare. In diritto, il turpiloquio, è un illecito amministrativo. L'articolo 726 del codice penale prevede che commette turpiloquio chi, in luogo pubblico o in luogo aperto al pubblico, usa un linguaggio contrario alla pubblica decenza. La pena prevista è una sanzione amministrativa di 300 euro. Il reato di turpiloquio è stato depenalizzato con la legge 25 giugno 1999, n. 205.

Una voce correlata al turpiloquio, è la parolaccia. La parolaccia è una forma dispregiativa del termine parola. Essa serve a parlare in modo abbassante ed offensivo, delle pulsioni fondamentali dell'uomo: il sesso, il metabolismo, l'aggressività, la religione. Le parolacce, possono essere usate per:

1.Imprecazioni (es. "merda!"): sono una forma di interiezione, ovvero di dialogo con sè stessi e servono a sfogare simbolicamente la propria aggressività contro un oggetto inanimato o contro una situazione. Le imprecazioni comprendono anche le profanità( ovvero l'uso dei termini sacri al di fuori dei contesti religiosi) e le bestemmie;

2. Insulti (es. "coglione!"): sono le parole usate per attaccare e ferire un'altra persona, abbassandone l'autostima;

3. Maledizioni (es. "vaffanculo!"): sono le espressioni con cui si augura il male al destinatario.

Le parolacce, hanno come serbatoio linguistico principale, le oscenità, ovvero le espressioni che si riferiscono al sesso.

Chi evita di dire parolacce, le sostituisce eufemisticamente, con altre parole, dando all'espressione un tono meno volgare. Ecco alcuni esempi:

- cazzo, diventa cacchio o cavolo o cappero,cactus o kaiser;

- coglioni, diventa scatole o balle, corbelli o corbezzoli;

- vaffanculo, diventa vaffanbagno o vaffanbrodo, vaffancuore,vaffancolor,vaffartiungiro o vaffa;

- troia, diventa trota o trofia o tromba;

- puttana, diventa puzzola o pupazza;

- minchia, diventa milla o mingiula.

Nell'elenco di lemmi di uso frequente nella lingua italiana, generalmente considerati parolacce, ci sono da aggiungere i termini : stronzo(persona stupida o pezzo di cacca) e mignotta e zoccola( tutte e due, con il significato di prostituta).

Alcuni di essi sono stati nobilitati da letterati e poeti, come ad es, Dante Alighieri, nella Divina Commedia, Giuseppe Gioacchino Belli, nei celebri sonetti in romanesco, l'Aretino, nei sonetti lussuriosi , e molti altri.

Generalmente, sono considerate parole volgari anche i derivati delle parolacce. Es. così come è considerato volgare "cazzo", sono considerati volgari, "incazzarsi, incazzato", etc. Nei vocabolari, esse sono riportate aggiungendo accanto l'abbreviazione volg.( che vuol dire appunto volgare) ".  (...da Wikipedia).

Considerato che, recentemente , la terza carica dello Stato, sembrerebbe abbia esortato una platea di giovani studenti immigrati, a pronunciare la parola "stronzi", contro chi osa irriderli o emarginarli, mi sono trovato un pò spiazzato quando nel mio ultimo post, ho letto un commento, infarcito di termini quali "troia", e "farsi i cazzi propri" , cui ho tuttavia reagito con una chiara presa di posizione contraria, poichè considero il mio blog alla stregua di casa mia e mi sento di decidere io, se vada usato o meno un determinato linguaggio. Ovviamente, su ciò che scrivono o pretendono altri colleghi in casa loro  non esprimo giudizi, poichè sono certo che ciascuno sia maggiorenne, vaccinato , responsabile e sappia come muoversi in casa propria.

 Io stesso, ho scelto quale canzone d'ingresso nel mio blog, un sonetto del Belli,cantato in dialetto , che evoca una imprecazione tipica romanesca.Sono certamente favorevole ad una libertà espressiva, ma tendo ad essere misurato, puntando piu' sulla battuta scherzosa, riconoscibile, che su una dialettica patentemente spinta e troppo colorita.

E, nel rispettare tutti, auspico che chi non è abituato a parlare coloritamente, non senta alcun disagio,nel blog, ad esprimersi come ha sempre fatto fuori del blog....nè senta la necessità di adattarsi ad un linguaggio diverso dal proprio usuale, decadendo nella imitazione e lasciandosi condizionare dal linguaggio colorito degli altri.

A ciascuno il suo modo di esprimersi e, in casa d'altri... massimo rispetto!

E voi,  amiche/i, che rapporto avete con il linguaggio colorito, nel blog e fuori di esso? Grazie.

11297997
" Nel linguaggio comune, il turpiloquio è un modo di parlare volgare, offensivo e irriverente, utilizzato per mostrare disappunto verso qualcosa o qualcuno. Può consistere nell'utilizzo di imprecazioni, parolacce e bestemmie, usate anche come intercalare. In diritto, il turpiloquio, è un illecito...
Post
08/12/2009 22:17:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. ninfeadelnilo 09 dicembre 2009 ore 02:59
    ...con questo non voglio dire che mi scandalizzo.oramai è uso comune giornaliero sentir volare un vaffa o uno str.... e altro..  ogni volta resto interdetta..ammetto che quando ci vuole ci vuole un bel vaffa scappa..ma non così gatuiamente..senza contare che  pur non aprendo bocca ce lo mandi riccamente..tipo quando sei in macchina e ti fanno una prepotenza..molti usano il dito.. ed io penso sai dove devi mettertelo....e così si va oltre e non finisci più con tutto il repertorio..quindi meglio  usare distintamente il lei con distacco e fargli capire la differenza facendogli notare che esiste anche un modo più civile di far valere i propri argomenti. è chiaro che la parolaccia scappa nel momento di rabbia e non si va molto per il sottile..ma se possibile mantenere sempre una padronanza di se. qui nel blog lo trovo inammissibile..ancora peggio perhè nascosto dietro un video..che vigliaccheria..ma il peggiore danno lo fanno a stessi..peggio per loro. dd tanta volgarità. un bacio della buonanotte e sogni d'oro. raffy
  2. nottestellata.37 09 dicembre 2009 ore 09:18

    nei blog: ho il tempo per scrivere e decidere se inviare il messaggio...quindi nessuna parolaccia.

    nella vita reale: beh, l'ammetto...quando me la tirano fuori con le tenaglie...me esce!

  3. kesterGIRL90 09 dicembre 2009 ore 13:49
    BUONA GIORNATAAAAA TI MANDO UN CALOROSO ABBRACCIO KISS
    ____##########*________________________ 
    __*##############______________________ 
    __################_____________________ 
    _##################_________**##*______ 
    __##################_____*##########___ 
    __##################___*#############__ 
    ___#################*_###############*_ 
    ____#################################*_ 
    ______###############################__ 
    _______#############################=__ 
    ________=##########################____ 
    __________########################_____ 
    ___________*####################=______ 
    ____________*##################________ 
    _____________*###############__________ 
    _______________#############___________ 
    ________________##########_____________ 
    ________________=#######*______________ 
    _________________######________________ 
    __________________####_________________ 
    __________________###__
    _________________#_
    :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio :hell :hell :bacio
  4. Shakiki.290 09 dicembre 2009 ore 14:01
    Chi nn conosce le parolacce....io difficilmente le dico eheheh.....solo se mi fanno incazza  :many
  5. dolceluna71x 09 dicembre 2009 ore 14:25

    ovunque....al blog ,in casa e fuori..

    con amici ed estranei...

    parolacce e bestemmie  le detesto...per me son di troppo....è bello scherzare anche senza parolacce...cosi come si puo' litigare usando mille altri termini escludendo parolacce ,insulti e bestemmie...

    buon pomeriggio

    Cat

  6. tecerco 09 dicembre 2009 ore 14:39

    ...insomma, tu alzi il dito, mentalmente, dando del lei al becero di turno...se ho capito bene, la frasina che penseresti è: " lei, il suo dito, se lo metta in...", ed elegantemente, te ne vai. Questo, nella vita di fuori, mentre all'interno del blog, non ammetti volgarità.

    Ho fatto un sunto,Raffy, e ti ringrazio, auspicando di non beccarmi mai da te neanche un vaffa...ne soffrirei molto!

  7. katya 09 dicembre 2009 ore 14:48
    credo che nn siano indispensabili in un blog......le parolacce..;..nella vita di tutti i giorni...potrebbe capitare.....ma ne farei volentieri a meno....sia di dirle..che di ascoltarle....ciao ciao....buonagiornata
  8. tecerco 09 dicembre 2009 ore 14:48

    Utile, questa tua considerazione che, nel blog,  "si decide a tavolino" e dunque c'è la razionalità, la volontà di esprimersi in modo colorito, cosa che tu rifuggi, poichè sei in grado di ponderare. Ed invece fuori, c'è la speranza che non usino le...tenaglie...e sennò gliè dai giu'.

    Grazie,cara.

  9. nerorosso 09 dicembre 2009 ore 16:23
    ogni tanto puo' capiare, ma meglio farne a meno, si possono dire le stesse cose evitando tutto cio', buona serata :clap
  10. ilprofumodidonna 09 dicembre 2009 ore 18:16

    Sono daccordo sul fatto che chi viene nel commentare, deve usare rispetto..mentre nel proprio blog ognuno è libero di fare ciò che vuole...

    A me qualche parolaccia a volte mi scappa, ma mi devono fare arrabbiare...

    A volte ci sono pero' persone che sono volgari acnhe se non dicono parolacce....Buona serata:fiore

  11. un.amorepersempre 09 dicembre 2009 ore 18:28

    purtroppo io ne faccio buon uso quando sono davvero ma davvero arrabbiata...il che capita raramente ma quando capita....apriti cielo!

    bonne soirè

    lucia

  12. Serenella1950 09 dicembre 2009 ore 18:46

    A volte...come tu hai scritto...la parolaccia serve a...scaricare....

    Personalmente non la concepisco in un blog...a meno che nn sia sotto forma di un eufenismo simpatico e divertente...(ne hai citati diversi)....la bestemmia poi è da abolire...mai usate ..mai le userò...e se mi accadesse nel blog...c'è..l'espulsione....

    Nella vita ...reale...mi...è accaduto ma davvero da contare sulla punta della dita..di una..mano..meglio specificare va....

    La parolaccia o la bestemmia stan sempre male sulla bocca dell'uomo e della donna...ed anke dei ragazzi...ma purtroppo accade che a volte quando le senti...hai quel profondo fastidio fisico che l unica cosa che in quel momento vorresti fare ..è solo un gestaccio

    Buona serata mio caro amico

  13. Arwelyn 09 dicembre 2009 ore 20:20
    diciamo che dovrei un pò limitarmi a volte..:-))) determinate parole nn si addicono ad una signorina..:shy..ma quando ce vò ce vò!!:hihi

    Un salutino non te lo farei mancare per niente al mondo, perdona solo la mia poca presenza..:inchino..buona serata :bye:kissy, dal sempre tuo Capitano Arw…:shy..:ok

  14. Linda.75 09 dicembre 2009 ore 21:29
    per una croatina...ihihihihi
    Scriverle mi vien difficile, ma dirle, le dico...non tutte, ma quelle più comuni si...Ma la cosa peggiore che non mi sembra di essere volgare, e ti spiego perché: se tu potesssi capire le parolaccie croate... (oh mio dio), queste che hai elencato sono davvero poco pesanti.
    E non è che mi vanto...anzi...provo molta vergogna ....ma poco o niente posso fare al riguardo.
    Preferisco mandarti un bel bacino sulla guancia e augurarti tutto migliore nella vita...:-)))
    Approposito, chi ti ha fatto in...azzare? Ihihihiih
    Bacio
    Karol
  15. pattygag 09 dicembre 2009 ore 21:44

    cosa che odio è la bestemmia anche essendo atea.Sono una persona che usa parecchie PAROLACCE,non mi ritengo però per questo,priva di femminilità nè tantomeno volgare.Ci sono persone che sono piu' volgari (anche non usando una sola parolaccia) di chi,come me,ne usa parecchie.Poi tempo fà lessi in un articolo di giornale che il "dire parolacce" è molto liberatorio,fà bene alla mente e al fisico...proprio scientificamente parlando,perchè provato.Tuttavia penso che si debba anche essere capaci di dirle,presempio a me dicono che dette da me quasi non sembrano parolacce...:many BUONA SERATA TEC (voglio chiamarti così...ahahaha perchè TECE' te ce chiamano tutte)

  16. calypte 09 dicembre 2009 ore 21:53

    Credo fermamente che chi usa un linguaggio nel suo blog e in quello altrui...lo fa anche nella vita di ogni giorno!

    Non mi scandalizza un linguaggio poco adeguato....ma m'infastidisce!

    NON LO TOVO NECESSARIO!

    Credo che una buona comunicazione deve avere radici nella buona educazione....un linguggio non appropriato e'.....invadente confidenza di scarso gusto!

    Mi ripeto...potrebbe accadere anche a me....ma (semmai).....faccio in modo che cio' non avvenga mai!

    Scriviamo con semplicita'....ironizziamo....ma sempre nel rispetto!....e nel caso nostro(del blog)....nella scrittura e' necessario!!!

    :staff

  17. dolceelena25 09 dicembre 2009 ore 22:04

    Sai non capita solo qua, devi vedere tra i blog di msn, quante me ne sono capitate, ti ringrazio di essere passato da me, ti auguro una dolce notte, abbracci.

  18. miriam71 09 dicembre 2009 ore 22:22

    le parolacce? no grazie nn è una mia consuetudine..qualkuna la dico...ma solo quando guido ;-) :bye

  19. vienna2 09 dicembre 2009 ore 22:23

    io in qualsiasi dialogo  no uso parolaccia .. ma  a volta capita di dirle ,, e si quando ce vo ce voooooooo

    buona notte da maria :batadorme

  20. parlaconlei 09 dicembre 2009 ore 22:38
    Faccio un bel mea culpa a casa tua,perche' io a casa mia qualche parolaccia l'ho detta...niente di volgare credo,ma io in blog sono esattamente quello che sono fuori...e se mi incavolo, ci scappa anche mentre  scrivo.Questo ovviamente non riguarda i miei commenti in casa altrui,ove uso sempre il massimo rispetto.Voeeai ancora bene all'amichetta tua?io spero di si :-))) :-)))Un bacio
    Bibi
     


  21. tramontoassolato 10 dicembre 2009 ore 02:07

     

    Okkavolo!!!....come sei legislativamente efferrato :sbong

    Il torpiloquio molto comunemente usato, per tante persone

    credo sia un'abitudine oltre che uno sfogo.

    Se dessimo il giusto significato alle parole che esprimiamo, le

    parolacce non le diremmo a caso ma solamente quando sono

    appropriatissime così come qualunque altro aggettivo.

    Io li ho sempre usate pochissimo, per me è come mettere il

    sale in eccesso su di una pietanza che non ti piace ma

    con l'aggiunta (poco utile) di sale riesci a mandarla giù.

    Non sò se ho reso l'idea con l'esempio, per me è così.

    Insieme a questo mio pensiero, ti lascio la buona notte.

    Alba:rosa

     

     

  22. kesterGIRL90 10 dicembre 2009 ore 12:39

    caro amico..purtroppo l’amore inganna..fa illudere e ci fa stare solo male.... mi sembrava troppo bello e strano....passa a leggere le novità baci nel post dedicato a quel ragazzo....ho lasciato anche io un commento.....

    Ti auguro una dolce giornata ..

  23. ampollina2 10 dicembre 2009 ore 12:50

    Bhè  devo  ammettere la  verità,io  qualche  volta  dico  parolacce ,certo  dipende  sempre  dalla  situazione....ma  più  delle  volte  le  dico  perchè  sono  incazzata  nera:kissy

  24. serenella21 10 dicembre 2009 ore 13:20

    di solito nn uso parolacce ..ma qndo mi fanno arrabbiare si:-)))  sia nel realta' ke nel virtuale...bestemmie no!! aggettivi colorati come coglione..va aff..:-x .......

    ciaoo buona giornata:rosa

  25. unincantesimo 10 dicembre 2009 ore 13:42
    evito le parolacce....non credo siano indispensabili....soprattutto nei blog.....certo poi ogni situazione necessita di una determinata reazione.....ossia in poche parole....quando ce vo' ce vo'.......e cavoliiiiiii.....ciao te.......un bacione uniiiiiiii:batahaha
  26. alba63 10 dicembre 2009 ore 14:02
    evitare di dirle ma nn ci riesco :nonono ...........sopratutto quando sn arrabbiata nervosa ecc........... :dito3 nn sn molto diplomatica e quando ci vuole le dico senza troppi problemi..........unica cosa ke nn dico sn le bestemmie ...........per il resto cm dicono i bambini oh oh mi sono scappate........... :gym ciao 0:-)
  27. aloven 10 dicembre 2009 ore 14:19
    scherzo.....anke io come te non sopporto ki senza mezzi termini usa un linguaggio scurrile  ...ma la quotidianita' è questa ormai...anke nelle scuole,ma non solo dagli alunni..anke da parte degli insegnanti...concludo con il dirti ke anke io a volte perdo la pazienza e le dico di santa ragione!!!!!!!!!!! un bacio:kissy
  28. Antelao 10 dicembre 2009 ore 16:03
    meglio non indulgere nel turpiloquio nel blog. Sai, nel discorso parlato puo' anche scappare, ma "verba volant"...Nel blog invece e' scritto, percio' magari al momento ti sembra appropriato, poi rileggendo a freddo molto meno. Se proprio non se ne puo' fare a meno perche' indispensabile nell'economia di un certo post, magari lo si metta tra virgolette, o anche no...Dipende dal contesto.

    UdM

  29. nerorosso 10 dicembre 2009 ore 16:30
    CIAO TI AUGURO UNA BUONA SERATA :clap
  30. Ladylaura3 10 dicembre 2009 ore 16:56
    In genere se sono calma (cosa che capita raramente) evito di dire "parolaccie" ma se mi irrito un c...... o un v........mi scappa.
    Nel blog però ogni parolaccia detta anche a fin di bene mi sembra solo fuori luogo....
    Concordo con qlc che ti ha scritto che si può essere volgari anche senza dire parolaccie.
    Buona serata e grazie dei tuoi commenti :kissy
  31. Shakiki.290 10 dicembre 2009 ore 17:08
    Io nel blog come nella vita cerco sempre di essere corretta...il rispetto e l'educazione sono al primo posto.Però se si dovesse presentare una situazione  da farmi venire il nervoso bhe....sfilerei la corona :firulì Rispetto ed educazione oltre a darli, bisogna anche riceverli.
  32. BarkettaDiKarta 10 dicembre 2009 ore 19:05
    Bel post, interessante......
    Che dire? Generalmente faccio a meno di usare termini che possano violare la pubblica decenza....
    Però siamo umani, fatti di carne e sangue, e può scappare qualche volta in preda all'ira più profonda, un qualche sproposito verbale....
    Ma, come dicevo prima, di solito io ho un modo molto più elegante e raffinato, ma senza dubbio chiaro e comprensibile di "cantarle" a chi se le merita... :-)))
    Si possono usare parole molto carine ed espressioni colorite, ma non volgari per toccare nel profondo la sensibilità altrui...perchè alla fine lo scopo primario del turpiloquio è quello di recare un'offesa a chi ci sta di fronte ed è il destinatario dei nostri improperi....
    Riguardo alla bestemmia, la reputo una assoluta mancanza di rispetto per se stessi e per gli altri, anche se non ricordo chi...una volta disse che "Se bestemmi Dio, vuol dire che credi nella sua esistenza, poichè sarebbe insensato bestemmiare qualcosa in cui cui non si crede...." (infatti non ho mai sentito un cristiano bestemmiare su Buddha!!!! :lol )
    Io mi dissocio, sia ben chiaro.....
    Concordo con chi sopra diceva che chi è abituato a scrivere in parolacce nel blog lo fa correntemente anche nel linguaggio di tutti i giorni, ed è risaputo che "il parla come magni" è un principio universalmente valido....
    :-)))
    Un :kissy by Barkè!
  33. ragazzabonita 10 dicembre 2009 ore 19:43

    Qualche parolacia ci vuole magari in una discusione,  si si si

    qualcuna la dico,  ...

    ciao buona notte;-)

  34. profumodiieri 10 dicembre 2009 ore 19:57

    ...Ho un debole per la dolcezza, è l’unica cosa, emozione o sentimento di fronte alla quale alzo le mani e mi arrendo evitando di difendermi perchè sarebbe inutile combattere una magia che non ha bisogno di parole,  di gesti per vincermi...

    buonanotte ............ :rosa   :bacio

  35. fortunata5 10 dicembre 2009 ore 21:52

    le parolacce nè le volgarità

    sono me stessa sempre sia nella vita reale che in chatta...

    Ho la fortuna di aver incontrato anche qui solo amici BENEDUCATI...  

    o forse è vero il detto"CHI SI SOMIGLIA SI PIGLIA...?"

    GRAZIE del tuo costante passaggio...

                  BUONA NOTTE   Diana

  36. kentina 10 dicembre 2009 ore 21:59

    :fiore

     

    non  uso  parolacce....ma  una   quando  sono  arrabbiata  si  ...

    e   che  comincia  con  la  S..  e  finisce  con  la  A oppure O...:shy

     

    Buona  serata...:angel

     

    Tina:kissy

  37. tecerco 10 dicembre 2009 ore 22:27

    Cat, tu mi superi...non lo so cosa fai, quando ti arrabbi e non lo voglio sapere...può essere che neanche una parolaccia ti sfugge!!! Se così fosse e me lo confermi, ti prego di scusarmi per il fatto di averle citate, quelle "paroline" e sottolineate ed anche messe in grassetto...

    Ahò, non t'arrabbia'...mò, dopo un pò di risposte...er tecerco aricomincia a gioca'...

  38. tecerco 10 dicembre 2009 ore 22:35

    ...nnaggia a te, amichetta mia....te vai a 'nnamora' de chillullà!!! Ar primo commento, qui da me, m'hai dato quasi foco ar blog...ho dovuto chiama' i pompieri pe' spegne le fiamme ..ecchessei...Mò l'ho capito, sei 'nnamorata, tesoro...e dai foco a tutto, quanno te trovi cor core in fiamme...

    Speramo bene, dai e sennò, vatte a ripassa' quei motti, tipo...s'apre un portoooone....morto un papa....etc.etc

    Ciao, ragazza kester.

  39. tecerco 10 dicembre 2009 ore 22:38
    E' vero, non sono indispensabili, le parolacce...se ne può fare a meno...concordo con te!
  40. tecerco 10 dicembre 2009 ore 22:50

    Kiara, sei stata chiara. Tu reagisci a parolacce se, eventualmente, te fanno incazza'....

    Ahò, m'è scappata...m'hai fregato....ahò, pure questa nun se dice...so rimasto fottuto....no, manco questa...inchiappettato....neanche questa....Chiare', me so' rotto erca....'ncestoacapipiugnente, te lo dico in privato, così nun faccio brutta figura...

    Se becco quello che m'ha dato la spinta a fare questo post, me lo...mejo che sto zitto!!

  41. dolcecarrie 10 dicembre 2009 ore 23:07
    meglio evitare il turpiloquio specie in casa d 'altri..
    .certamente ognuno è libero di esprimersi come crede,
    ma un pò di rispetto verso chi ci ascolta ci vuole sempre..
    Bunona serata Tc........ :rosa :-) :byeCate
                                                :batanatale
  42. tecerco 10 dicembre 2009 ore 23:56

    Il volgare...lo trovi qui dentro , così come fuori.

    Qui, con l'aggravante che qualcuno si cela dietro un computer e pretende di imporre il proprio linguaggio in casa d'altri...

    Per costoro, nessuna pietà! Si avvisano e, alla prima mossa falsa, si bloccano!

    D'altro canto, se qualcuno ti si presenta in casa tua con fare strano, cosa fai? Usi i guanti? Non esiste proprio! Lo prendi di peso e lo scaraventi fuori!

  43. tecerco 11 dicembre 2009 ore 00:14

    Una signorinella gentile ed educata come te, si può permettere anche di sgarrare, qualche volta, e sei anche il nostro capitano... e qui estendo un pò il discorso:

    ...non me ne vogliano i beceri ma, la realtà è che la parolaccia, se la può permettere, io autorizzerei a dirla, qualche volta, solo chi è educato, di modi....

    Sembra un "non senso", e sono sicuro che il becero non può capire, cosa intendo dire, e non gli conviene capire...e sono anche sicuro che chi è educato di modi, dunque voi tutti che mi commentate, capisce molto bene cosa intendo dire...

  44. tecerco 11 dicembre 2009 ore 00:24

    Pattyyyyyyyyyyy, me piace 'sta teoria scientifica...non vedo l'ora di incontrarti e sentire un pò delle tue p..cce...magari te tiro fuori, signorilmente, il repertorio mio, de par...cce ...e famo 'n'infornata, a modo nostro!!

    Tuo TEC.

  45. silvia11 11 dicembre 2009 ore 08:17

    il volgo,ossia linguaggio del popolo,e' un chiaro modo di comunicare sensazioni,sentimenti e stati d'animo nel modo piu' diretto possibile a chi ascolta!!

    Pensa se, "inalberandoci" in strada o allo stadio o altrove,dicessimo:"tua moglie e' una donna di facili costumi!!!" oppure "hai disfunzioni celebrali":-))) Non renderebbe l'idea!!!

    Be',io te lo dico onestamente,senza ipocresia:in completo relax,con chi ho un legame molto stretto,uso spesso le esclamazioni solite ("cazzarola" oppure "cazzo" se son molto arrabbiata o presa da cio' che sto esponendo....se sono sullo scherzoso sempre in amicizia uso a volte il termine "mo fira" preso dalla realta' bolognese che vivo,ma raramente!!!...e cmq tu sai come mi esprimo quando mi inalbero,avendo letto alcuni miei post furiosi!sono come mi leggi!)

    Per le offese sentite,meritate davvero,vado molto sul pittoresco...e questo spesso mette ilarita' tra i miei amici!!Sono una creatrice di insolenze(ma credo di essere cmq serena e fin troppo educata):-)))

    Considero cmq la parolaccia o l'offesa,sempre cose da valutare e ponderare nel proprio contesto,di volta in volta!

    E per esprimere certi fonemi,c'e' sempre modo e modo!

    E' questo che fa di una parolaccia una volgarita':il tempo d'uso sbagliato e il tono con cui la si dice,e il contesto in cui la si inserisce!

    E dico una cosa:a volte serve come rafforzativo della ragione,ma sempre nella decenza umana!

    I barcaroli nn mi garbano...la finezza e' sempre molto importante anche quando si impreca!

    Ultimo appunto:condanno senza attenuanti la bestemmia e l'augurio di male verso il prossimo,anche se giustificato!

    Come si dice:i "cancheri" rimbalzano!:-)))

    Bene,mi par di avere commentato tutto quindi termino col dire che nn si esageri con le condanne all'imprecazione ma nemmeno con la permissivita'!!!

    Come spesso succede,la buona via sta nel mezzo:-))

       

     

  46. dolcegatta62 11 dicembre 2009 ore 12:22
    Non vorrei essere considerata moralista o bacchettona, ma   le parolacce  a me non piacciono per niente,  credo che chi usa sovente le parolacce sia una persona  che non si controlla,  che non sappia argomentare e quindi trascende, poi per parolaccia bisogna anche intendersi, per esempio dire  cretino, stupido, io non le considero parolacce,( a volte, capita che ti venga da dire a un altro "cretino"; alcuni te la tirano proprio), ma quando si dice :vai a ....e st.... o ca..... allora non ci sto e meno che mai mi piace sentirle... ed ora sono diventate linguaggio comune e quando cammini per la strada e senti ragazzinini giovani che le usano in continuazione il mio primo pensiero è quello di dire che non sono state educate bene. Ho l'impressione che sia un tema che fa discutere. Mi vengono in mente alcune domande: Perché si usano? E' vero che chi parla male, pensa anche male?

    C'è il rischio di privilegiare un vocabolario di parolacce a scapito dei contenuti?

    La parolaccia è davvero liberatoria o è il segno di una qualche sconfitta?

    Meditiamo gente, meditiamo

  47. dolcegatta62 11 dicembre 2009 ore 12:24

    Vado a singhiozzo oggi, problemi di connessione, mancano i saluti...buon fine settimana:rosa

    Nicole

  48. sweethearts 11 dicembre 2009 ore 15:43

    Grazie mille x il tuo passaggio e commento al nostro blog:-))

    Qnd vorrai tornare,sarai il benvenuto:-))

    X qnt riguarda i modi di esprimersi,coloriti,penso ke,ognuno ne abbia uno tutto suo,e se cè una cosa ke odio,è proprio la maleducazione,e le parolacce nn le digerisco,i miei genitori mi hanno impartito un ottima educazione,nn dico di essere la perfezione fatta persona,ma ho rispetto in primis di me stessa,e poi in ki mi sta difronte,o ki si cela dietro qst interlocutore.

    Purtroppo contro quest'ultima nn ci si può far proprio nulla,l'ignoranza è una brutta bestia,e l'unica arma x sconfiggerla è l'esser indifferenti a quest'ultima.

    Qualcuno ha asserito ke,ki va cn lo zoppo impara a zoppicare,mentre io penso ke:

    Ki veramente ha ricevuto una sana educazione (come me) se lungo il cammino incontra uno zoppo,lo evita totalmente.

    ki invece si lascia trasportare,è xkè di valori ne ha ben poki.

    Oggi viviamo in una società.dove se,nn segui le mode sei tagliato fuori,ma io me ne sbatto,e proseguo x la mia strada,sperando di incrociare tante persone come me,,,,ONESTE,SERIE,E SINCERE,il resto ke vadano al diavolo,nn mi interessano certi personaggi.

    Sarò all'antica,ma fiera di esserlo,e difenderò i miei valori fino alla mia morte:-)

    PS: Visto ke nel mio blog siamo in due a scriverlo,è giusto ke tu sappia,ke questa risposta te la stà dando una donna:-) (che sarei io):-)

    Grazie ancora x il tuo commento

    buon week

    SweetHearts:cuore

  49. DAITARNtheRETURN 11 dicembre 2009 ore 16:06

    A VOLTE TI RITROVO PERSONE CHE CHE TI DISTURBANO CONTINUAMENTE E CHE NON CONOSCONO UN FRENO PER DIRE BASTA STO ESAGERANDO, QUINDI DI CONSEGUENZA PARTI ANKE TU DI QUARTA SENZA SAPERE CHE IN QUEL MOMNTO TI STAI ABBASSANDO AL SUO LIVELLO COSI' BASSO

  50. Shakiki.290 11 dicembre 2009 ore 16:10
    Ti lascio l’augurio di un buon fine settimana....Chiara.
  51. nerorosso 11 dicembre 2009 ore 16:50
    CIAO TI AUGURO INA BUONA SERATA :clap
  52. tecerco 11 dicembre 2009 ore 17:18

    Tesoro, una parolaccia che...inizia con "s" e finisce con "a", al femminille e con "o", al maschile....non ci ho dormito stanotte...e quale è codesta parolaccia...stupido.... scemo...stolto..strafesso...sconsiderato...scoglionato(no, questo è un participio passato...forse..)...stralunato...??? Però, queste non sono parolacce, mi pare...

    Sto, con gli occhi di fuori...me dici 'sta parolaccia?

  53. tecerco 11 dicembre 2009 ore 17:22
    Tesoro, pure a te è consentita quella 1 parolaccia...me sei troppo simpatica, amica mia!!
  54. tecerco 11 dicembre 2009 ore 17:28

    Barke', sei "precisa", come se dice a Roma...il Tuo commento non fa una piega...ti condivido in toto....come te lo devo di'....sei tutti noi....evvai Barke'...SPLENDIDA!

     

  55. Briciola.79 11 dicembre 2009 ore 17:33
    Ciao Buon fine settimana

    Un Bacio Briciola.79

  56. tecerco 11 dicembre 2009 ore 17:34
    Che ti devo dire, con un nick come il tuo, gentile amica, accogliamo " l'apriti cielo ", senza nemmeno ...aprire l'ombrello!!
  57. sottovocexme 11 dicembre 2009 ore 21:42

    forse ripeterò quello che ha detto qualcun'altro /a..nei commenti...ma non sopporto nè volgarità,ne bestemmie....qualche parolaccia "leggera" scappa credo a tutti,almeno nei momenti di rabbia....però faccio di tutto per evitare...buona notte:rosa

                                       

  58. tecerco 11 dicembre 2009 ore 22:42
    ...molto dipende dall'educazione impartita dai genitori...quella è la base. Ed ho notato qui dentro, amica mia, che alcuna persone, fin da subito si sono presentate "sboccate", altre invece le ho viste, man mano lasciarsi andare, magari imitando qualcuno...qui, pare che, in certi circoli, sia quasi un obbligo esprimersi a "paroline colorate"...ed invece io ritengo che anche chi è abituato fin da piccolo alla parolaccia, si debba dare una bella regolata, specie quando si reca in casa d'altri.
  59. tecerco 11 dicembre 2009 ore 23:40

    Intanto, Karol, ti ringrazio per il bacino sulla guancia...sigh..sigh..che ricambio... sulla guancia;-( ;-(

    ...poi m'hai messo in curiosità sulle parolacce croate...dai dai dimmene qualcuna e spiega bene bene il significato...daiiiiii, è una occasione unica...quando ti capita piu' di avere una autorizzazione a procedere, del genere??!! Daiiii, sfogati e vieni qui a farlo...facciamo finta, SOLO PER TE, che il post si intitola :"lo sfogo parolacciaro croato"!!!

    Su chi mi ha fatto inc...., come dici tu, lasciamo stare...

  60. quantiamori 11 dicembre 2009 ore 23:43

    io le parolaccie le dico :-))) .. non spesso ovvio . ma un " pisello " mi scappa :-))) .. pero' dipende anche con chi sono ovvio .. e non mi permetterei mai di scrivere una parolaccia in un post di un'altro .. nel mio penso che ne ho messe alcune :-p

    credo che in tutte le cose ci deve essere un limite e un rispetto con chi sei e cosa fai ...

        passa un buon fine settimana :kissy :kissy ...

    ps :pero a volte dire un " pisello " e' cosi rilassante :ahah :ahah

  61. tecerco 12 dicembre 2009 ore 00:02

    Sei molto chiara, netta e decisa, quando dici che .....

    "una buona comunicazione, deve avere radici nella buona educazione....un linguaggio non appropriato, è invadente confidenza di scarso gusto".

    Lo vogliamo dire, che i vari termini "stronzo/i",  cazzo troia, etc, che si trovano usati in giro, rientrano in una comunicazione di scarso gusto, per usare un eufemismo molto, ma molto riduttivo?

    Diciamolo pure, tu lo dici, io lo dico...con buona pace della " terza carica dello Stato", e di chi fuori e dentro qui, lo imita!

  62. tecerco 12 dicembre 2009 ore 00:52

    Ma dai, ci sono blog di msn???   Non mi dire!!!

    Siccome ho tanto tempo disponibile, non mi dispiacerebbe frequentare quegli altri sette-otto bloggarelli....

  63. tecerco 12 dicembre 2009 ore 01:36

    Questo delle parolacce e della gestualità, mentre si è alla guida, è un tema interessante ed istruttivo...

    Allo scopo, è vero, di evitarvi un altro post sull'argomento, che molto mi intriga, vi pregherei di citarmi qui, tutte le mosse particolari, i gesti, è vero, e le male parole che voi tutte/i dite, mentre guidate....vi raccomando, evitatemi di fare un post apposito!

  64. tecerco 12 dicembre 2009 ore 01:52
    Volerti bene? Ti adoro, bibi...e, tra una battuta e l'altra, un bacchettare giocherellone qua e là, alla fine quello che trovo valido e bello di questo nostro conversare, è il simpatico rapporto con te e le altre amiche...
  65. tecerco 12 dicembre 2009 ore 02:37

    Il bacino iniziale, mi fa dimenticare, quella tua terminologia...inc...ta nera...però, fai la brava...un pater e tre gloria...amen.

  66. tecerco 12 dicembre 2009 ore 02:44
    Mi è bastato leggere la tua esclamazione iniziale...okkavolo....per promuoverti a pieni voti, per il tuo alto contributo, come sempre, del resto, è vero, Albarosa!!
  67. tecerco 12 dicembre 2009 ore 02:52

    Anche tu, stupenda ragazza, ci dai un notevole contributo, con il tuo va aff, che, nonostante l'ora tarda, deduco che stia, eufemisticamente, per il noto "vaffanculo"...

    ..grazie, Lisa...vada a te, il nostro plauso!

  68. tecerco 12 dicembre 2009 ore 02:58
    Leggiadra amica mia, con il tuo e cavoliiiiii. hai sbaragliato parecchia concorrenza, quanto a savoir faire, parler, disserter...insomma, m'hai convinto e faccio miei, i cavoliiiii tua, ok?
  69. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:01
    Ahò, se non ci riesci...e dille...che t'ho da fa'!!...subito dopo, mi raccomando, anche tu, un pater e tre gloria, ok?
  70. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:06

    Se tu, peraltro giustamente, le dici di santa ragione, le paroline...io, se mi disturbano oltremodo, le do di santa ragione, le botte...ma questa, è un'altra storia...

    ..un bacio anche a te!

  71. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:16
    ..."meglio non indulgere nel turpiloquio", dici tu...io sono un pò piu' drastico e dico...meglio non decadere nel turpiloquio...siamo comunque d'accordo e ti ringrazio per il tuo appropriato intervento!
  72. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:26
    Sei sintetica che è una bellezza...e deduco che il tuo "v" stia per vaffa..., ma ho serissimi dubbi sul "c", che potrebbe essere, l' imprecazione c..zo, ovvero l'insulto cogl..ne. Dacci lumi, cortesemente!
  73. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:30
    Per fortuna che non li segui alcuni amici, fortunata mia, per fortuna....e sennò...meglio, che me mordo la lingua!
  74. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:38
    D'accordo con te, Cate , ed aggiungo che, se è vero, come dici tu, che è meglio non usare il turpiloquio, io aggiungo, rafforzando con il mio ...è proibito usare il turpiloquio...eh, si...proibito, checchè ne pensi chicchessia!!
  75. tecerco 12 dicembre 2009 ore 03:54

    I rapporti con conoscenti ed amici, nella vita privata, hanno una loro storia...

    Nel blog, è giusto contenersi, in casa d'altri soprattutto, ed anche in casa propria...poi ciascuno, come dicevo sul mio post, è maggiorenne, vaccinato e responsabile ed aggiungo, fa anche i conti con il proprio carattere. Io credo che, soprattutto nel blog, si debba ricercare la via giusta, piuttosto che la via di mezzo...

  76. tecerco 12 dicembre 2009 ore 04:51

    C'è chi non si controlla, e magari è sottoacculturato...e c'è chi non vuole controllarsi e magari è acculturato..( la terza carica dello Stato è un esempio e, qui dentro, ne conosco alcuni altri di esempi).

     E non sto affatto pensando a chi mi è entrato nell'ultimo post (egli,forse, ha voluto esprimere un suo personale sfogo,nel blog sbagliato...il mio... e per me la cosa è finita lì!)

     Questo argomento ce lo avevo già pronto da un paio di settimane!!

    Non vedo il rischio di privilegiare la parolaccia ai contenuti, solo se si inchioda immediatamente il parolacciaro di turno, imponendogli la buona creanza o azzittendolo definitivamente.

    Chi parla male, pensa male? Qualche problema, ce l'ha, chi parla male, non solo educativo, ma anche una qualche grossa reazione interna a soprusi subiti o subiendi...

    Parolaccia, sicuramente liberatoria, a volte indice di sconfitta e, se pronunciata dalla gente "cosiddetta acculturata", ancor piu' vessatoria e pericolosa, poichè può costituire pessimo esempio ed induzione al decadimento della educazione verbale. 

    Grazie, Nicole...qui è venuto fuori un post nel post, ma tu sei una bella testa pensante, cara amica mia, e mi induci a meditare, con te....

  77. Linda.75 12 dicembre 2009 ore 09:36
    Sono davvero pesanti......non posso dirtele.
    Chiedimi qualcos'altro, è meglio.
    :-)))
  78. lucia46 12 dicembre 2009 ore 16:02

    sono tra le poche cose che odio....la volgarità , in tutte le sue forme...parole o gesti sarebbe sempre da evitare.....si possono dire le stesse cose usando termini, anche più incisivi senza cadere nella volgarità....la nostra lingua, fortunatamente  è fornitissima....impariamola bene......e potermmo mandare a quel paese le persone senza usare parolacce..che ci fanno cadere di stile e di educazione

    buon fine settimana!!!!!!!!!!!!!!

  79. tecerco 12 dicembre 2009 ore 16:45

    Ho la sensazione, che i genitori, tutti, cerchino di impartire una buona educazione...poi si cresce, e si va a scuola, e si fanno già lì delle scelte, meno o piu' reazionarie(nel senso di reagire,a tutto e tutti..), e da lì inizia un percorso di vita dove coloro che hanno avuto meno problemi, riescono meglio a "ricordare", gli insegnamenti dei genitori...gli altri, si lasciano andare e ce li troviamo davanti, per strada, tra i conoscenti,a volte tra gli amici, ed anche qui nel blog. Tu dici, cara amica, di essere indifferenti e di tirare dritto...ok, nella vita reale, e sono d'accordo con te...meno d'accordo, invece per quanto riguarda il blog...Qui, io sostengo che si deve fare piu' attenzione, soprattutto a chi,pur acculturato, ritiene di poter chiacchierare troppo "con certe paroline, tra i denti". Se, qui dentro, sopportiamo a lungo una pratica del genere, il rischio che prevalga il modo di parlare becero, esiste...dunque, preferisco reagire e lanciare il messaggio opposto, che parla di rispetto per gli altri, anche e soprattutto, con il linguaggio che si usa!

    Ti ringrazio e ti invio un saluto, da estendere anche all'altro amico.

  80. nerorosso 12 dicembre 2009 ore 17:20
    ciao buon fine settimana :rosa
  81. martina65 12 dicembre 2009 ore 17:21
    ciao grazie del tuo passaggio nel mio blog sei sempre il benvenuto
    cmq le parolacce oggi ki è ke nn le dice nn facciamo le santarelline certo nn nei blog di altre persone ma se ci vuole qualke va........... esce pure dipende dalle persone con cui parli ,nella vita reale penso qualkosa di + di un va.......................... anke sei uno s.................... cog...............................
    invece a dte lascio un abbraccio e un buon fine settimana
    :bacio
  82. tecerco 12 dicembre 2009 ore 17:29

    Marty, sei uno zuccherino e sono così felice di conoscerti nel virtuale...

    Se dovesse capitare anche il reale... non si sa mai...so già cosa mi posso aspettare...e faccio il buonino, stai tranquilla!

  83. Alisia4ever 12 dicembre 2009 ore 19:22
    ebbene si, l'ammetto :shy
    alcune forme meno volgari  delle parolacce da te indicate, a volte, le uso pure io (cassio, vaffa).
    un linguaggio un po' colorito può essere simpatico, ma solo se usato con moderazione e, soprattutto, senza offesa.
    (we! oltre 80 piani per poter lasciare un commento :hell se nun me metti l'ascensore o 'na funicolare, temanno 'na lettera del mio avvocato spocchioso).
    aly :rosa
  84. illaka 12 dicembre 2009 ore 20:06

    rinuncio a scrivere commenti dopo quasi ottantun piani fatti di corsa...

    pero da toscana verace giá lo sai come la penso...

    Illa

  85. miriam71 12 dicembre 2009 ore 21:31

    certo ke sei un gran curiosoneeeeeeeee! ke parolacce mi scappano quando mi accorgo ke voi maskietti nn solo nn sapete guidare ma vi arrogate pure l'arroganza di esser convinti di esser + bravi di noi donne :hell ?La + comune è "sto str...."  "ma vaffa" oppure "a te e ki ti ha dato la patente" :hoho

    buon fine settimana tecè (ti saluto alla maniera di kiara) :hihi  ciao!

  86. tecerco 13 dicembre 2009 ore 01:06

    Ma tu lo sai che m'hai dato un'idea...hai detto "temanno"...io, ci inserisco un "ce", e, mehh, è venuto fuori er novo nick der tecerco..."tecemanno"...per carità, nun è riferito  a te, si me vieni coll'avvocato spocchioso...incasomai...potrei tira' fuori un "vecemanno"!!!  Se gioca sempre, Aly , ...grazie...la prossima volta, invece dell'ascensore, me te carico a spalla, ok?

    Ciao, core.

  87. tecerco 13 dicembre 2009 ore 01:12

    Proprio per te, niente ascensore, cara la mia amica toscana! Avrai modo, ad ogni pianerottolo, di fermarti, pensarne una delle tue...simpatiche battutacce toscane...magari le scrivi sulla ringhiera...tanto poi la famo rivernicia'...

    Grazie,illa..

  88. tecerco 13 dicembre 2009 ore 01:16
    Ahò, arroganti a chi...ah Miry, tu ciai a che fa' con piloti della formula 1...o giu' di lì...nun t'allarga'..sinnò te faccio 'na sgommata, da paura, ok??
  89. tecerco 13 dicembre 2009 ore 02:57

    Ci ho pensato a lungo, Patri'...sei di gran lunga la piu' schietta, quando te ce metti...trooooppo simpatica...ogni tanto, "mi scappa un pisello", dici tu...sempre tu, "trovi il pisello, rilassante"...

    Per meriti conquistati sul campo,cioè a dire, sul post,  sei eletta "la principessa sul pisello".

    Grazie, Patrizia...sei tutti noi..un'ovazione per te!

  90. lunapiena13 13 dicembre 2009 ore 16:29
    IO EVITO LE PAROLACCE MA QUANDO HO LE SCATOLINE PIENE MI SCAPPA QUALCHE VAFF.... OPPURE CA.....  CERTO SENTIRNE TROPPE NON VA... CIAO DA LUNA. BRRRR CHE FREDDO !! :ok
  91. Ladylaura3 13 dicembre 2009 ore 17:06
    .........ho visto solo ora la tua risposta scusami.......riguardo al significato di c....o mi pareva scontato che fosse riferito  all'organo genitale erettile (in taluni casi no) per eccellezzenza.
    Mentre la parola co...ne la uso spesso e volentieri per indicare qlc nn molto capace oppure ottuso.
    Uso abbastanza spesso le parolaccie ma basta farlo con stile.........scherzo ovviamente.......direi solo che le uso solo quando sono arrabbiata cioè sempre :many

  92. tecerco 13 dicembre 2009 ore 17:20

    A te, simpatico collega, data la nostra reciproca ed educata consuetudine a venirci a trovare spesso, un grazie per la pazienza usatami, nel salire e scendere scale, in questo post...infinito.

    E, d'altro canto, la parolaccia tira e noi le diamo risalto, anche simpaticamente...

  93. tecerco 13 dicembre 2009 ore 17:32

    Luna, mi apri il cuore con la tua dizione "scatoline", che vado suggerendo, è vero, alle mie amiche lettrici tutte, a significare che, le nostre, quelle dei maschi sono le "scatole", laddove le vostre, quelle delle gentili signore, sarebbero, a tuo dire, che io accolgo, .."scatoline".

    Ed una considerazione...ma, quando fa freddo, come ora su da te...una bella salva di parolacce, non riscalda?? Sappimi dire, attendo notizie...

    Grazie,luna..

  94. Shavannah 14 dicembre 2009 ore 13:47
    Che si possa rispondere a tono senza scadere nella volgarità. Non servono parole oscene per esprimere rabbia
  95. sweethearts 15 dicembre 2009 ore 01:25

    Forze hai male interpretato il mio scrivere:-)) xkè io ho espresso ke,non solo ho rispetto x me stessa,ma anche x ki vige dietro questo interlocutore:-))

    Semplicemente cerco di evitare personaggi ignoranti;-)

    Cm asserisci tu hanno avuto un educazione,Ok,sn daccordo,ma nn tutti :-))

    Educare un figlio nn è facile,sopratt insegnare qualcosa ai giovani d'oggi,ke pensano solo a pretendere,senza dare nulla in cambio.

    I vekki tempi sn finiti,ormai il mondo è come le persone(Totalmente cambiato):-))

    Ma finkè cè vita,ci sarà speranza;-)

    Grazie x la risposta;-)

    Ti auguro una dolce Notte

    Porterò al mio amico i tuoi saluti

    Un abbraccio

    SweetHearts:cuore

     

  96. goccesulmare 18 dicembre 2009 ore 14:22
    genericamente la parolaccia fuori luogo.....mi irrita abbastanza, ma un linguaggio colorito e ben inserito in un contesto non mi disturba assolutamente e devo ammettere che delle volte nel blog o nelle bacheche qualche espressione un pò azzardata l'ho usata ma solo per gioco e mai in modo offensivo e aggressivo
    Ci sono luoghi e luoghi e momenti in cui si può ed altri no....nel blog è giusto usare un linguaggio armonico corretto per se e per gli altri per una forma di rispetto per chi legge e per chi esprime dei pensieri...
    personalmente nella vita di tutti i giorni delle imprecazioni mi escono e come se mi escono....nel traffico come fai a non incazzarti e dire un "vaff..." all'autista che come vede una donna al volante vuole fare il prepotente e ti dice pure che non sai guidare o non sai fare le manovre??
    che cosa gli dici?? io una parolaccia gliela dico e se non parlo un segnaccio con le mani non me lo risparmio affatto...tiè
    :dito3 :dito
    Gocce
  97. quantiamori 18 dicembre 2009 ore 16:44

    nella vita bisogna provare di tutto .. ed essere eletta la Principessa sul pisello credimi e' un onore ahahahahahha

                             sei un grande :kissy

  98. nevias63 21 dicembre 2009 ore 19:33
    Ciao tecerco, io no comment.....perchè non le dico....quasi mai, solo blande se sono inc...zata.... :hoho
    0:-) :-w....se no poi mi annoio

    Ciao ...Buona serata.... :rosa

    nevia

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.