L'incontro

08 giugno 2014 ore 13:02 segnala
Due momenti di poesia. Il primo, "L'incontro de li sovrani" è una bella composizione di Trilussa, ambientata nell'epoca in cui Egli è vissuto. Il secondo, "L'incontro Renzino--Berlusca cor popolo loro", è una mia composizione, in cui do voce a Renzi e Berlusconi, i quali si rivolgono ai loro accoliti: per l'occasione, obtorto collo, presto a costoro due il mio dialetto, il romanesco.

L’incontro de li sovrani

Bandiere e banderole,
penne e pennacchi ar vento,
un luccichìo d'argento
de bajonette ar sole,
e in mezzo a le fanfare
spara er cannone e pare
che t'arimbombi dentro.
Ched'è? chi se festeggia?
È un Re che, in mezzo ar mare,
su la fregata reggia
riceve un antro Re.
Ecco che se l'abbraccica,
ecco che lo sbaciucchia;
zitto, ché adesso parleno...
-Stai bene? - Grazzie. E te?
e la Reggina? - Allatta.
- E er Principino? - Succhia.
- E er popolo? - Se gratta.
- E er resto? - Va da sé...
- Benissimo! - Benone!
La Patria sta stranquilla;
annamo a colazzione... -
E er popolo lontano,
rimasto su la riva,
magna le nocchie e strilla:
- Evviva, evviva, evviva... -
E guarda la fregata
sur mare che sfavilla.
Trilussa



L’incontro Renzino – Berlusca cor popolo loro:

"Ladruncoli e furfanti,
a voi ce rivolgemo..
noi tutti semo tanti:
tranquilli, vinceremo!
Co' 'a merda infino ai denti
dimo 'a frasetta tarocca:
“Al rogo i delinquenti!”,
tanto la ggente abbocca..
Quando il processo infine
arriva a conclusione,
noi attraversamo er confine
e se godemo 'a pensione.
Solo 'n'insetto ce se po’ fa’,
perciò uniti in un sol strillo,
urlamo in coro: “Abbi pietà,
risparmiace, Mr. Grillo!”
Tecerco

Leggete, indignatevi e... mandateli a casa!

Trilu & Tec :cuore
40b1e172-0e65-42a5-8031-c1f013d66fc9
Due momenti di poesia. Il primo, "L'incontro de li sovrani" è una bella composizione di Trilussa, ambientata nell'epoca in cui Egli è vissuto. Il secondo, "L'incontro Renzino--Berlusca cor popolo loro", è una mia composizione, in cui do voce a Renzi e Berlusconi, i quali si rivolgono ai loro...
Post
08/06/2014 13:02:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. tecerco 08 giugno 2014 ore 14:20
    Beppe Grillo attacca ancora Matteo Renzi per le parole del premier da Napoli -- è intervenuto a La Repubblica delle idee, intervistato dal direttore Ezio Mauro al teatro S.Carlo -- sulle recenti inchieste per corruzione. Sul suo blog, il leader del M5S scrive:
    "Va bene abbassare i toni, va bene riconoscere i propri errori, ma quando è troppo, è troppo. Farsi prendere per il culo come se dovessimo scontare una condanna a vita da cornuti e mazziati è troppo. Quando, dopo gli scandali, ma ormai più che di scandali che non scandalizzano più nessuno si dovrebbe parlare di cronaca quotidiana, dell'Expo e del Mose, in attesa della Tav, Renzie afferma che "Il problema della corruzione non sono le regole che non ci sono, ma quelle che non si rispettano, il problema sono i ladri, non le regole" è troppo. Ma i ladri stanno (anche) nel tuo partito, li avete fatti eleggere voi, avete dovuto aspettare la magistratura per fare il lavoro che avreste dovuto fare voi? Allontanarli a calci. Sembra che ora nessuno conosca questo Orsoni, il sindaco di Venezia, quindi figlio di padre ignoto, così il suo partito di appartenenza assume il ruolo di meretrice, adescatrice, escort (puttana non si scrive più per non urtare la sensibilità dei giornalisti). Si discetta con stile bizantiniano, carnevalesco (... dal giudice Carnevale che annullava le sentenze di condanna per i mafiosi in Cassazione per vizi di forma) se Orsoni sia o meno iscritto al Pd.



    La foto di Orsoni, sindaco di Venezia, con Bersani sul palco con una scenografia in cui le lettere "PD" sono gigantesche non fa testo e neppure che il Pd lo abbia candidato. No. Ce l'aveva o no la tessera Pd? In caso negativo che c'entrano i segretari di partito che si sono succeduti in questi anni? Che c'entra il Pd? Nulla. Qui andiamo oltre. Oltre il ridicolo. Oltre la farsa. Oltre la presa per il culo. Oltre l'avanspettacolo.
    Il meccanismo con cui questo sistema delinquenziale legalizzato si regge è ormai semplice per chi vuole capirlo. Grande Opera Inutile, cifre gonfiate, emergenze costruite ad arte per evitare i controlli, appalti agli amici, tangenti a persone "vicine" ai partiti, l'immortale Greganti docet, e via mazzettando per miliardi di euro che finiscono sui conti pubblici tagliando lo sviluppo del Paese.
    Di che regole parla Renzie? Di quelle che non ci sono? Della legge anticorruzione che il M5S ha proposto? Della legge sui conflitti di interesse (presenti a mani piene nel suo governo)? Di nuovi strumenti da mettere a disposizione della magistratura resa (quasi) innocua da decine di leggi fatte dal partito unico PD/Forza Italia in vent'anni? O forse allude agli inquisiti candidati nel suo partito alle europee?
    Quanti voti sposta la corruzione? Tanti. Di tutti quelli che ne godono, anche di poche briciole gettate sotto il tavolo. Dopo l'astensione, la corruzione è il primo partito del voto. Primum vivere, comunque sia, e a culo tutto il resto."
  2. Stellacadente56 08 giugno 2014 ore 22:40
    E er popolo lontano,
    rimasto su la riva,
    magna le nocchie e strilla:
    - Evviva, evviva, evviva... -
    E guarda la fregata
    sur mare che sfavilla.

    e mannamo a casa i ladri e ipocriti e lussuriosi e inetti e codardi politici uffi!!!!
  3. julia.pink 09 giugno 2014 ore 06:50
    Trilu & Tec Grande! :clap :clap
  4. tecerco 09 giugno 2014 ore 13:58
    Il M5S, con Nogarin eletto sindaco, ha conquistato Livorno, passando dal 19% di due settimane fa al 53%, in occasione del ballottaggio con l'avversario del Pd, Ruggeri, che due settimane fa aveva conquistato il 40%, mentre ieri si è fermato al 47%. Livorno, culla del comunismo e del Pd, ha cambiato strada, anche facendo pagare al Pd locale il fio della insipienza del Pd nazionale. Debora Serracchiani, portavoce del Pd,dice che sul caso Mose il suo partito prenderà presto posizione. Nel frattempo, mentre attendiamo curiosi di apprendere quanto, poveraccia, dovrà inventarsi, la Serracchiani, Le recapitamo la sconfitta subita a Livorno, per mano dei Livornesi, intelligenti precursori dell'onda lunga che porterà il M5S alla vittoria anche in campo nazionale. :ok
  5. salyma 09 giugno 2014 ore 14:40
    Tecerco, fossi in te ci andrei piano con la nazionalità delle 5 stelle. E quando parli del caso Mose allora c'è da mandare a casa tanta gente Guardia di Finanza compresa, magistrati ecc...... Si vedrà se le 5 stelle sono e si manterranno pulite, tranquillo, il marcio c'è in ogni dove basta solo aspettare e se il tempo mi darà ragione allora verrò nel tuo blog a farti i complimenti per la correttezza. Intanto l'ingegnere ha vinto perché ha preso i voti della falce e il martello che non si chiama PD, ma partito Comunista Italiano, anzi ti dirò di più, se fossi una grillina mi vergognerei essere stata votata e da questa gente e per forza di cose anche da alcuni del PD!
  6. tecerco 09 giugno 2014 ore 15:03
    salyma: Anna, ho parlato di "cambiamento di strada". Le votazioni politiche ed anche quelle amministrative, danno il termometro di ciò che pensa la gente. Io, in quanto simpatizzante ed attivista del M5S, prendo atto di questo cambiamento ed auguro ai Livornesi di procedere sempre di piu' sulla via del rinnovamento, nel Loro interesse. In tal caso il rinnovamento si è chiamato Movimento 5 Stelle. Ciao, carissima. :rosa :bye
  7. tecerco 09 giugno 2014 ore 16:10
    Mario Adinolfi (PD) in diretta a "L'Aria che Tira" pone al centro del dibattito una questione molto importante. Si può fare politica senza soldi? Si può ottenere consenso senza avere a disposizione ingenti risorse economiche?

    Adinolfi cita e loda l'esempio del Movimento 5 Stelle: "Come fanno i 5 Stelle a prendere il 22% senza i 42 milioni del finanziamento pubblico? E' avvenuto qualcosa di epocale.

    E' nato qualcosa che ha a che fare con la nuova generazione che sa usare internet, che ha abbattuto i costi ed ha ottenuto un risultato elettorale migliore. Questa innovazione deriva dal fatto che è arrivata una nuova platea di giovani".

    La Merlino interviene: "Ma il tema dei soldi del blog di Grillo?". La giornalista viene zittita dallo stesso Adinolfi: "E' un tema marginale. Merlino, hanno lasciato a terra 42 milioni di euro".
  8. tecerco 09 giugno 2014 ore 16:14
    - Arrestato sindaco PD di Modugno per concussione. -RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Riomaggiore per associazione a delinquere e truffa. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Pescara per concussione. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Melito Porto Salvo per associazione mafiosa. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Sant'Anastasia per corruzione. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Valmadrera per associazione mafiosa. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Licata per corruzione in atti giudiziari. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Pioltello per tangenti. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Carlatino per concussione. - RENZI CHIUDI IL PD -
    - Arrestato sindaco PD di Venezia per le tangenti Mose. - RENZI CHIUDI IL PD -
    RENZI SALVA L'ITALIA E GLI ITALIANI "CHIUDI IL PD"
  9. Edelvais63 09 giugno 2014 ore 18:02
    :-(
  10. Settembre 09 giugno 2014 ore 18:41


    io sò sempre in attesa di fatti :firulì
  11. dolcecarrie 10 giugno 2014 ore 01:29


    Buongiorno tc :fiore :bye
  12. salyma 10 giugno 2014 ore 08:27
    Ho preso atto di tutto quanto hai scritto sul PD ma forse non hai capito bene lo scopo del mio post o probabilmente mi sono spiegata male io, è stata soltanto la constatazione di quanti inciuci vi siano nella politica, nessuno escluso, nemmeno i seguaci del comico a quanto pare! E probabilmente non si è capito nemmeno che a me : DEL PD E DI RENZI NON ME NE FREGA NIENTE! Anzi me ne frega come cittadina fregata, derubata e disturbata non poco da TUTTI indistintamente. Tu prova a preparare la pasta per fare il pane, impossibile farlo senza sporcarsi le mani, è inevitabile, e se anche tu dovessi mettere un paio di guanti, usa oggi, usa domani i guanti inevitabilmente si usureranno, ne vorrai indossare di nuovi, poi piano piano ti dirai, ma perché aspettare che si rompano, allora inizierai a usarne di nuovi sempre più spesso fin quando deciderai di togliere i guanti e penserai che è meglio infarinarsi le mani, tanto poi si lavano e non ne rimarrà traccia: mani pulite quindi ma poi arriva un giorno in cui l'acquedotto non funziona più ed è così che vengono scoperte le tracce di quello che rimane appiccicato alle mani!
    Nella vita ho imparato che piena fiducia non deve mai essere concessa a nessuno, puoi sperare nell'altrui lealtà, puoi credere a presunte verità, ma il matematicamente sicuro non esiste per nessuno!
    E come si dice.......ai posteri....... se il vincitore saprà ben lavorare e pur avendo le mani in pasta riuscirà a non sporcarsele sarò la prima a fargli i miei complimenti. I partiti politici alla fin fine sono costituiti da persone, ed il buono e cattivo vi sono ovunque! o no! Nessun politicante ha un'aureola intorno al capo.
    Buona giornata :-)
  13. tecerco 10 giugno 2014 ore 09:30
    salyma: Io ho capito bene il concetto che esprimi nel tuo post ed anche qui da me...Tu parli di inciuci, ebbene se ne conosci riguardo il M5S, scrivilo pure. Io non ne conosco...e seguo questo Movimento da qualche tempo, assistendo a dibattiti,partecipando a riunioni, proponendo, verificando.Ti parlo della mia città, naturalmente.Qui a Roma gli eletti nei vari Municipi, stanno facendo un lavoro egregio, oltre ad aver rinunciato ad ingrassarsi economicamente: questi qui, rinunciano a metà del loro stipendio, destinando questi soldi al fondo per la salvezza delle piccole e medie imprese. Non so se mi spiego! Trovami un altro politico di altro partito che abbia fatto ciò! I grillini l'hanno chiesto reiteratamente ai loro colleghi di altri partiti, di rinunciare ai troppo lauti stipendi, devolvendo a favore del popolo affamato: la risposta, reiterata è stata un NO!!! E mi sono occupato in questo post del Pd in particolare, riferendo a chi mi legge, quanto vado appurando su questo partito e sui suoi leader.Perchè il Pd? Perchè, mentre quando incontro qualche Pdl, mi basta ricordare Fiorito, ed abbassano lo sguardo, pare invece che i Pd, con la spocchia immensa che hanno, abbiano bisogno che gli si dica in faccia 10, 100,1000 volte quanto il loro partito è implicato nel malaffare politico, costringendoli ad abbassare lo sguardo, anche loro. Tutto qui. Mi riallaccio, infine, a quanto affermi sulla fiducia. Io credo che noi tutti dobbiamo partecipare piu' attivamente alla "cosa pubblica". Dalla partecipazione attiva, dalle verifiche, proverrà, eventualmente, la fiducia in questo o quel partito.
    Ciao. Buona giornata. :rosa
  14. tecerco 10 giugno 2014 ore 09:40
    Buona giornata a Settembre, a dolcecarrie,a Rosanna, a Stella, a Giulia... a tutti voi, amiche ed amici miei! %-)
  15. tecerco 10 giugno 2014 ore 11:47
    Ho letto poco fa, su Repubblica di oggi, 10 giugno. Massimo Vanni, giornalista di Repubblica, intervista Filippo Nogarin, neo sindaco di Livorno. Riporto uno stralcio dell'intervista, secondo me illuminante.

    Intervistatore: E' vero che intende ridursi lo stipendio?
    Nogarin: Si, intendo farlo. Quello di sindaco non è come gli stipendi dei Parlamentari, che sono altissimi. Ma è un fatto simbolico: come può vivere un cittadino che deve fare leggi con uno stipendio mensile che è l'intero anno di guadagno di un operaio?

    A me, questa risposta di Nogarin, che è poi la risposta di tutti gli eletti, ovunque, del Movimento 5 Stelle, mi fa porre una domanda: "Ma il 40 e passa % che i Pd si sono aggiudicati nelle Europee, donde viene? Ma chi sono questi elettori del Pd? Come vivono costoro? Se sono operai, che stipendio prendono? E come mai non chiedono ai politici del loro partito di dimezzarsi lo stipendio? Mi sto facendo questa domanda da parecchi mesi. Mi piacerebbe che qualcuno di questi elettori del Pd ( ed anche di tutti gli altri partiti, ovviamente...), mi venisse a scrivere la risposta. Qui. Grazie
  16. tecerco 10 giugno 2014 ore 21:13
    Conclusione. Auspico che venga promulgata una legge che metta fuorilegge e costringa a chiudere quei partiti che vengono colti in flagranza di “reato” reiterato. Quale il reato? Aver ospitato tra le loro fila…parlo di loro eletti dal popolo…gente che venga condannata per reati quali concussione, peculato, mafia, etc. Quanti i condannati, per chiudere un partito? Lo decidano Renzino e Berlusca, visto che attualmente, insieme, si stanno occupando di importanti riforme. Ma senza barare, eh Renzino, eh Berlusca...Noi cittadini onesti ci aspettiamo che la soglia al di sopra della quale, per suo statuto ed anche per legge, il partito chiude, non superi le dieci unità. La questione morale è prioritaria. Noi cittadini non abbiamo tempo da perdere, nè soldi da regalare a chi disattende, quanto ad onestà, il mandato parlamentare od anche i mandati locali!
    Grazie a chi ha partecipato a questa chiacchierata e grazie a chi vorrà ulteriormente intervenire. :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.