La stanza accanto

02 dicembre 2014 ore 20:21 segnala


La morte non è niente,
io sono solo andato nella stanza accanto.
Io sono io.
Voi siete voi.
Ciò che ero per voi lo sono sempre.
Parlatemi come mi avete sempre parlato.
Non usate un tono diverso.
Non abbiate l'aria solenne o triste.
Continuate a ridere di ciò che ci faceva ridere insieme.
Sorridete, pensate a me, pregate per me.
Che il mio nome sia pronunciato in casa come lo è sempre stato.
Senza alcuna enfasi, senza alcuna ombra di tristezza.
La vita ha il significato di sempre.
Il filo non è spezzato.
Perché dovrei essere fuori dai vostri pensieri?
Semplicemente perché sono fuori dalla vostra vita?
Io non sono lontano, sono solo dall'altro lato del cammino.
Charles Péguy


Il mistero della morte ci trova sempre piuttosto impreparati, specie se la persona che ci lascia l'abbiamo davvero amata. Gli affetti vicini ed anche una certa positività di carattere sono in grado di alleviarci la pena, nel tempo. Anche la fede ha un ruolo importante, poichè offre la speranza che chi ci ha lasciati continui a vivere in un'altra dimensione. E da lì continui a parlarci ed a consolarci, come nel bellissimo brano di Pèguy.

TC :cuore
b7594a06-e5b9-464b-b029-3c0ea0b77f03
« immagine » La morte non è niente, io sono solo andato nella stanza accanto. Io sono io. Voi siete voi. Ciò che ero per voi lo sono sempre. Parlatemi come mi avete sempre parlato. Non usate un tono diverso. Non abbiate l'aria solenne o triste. Continuate a ridere di ciò che ci faceva ride...
Post
02/12/2014 20:21:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. LuceMary 02 dicembre 2014 ore 20:43
    Non so e' dedicato a qualcuno in particolare? Se fosse così mi dispiace . A volte vorrei morire perché la vita e' faticosa , poi però dico ma il senso della vita , non l'ho ancora capito e così resto di attesa di trovarlo . Scusami se sono stata confusa nel mio commento.
  2. tecerco 02 dicembre 2014 ore 21:53
    LuceMary: Nulla che riguardi me, Mary...grazie comunque. Si, capisco che hai pensato alla tua vita, ma spero che tu ritrovi presto l'entusiasmo...
    Buona serata e benvenuta nel mio blog! :rosa
  3. SuorPinocchia 02 dicembre 2014 ore 22:48
    di sicuro la fede ha un ruolo davvero importante..

    chi crede in un qualcosa dopo la vita... accetta meglio la morte dei suoi cari...

    Io, contrariamente al nick, credo poco nel mondo dall'altra parte del nostro cammino.... ma non avendo prove nè a pro nè a contro...

    mi lascio il mio cassetto aperto pieni di dubbi e di domande... che di sicuro un giorno troveranno risposte...

    spero il piu tardi possibile...

    bellissimo post :rosa
  4. tecerco 02 dicembre 2014 ore 23:01
    SuorPinocchia: Benvenuta intanto nel mio blog e...visto che siamo in tema di dubbi, ti propongo un mio post di qualche tempo fa. Per sorridere, con serietà! ;-)
    Buona serata! :rosa

    http://blog.chatta.it/tecerco/post/la-fetta-d-anguria.aspx
  5. julia.pink 02 dicembre 2014 ore 23:36
    Premetto Tec che la morte mi fa una paura dannata...ma non la mia morte, ma non riuscirei a sopravvivere senza chi amo....e quindi parlare di morte mi spaventa...però questo te lo devo far leggere , a me piacque molto

    Non restare a piangere sulla mia tomba.
    Non sono lì, non dormo.
    Sono mille venti che soffiano.
    Sono la scintilla diamante sulla neve.
    Sono la luce del sole sul grano maturo.
    Sono la pioggerellina d’autunno.
    Quando ti svegli nella quiete del mattino…
    Sono le stelle che brillano la notte.
    Non restare a piangere sulla mia tomba.
    Non sono lì.
    Canto Navajo



    Notte :bacio
  6. tecerco 02 dicembre 2014 ore 23:42
    julia.pink: Che bello! C'è tanto amore verso chi resta! I sentimenti non muoiono e questo vale un po' a consolarci della lontananza forzata di qualche nostro caro. Un bacio a te, Giulia. :rosa
  7. stregaxamore.VE 03 dicembre 2014 ore 12:37
    Caro Gaetà , la morte di una persona cara è un dolore che non passa mai , si continua a vivere ,piano piano con il tempo il dolore diventa più mite ma resta sempre.
    La vita continua ma quella persona resterà sempre nel nostro cuore ,dandoci qualche volta momenti di malinconia,nostalgia le persone che amiamo non le dimentichiamo mai.
  8. tecerco 03 dicembre 2014 ore 17:57
    stregaxamore.VE: Concordo e penso anche che rassegnazione ed affetto siano in tal caso inversamente proporzionali. :bye
  9. Meike 03 dicembre 2014 ore 21:09
    <3
    Mi è venuta in mente mia nonna .... Passata a miglior vita a Giugno.
    Grazie Gaetano, di cuore.
    Un abbraccio
  10. dolcecarrie 03 dicembre 2014 ore 22:25
    La morte di una persona cara fa andare in blocco anche la nostra vita, ma col tempo ci arrivano segnali di ripresa che ci fanno operare dei cambiamenti che si rivelano utili.
    Buona serata TC :rosa
  11. salyma 04 dicembre 2014 ore 16:14
    Ogni persona che abbiamo amato e ci ha lasciato non scomparirà mai dal nostro cuore e dalla nostra vista, basta ricordare e ce le vediamo di fronte, non nella stanza accanto ma vicine a noi in ogni momento. Credere o non credere in altre dimensioni non ha nessuna importanza, mancano in ogni caso le loro parole, la dimostrazione del loro affetto, il dolore di certe perdite non finisce mai. Poi penso a quando lascerò a mia volta le persone che amo e che mi amano e allora non soffro per me che me ne andrò ma per loro che resteranno senza di me. Per questo parlo spesso con loro di questo, voglio che sappiano che potrà succedere e che questa è la vita, nessuno è eterno. Voglio che sappiano godere ora della mia presenza così come voglio godermi la loro. Il dopo non ha importanza so soltanto che dovranno sempre ricordarmi con un sorriso mai con la tristezza.
    Perché questo post?
    Buona serata :rosa
  12. tecerco 05 dicembre 2014 ore 00:15
    .Meike: Quanto di piu' bello possiamo donare ad un nostro caro defunto e' il dedicargli spesso i nostri pensieri. Un abbraccio a te
  13. tecerco 05 dicembre 2014 ore 00:56
    dolcecarrie: di fronte ad un evento ineluttabile come la morte, scatta sicuramente l'istinto di sopravvivenza. :rosa
  14. tecerco 05 dicembre 2014 ore 01:15
    salyma: Ne scrivo forse per esorcizzarla un po' questa benedetta paura. Un saluto caro. :rosa
  15. ninfeadelnilo 08 dicembre 2014 ore 19:56
    Ciao TC riecchime...e tanto per esser in tema a me... chi m'ammazza!!!!
    Bel post molto riflessivo. Sono sicura che tutti noi a volte ci soffermiamo sul mistero della morte. A me non spaventa, infondo, fa parte della vita. Si nasce e si sa che si deve morire. Ciò che temo di più è il come. Spero solo che non ci sia sofferenza, quella si che mi fa paura ma morire....
    Nel frattempo viviamo al meglio se possiamo e soprattutto in pace con la nostra coscienza. Ti abbraccio mio caro. Raffy :rosa :rosa :rosa
  16. ninfeadelnilo 08 dicembre 2014 ore 20:02
    Buona festa dell'Immacolata Tc. :-))

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.