La tortura sia reato!

26 gennaio 2015 ore 16:18 segnala


Che la tortura debba sparire da ogni società che voglia definirsi civile è un dato che dovrebbe essere ovvio per chiunque. Il Papa non fa altro che ribadire il concetto. Naturalmente tutti i politici italiani non perderanno l'occasione per dare il proprio supporto e la piena partecipazione sottoscrivendo in pieno le parole di Bergoglio.Usare il pontefice per mostrarsi umani non è da biasimare, non ci vedo nulla di male in questo se non fosse che proprio i politici italiani che hanno il potere legislativo in mano continuano a dimenticare che il codice penale italiano non prevede il reato di tortura. In altre parole in Italia la si può praticare liberamente e non si corre alcun rischio di finire sotto processo e di essere condannati, se non si commettono altri reati. Tante discussioni e proposte di legge, ma nulla di concreto. E' ovvio che se il torturatore sapesse di rischiare la galera, ci penserebbe due volte prima di commettere tale infame reato contro la persona!

TC :cuore
9484d25b-c332-49db-a787-3cd48e905a6a
« immagine » Che la tortura debba sparire da ogni società che voglia definirsi civile è un dato che dovrebbe essere ovvio per chiunque. Il Papa non fa altro che ribadire il concetto. Naturalmente tutti i politici italiani non perderanno l'occasione per dare il proprio supporto e la piena partecip...
Post
26/01/2015 16:18:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. julia.pink 27 gennaio 2015 ore 11:00
    In Italia forse niente è reato neanche gli omicidi più violenti

    Il giovane che uccise l’infermiera romena Maricica Hahaianu, colpendola con un pugno al volto nella stazione metro Anagnina l’8 ottobre del 2010, due giorni fa sarebbe stato affidato ai servizi sociali. Come spiega Il Messaggero, a Burtone sono state applicate piccole restrizioni ("niente serate fuori, rientro a casa entro le otto, divieto di frequentare teste calde"). Ma la sostanza non cambia molto: a poco più di 4 anni di distanza dall'omicidio della donna, a Burtone sono stati revocati anche gli arresti domiciliari (che gli erano stati concessi nel 2013).
  2. Edelvais63 28 gennaio 2015 ore 17:39
    La giustizia italiana,cosi com'è,è ridicola.Perciò molti delinquono tanto rischiano ben poco.Sembra quasi che la vita umana ha ben poco valore..che amarezza!!Bel post Tec..attualissimo. :bye
  3. dolcecarrie 28 gennaio 2015 ore 22:55
    Questo non è giustificabile se consideriamo che la Costituzione italiana vieta “ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà” (art. 13 Cost.), e a sancire l’obbligo per il legislatore di conformarsi alle norme internazionali (artt. 10 e 117 Cost.).
  4. LadyMestolo 30 gennaio 2015 ore 09:50
    Purtroppo in questo paese ormai la vita di una persona vale ben poco.Ed è un dato di fatto. Per me chi uccide (Escluso la legittima difesa) gli darei l'ergastolo. Non esistono omicidi di serie A o B..Se togli un vita ne devi pagare le conseguenze...
  5. LadyMestolo 30 gennaio 2015 ore 09:57
    Però torturerei ben volentieri tutti quei politici che , con scuse varie si appropriano del denaro altrui.Che standosene comodamente seduti sulle loro poltrone (pagati con il nostro lavoro) ci stanno mandando in rovina...
  6. ninfeadelnilo 30 gennaio 2015 ore 19:13
    Rieccomiiiii, che post mio caro, fa riflettere. Torture e pene di morte non dovrebbero esistere in ogni parte del mondo. Odio la violenza e non capisco come un essere umano sia così capace di tutto ciò. Non sempre la giustizia punisce adeguatamente i colpevoli purtroppo. Poveri noi e chi ci capita. Ti abbraccio tc la tua sempre amica Raffy :staff e buon fine settimana
  7. salyma 31 gennaio 2015 ore 09:00
    Si ma, papa Bergoglio viene ascoltato? direi proprio di no, la tortura è praticata costantemente in gran parte del mondo ma è molto più rapida di una volta, si pratica fino ad uccidere velocemente, poi la colpa della morte viene attribuita a suicidi, vedi fatti accaduti anche in ogni paese Italia compresa non molto tempo fa e poi comunque non sapremo mai cosa succede davvero in certi ambienti.
    La tortura è prima di tutto il voler togliere la dignità alla persona procurando loro ogni sorta di spregi fino a far dire loro anche la non verità. E' orrore!
    Però a qualche politico ladro dei beni della comunità la praticherei io stessa, metterei queste persone in condizione di andare a vivere sotto i ponti e togliere loro qualsiasi bene possiedano. Quale migliore tortura senza mettere le mani addosso alla persona!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.