Mauro, Lucio e...Guido

18 ottobre 2014 ore 16:14 segnala


Mauro: quelli che parlano con il telefonino incastrato dentro il casco ormai non fanno più notizia.
Lucio: eh si, mauro.
Mauro: quelle che si truccano con un occhio allo specchietto retrovisore dell’auto e l’altro alla coda che avanza lentamente sono ormai una tradizione romana.
Lucio: ma certo, mauro.
Mauro: quelli che in macchina invece tengono sul volante il quotidiano steso e mentre sono in fila si aggiornano sulle ultime dichiarazioni di Garcia hanno ormai rodato le tecniche di guida e lettura multitasking.
Lucio: come non essere d'accordo, mauro.
Mauro: quelli che mentre guidano l’auto sul raccordo con la mano libera aggiornano lo status di Facebook sono virtuosi del touch screen che fanno parte del paesaggio urbano.
Lucio: e no, mauro?!
Mauro: quelli che procedono come lumache sbronze e fanno da tappo su qualche consolare perché stanno tentando di digitare una destinazione nel navigatore o, i più vintage, stanno spiegando senza successo una mappa...sono casi consolidati della patologia romana.
Lucio: e chi l'ammazza a quelli, mauro?!
Mauro: quelli che semplicemente parlano al telefono mentre guidano la macchina o, per salvarsi la coscienza, attivano il vivavoce dello smartphone e con una mano lo tengono ad altezza mento, con l’altra manovrano il volante, sono preistoria.
Lucio: uomini delle caverne, mauro!
Mauro: quelli che rischiano di ritrovarsi legati al sedile come una mortadella dopo che hanno tentato disperatamente di stendere l’auricolare del cellulare sono perfino commoventi.
Lucio: me li vedo...come mortadelle, mauro
Mauro: ma i veri nuovi fenomeni sono quelli che vedi sullo scooter avanzare a zig zag perché mentre guidano scrivono un sms.
Lucio: sei sveglio, mauro...osservi...ma ti è sfuggita una scena che invece è capitato a me di vedere. Ascolta. Me ne andavo subito dopo pranzo in bici ad ingurgitare un caffè al bar, e che ti vedo? Un ciclista su una bici molto simile alla mia...dunque, multi-gadget-dotata. Avveniristica. Te lo vedo indaffarato a pedalare, mano sinistra sul manubrio, mentre la destra armeggiava su un coso rettangolare scuro piantato, orizzontale ma anche reclinabile, su un accrocco posizionato ad hoc sul manubrio stesso. Mi accosto e getto un'occhiata: un cellulare di ultima generazione....uno smartphone, bene in vista sull'accrocco, ed il tizio che pedalava e digitava, sbandando paurosamente.... che scena! A modo suo, era impegnato a dialogare cononsochi e, nel mentre, "guidava" la bici. Mi sono avvicinato e gli ho chiesto lumi sulla provenienza dell'accrocco.
Lo acquisterò certamente...e come faccio a rinunciarci, mauro?! Occasionalmente, io guido!

E’ proprio vero: la guida a Roma è qualcosa che ti succede mentre sei impegnato a fare altre cose.

TC :cuore
bcbfc12f-e907-43f8-9df7-a0364158861c
« immagine » Mauro: quelli che parlano con il telefonino incastrato dentro il casco ormai non fanno più notizia. Lucio: eh si, mauro. Mauro: quelle che si truccano con un occhio allo specchietto retrovisore dell’auto e l’altro alla coda che avanza lentamente sono ormai una tradizione romana. L...
Post
18/10/2014 16:14:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. stregaxamore.VE 18 ottobre 2014 ore 16:53
    Gaetà non solo a Roma, in tutta italia si guida così ormai staccarsi dal smartphone è quasi impossibile vivono in simbiosi con l'ultima versione s i phone :hihi Da me che vanno a piedi girano con sti i pad e ci fanno di tutto, ma non sarà scomodo andare in giro sempre con sti cosi in mano?? :many
  2. tecerco 18 ottobre 2014 ore 20:49
    stregaxamore.VE: Ma che me lo dici a me, Danie'? L'altro giorno stavo a passeggio co' 'n gelato in mano e nell'altra lo smartphone. Digitavo col mignolo della mano sx, quella del cono...so' mancino io...Ahò, nun so ito a sbatte' contro 'n palo de fero? Eh si, ce so ito! :many
  3. stregaxamore.VE 18 ottobre 2014 ore 23:56
    :many :many :many :many sei un mito gaetà notte
  4. dolcecarrie 19 ottobre 2014 ore 13:53
    :many :many :many
    Una bella risata ...ci voleva proprio!
    Buona domenicaaa :-)) :rosa :bye
  5. tecerco 19 ottobre 2014 ore 15:08
    dolcecarrie: Presente! Buona domenica a te, dolce dolcecarrie... :rosa :rosa
  6. julia.pink 20 ottobre 2014 ore 09:02
    Mauro: quelle che si truccano con un occhio allo specchietto retrovisore dell’auto e l’altro alla coda che avanza lentamente sono ormai una tradizione romana.


    ehm.....Buongiorno :hoho :hoho

    :bacio
  7. Edelvais63 21 ottobre 2014 ore 18:22
    Anche io sono una fan dello smartphone...ma,quando guido,lo tengo chiuso in borsa e anche se sento il continuo bip dei messaggi non lo apro.Ho troppo timore di far danni.So brava o no?..dimmi tu :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.