PAURA DELL'ABBANDONO...SICUREZZA DI SE'.

14 novembre 2009 ore 15:12 segnala

L'ho tratta dalla classica posta, con lettera e risposta dell'esperto in materia...da un quotidiano.

" Ho paura d'amare. E mi succede anche quando qualcuno si interessa davvero a me e mi giura di amarmi e di volermi sposare. Ho sempre paura che se ne vadano, che domani incontrino qualche donna piu' bella e interessante di me, capace di renderli piu' felici di quanto possa fare io. Sono una donna normale, ho 40 anni e non penso mi manchi nulla, a livello caratteriale, per star bene con una persona. Ho avuto varie storie importanti ma sono sempre finite a causa mia. Per la mia paura. Gli uomini, specie quelli interessanti e di bell'aspetto, sono martellati da altre donne. C'è sempre qualcuna pronta a fare la scema per portartelo via. Mi guardo intorno e vedo storie fallire perchè è arrivata qualche bella tipa che si è messa in mezzo e ha distrutto un matrimonio. O altre che stanno in piedi solo perchè lui è molto bravo a nascondere i tradimenti. Sono una donna che quando ama, ama totalmente, sono generosa e leale e non posso pensare di venir presa in giro...Come lo risolvo questo problema che m'impedisce di essere felice con qualcuno? M."

" Cara M. , per me non è paura d'amare. Tu ami. Solo che poi te ne vai. La tua è in realtà paura di essere abbandonata. L'incertezza ci spaventa. Vorremmo stare al sicuro, protetti per sempre da un amore incondizionato. Vorremmo avere l'assicurazione contrattuale di una storia felice ed eterna. Di essere sempre al centro dell'attenzione dell'altro, unici, speciali, irrinunciabili. Tu ami e dici di amare molto bene. A un certo punto ti blocchi e tiri in campo una serie di scuse che nulla c'entrano con ciò che stai vivendo. E di fatto non vivi piu'. E molli. Ti lascio questa frase per riflettere..." Se tracci col gesso una riga sul pavimento, è altrettanto difficile camminarci sopra che avanzare sulla piu' sottile delle funi. Eppure chiunque ci riesce tranquillamente perchè non è pericoloso. Se fai finta che la fune non è altro che un disegno fatto col gesso e l'aria intorno è il pavimento, riesci a procedere sicuro su tutte le funi. Ciò che conta è tutto dentro di noi, fuori nessuno può aiutarci. Non essere in guerra con te stesso: così tutto diventa possibile, non solo camminare su una fune, ma anche volare." Herman Hesse." (...tratto dalla posta di Federico Moccia, sul Messaggero..)

Fin qui, lettera e risposta dell'esperto. Ora, qualche considerazione mia, personale.

Allorquando si fanno, nella vita, scelte importanti, la sicurezza di sè è fondamentale. Con la sicurezza, si dà spazio alla lungimiranza e si mette in moto l'intuizione, tutte qualità, queste, che diventano gravi difetti, allorquando l'individuo non è sicuro di sè. Ed infatti, in presenza di insicurezza di sè, la lungimiranza e l'intuizione sono distorte, al punto che l'individuo tende a scegliere male o ad isolarsi, addirittura.La scelta del partner, l'andamento del rapporto sono profondamente legati a ciò che siamo dentro, a quanto "meritiamo" e passa attraverso la sicurezza in noi stessi.

Come sempre, vi chiedo una riflessione su questi temi, così importanti per tutti noi. Grazie.

11247250
L'ho tratta dalla classica posta, con lettera e risposta dell'esperto in materia...da un quotidiano. " Ho paura d'amare. E mi succede anche quando qualcuno si interessa davvero a me e mi giura di amarmi e di volermi sposare. Ho sempre paura che se ne vadano, che domani incontrino qualche donna piu'...
Post
14/11/2009 15:12:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. bastardo40 14 novembre 2009 ore 17:20
    la troppa sicurezza di se porta ad eccedere in un senso per cui si puo diventare temerari e  addentrarsi in avventure ad alto rischio senza valutarne le conseguenze e l'insicurezza porta ad evitare i problemi per paura di non farcela e ad isolarsi quindi come sempre la virtu' e' nel mezzo
  2. ava70 14 novembre 2009 ore 17:22

    a commentare! La sicurezza in sè stessi non è tutto,anzi può essere controproducente,perchè essere troppo forte di carattere, specie per la donna è un problema. Ma le storie sono tante e poi dipende dalle situazioni particolari che a volte si creano nel tempo...

  3. pattygag 14 novembre 2009 ore 17:50

    che non ho molta stima di Federico Moccia,comunque...penso che non si debba mai amare fino ad annullarsi(sbaglio che molto spesso si commette) e vivere la storia nel modo piu' semplice possibile senza ostentare sicurezze e soprattutto non aver paura di mostrare le proprie debolezze.Cercare infine di capire sempre i comportamenti del partner...la signora in questione ,parla di martellamenti da parte di altre donne,ai suoi uomini.Forse questo fa pensare a una mancanza di fascino,sensualità,seduzione etc etc della signora M ,che,se così fosse non mi sembra cosa da poco!!!Magari puntare su uomini meno belli e con tante altre particolarità.................CIAO buon fine settimana :bacio

  4. nerorosso 14 novembre 2009 ore 18:01
    CIAO BUON SABATO :clap
  5. sweety43 14 novembre 2009 ore 19:22

    sull'insicurezza mi sento tirata in causa..io sono da sempre un'insicura...

    e anche io ho paura di amare....ma io nemmeno provo ad avercelo un uomo..così non mi pongo problemi inutili..

  6. ampollina2 14 novembre 2009 ore 20:02

    L insicurezza a  volte,ti  fà  solo  fuggire , per  nn  affrontare quello  che  sei  veramente......ciao  a  tecerco (sei  speciale):kissy

  7. unincantesimo 14 novembre 2009 ore 23:28

    Semina un pensiero e nascera' un'azione. Semina un'azione e nascera' un'abitudine. Semina un'abitudine e nascera' un carattere. Semina un carattere e nascera' un destino, Poichè‚ la mente precede i modi d'essere, Originati dalla mente, creati dalla mente. Nella mente ha origine la sofferenza. Nella mente ha origine la cessazione della sofferenza.

        buona serata...uni...:rosa

  8. comeacqua1 15 novembre 2009 ore 09:50

    Prima di tutto bisogna avere una buona dose di autostima ,senza trasformarla in presunzione .  Dobbiamo noi per primi  volerci bene,avendo la consapevolezza delle nostre capacità e dei nostri limiti, e accettandoci per come siamo, così facendo saremo in grado di trasmettere alle persone che ci circondano quella serenità e quella  sicurezza positiva...mettendo in preventivo che nonostante tutto questo, comunque non possiamo piacere a tutti .

    Per stare bene con gli altri bisogna inanzi tutto stare bene con noi stessi..

    Una buona Domenica...:rosa :bye

  9. Shakiki.290 15 novembre 2009 ore 14:08
    La sicurezza sta in noi , ma va alimentata anche con un lavoro costante sulla propria persona ed un confronto con gli altri , tutto sta nel giusto equilibrio...ah dimenticavo ...il pizzico di follia è essenziale.
  10. parlaconlei 15 novembre 2009 ore 17:35

    Nessuno di noi credo sia esente dall'avere qualche insicurezza...ma le risposte le abbiano tutte dentro di noi...bisogna cercarle e andare a fondo in noi stessi,per individuare la causa di tali insicurezza e cominciare a lavorare per eliminarla.

    Un abbraccio e buona serata

    Bibi

  11. silvia11 15 novembre 2009 ore 17:51

    Secondo tentativo questo,di lasciarti un commento qui:-))

    Dicevo che secondo me,la donna in questione nn si e' mai innamorata veramente!!!

    Quando si e' innamorati  davvero,nulla ci interessa,ne' passato o presente ne' futuro,nessun difetto,nessun intoppo,nessun avviso e consiglio...niente di niente!!!

    La signora,a mio parere,mai e' stata trafitta da cupido!!!

  12. dolce.luna74 15 novembre 2009 ore 21:07

    ciao sono felice del tuo messaggio sto bene ma la mia assenza

    e solo per il troppo lavoro

    un abbraccio da luna:rosa

  13. quantiamori 15 novembre 2009 ore 21:38

    sono di fretta e non potevo non augurarti una buona serata e un buon inizio settimana .. domani leggo attentamente il tuo post .. :-)

     :kissy :angel

  14. Briciola.79 15 novembre 2009 ore 21:45
    un saluto veloce.... ho apprezzato molto il tuo post ... la sicurezza.... fa parte di noi.. troppa fa male e debilita secondo me... :rosa
  15. honey.asia 15 novembre 2009 ore 22:21

    ...ho ancora il jet lag... non connetto bene :hehe

    credo che la sicurezza in se stessi e il volersi bene sia alla base di ogni cosa. si vede la vita con altri occhi... ma e' anche vero che se non ci fosse in noi un briciolo di insicurezza non si avrebbe bisogno di appoggiarsi a qualcuno nei momenti di maggior bisogno e quindi sarebbe come sentirsi delle fredde macchine da guerra....

    ciao :ok

  16. luzzy40 16 novembre 2009 ore 10:35
    che ci voglia la giusta "dose" di tutte e due le cose :-) il troppo storpia ovunque :-)
     e concordo con Silvia :ok

     :batafiore buon inizio di settimana :-))

     :flower
  17. ava70 16 novembre 2009 ore 13:16

    buon inzio di settimanaaaaaa!!! Ava.

  18. Alisia4ever 16 novembre 2009 ore 13:27
    :mmm ecco, ti dico la mia che non è, poi, tanto diversa dalla tua.
    l' insicurezza è accompagnata (quasi sempre) dalla poca stima per se stessi ed è la paura eccessiva e la preoccupazione di sbagliare nelle proprie scelte.
    da non confondere, secondo me, l'insicurezza con la timidezza. quest'ultima, in molto casi, viene male interpretata dagli altri.
    aly :rosa

  19. fortunata5 16 novembre 2009 ore 14:34

    bella risposta...

    io sono certa che nessuno ci possa amare se noi non CI amiamo

    infatti siamo noi che permettiamo  agli  altri di "farci del male "o di "umiliarci"

    credo che sia fondamentale la  sicurezza di sè , nessuno al di fuori di noi ce la può dare...

    BUONA SETTIMANA

                                          Diana

  20. dolcegatta62 16 novembre 2009 ore 14:50

    .se non provi amore per te stessa, difficilmente potrai amare in modo completo anche il tuo prossimo. Certo è piu' semplice riversare i sentimenti che non si hanno per se stessi verso l'altro, ma si corre il rischio di far diventare l' altro come centro del proprio universo, con tutte le conseguenze che ne derivano. Se non crediamo in noi stessi, se non ci amiamo, viviamo a metà, potremmo amare alla follia il nostro partner, ma sarà solo un aggrapparci ad un ' altra esistenza perchè non abbiamo vera fede in noi stessi.

    Buon inizio settimana:rosa

    Nicole

  21. calypte 16 novembre 2009 ore 14:55

    Insicurezza...quella che ti fa perdere l'equilibrio!

    E' insicurezza la paura e la gelosia...i confronti e le competizioni!

    AUTOSTIMA.....perche' ti puoi accettare.

    Per conoscerti...per sapere dove arrivare!

    E non sempre arrivare nella vita e' vittoria!..arrivare e'raggiungere, valicare, conquistare...anche perdendo!

    Perche' l'amor proprio ti permette di "essere" in ogni situazione...di "coinvolgere" in emozioni....di "restare", anche senza il podio...nel cuore delle persone!

    Ecchisenefrega se c'e' un altra piu' bella e intelligente!

    L'altra...non sono io!

    :staff

  22. milady444 16 novembre 2009 ore 17:08

    non credo sia un problema di credere in se stessi o meno

    quanto di mancanza di fiducia verso l'uomo

    oggetto del nostro amore

    purtroppo chi ha avuto brutte esperienze tende a

    chiudersi a riccio ,è una forma di difesa

    piuttosto che soffrire per amore meglio rinunciare ad esso......

    ciao tecerco kisssssssssss

  23. ninfeadelnilo 16 novembre 2009 ore 18:06
    sembra tu l'abbia scritto per me questo post..purtroppo vivo quasi tutte queste paure o se preferisci insicurezze..penso subito al dopo alla paura del tradimento e le varie situazioni in cui l'uomo mette la donna. non sono daccordo che trattasi poi proprio di insicurezza ma di lungimiranza..non faccio parte di quelle donne che fanno finta di non vedere..sopportando in silenzio..io invece vedo troppo proprio perchè non sopporto tutti quegli atteggiamenti che l'uomo adotta quando vede un'altra donna per lo più anche abbordabile..chi non li conosce è inutile  che ne faccio l'elenco solo  a pensarlo mi da squallore e vivo troppo male il sotterfugio..le bugie..il trascurarmi perchè c'è un'altro tira tira..ecc..fino al tradimento.non lo sopporto preferisco chiudere che viverlo. mi crea troppa sofferenza. questa non è insicurezza è solo ribellione a dover accetare certe frustrazioni..forse amo sempre il primo posto..forse amo troppo..forse mi ferisce far parte dell'harem..proviamo a fare il contrario e vediamo se è insicuro pure l'uomo..io sono solo ribelle. o con me o niente. poi se mi deve tradire..lo deve fare che non me ne accorgo..ma con me è difficile visto che sono prevenuta. e l'esperienz mi insgna che prima o poi l'uomo tradisce..quindi soluzione soffro meno stando sola.. e si questo post l'hai fatto proprio su misura per me..ma non mi considero debole anzi so stare benissimo da sola.. e faccio come mi pare. anzi mi diverto proprio.ciao raffy
  24. nerorosso 16 novembre 2009 ore 18:22
    CIAO BUONA SERATA :rosa
  25. fedor63 16 novembre 2009 ore 20:22

    ho scritto in un mio post, mi capita spesso che qualcuno su chatta scriva cose che mi calzano a pennello, e tu in questo sei davvero specialista...ahahah

    In pratica, pur essendo uomo, negli ultimi anni ho vissuto 2 volte questa stessa esperienza, ho voglia di amare, amo con tutto me stesso, sono ricambiato e quando mi sento al massimo della felicità, mi prende una specie di panico paralizzante e scappo...

    così da un annetto sto facendo proprio come dici tu, mi sono isolato, non dalla compagnia in generale, ma sto alla larga da possibili relazioni perchè ho il terrore di far soffrire nuovamente qualcuno.

    Credo che la mia difficoltà sia quella di lasciare il passato, e quindi non tanto un'insicurezza di me, quanto qualcosa scatenato dalla nostalgia della sicurezza provata prima.

    Il tempo dirà...

  26. serenella21 16 novembre 2009 ore 22:02

    ki  e innamorato sul serio nn ha paura..ma essere troppi sicuri neanke va bene...la certezza porta alla superficialita' l'insicurezza x ki ha avuto troppe delusioni e x nn soffrire ...si  tende a kiudeesi in se stessi..

    buona serata un bacione

  27. miriam71 16 novembre 2009 ore 23:12

    dobbiamo esser sempre sicuri delle nostre capacità,di quanto valiamo,solo così anke gli altri ci accetteranno....

    buonanotte e buon inizio settimana :kissy

  28. parlaconlei 16 novembre 2009 ore 23:35

    Eccomi di ritorno...e per augurarti una felice notte:-)

    BB

  29. dolcestellaxte 17 novembre 2009 ore 02:20

    L'insicurezza? Ne so qualcosa, anzi molto. Sai, però, una cosa tc? Quando voglio ottenere qualcosa non ho timori e compio azioni anche un po' folli senza pensare alle possibili conseguenze. Insomma in quei casi nulla e nessuno può fermare la mia "determinazione". Vado come un diretto! :batabasket

     Un :batabacio

    Dolcestellaxte  :angel

  30. skrech 17 novembre 2009 ore 08:32

    Puoi essere sicuro di te quanto vuoi.

    Il tradimento arriverà puntuale, perchè ci sarà sempre chi coglierà uno degli innumerevoli momenti di crisi del rapporto.

    E quando lei ti dirà che "si sente trascurata" stai pur certo che ha già un altro.

    Tu potrai avere mille giustificazioni: magari un lavoro senza orari con il quale rischi la pelle ogni giorno avendo a che fare con i peggiori criminali.

    Lei non ci penserà un attimo a tradirti se incontrerà chi la farà ridere e "stare bene" (... e forse non avrà tutti i torti...).

    Ciaciao.

  31. soffiodel.vento 17 novembre 2009 ore 09:09

    rispondendo alla tua domanda......

    La paura che un'altra persona entri nel tuo matrimonio (o nelle tua vita privata), per me ,non deve esistere.

    Perchè, se ciò avviene, significa che il rapporto non esiste,che non c'è complicità.

    Molte volte è successo anche a me di vedere donne " interessate " a mio marito ma, il mio uomo le ha sempre tenute a distanza.

    Ripeto , per me, la parola chiave è sempre e solo una ......

    l'amore.

    ciao  SOFFIO

  32. honey.asia 17 novembre 2009 ore 09:43

    gia' risposto a questo post? :nono1

    buona giornata :bye

  33. Angelica107 17 novembre 2009 ore 09:45
    la sicurezza nell' altro dipende sempre dalla sicurezza in noi stessi....bisogna vedere anche quanto noi ci rispecchiamo nell' altro e viceversa l' altro in noi.....un rapporto di coppia è come puzzle quando tutti i pezzi combaciano ecco che il rapporto diventa indissolubile....sta sopratutto a noi intuire quanto questo sia possibile e reale.....grazie x il tuo pensiero al mio post ti auguro una giornata un abbraccio pat :angel
  34. Shakiki.290 17 novembre 2009 ore 13:55
    Buona giornata...Chiara.
  35. DonnaDiClasse 17 novembre 2009 ore 14:43

    ............sicurezza di se........autostima........mi appartengono per quanto riguarda lavoro e comportamenti del vivere quotidiano; Non è così invece per il lato sentimentale....non sono d'accordo con Serenella nè con Silvia11 quando dicono.......... chi è veramente innamorato non ha paura...........invece i timori in quel caso sono molto più forti e, a seconda delle situazioni personali portano proprio ad isolarsi e a farsi da parte.

    Condivido quindi, la risposta di Federico Moccia

    Buona giornata :-)

    Anna

  36. nerorosso 17 novembre 2009 ore 15:55
    CIAO TI AUGURO UNA BUONA SERATA :clap
  37. Ladydolceisabel 17 novembre 2009 ore 17:50
    Dai scherzo, ma cmq le promesse le mantengo anche se in ritardo!
    Ho letto il tuo post, e mi sono soffermata sulla parola paura.
    Non si può dire di amare se si prova paura di esternare ciò che si sente per paura di essere presi in giro!
    Quel tipo di sentimento si ha soprattutto quando si confonde amore con insicurezza ed egoismo.
    Egoismo dirai, sì si diventa talmente insicuri del rapporto a due, che alla fine per paura di perdere la propria sicurezza che è il nostro patner, diventiamo egoisti.
    Ciò che è mio deve rimanere a me!
    Amore è tutt'altra cosa, amare significa anche rimettere del proprio ego, a volte significa soffrire, come però è anche gioire.
    Per poter amare profondamente si devono conoscere i propri limiti, le proprie certezze e anche le insicurezze.
    Amare ogni singolo raggio di sole, perchè è dedicato a noi, ogni fiore perchè è stato creato per i nostri occhi, perchè noi lo vedessimo.
    Amare tutto cio è il minimo per poi cominciare ad amare un'altra persona, l'altra metà della tua mela.
    Mai nascondersi dentro, perchè un libro non può essere giudicato da una copertina, ma dal suo contenuto e se noi non ci facciamo leggere per paura di essere scartati, come possono amarci?
    L'unica paura che ha questa donna è solo di non essere ciò che gli altri vorrebbero.
    E' stato lunghissimo il mio commento, ma quando si parla di cuore, io mi sento ribollire.
    Amare l'amore, non le apparenze.
    Una foto può sbiadire, ma i soggetti rimangono sempre per ciò che sono.
    Un abbraccio, Isabel
  38. Diana.s 17 novembre 2009 ore 18:08

    dire quello che si dovrebbe o non si dovrebbe fare...però se alla base c'è un carettere fragile che non riesce imporsi su ciò che dovrebbe fare o pensare.. l'infelicità è innamorarsi e vivere con un uomo.

    Buona serata

    Fiore

     

  39. zoe1976 17 novembre 2009 ore 18:31
    NON RIAPONDO E MEGLI:rosa O BACI
  40. dolcecarrie 17 novembre 2009 ore 20:41
    In un rapporto di coppia quello
    che unisce è l'amore..quando
     c'è un forte sentimento, si riescono
     a superare tanti ostacoli e si può
     vincere ogni titubanza...
    Felice serata :flower
    Cate
  41. angela05 17 novembre 2009 ore 22:05

    Paura  di essere lasciati o abbandonati...

    Io nn  mai avuto quel tipo di paura,son molto forte  di carattere equindi una buona sicurezza.

    Ma in amore si ama in 2,si accetta tutto dicono,pregi ,difetti.

    Ma all'interno di una coppia con il trascorrere degli anni, puo' esserci un cambiamento,un qualcosa che fa cambiare il modo di vedere la situazione.

    Quindi l'amore poco  a poco puo' finire cio' che prima andava bene, adesso n si tollera  piu'.

    Si soffre,nn si vive bene,quindi le strade  si separano.

    Se si ama si è in 2 se si litiga si è sempre in 2....

    La colpa? Meta' ciascuno

     

  42. BarkettaDiKarta 17 novembre 2009 ore 22:34
    Così almeno ho ricambiato la visitina al tuo blog molto carino...devo farti i complimenti.Sull'argomento avrei da dire...
    Ho sperimentato entrambe le condizioni dell'anima...la troppa sicurezza...al punto che non mi sono accorta che mentre io ero sicura di me e dell'amore del mio uomo, lui mi tradiva e poco dopo mi lasciava per un'altra...
    E l'angoscia e la paura d'esser abbandonata, che mi ha resa assillante, ossessiva, quasi maniacale al punto che l'uomo che avevo mi ha lasciata per non riuscire più a sopportare...
    Dopo essermi resa conto ed aver sperimentato gli estremi, ho capito che lo sbaglio stava nel fatto che forse ogni storia d'amore così come viene, va vissuta senza tanti dubbi...
    La fiducia reciproca, la sincerità e la fedeltà son cose che si conquistano giorno per giorno....
    Ora che ho trovato il mio equilibrio, so che in fondo bisogna crederci per primi nella storia che viviamo....
    E soprattutto non soffro più della sindrome dell'abbandono  :clap
  43. ilprofumodidonna 17 novembre 2009 ore 22:46

    Io parto dal presupposto che nella vita non vi è nulla di sicuro e di certo...devi solo rischiare e non dover vivere di rimpianti ...

    Bisogna vivere senza pensare troppo e senza farsi troppe domande..io ho adottato questo metodo e debbo dire che funziona..Buona serata:bye

    P.S. a quanto pare mancavo solo io all'appello?:hihi

  44. FATAMORGANAPINK 18 novembre 2009 ore 12:03
    FELICE GIORNATA A TE,
    GRAZIE DEL TUO SALUTO NEL MIO BLOG..
    CON AFFETTO NAN@*
    :kissy

    Pikolo pensiero...



    L AMICIZIA è QUELLA PRIMIZIA
    CHE NON CONOSCE AVARIZIA..
  45. Shakiki.290 18 novembre 2009 ore 16:54
    DOLCE SERA....CHIARA.
  46. Ladylaura3 18 novembre 2009 ore 23:26

    caro tecerco, ho riflettuto molto sul tuo post ...........vedi io per carattere e temperamento mi tuffo completamente in una storia e nn ho mai pensato al dopo, ai se, quando ho amato l'ho fatto intensamente e con tutta me stessa..........nn so dirti quindi se forse io che sono estramente sicura di me stessa oppure  semplicemente incosciente. Io penso che però bisogna amare per essere amati........se si ha paura di camminare prima o poi si cade.........forse la persona in questione come ha detto giustamente qlc semplicemente nn ha mai amato nessuno.

  47. Serenella1950 18 novembre 2009 ore 23:40

    Fondamentalmente tutti abbiamo dei timori...delle paure...ma questi si acuiscono maggiormente in determinate situazioni....e lò'amore è una di queste....

    A volte si fugge...come a proteggersi...a volte le si affronta impavide...a volte passivamente le si subiscono...

    Al di la di questo è importante riuscire a trovare  sicurezza in noi stessi...ma...secondo me...quel tanto necessario...perchè è anke vero che è un l'uomo...a fuggire se si trova una donna molto sicura  davanti a se...quindi accade il contrario ......ma nn mi soffermo ad analizzare perchè...non son del..mestiere....

    Nulla è certo e nulla è sicuro.....ma fuggire...non rischiare...non è vivere....

    Serena notte

    Anna

  48. Briciola.79 19 novembre 2009 ore 20:49
    puoi starne certo ..... la paura ...  ci sarà sempre nascosta  dentro di noi .... abbiamo il terrore che il nostro sogno piu bello crolli come un castello di sabbia ... ognuno di noi  anche il più sicuro .......... credo che almeno un pensiero lo faccia..... del resto è nel nostro essere .... poi riferendomi ad un tuo altro post.... i sogni .. le paure  escono .....
  49. fata1 21 novembre 2009 ore 11:57

    Discussione molto interessante il tuo post, e soprattutto tocca un argomento che a noi donne "piace" ....proprio ieri ne discutevo con una cara amica, visto che mi ha definita insicura e quindi dubbiosa di tutto. Io nn concordo sul fatto che sempre il dubbio vada a braccetto con una scarsa considerazione delle proprie potenzialità ( visto che come paradosso mi è stato anche detto che sono egocentrica :-(), cioè nn sempre è un fattore dipendente dal nostro interno. A volte l'insicurezza, il dubbio e l'idea dell'abbandono sono concatenati tra loro in legami che dipendono da eventi esterni, e basterebbe tanto poco a scioglierli....ma è un lunghissimo ragionamento che tutto questo meriterebbe , ed oggi va così.

    :rosa

    Fata 

  50. goccesulmare 21 novembre 2009 ore 22:14
     nella mia vita tre momenti importanti...
    nella prima ero sicura in amore ed insicura e dubbiosa nello studio e nel lavoro
    nella seconda iniziava a vacillare la mia sicurezza in amore, ma miglioravano le mie conoscenze lavortive e diventando via via pronta in questo campo
    nella terza una insicurezza totale nella vita affettiva e amorosa per acquisire una totale sicurezza nelle mie capacità nel campo lavorativo
    che ne pensi?
    sarà grave???
    Gocce
  51. goccesulmare 21 novembre 2009 ore 22:21
    il titolo del mio commento
    ma si capisce è vero??
    l'importante è il contenuto...un po confuso ma reale!!
    ciao TC....come a dire PC
    :batapc    o ET...telefono casa
    gocce
  52. nevias63 22 novembre 2009 ore 21:21
    stare inSieme ad una perSona così inSicura che continuamente si pone il probLema di quando arriverà e se arriverà qualcun'altro/a a portarGli via la perSona amata.... va a finire che quel che teme poi si avvera........

    Ciao...Buona Serata
    :batabagno
  53. Briciola.79 25 novembre 2009 ore 04:21
    Un amico è colui che ascolta le melodie del tuo cuore e te le ricanta quando le hai dimenticate.......

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.