Teo in fuga!!

07 febbraio 2015 ore 17:00 segnala


Teo ha deciso di andarsene, senza preavviso e senza un perchè, il 7 gennaio. Ha approfittato della finestra aperta e via, sfidando traffico e fame, forse su per l'insidiosa via Tuscolana. I soliti retroscenisti sostengono che dietro la fuga ci sia l'umana paura per l'intervento chirurgico destinato a compromettere per sempre la sua vita relazionale con le femmine. Il 7 gennaio, infatti, era in programma la sterilizzazione, regalo postumo della befana dei felini. Data cerchiata sul calendario, la padrona ne aveva parlato alcune volte al telefono, in presenza del micio, esterrefatto...Difficile dire con certezza cosa ci sia dietro a quel voler voltare le spalle al pesce in scatola che lo faceva impazzire o ai giochi con l'altra gatta di casa, Taita. Un po' mamma un po' sorella gelosa. Da quel giorno, essa lo cerca con tutti i mezzi a disposizione: biglietti alla "Chi l'ha visto" affissi ai lampioni e poi tweet e status con la foto del fuggiasco e le indicazioni sull'ultimo avvistamento. Con risultati sorprendenti. Di retweet in retweet un intero quartiere si è mobilitato per Teo. Telefonate notturne, segnalazioni via e-mail, sms. Qualcuno lo ha visto miagolante sotto le auto, altri mentre correva apparentemente spensierato nel parco dell'Acquedotto. Ma la primula rossa rimane inafferrabile. Sono scese in campo anche le gattare di zona, che conoscono uno ad uno i mici che mangiano nelle loro preziose ciotole. Incrociando le decine di avvistamenti, pare ormai assodato che si muova nel triangolo Morena-Tuscolano-Appio Latino. La caccia continua.

Io, come non condivido la vivisezione, neppure sono favorevole alla sterilizzazione degli animali domestici. Chi non vuole problemi, che restituisca loro la libertà, nella foresta da dove provengono i loro antenati! :ok

TC :cuore


P.S. Chi entra da Google, per leggere i commenti deve cliccare sul titolo del post.
4c63b07c-e7c9-4617-aae0-763b3beec742
« immagine » Teo ha deciso di andarsene, senza preavviso e senza un perchè, il 7 gennaio. Ha approfittato della finestra aperta e via, sfidando traffico e fame, forse su per l'insidiosa via Tuscolana. I soliti retroscenisti sostengono che dietro la fuga ci sia l'umana paura per l'intervento chiru...
Post
07/02/2015 17:00:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    11

Commenti

  1. salyma 08 febbraio 2015 ore 09:28
    No, questa volta non condivido il tuo pensiero. Ci sono talmente tanti animali abbandonati o che vengono soppressi appena nati quindi meglio una buona sterilizzazione. Non discuto che avrebbero diritto alla loro vita in libertà ma immancabilmente poi soffriranno e verrebbero uccisi.
    Voglio solo sperare che riusciate a ritrovare questo bel micione rosso perché penso che essendo abituato agli agi di casa fuori soffrirà ma se è scappato significa che ha sentito qualche micia in amore, credo che dopo aver appagato il suo istinto sessuale tornerà, magari graffiato per le lotte con altri maschietti per accaparrarsi la micia , sicuramente motivo di tale fuga. I miei maschi ogni volta stavano fuori anche a settimane per poi tornare malconci, graffiati e affamati. Lo fecero più di una volta fin quando non tornarono più! Ecco perché è utile la sterilizzazione.
    Buona domenica :-))
  2. dolcecarrie 08 febbraio 2015 ore 14:31
    Le statistiche dicono che i gatti castrati godono di una vita più lunga e più sana rispetto a quella dei gatti non sterilizzati ...poi ci sono tante altre ragioni che portano a questa spiacevole soluzione.
    E l'abbandono non è una soluzione.
    Buona domenica a te :rosa
  3. tecerco 08 febbraio 2015 ore 17:23
    Chiarisco, Anna e Cate, che il mio dire..."che restituiscano loro la libertà"...non si riferisce all'abbandono, bensì suggerisce a tutti coloro che intendono allevare un cane o un gatto, di porsi ancor prima di compiere il passo, il problema che a quel cane,a quel gatto finiranno per far praticare la sterilizzazione. Di fatto impedendo all'animale la sua funzione vitale, che è quella di procreare. Io, per fare un esempio, chiedo: " Se un giorno si sviluppasse nella Terra una specie parecchio piu' evoluta di noi umani, a noi umani farebbe piacere che questa nuova specie ci castrasse tutti e ci rendesse in tal modo "loro animali domestici"? Sorrido eh, ma la penso esattamente come ho scritto nel mio post. Grazie per i vostri interventi e buona serata a voi.. :rosa
  4. Edelvais63 08 febbraio 2015 ore 18:16
    Per i randagi sono favorevole...solo con una sterilizzazione di massa si combatte il randagismo.Credimi meglio che vedere tante bestioline abbandonate o soppresse alla nascita.Brutta pratica che non ho mai condiviso ritenendla un abuso sull'animale..una violenza.Ma,nel tempo,mi son convinta dell'utilità..quasi un gesto d'amore.Un bacio Tec
  5. Lady.Wilde 09 febbraio 2015 ore 12:28
    Si vede che non sei assolutamente addentrato nel mondo del volontariato animalista. Non solo la sterilizzazione e la castrazione sono atti d'amore verso il proprio animale ( che non soffre nel non potersi accoppiare, visto che non ne sente più necessità..). Ma è atto soprattutto di profondo rispetto x la vita: ogni anno, milioni di cani gatti ecc...muoiono di fame, di incidenti e di malattie. Ci sono esponenzialmente crescite che nemmeno ti immagini....ed ogni cucciolo ha moltissime probabilità di non superare nemmeno 12 mesi di vita, o di finire la sua esistenza in un canile, che per quanto gestito con impegno, è sempre chiusura al mondo. Ogni cane gatto che nasce, alimenta il fenomeno del randagismo, eccezione fatta x quelle creature che vengono volutamente fatte nascere per essere vendute( e che cominciano anch'esse ad entrare nel girone infernale, quando non le vogliono più.....ma questa è altra questione). Ci sono situazioni che nemmeno ti immagini....dolore di persone che si battono per aiutare gli animali vaganti, feriti malnutriti....frutto di quella mancanza di sterilizzazione che, molti come te, non sanno nemmeno lontanamente cosa implichi positivamente dal punto di vista etico e pratico. Leggo che si è smarrito il gatto....leggo anche che si attribuisce questo, ad una fuga xchè doveva essere castrato....nessuno che abbia pensato al fatto che, mentre si scrive....il gatto in realtà si trovi in pericolo, affamato o peggio.....già, meglio la libertà.....Tecerco, nella tua città ci sono moltissime associazioni di volontariato animalista....davvero, avvicinati a questa dimensione, sono sicura che castreresti o sterilizzaresti anche le foglie. Stefania.....ne so qualcosa.
  6. tecerco 09 febbraio 2015 ore 12:56
    Rosanna, Stefania...anzitutto vorrei chiarire che Teo, come pure Taita, esistono, vengono allevati nella casa di una persona a me cara e sono entrambi sterilizzati. Coccoloni a non finire, giocherelloni che non vi dico. Adorabili. Teo non è scappato per nulla, anzi si gode la sua casa amatissimo. Ciò detto, riprendo il filo del discorso e, nell'apprezzare i vostri interventi...chiari...fatti con il cuore, così come quelli di chi vi ha precedute, proseguo il nostro confronto di opinioni.
    All'inizio dei tempi, quando primieramente uomo, cane e gatti si sono incontrati, non c'erano case, magari c'erano capanne, magari esistevano comunità degli uni e degli altri, come esistevano comunità di altri animali. Mi chiedo e vi chiedo: come mai di tutti gli altri animali ci occupiamo che non si estinguano ed invece ci siamo ridotti a controllare le nascite di cani e gatti? Ve lo dico io perchè. Perchè l'uomo, invece di limitarsi a convivere con essi, lasciandoli al loro habitat naturale...la prateria, la foresta...l'uomo, vi dicevo, ne ha fatto degli animali domestici. Lo ha fatto per avere compagnia, essenzialmente e, riferito ai cani, per esserne difeso dagli estranei. Se questi animali, come gli altri, fossero rimasti allo stato brado, il problema odierno di sovrappopolamento non si sarebbe posto, poichè la natura avrebbe provveduto da sè a creare i giusti equilibri. E' qui che vado a parare, gentili amiche. E, nel riconoscere le vostre posizioni, sicuramente apprezzabili e valide per i nostri giorni, spezzo tuttavia una lancia a favore di Teo che, vive si felice e coccolato, ma, porello, s'è scordato definitivamente che, oltre ai giochi, c'era ben altro da fare con le sue fidanzatine gatte... :ok :bye
  7. Meike 09 febbraio 2015 ore 14:57
    Ciao Gaetano,
    già ero pronta a scrivere... porello! Chissà dove sarà finito il gattino...
    Per fortuna ho letto che sta bene ed è a casa sua :-)
    Per il discorso sterilizzazione concordo con i commenti scritti sopra... ai giorni nostri e in alcuni casi è necessario, anche se purtroppo è brutto.
    Sottolineo: ai giorni nostri.
    Un tempo era tutto diverso ;-)
    Ciao Tec, buona continuazione di giornata, un abbraccio :bye
  8. tecerco 09 febbraio 2015 ore 16:05
    Meike: Marika, ringrazio anche te per il tuo commento. Il post va via via svolgendosi anche attraverso i commenti e le risposte ad essi. Sono convinto che noi tutti tendiamo al meglio per i nostri amici animali. Con qualche leggera differenza tra i nostri interventi, in fondo ininfluente rispetto ad una sostanziale partecipazione ai problemi che nascono dallo status quo. Un abbraccio e buona giornata a te! :rosa
  9. surgelata 09 febbraio 2015 ore 16:28
    Olà tecceeeeeeeeeeeeeeeee:ola

    sugnu capitata en n'argumenDo scuttanDe:mmm


    cmq guadda me riguadda da vicinu,el gattone de na my vicina c'a se chiamava mancu farlu appost Leo l'è scumparz pecchè appunt en calor:cry
    nun l'è cchiu tunnat da 2 mesi:cry
    e penzu c'a sterilizzare el propriu animale domettico sia utile x tenere accantu a se el proprio cucciolo:batatifo


    olààà:ola
  10. Lady.Wilde 10 febbraio 2015 ore 15:06
    Tecerco............ti porto con me a toccare, con mano....una giornata dedicata a loro...a recuperarli, aiutarli o salvare quei cuccioli frutto, come dici tu, di una "libertà " sessuale che a me fa venire la pelle d'oca. Giorni fa si aprì una discussione con un cacciatore, ti dico anche una personcina di cultura generale diciamo, squisita...ma con un grosso limite dovuto alla sua passione, quella di andare x boschi ad ammazzare animali. Mai scesi di livello, mai insultati reciprocamente, ma con un solo rammarico.....rimanere su posizioni individuali e differenti: io x la vita lui x la morte. Nessuno criminalizza chi la pensa come te, ma ci mancherebbe anzi, sei una persona molto cordiale e sai "stare" nei confronti....ma ripeto, se tu avessi la possibilità di passare una giornata con chi si occupa di animali, beh fidati...cambieresti idea. Ciao....Stefania
  11. tecerco 11 febbraio 2015 ore 16:24
    surgelata: Anche tu sei del parere delle altre...quasi quasi mi vado convincendo! ;-) Bentornata, simpatica amica mia! :rosa
  12. tecerco 11 febbraio 2015 ore 16:35
    Lady.Wilde: Con me, Stefania, non c'è disaccordo alcuno. Avrai sicuramente capito, leggendo via via i miei interventi, che il mio non è un post d'attacco a chi, come te, si industria a fare del bene ai nostri amici cane e gatto. E credo che anche Teo, leggendo i nostri interventi, abbia versato una lacrimuccia sul suo male pride...lost! ;-) Ti ringrazio di cuore, Stefania, per la passione con cui ti sei espressa, e ringrazio insieme a te anche le altre nostre amiche. Un saluto da Roma. :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.