UNA VERITA'.... CHE SCOTTA!!!

05 dicembre 2009 ore 00:51 segnala

Traggo spunto da uno degli ultimi vostri commenti al precedente post, intitolato: " La bugia...la verità. C'è un sentiero giusto? " .

 Da tale commento, intitolato "trasparenza" ,  emerge un argomento, degno di riflessione. Si tratta di una situazione particolare, che ora vi espongo.

Se vi capita di venire a conoscenza ed avete le prove, che il marito di una vostra amica tradisce la moglie, siete di fronte al dilemma: Avvisate la vostra amica o no? Le raccontate la verità, le togliete il prosciutto dagli occhi, come sostiene una di voi, nel precedente post, oppure non lo fate? E ancora, sentite di avere il diritto sacrosanto di riferire, di spiattellare tutto alla vostra amica, oppure ritenete di non avere tale diritto? Con i tempi che corrono, una situazione del genere...quella di venire a conoscenza di una tresca...potrebbe capitare e, dunque, il nostro approfondimento potrebbe rivelarsi utile....

Vi dico la mia. Io, di fronte ad un fatto del genere, anche se a tradire fosse la donna, ed il marito fosse mio amico, ne starei fuori e lascerei che la coppia "si giocasse le proprie carte", senza assolutamente interferire. Il motivo? Ve lo dico. Trovo assurdo e del tutto ingiustificato, intervenire in un rapporto, in una famiglia che non è la mia, giudicando dall'esterno un evento così particolare e delicato, magari provocato da fatti intimi della coppia a me ignoti. Quand'anche fossi amico confidente della moglie tradita, eviterei di parlare, non sentirei di avere alcun "diritto sacrosanto" di intromettermi e, se lo facessi, sentirei di prendermi una responsabilità molto grave sul futuro di una famiglia, magari con figli. Riterrei, insomma, che di "sacrosanto", ci sia in un caso del genere, esclusivamente il rispetto della indipendenza della coppia,il rispetto della "solitudine della coppia", con gli equilibri, pur precari, che la medesima coppia ha raggiunto, al momento!

Io ho detto la mia, e vi ascolto con attenzione.... l'argomento è veramente interessante! Grazie.

11290477
Traggo spunto da uno degli ultimi vostri commenti al precedente post, intitolato: " La bugia...la verità. C'è un sentiero giusto? " .  Da tale commento, intitolato "trasparenza" ,  emerge un argomento, degno di riflessione. Si tratta di una situazione particolare, che ora vi...
Post
05/12/2009 00:51:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. parlaconlei 05 dicembre 2009 ore 09:23
    Io farei esattamente quello che faresti tu.Credo che non significhi mancanza di affetto o di sincerita',ma rispetto assoluto per cose che non poso permettermi di giudicare o scoprire.La coppia e' una cosa privata e assolutamente a due ed entrarci,anche se a fin di bene,in realta' puo' fare malissimo.Non credo parlerei con l'amica del cuore,pur soffrendo in silenzio,magari due parole a lui le farei,ma sempre nel massimo rispetto anche del suo tradimento,mi preoccuperei solo di ricordargli che rischia di perdere una persona cara .Non siamo nessuno per giudicare nessuno e non abbiamo nessun diritto di sconvolgere una vita non conoscendone i meccansmi e le problematiche.Se la tradita fossi io,vorrei che l'amica del cuore non facesse nulla,se non continuare a volermi bene e attendere che io faccia la mia vita...discutibile o no come atteggiamento,io la penso cosi'.
    Un bacio grande e buon week end
    Bibi
  2. nerorosso 05 dicembre 2009 ore 10:27
    RIFERIRE ??? FORSE SOLO PER UN GRANDE AMICO CIAO BUON SABATO :clap
  3. tina67 05 dicembre 2009 ore 10:39

    situazione difficile direi.... però.... se quella amica fosse una mia amica Amica, quella con la A maiuscola, non riuscirei a non dire niente. Forse noi donne siamo diverse da voi uomini. Io me lo aspetterei da una mia amica vera, venendo a sapere una cosa del genere, che mi mette al corrente, anche se fa male. Poi la decisione sta sempre a me su cosa dire al mio uomo...

    buona giornata

    Annette

    PS: scusa il mio italiano povero.... ma penso che mi son fatta capire.
  4. Antelao 05 dicembre 2009 ore 11:56
    generale sono d'accordo con te. Farei una eccezione soltanto per il mio migliore amico (solo uno) perche' siamo come fratelli.

    Ciao

    UdM

  5. tecerco 05 dicembre 2009 ore 12:23
    L'evento tradimento, se risaputo dal tradito/a, della coppia, voi converrete con me che inciderà a vita sulle sorti di quella coppia...ok? Voi mi avete parlato di grande amicizia...ok...Ora, provate ad immaginare che voi non riferiate nulla alla vostra amica/o e che, ad es., il fedifrago/a smetta di tradire e rientri spontaneamente nel matrimonio, senza che la moglie/marito abbia mai saputo nulla. Quella coppia, quella famiglia magari ha ritrovato un equilibrio migliore...se la sono cavata da soli! Ora, ripensate a quello che mi avete detto che voi fareste...e vi chiedo: "quale diritto o dovere ha un amico, se non quello di essere attento, rispettoso e lungimirante?" Se si verificasse il caso che vi ho esposto, del tutto impossibile da prevedere, voi avreste "rovinato una coppia ed una famiglia", in nome di una amicizia, della cui qualità mi permetto di dubitare...Ho detto "mi permetto", amici miei, sempre con rispetto della vostra opinione.
  6. Shakiki.290 05 dicembre 2009 ore 12:29
    Difficile rispondere... nn saprei cosa fare.Nn mi piace intervenire in questioni così delicate e spero di nn trovarmi mai in queste situazioni.L'unica cosa che potrei fare e parlare con il traditore/trice , cercando di farlo/a ragionare.
  7. Linda.75 05 dicembre 2009 ore 13:27
    se me lo chiede.
    Se il suo matrimonio è in crisi, e lei/lui si confida con me, piange e ammette che ha dei sospetti, e mi chiede se mi è giunto qualcosa, glielo direi senza nessun problema.
    Però se d'altra parte mi viene chiesto di non dire nulla, perché ciò può compromettere il rapporto, e se mi viene chiesto di tacere dopo che mi è stata fatta una confidenza, sarei la tomba.
    Direi...faccio cavoli miei e non tuoi.
    Hai ragione, è molto interessante come l'argomento...si potrebbe parlare tanto...
    Ciao da K.
  8. tecerco 05 dicembre 2009 ore 13:41
    Effettivamente, le varianti di una situazione del genere, sono tante. Io mi sono limitato ad esporne una, dando un mio parere. Tutto molto difficile, lo ammetto e c'è una responsabilità grave, nel parlare...forse piu' grave della responsabilità di non parlare...forse..
  9. dolceluna71x 05 dicembre 2009 ore 13:49

    mio marito mi tradisce ,e la mia amica ,pur sapendo, non mi dicesse nulla...sarei tradita dal marito e anche dall'amica....

    percio'  ,di conseguenza....io, all'amica ,direi tutto.....

    buon sabato

    Cat

  10. ilprofumodidonna 05 dicembre 2009 ore 15:09

    tecerco, lo sai il detto tra moglie e marito non mettere il dito?

    beh, io concordo in pieno...mai intromettersi, mai, anche se la tradita fosse la mia migliore amica..Succede che se glielo dici a volte  pensano che sia tua a mettere zizzania e da miglior amica diventi nemica.

    La verità prima o poi viene a galla, sempre..anche se passerà del tempo...altro detto  " chell' ca nun s' fa' nun s' sap!!!"

    Per in non napoletani : quello che non si fa, non si viene a sapere!!

    Buon weekend:bacio

     

     

  11. romy72 05 dicembre 2009 ore 15:32
    che dipenderebbe dai casi...se la moglie se lo immagina e ha già dei sopetti e me lo chiederebbe esplicitamente non saprei dirle una bugia ed illuderla ma con la dovuta cautela edelicatezza glielo farei capire....se invece crede che il marito sia un santo intoccabile eche non agirebbe mai in tal senso,me ne starei zitta anche perchè non sarebbe pronta a sentirsi dire la verità,e io magari passerei per una rovina famiglie e pure x una che cerca di fare del male e inventarsi storie...Se accadesse a me, come è successo, ameri sapre la verità anche se soffrirei moltissimo preferisco non vivere di illusioni ma di verità sacrosante anche se brutte....buona settimana
  12. Ladylaura3 05 dicembre 2009 ore 15:47

    ciao, in linea di massima concordo con te.......anche se fosse la mia migliore amica nn so se riuscirei a stare zitta....è cmq vero che il "riferire" immancabilmente la farebbe soffrire ulteriormente.......quindi valuterei caso per caso e.....penso che farei in modo che la mia amica lo scoprisse la sola dandole qlc traccia ........questa penso la soluzione migliore.......ciao e buona domenica

  13. BarkettaDiKarta 05 dicembre 2009 ore 17:03
    Tutto inizia con un DIPENDE!!!!
    Dipende da tantissime cose....
    Ma alla spicciola, se il traditore/traditrice è altrettanto amico, parlo con lui...gli dico cosa so, le prove che mi sono trovata ad avere....e poi basta...
    Lo avverto solo di stare attento, perchè per ogni amica che tiene la bocca chiusa come me, ce ne staranoo altre dieci pronte a spifferare..per cui, o ti rimetti sulla retta via, oppure il tuo matrimonio va in frantumi comunque....
    Penso che sia il gesto più onesto e leale che si possa fare, senza mancare di rispetto ne intromettersi negli affari altrui...
    :rosa
    :kissy by barkè!
  14. Ladydolceisabel 05 dicembre 2009 ore 17:40
    ho letto attentamente ciò che tu hai postato e ancor prima di arrivare alla tua opinione, ho avuto la mia.
    In parte è come la tua, se non del tutto, comunque io mi comporterei come te fino al momento in cui, uno dei due, si aprisse in confidenza con me e chiederebbe un mio parere.
    Intendi non direi che c'è un'altra donna o un altro uomo, ma lo porterei a ragionare su alcune disattenzioni o attenzioni che magari il diretto interessato, non vede da solo.
    Non so potrei anche sbagliare, ma avendo questo atteggiamento, mi sentirei meno in colpa, se avessi dovuto nascondere, e utile per aprire gli occhi a chi nel momento è preso da cecità.
    Questo sarebbe il mio atteggiamento solo se però ci sia veramente un apertura intima di uno dei due.
    Un abbraccio e un buon week end
    dalla tua amichetta Isabel
  15. veramentesnob 05 dicembre 2009 ore 18:10
    in queste situazioni bisogna trovarcisi sia nei panni dell'osservatore esterno che di quello che vive la cosa... per esperienza i consigli delle amiche o amici n servono, solitamente anche se nel dubbio si spera che questo nn sia vero.. poi dipende dalle situazioni e comunque il tradimento quando avviene e' di per se a causa di un malessere della coppia...
    credo che ci si debba comunque fare i fatti propri... ah... solitamente i primi " traditori" sono i migliori amici....quelli fraterni...almeno a me e' successo cosi'.....
    snob
  16. tecerco 05 dicembre 2009 ore 18:34

    Se facciamo la proiezione su noi stessi, tutti noi vorremmo sapere se il nostro partner ci tradisce...non ci piove...

    L'argomento è un altro, del tutto diverso, ed è: siamo sicuri di fare il bene della nostra amica e della sua famiglia, parlandogliene? Tra i due sensi di colpa che vorremmo evitare, FORSE, ci sarebbe in prima linea quello che abbiamo mandato a gambe all'aria il matrimonio della nostra amica, con il nostro riferire.... o no?

    E mi chiedo, a questo punto...ma, è piu' importante "toglierci il peso ed avvisare delle corna" oppure "evitare di prendersi la responsabilità di contribuire a mandare a monte una coppia, un matrimonio, una famiglia" ?

    In quale dei due casi, rimorderebbe di piu' la coscienza?

  17. milady444 05 dicembre 2009 ore 20:14

    so cosa sia giusto

    ma so cosa farei io non direi nulla perchè in primis non sarei sicura di fare il bene della mia amica ..............secondo  ad una donna non sfugge mai che il proprio uomo la tradisce per cui se fa finta di nulla vuol dire sola una cosa      " non vuol vedere" per cui perchè costringerla a vedere cio che non vuole..........

    ciao tc

  18. profumodiieri 05 dicembre 2009 ore 20:43

     

    Ascolta il semplice
    battito del cuore,
    e cerca l'amore
    tra le pagine della vita
    Lui sarà lì ad aspettarti
    come una semplice poesia,
    da leggere con gli occhi dell'amore......

    serena finesettimana .............. :rosa

  19. ninfeadelnilo 05 dicembre 2009 ore 20:59

    non si può generalizzare nel dire o non dire..dipende dalle situazioni..esempio in un matrimoni collaudato la scappatella non farebbe testo..occhio non vede cuore n0n duole..perchè rovinare  tutto?.ma se il matrmonio si trascina e vdo la i amica soffrirne senza farsene una ragione i fondo perchè sprovvista di prove e lui la inganna da tempo facendola franc a allora mi sento in obbligo di aiutarla invece di vederla distruggersi. almeno si trova una soluzione affrotandola. molti uomini rinsaviscono dietro una resa dei conti. altri prendono la decisione ch non riuscivano a prendere. inutile mandare avanti ciò che è finito.l'altro potrebbe rifarsi una vita più felice.

    AUGH!!! ARIBACIOTTI RAFFI

  20. dolceluna71x 05 dicembre 2009 ore 21:31

    della mia opinione nell'amica da salvare...un matrimonio con corna non brillera' piu' come prima..continuera' nel falso....

    come faro' a guardare la mia amica sapendo che vien presa per il c--- dal marito?.....sarei falsa con lei............

  21. unincantesimo 05 dicembre 2009 ore 23:39
    sono d'accodo con te...preferirei non interferire in questioni cosi' personali....soprattutto se ci fossero dei figli di mezzo....notte uni...:rosa
  22. Niky.09 06 dicembre 2009 ore 00:45

    ...purtroppo mi sono trovata in una circostanza del genere. Il marito di una mia amica mi ha confidato che tradiva sua moglie. Anche se ho provato molto dispiacere per la mia amica non me la sono sentita di dirglielo. L'unica cosa che ho fatto è stato di biasimare il marito della mia amica quando me lo raccontava...

    Buon fine settimana

    Fiore

  23. ampollina2 06 dicembre 2009 ore 02:39

    :batadorme buona  domenica

  24. nerorosso 06 dicembre 2009 ore 09:38
    BUONGIORNO E BUONA DOMENICA :clap
  25. tecerco 06 dicembre 2009 ore 10:17
    Amica mia, il marito ipotetico della tua ipotetica amica, m'è diventato un pò antipatico...deve avere esagerato, per farti arrabbiare così tanto per cui, pollice verso...ahò e che me 'nporta...e invece mi importa di te, che tu stia serena! Tvb
  26. sottovocexme 06 dicembre 2009 ore 10:20
    e buona domenica anche a te!...:rosa
  27. tina67 06 dicembre 2009 ore 17:35

    ...sulla mia opinione. se uno dei due tradisce vuol dire che il matrimonio già non funziona più come dovrebbe. non riuscirei a far vivere la mia amica nell'illusione che tutto vada bene. meglio la realtà anche se bruttina.

    buona serata

    Annette
  28. nerorosso 06 dicembre 2009 ore 17:40
    CIAO BUONA DOMENICA :clap
  29. dolceluna71x 06 dicembre 2009 ore 20:19

    io son serenissima......

    ti invito a rileggere il significato dei miei commenti.....

    in base al tuo post ,io ho dato la mia opinione.........

    e sottolineo ancora.......ALL'AMICA DIREI TUTTO ......

    bacissimi

    Cat

  30. dolceluna71x 06 dicembre 2009 ore 20:22

    una rovina famiglie:hihi :-))) :-))) :-))) :-))) ....

    meglio un amara verita'

    che un illudente bugia.....

  31. skrech 06 dicembre 2009 ore 20:46

    Farsi i cazzi propri.

    Anche perchè non è affatto raro riscontrare i cosiddetti "cornuti e contenti" e cioè quei maschietti solo di nome che per debolezza, anche se sanno, fanno finta di non sapere (o non vogliono sapere) e si tengono una troia in casa.

    Intendiamoci, dicesi troia non colei che mette le corna al compagno, ma colei che mette le corna al compagno senza dire niente a quest'ultimo.

    La prova della giustezza del ragionamento? Le donne sono tutte per dirlo all'amica cornuta ...

     

  32. tecerco 06 dicembre 2009 ore 21:40

    Egregio collega blogger, collegatomi solo ora, ho letto il tuo commento. Il primo istinto è stato di cancellarlo ex abrupto, in quanto manifestamente scurrile e volgare. Tu hai usato nel mio blog un linguaggio per me inaccettabile. I termini "cazzi propri", "troia" e, solo perchè sto sta all'interno di codesto commento, anche il termine "cornuto", non li accetto, della serie che, da ora in avanti, se vuoi commentare da me, lo fai in modo estremamente composto. Misura i termini, perchè, starò attento alle virgole. Se non ti senti di accondiscendere alla mia richiesta, evita di commentare. Se solo mezza volta trovo un tuo commento sconveniente, ti blocco!.

    Ora sto piuttosto arrabbiato, e non entro nel merito di quanto tu hai esposto ma, se hai voglia di fare una repentina retromarcia ed adottare lo stile che io esigo all'interno del mio blog, sei il benvenuto e potremo simpaticamente chiacchierare e discutere.

     

  33. vienna2 06 dicembre 2009 ore 22:59

    Eccovi la frase che ho scelto per questa settimana. L’ho tratta dal meraviglioso film “Il tè nel deserto” e la trovo davvero molto bella:

    “A volte penso che questo sia il nostro vero errore: credere di avere tutto il tempo che vogliamo. Che il tempo in realta’ non esista…”buon inizio di setimana da maria .

  34. ragazzabonita 07 dicembre 2009 ore 08:50

    siamo dello stesso parere  nemmeno io direi niente.,,,,,   , il mio motto  "VIVE E LASCIA VIVERE",  anche per che se uno tradisce sia moglie o marito è perchè uno di loro due  avrà fatto mancare qualcosa nel rapporto.

    GRAZIE DEI SALUTI  TI MANDO UN BESO  ,  CIAO BUONA GIORNATA:kissy :-*

     

  35. ariel560 07 dicembre 2009 ore 10:07
    un saluto veloce, sono in ufficio:bye
  36. dolceluna71x 07 dicembre 2009 ore 11:16

    esprimo solidarieta' riguardo al commento ricevuto da skrech....

    ignoralo .....non cancellare ...tutti leggeranno la sua maleducazione....

    purtroppo esistono anche le persone che usano la volgarita' nel commentare

    mi dispiace per tanta ignoranza....

    ti abbraccio

    Cat

  37. silvia11 07 dicembre 2009 ore 11:22

    ...e' semplicissima la cosa:-)

    Ed inoltre proprio ieri,a tavola con amici,e' arrivato lo stesso discorso!Se vedessi l'amica o il marito della mia amica (sessi anche capovolti) in situazione cornificatrice,nn andrei a riferirlo,ma....chiamarei il fedigrafo/a a rapporto e gli parlerei della situazione!!

    Da li,dopo aver capito come stanno le cose,si valuta la fazzzzenda:-)

    Ma chi deve dire all'altro,nn son di certo io:-))) 

  38. silvia11 07 dicembre 2009 ore 11:26

    ....il problema e' semplice!!!

    Proprio ieri,a tavola con amici,e' venuto fuori un tale discorso!!!

    Se dovessi vedere una mia amica/o in situazione da cornificazione verso compagno/a(o viceversa il compagno/a di un mio amico/a),senza dubbio chiamarei a rapporto il fedigrafo/a e parleremo della situazione...da li',capendone la gravita' e il valore,si decidera' se e' il caso che lo stesso/a vada a parlare della sua infedelta'!!!

    Oddio...spero di essermi spiegata bene:-))  

  39. boy80na 07 dicembre 2009 ore 12:31

    a me e' successa una cosa simile e pultroppo ho preferito tacere:-x

    spero che pero' a mia insaputa nn si sia ripetuto di nuovo:nono1

    :bye

  40. dolcecarrie 07 dicembre 2009 ore 13:43
    Non mi è mai successo ..penso però che è bene rispettare la coppia per i motivi che tu hai elencato..e soprattutto per i figli!
    BUONA SETTIMANA!!!  :rosa :ciao Cate
  41. did.lina 07 dicembre 2009 ore 14:09

    :-)  Avrei agito esattamente come te! Chi può sapere cosa c'è in una coppia? Chi può sapere se ciò che si cerca fra le braccia di un'altra persona non sia esattamente ciò che  manca al nostro cuore? Ossia l' Amore? L'amore è amore, un sentimento importantissimo che regala vita ed energia...  se è quello vero dev'essere vissuto, comunque sia, senza mai giudicare nessuno, nè giudicarsi e condannarsi se ci accade! La pena, in caso contrario  è infelicità ...

    Dirlo alle persone interessate forse peggiora situazioni già di per sè difficili...

    Ciao

  42. tecerco 07 dicembre 2009 ore 14:37

    Amica mia, pur di rileggerti ancora, tanto mi piace la tua spontaneità, ti dico che non ho capito bene qualche concetto da te espresso.

     Intanto, questa faccenda dei "sessi anche capovolti", mi mette in leggera apprensione....dai su, s'è capito, ci hai infilato, da par tuo, tutti gli incroci possibili!

    Mi fai morire, poi, col fatto che "chiami a rapporto" il fedifrago/a...non vorrei mai stare nei panni del pover'uomo/donna...secondo me, si autofustigano sul posto, porelli! All'anima della libertà...ecchesei!!!

    Infine, il "si deciderà"...della serie, intuisco, che deciderai di che morte il fedifrago/a dovrà morire...! Ahò, a volte mi spaventi...e, ricordo le tue novelle...nunc'ènientedafà, quando te vengo a trovà, faccio bene ad indossare l'elmetto, nsisamai!

    Ti voglio bene, amica mia!

  43. Shakiki.290 07 dicembre 2009 ore 14:48
    Ciao ..passo per lasciarti l’augurio di un buon inizio settimana un abbraccio Chiara
  44. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:00

    Hai fatto un esempio particolare, in cui parli di uno stretto rapporto di confidenza tra te e la ipotetica donna tradita, in cui sembrerebbe che tu abbia tutti, ma proprio tutti gli elementi, per decidere di intervenire...è un caso molto particolare, quello che tu citi. E parli di "rifarsi una vita piu' felice", riferendoti alla tua ipotetica amica...Ne saresti sicura? Te la sentiresti di sottoscrivere alla tua amica, nel riferirle, che poi farebbe una vita piu' felice?

    Io, mantengo i miei dubbi, cara amica Raffy. Certo, tu sei una persona che agisce sempre a fin di bene però, tieni conto, si tratta, nella fattispecie, di un terreno minato...e c'è il futuro di un'altra persona e della sua famiglia. Tanto difficile intervenire, a mio avviso...

    Grazie, Raffy.

  45. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:07
    Un atteggiamento di lealtà ed amicizia, il tuo. Ti condivido,cara amica.
  46. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:15

    Da quello che leggo, insomma, tu la cosa la riferiresti, portando per mano, la tua ipotetica amica tradita, a conoscere la verità...

    Beh, io, come ho scritto, sarei invece in difficoltà a parlare, per via della grave responsabilità che dovrei assumermi, in una decisione del genere.

    Ti ringrazio, Isabel.

  47. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:21

    Spesso è come dici tu... non si vuol vedere...e, in tal caso, a maggior ragione il riferire sarebbe inappropriato.

    Grazie,Milady.

  48. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:25

    Il detto napoletano che tu citi...quello che non si fa, non si viene a sapere...che sottende, al contrario, che ...quello che si fa, invece si viene a sapere, eccome...E' troppo forte! Viva Napoli!

    Un abbraccio, alla mia amica

  49. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:34

    Cara amica, anche nel caso ti si chieda esplicitamente, tu non sei in tribunale..e pure lì ci sono omissioni e bugie...sei invece nella situazione in cui, in quel momento, le sorti di una coppia e di una famiglia, dipendono dal tuo riferire o meno...c'è da porre estrema attenzione, in questo! Io, almeno, la penso così!

    Ti ringrazio.

  50. tecerco 07 dicembre 2009 ore 15:37

    Ma dai, amica mia, mò organizziamo la caccia al...tesoro, lasciando qua e là degli indizi...'nnaggia, che fantasia che ciai!

    Ti ringrazio,Lady.

  51. goccesulmare 07 dicembre 2009 ore 17:24
    che a seconda dell'amica avrei dei comportamenti diversi...una mia carissima so che non vorrebbe saperlo mai, ne abbiamo parlato delle volte e la sua idea ribadita piu volte è stata appunot di voler ignorare e quindi in questo caso non mi porrei il problema, conoscendo bene però il marito...qualcosina a lui la direi sicuramente
    un altra mia amica invece so che vorrebbe saperlo e sicurmente riferirei i miei sospetti o certezze
    Io vorrei che le mie amiche me lo dicessero...vorrei sapere senza dubbio....

    però non vorrei che qualcuno lo dicesse a mio marito se dovessi essere io a tradire
    :shy
    scherzo!! (non troppo)
    Gocce
  52. nerorosso 07 dicembre 2009 ore 17:28
    CIAO BUONA SERATA E FELICE SETTIMANA :clap
  53. ilprofumodidonna 07 dicembre 2009 ore 22:10
    passo per augurarti una buona serata:bacio
  54. miriam71 07 dicembre 2009 ore 22:31

    io mi farei gli affari miei anke se fosse la mia migliore amica xkè nn vorrei mai esser io a far esplodere una bomba così pesante...

    buonanotte e buon inizio di settimana :rosa

  55. miki091 07 dicembre 2009 ore 22:38
    Settimana anche a te ciao Miki
  56. OKKIBLU966 08 dicembre 2009 ore 00:22

     SETTIMANA

     GRAZIE X IL TUO COMM

    CN  AFFETTO MARTY...

  57. tramontoassolato 08 dicembre 2009 ore 00:49

     

    Piangendo mi chiese: "sei mia amica vero?"

    "ma certamente" le risposi.

    "Allora sii un'amica sincera e se sai parla, i miei sospetti sono

    fondati ma non ho le prove, mio marito, è vero che mi tradisce?"

    Purtroppo era vero, era stato preso dall'esuberante vivavicità

    di un'altra donna, ma da me non ebbe mai conferma.

    Sono passati 25 anni da allora, siamo tutt'ora amiche e 

    sono contenta di non aver dato certezza al suo dubbio

    che tale è rimasto, i miei amici sono ancora insieme.

    Dolce notte. :-)

    Albarosa

     

     

  58. tecerco 08 dicembre 2009 ore 02:26

    Leggevo giorni fa dell'esistenza del testamento biologico....esaminando il tuo commento, mi viene in mente che, su un tema del genere si dovrebbe inventare: " la volontà dell'amica "....

     E. dalla tua battuta, scherzosa,ma non troppo.., sul desiderio che nessuna/o avvisi tuo marito, se tu dovessi tradirlo, traggo spunto per fare IO una domandina semplice semplice ad alcune di coloro che ti hanno preceduta...

    La domanda è questa: Ma voi, così decise a "spifferare tutto" all'amica tradita...se foste voi a tradire, vi andrebbe che vostro marito lo sapesse? La mia è una domanda retorica, in quanto la risposta la conosco ed è NO! E se qualcuna mi dovesse rispondere..." ma io non tradisco ", è pronta la replica, alla Totò: " ma mi faccia il piacere!". Il discorso, è serio, amiche mie e, prima di rispondere, facciamoci tutti l'esame di coscienza...siamo veramente convinti che noi siamo al di sopra di ogni sospetto e, siamo certi che una crisi non ci possa prima o poi prendere e far fare certe scelte, di cui non vorremmo che mai si sapesse nulla? Meditate, gente, meditate...

    Vi voglio bene!

  59. tecerco 08 dicembre 2009 ore 02:48

    Sei una donna fortunata, Albarosa, anzitutto perchè hai cuore, lungimiranza e buon senso e poi perchè, in quella occasione, sei riuscita a trattenerti dal parlare, dal riferire alla tua amica del tradimento del marito. Questo ha permesso a quella coppia , che aveva anche bambini piccoli, di continuare a stare insieme e tuttora, dopo 25 anni stanno insieme ed hanno cresciuto, insieme, i loro figli...altro che far correre loro il rischio della separazione!

    La testimonianza di vita vissuta che tu hai voluto darci, rispecchia ciò che io sono andato ricordando come evento possibile, in tutto lo svolgersi di questo post...

    Ti ringrazio.

  60. dolcegatta62 08 dicembre 2009 ore 10:52

    Argomento delicato, e ripeto, ogni situazione e' una cosa a se'...comunque,  il mio parere è che non le direi  niente, il problema è all'interno della loro coppia e credo che nessuno dovrebbe interferire. Anche perché metterla di fronte al fatto che "tutti" sanno potrebbe spingerla a prendere decisioni affrettate e dettate dalla rabbia e dalla vergogna.
    Se un domani sarà lei a chiedermi qualcosa magari potrei far finta di "indagare" e aiutarla a scoprire... ma solo se è lei a fare il primo passo, le metterei comunque la pulce all'orecchio :ok

    ps) ben ritrovato :-)

    Nicole

  61. Alisia4ever 08 dicembre 2009 ore 13:09
    mettere lo zampino, significa distruggere un rapporto (anche se non è del tutto sincero).
    non vorrei trovarmi davanti a una situazione come questa: rischierei di perdere l'amica e, soprattutto, di distruggere il suo matrimonio .
    sono convinta che, nella coppia,certe cose si avvertono ma, spesso, si preferisce far finta di nulla.
    aly :rosa
  62. miki091 08 dicembre 2009 ore 15:19
    Buona domenica :fiore
  63. miki091 08 dicembre 2009 ore 15:23
    5 giorni è domenica ed io te la auguro in anticipo di parecchio.......
    Miki :hoho
  64. aloven 08 dicembre 2009 ore 15:27

    Caro TC...come tu stesso esprimi,l'argomento è delicato!!!

    Se la persona fosse amika/o...con l'A maiuscola.allora non avrei dubbi,parlerei prima con il traditore..x sapere le sue intenzioni,se fosse x un'avventura,tutto finirebbe nel dimenticatoio...altrimenti il contrario ne parlerei con la persona interessata

    Mi è capitato tanti anni fa di perdere un'amika ,non x le corna ,ma x un'altro motivo ..e non vorrei mai piu' trovrmi nella stessa situazione!!!!un bacio..

  65. lunapiena13 08 dicembre 2009 ore 15:52
    E' SUCCESSO A UNA CONOSCENTE E NON LE HO DETTO NULLA MA LA CONOSCEVO POCO. SE CAPITASSE OGGI DIREI TUTTO CON DELICATEZZA. CIAO DA LUNA...PS...PASSA DA ME...è IL MIO COMPLEANNO. :-)))
  66. codiceluna 08 dicembre 2009 ore 16:14
    mai mi sognerei di fare la spiona! Io credo che si giunga ad un tradimento  per diversi motivi, che sicuramente non possono essere a conoscenza di tutti. Credo oltre tutto, che nessuno di noi può essere nella pelle, nella mente, nel cuore di un'altra persona quando agisce e per tale motivi non può erigersi a giudice di nulla, pensa poi se può investirsi di una responsabilità da "investigatore" che riporta notizie, foto o quant'altro. Mi è capitato l'esatto contrario, ossia raccogliere le confidenze di una persona con la quale ero molto molto amica che , innamoratasi di un altro uomo, fece sì che io diventassi depositaria del suo grande segreto. Le sono stata vicina come e più che ho potuto perchè di fronte all'amore cedo ogni mia arma, ed ho capito comunque il conflitto che lei stessa viveva in quel momento,  senza però evitarle anche grandi tirate di orecchie di fronte a comportamenti che non trovavo del tutto corretti visto il suo totale "annebbiamento" e la mancanza di lucidità che lei stessa poi riconosceva. (Ero anche amica del marito e per me non fu affatto facile gestire la cosa). Tornando alla domanda iniziale mi rifaccio al saggio popolare "tra moglie e marito eccecc"
    Ciao  ;-)
  67. nerorosso 08 dicembre 2009 ore 16:48
    CIAO BUONA SERATA :clap
  68. ariel560 08 dicembre 2009 ore 18:02
    Riferire non lo farei mai...ma avendo una carissima amica , almeno la porterei a riflettere e a porsi qualche domamda....non potrei assistere indifferente:bye
  69. Ladydolceisabel 08 dicembre 2009 ore 20:41
    Sono passata per vedere se avevi qualcosa di nuovo, ma sono ugualmente felice di lasciarti la mia buona notte .
    un abbraccio Isabel.
  70. dolceluna71x 08 dicembre 2009 ore 21:22

    :many .....PLAY:-)))

  71. bellamora61 08 dicembre 2009 ore 22:20

    io non dire nulla

    resterei a disposizione se la cosa potrebbe risultare utile per uno o l'altro

    chi siamo noi per giudicare gli altri?

    cominciamo a guardare il ns sacco per favore!

    simona

  72. illaka 08 dicembre 2009 ore 22:40

    mi ci sono volute le scale per arrivare fin qui... pant pant

    pero... ci so arrivata per FARMI GLI AFFARACCI MIEI COMUNQUE E SEMPRE, AMICA O NON AMICA, AMICO O NO.... ognuno si scopra le proprie veritá da solo!!!

    Illa

  73. quantiamori 09 dicembre 2009 ore 04:20

    un bel problema dirlo o non dirlo ???

    credo che la  la donna capisca se viene tradita .. ma a volte per varie circostanze .. bambini piccoli .. paura .. ci mettiamo le fette sugli okki ... ma poi arrivi ad un certo punto e toglile fette di salame e capisci  da sola quello che ti succede intorno  e la rabbia sale sempre di piu' ... o pedono o lasci ... Ma la rabbia sale sempre di piu' .. quando tutti gli amici o vicini di casa ti dicono .. noi lo sapevamo ma non abbiamo mai detto nulla .. ..

    Il quel momento la rabbia sale sempre di piu' e ti senti piu' stupida di prima .. come io ero felice e contenta, lui mi tradiva e voi non mi avete aperto gli okki ??? .. Credimi questo e' un secondo tradimento . perche' e' che da allora non hai piu' fiducia in nessuno 

    Mi e' capitato con una coppia che definisco amici veri ... ma purtroppo lei non ha voluto capire .. ma credimi non glielo l'ho detto apertamente .. ma ho cercato in tutti modi di fargli capire che suo marito la tradiva ... Quando l'ha scoperto .. mi ha chiamato e mi ha ringraziato che almeno io avevo cercato di non farla passare per stupida ....

    Credo che quando si e' amici veramente anche la piu' brutta verita' se si ha la certezza ovviamente bisogna dirla :-) a costo diperdere l'amicizia ...

    questo e' un mio pensiero :-p

     buona giornata :kissy

  74. nottestellata.37 09 dicembre 2009 ore 09:16

    io non dico niente a nessuno.

  75. honey.asia 09 dicembre 2009 ore 17:21

    mi e' capitato una decina di anni fa... e allora non spifferai nulla ma me ne sono pentita perche' poi questa persona (una donna) ne ha avute tante altre di storie mentre il marito si faceva in due per lavorare anche di notte per la famiglia. Non lo meritava. Adesso posso dirti che mi avvicinerei all'eventuale amico/a con discrezione cercando di capire se va tutto bene e in tal caso prenderei coraggio e gli o le aprirei gli occhi sulla persona che ha accanto.

  76. nevias63 14 dicembre 2009 ore 00:09
    nn lo so....di certo non lo direi, è troppo grande come responsabilità e come fardello da portarsi dietro ......
    mi è capitato di avere amiche che tradivano e ho perso stima in loro se il marito non se lo meritava...xkè in quel caso non le condivido

    se fosse una mia amica mi dispiacerebbe tanto ma, nn andrei a parlare con lui, non mi andrebbe di essere sua complice, di fare la parte di quella che sa, ma che tace...tanto sono sicura che prima o poi una donna lo sente che c'è qualcosa che nn va e solo allora se me lo dovesse chiedere lei o lui potrei essere sua complice in tutto ma, anche in questo caso solo se lui/lei se lo merita....
    in poche parole sono dalla parte del più debole sia che sia uomo sia che sia donna.........

    se dovesse capitare a me invece..vorrei saperlo in modo diplomatico..ma vorrei saperlo, se un amico tace se sa e ha visto con i suoi occhi come fa poi a guardare me negli occhi  serenamente, sapendo che qualcuno mi sta ingannando?......che amico è??? quante cose allora mi ha taciuto???

    Ciao...buona notte  :-)

    nevia

  77. lafarfallablu 01 gennaio 2010 ore 18:04

    Sono assolutamente a favore della verita' sempre. Odio la menzogna in ogni sua forma. Riguardo al fatto di aprire gli occhi ad un'amica, non pensi che se le vuoi veramente bene ha tutto il diritto di togliersi il prosciutto dagli occhi e venire a conoscenza di chi ha al suo finaco. Mi riferisco ad un eventuale tradimento del marito. Il mio primo istinto e' solo quello di tutelare la mia amica. Ovviamente dopo avere inforamto anche il pseudo compagno. Se si ama una persona non si puo' pensare di tradirla neppure con il pensiero, altrimenti e' solo un rapporto giusto per comodita'. Tanto per non stare soli. Odio l'inganno sotto qualunque forma. La trasparenza sempre e comunque sia in amore che nell'amicizia.

    Un saluto e Buon 2010.:batacin

  78. profumodiieri 02 gennaio 2010 ore 20:09

    A volte, basta solo spiegare le ali per volare.


    Liberati!

     

    .................................... :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.