Sesso e fake news: la sessualità non va mai in pensione.

25 agosto 2021 ore 21:17 segnala
Lo capii un 8 marzo di molti anni fa.

All'epoca devo ammettere che non me la passavo affatto male dal punto di vista sessuale; avevo diverse storie con varie donne ed alcune di loro non dovevano necessariamente ubriacarsi per venire a letto con me.
Desidero inoltre sottolineare che era tutte in carne ed ossa e vive.

In un momento di autostima esagerata decisi che avrei fatto una serata in qualche locale per la festa della donna.
Già mi vedevo nudo, dopo lo striptease, circondato da frotte di femmine vogliose intente a contendersi il mio possente membro (lo so che la parola membro fa ribrezzo, ma non vorrei turbare oltremodo le lettrici utilizzando quella parola che fa rima con "razzo" o, peggio ancora, quel sostantivo maschile tanto caro agli ornitologi).

Vero che non ero in formissima dal punto di vista fisico, ma visionare la pellicola "Full Monty" mi fu d'aiuto per vincere ogni remora.

Passai svariati giorni a cercare un locale che accettasse la mia proposta e dopo centinaia di buchi nell'acqua, trovai una festa organizzata in un maso sulle Dolomiti Bellunesi che era rimasta senza spogliarellista; il tipo, tal Credolin Umberto, era finito in ospedale a causa del tentativo, evidentemente andato male, di sesso anale utilizzando una stalattite.

Il compenso non era un granché…anzi dovevo dare all'organizzatrice dell'evento 100.000 lire (eravamo ancora col vecchio conio) ed a fine esibizione dovevo aiutarla nella stalla a mungere le mucche ma…pur di soddisfare il mio narcisismo avrei fatto di tutto.

Devo confessare che tra i miei tantissimi pregi, il senso dell'orientamento manca completamente, inoltre, all'epoca, probabilmente l'inventore di Google Maps era ancora allo stato di spermatozoo e…beh, la sera partii convinto di raggiungere la meta e invece mi persi.
Vagai per ore fino a quando non vidi una struttura in mezzo al verde.
Dai finestroni si intravedeva che c'era del movimento ma non chiaramente che…beh, ricorrere all'onanismo in modo massiccio come faccio dall'età di 12 anni ha indubbiamente portato delle conseguenze, una delle quali è una forte miopia, al punto che non mi accorsi che l'edificio nel quale ero entrato era una casa di riposo per anziani le cui ospiti femminili stavano celebrando la festa della donna.

Appena misi il piede dentro tutte le presenti si girarono verso di me e mi fissarono.
Del resto, sarebbe stato difficile passare inosservato dato che ero vestito da indiano dei Village People.
Percepii chiaramente che la faccenda stava per mettersi male; mi girai e feci per scappare ma in un attimo mi furono addosso.

Mi narcotizzarono usando un pannolone (usato) e persi i sensi.

Quando mi ripresi ero prono su un tavolo, nudo e legato polsi e caviglie.
La festa era ricominciata e vedevo donne, abbondantemente over 80, decisamente alticce e coi seni di fuori, ballare ed usare le dentiere come nacchere.
Altre sui divanetti che mi guardavano con occhi colmi di lussuria e si masturbavano in modo ossessivo usando mattarelli.

Entrò un'infermiera portando un enorme paiolo in rame fumante.
"Forza ragazze, purtroppo non hanno portato il sushi quindi niente" body sushi"ma abbiamo una magnifica polenta da 10 chili".
Si avvicinò e versò questo magma giallo sul mio corpo, ricoprendolo.
Nonostante il dolore riuscii a resistere ma non per molto.
L'ultima frase che sentii fu:
"ed ora, questa bella carotona da 30 centimetri, dove la infiliamo?"

Perché ho raccontato questa disavventura? Ah, vero…

Secondo la rivista scientifica New England Journal of Medicine, nella fascia d'età che va dai 75 agli 85 anni, il 38,5 percento degli uomini ed il 16,7 percento delle donne ha rapporti sessuali regolari.
Ergo: il sesso non ha età.

Personalmente non mi entusiasma la cosa: sono decenni che soffro di una atavica fame di gnocca mai placata e l'idea di essere mandato affanculo dalle donne con le quali ci provo ancora per i prossimi 30 anni è oltremodo irritante.
Ho capito: finirò per fottermi completamente il tunnel carpale…

853d9994-79bb-448d-8a7d-0580ac0c11b8
Lo capii un 8 marzo di molti anni fa. All'epoca devo ammettere che non me la passavo affatto male dal punto di vista sessuale; avevo diverse storie con varie donne ed alcune di loro non dovevano necessariamente ubriacarsi per venire a letto con me. Desiderio inoltre sottolineare che era tutte in...
Post
25/08/2021 21:17:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Sesso e fake news: la pandemia ha messo ko il desiderio

22 agosto 2021 ore 01:45 segnala
Mai come durante la pandemia si è sentito parlare di fake news; in realtà sono sempre esistite, solo che venivano definite molto più semplicemente cazzate.
Diciamo pure che si cresce tra le cazzate: iniziano i nostri genitori, evocando uomini neri che ci portano via se non siamo ubbidienti (il ché induce ad avere un certo timore delle persone di colore, soprattutto da adulti quando notiamo nei video porno come sono dotati e speriamo, invano, che le nostre donne non li vedano e credano che i nostri 15 cm ci collochino di diritto nell'olimpo dei superdotati) o magari cecità, malformazioni fisiche e problemi psichici causa la pratica smodata della masturbazione, salvo poi scoprire che sono, appunto, "fake news"; se escludiamo svariati interventi per curare la sindrome del tunnel carpale e l'epicondilite laterale (aka gomito del tennista), l'onanismo è una pratica sicura.

Crescendo non migliora la faccenda ed in tema di sesso ancora oggi si leggono e si sentono dire oceani di minchiate; oggi smaschereremo alcune delle tante bufale che spesso vengono spacciate come verità assolute.

1. La pandemia ha messo ko il desiderio
Macché, il desiderio c'era…a mancare era la "materia prima".
I single non potevano perché erano, appunto, single e con il lockdown non potevi muoverti.
Gli sposati potevano ma non volevano perché da tempo avevano relazioni extra e dopo che ti fatto la bocca con del Brunello di Montalcino riserva Soldera del 2001 (ovvero amanti appassionati), come fai a desiderare del Tavernello (ovvero il coniuge che sessualmente è pimpante come un tossico)?
Pure i fidanzati, se non vivevano insieme, dovevano praticare la castità forzata.

Anche io, avendo Morosa e AA (Amiche Amanti) fuori dal comune sia in stricto che lato sensu, ero tagliato fuori.

Una sera in cui la voglia era a mille ed avevo fuori uso gli arti superiori causa eccessiva pratica autoerotica, dopo aver valutato l'asportazione di un paio di costole, che qualcosa mi ricordavo da scuola di uno, uno scrittore, che si diceva…beh, decisi di uscire e tentare la sorte, infrangendo il lockdown.
Del resto, ho visto un sacco di film ninja che muovermi nell'oscurità sarebbe stato una passeggiata.
Mi inguaino in una tuta nera, che sembro Lino Banfi vestito da Diabolik, e mi immetto nella fitta boscaglia con l'intento di andare a casa di una AA non troppo lontano.
Ho scalato dirupi, guadato fiumi, sono pure stato inseguito da un branco di cinghiali che volevano coinvolgermi in una gangbang fino a quando…ca**o, mi sono perso.
Vago nel bosco cercando di orientarmi ma inutilmente.
Poi, là in fondo, intravedo una luce.
Mi avvicino silenziosamente e…una casetta.
Ormai avevo lo smartphone scarico e decido di bussare per chiedere se potevo almeno ricaricarlo e capire dove fossi finito.
Una vocina dall'interno della casa mi dice di entrare.
Giro la maniglia, spingo ed entro.
La casa era davvero piccola, praticamente composta da una sola stanza, con al centro una stufa a legna, a sinistra una cucina con mobili che avevano visto giorni migliori e dalla parte opposta un letto e sotto le coperte si intravedeva una figura.
"Vieni più vicino, alla luce, così posso vederti meglio" dice la stessa vocina di prima.
"Ehm, buonasera. Mi scuso per l'ora tarda ma ho il telefonino scarico, mi sono perso e le chiedo se posso metterlo sotto carica per qualche minuto così chiamo un taxi che venga a prendermi…"
"Sei in un ca**o di bosco, come pensi possa venire un taxi a prenderti. Sei un idiota ma fisicamente nemmeno tanto malaccio sai?"
Intanto mi ero avvicinato e finalmente potevo vedere meglio la persona nel letto con la quale stavo parlando.
Somigliava in modo sorprendente a Xin Zhui, nobildonna cinese morta nel 168 a.C, la cui salma mummificata venne ritrovata il 6 novembre 1968 su di una collina a Hunan, anzi era uguale, non alla donna in vita ma alla mummia.
"Ho deciso che ti aiuterò" disse la cariatide "ma devi venire a letto con me".
Con un gesto scostò le lenzuola e mostrò le sue…ehm…"grazie".
Oh, un po' l'emergenza, un po' che non giacevo a letto accanto ad una donna…
Vero che era vecchia come l'anfiteatro Flavio ma… Fan*ulo, mi butto.
"Spogliati piano piano" mi esortò la vegliarda.
Iniziai abbassandomi il costume da ninja.
"Mmmhhh che spalle grandi che hai…e che pettorali…e che meravigliosa tartaruga rovesciata…"
Non so come ma…avevo un'erezione.
Trionfante calo del tutto la tuta e…
"E che pisello piccolo che hai…ma sei nato così oppure è stato un incidente? Ti ha circonciso Zatoichi ubriaco con la sua katana?
Vabbè dai, con sto ca**o di lockdown non sc*po da settimane…"
Si alzò leggermente, si infilò la mano in bocca ed estrasse la dentiera che mise in un bicchiere colmo d'acqua.
Si passò la lingua tra le labbra con fare lussurioso e disse" baciami".
A quella vista il mio vecchio amico là sotto perse vigore, al punto da ritirarsi e formare un secondo ombelico.
La vecchia a quella vista inorridì e bestemmiando mi lancio contro il pitale colmo di…beh se è un pitale con era certo pieno di spritz!
Mi girai verso la porta e cercai di svignarmela, incespicando un paio di volte.
Aprii la porta e corsi a perdifiato, mentre mi tiravo su quella ca**o di tuta.
Beh, alla fine raggiunsi la statale e venni tirato su da un camionista, solo che con addosso i liquami che la maledetta strega mi aveva lanciato, mi mise assieme a dei suini che stava trasportando.
Comunque sono riuscito ad arrivare a casa sano e salvo.

Oh, scusate ma sono andato totalmente fuori tema. Nei prossimi giorni vedremo le altre fake news e no, non sono ubriaco.
d76e82e4-ad51-4d4b-b192-c995eb7f7377
Mai come durante la pandemia si è sentito parlare di fake news; in realtà sono sempre esistite, solo che venivano definite molto più semplicemente cazzate. Diciamo pure che si cresce tra le cazzate: iniziano i nostri genitori, evocando uomini neri che ci portano via se non siamo ubbidienti (il ché...
Post
22/08/2021 01:45:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Anguria amica della salute e del sesso

16 agosto 2021 ore 21:56 segnala
Se ci fosse una classifica degli alimenti che più di tutti rappresentano l’estate, l’anguria sarebbe sicuramente al primo posto.
Personalmente non apprezzo questo frutto, principalmente perché tutto ciò che non si può friggere non stuzzica le mie papille gustative, ma ammetto che mi piace guardarlo; amo la sua forma tondeggiante, il colore della sua polpa puntellata dai semi di colore nero ed il verde della scorza che ricorda un enorme pezzo di malachite.

Ma prima di spiegare come mai l’anguria è amica della salute e del sesso una domanda:
si dice anguria oppure cocomero?

Il termine più appropriato, che ripete quello dei botanici, utilizzato in tutta l’Italia Centrale e soprattutto dai romani, è cocomero, vicino al latino scientifico Cucumis citrullus; anguria è un termine che invade tutto il Settentrione, con varianti dialettali notevoli.
Il nome risale al tardo greco angurion, che indicava propriamente il cetriolo termine giunto con la dominazione bizantina, intorno al VI secolo d.C., e diffuso in tutta l’Italia settentrionale attraverso l’Esarcato di Ravenna.
https://www.turismoroma.it/it/05082013-anguria-o-cocomero

Il fatto che chiamassero col medesimo nome sia il cocomero che il cetriolo significa, molto probabilmente, che le donne dell’epoca (e gli uomini gay o bisex) non erano soliti “baloccarsi” con frutta e verdura dato che pare evidente la differenza tra i due vegetali; oppure avevano orifizi particolarmente elastici e capienti.
Cronache dell’epoca narrano che la famosa frase “sco*are con te è stato come lanciare un salame in un corridoio” venne detta da un uomo dopo un amplesso con una donna dedita all’autoerotismo mediante l’uso dell’angurion (Cucumis citrullis). .

Ora veniamo al vero tema del post: i benefici dell’anguria per la salute e per il sesso...anzi, mettiamo da parte il discorso salute e concentriamoci sul sesso.


Nell'anguria è presente la citrullina (nome scientifico è Citrullus lanatus), un aminoacido, che il nostro organismo trasforma in arginina, una sostanza dall'azione vasodilatatoria utilizzata per la cura dei disturbi dell'erezione.
Uno studio dell'Università del Texas ha addirittura paragonato l'anguria al Viagra.

A questo punto già vi vedo correre dal fruttivendolo con l’intento di comprare un cocomero da 5 chili e prepararvi così all’incontro galante di stasera, nel quale vi esibirete in un’erezione così potente che con l’ucc*llo potreste piantare chiodi sul muro. Che poi vi piace pure gustarvi questo succoso e rinfrescante frutto…

Ma...c’è un ma:
se volete godere degli effetti benefici per l’appendice sottombelicale, non è la polpa che dovete mangiare, ma la scorza; pare infatti che la citrullina si concentri nella parte bianca della buccia, denominata albedo.

Ok ma quanta scorza di cocomero devo mangiare per ritrovarmi un blocco di granito tra le cosce?
La dosa consigliata di citrullina sarebbe di 3 grammi al giorno; considerato che 1 grammo di scorza di anguria contiene 28 mg di citrullina, direi che dovreste mangiare quasi 3 chili di scorza.
Non ho idea di quanti chili di cocomero si devono portare a casa per ottenere 3 chili di albedo ma...temo siano tanti.
Certo, uno potrebbe ovviare al problema setacciando tutti i cassonetti di rifiuto umido della città ma sarebbe decisamente faticoso e poi non starebbe nemmeno bene…

E, quindi, eccoci di fronte ad una notizia del ca**o: intitolare un articolo “Anguria il fattore citrullina: i clamorosi effetti a letto, una bomba per il sesso” (liberoquotidiano.it) è quantomeno fuorviante e crea false aspettative, soprattutto alla vostra lei, che pazientemente vi sta guardando rosicchiare scorze di cocomero, pensando siate dei deficienti e, comunque, sperando possa essere di qualche aiuto per poter di essere sco*ata come di deve.

Credo alla fine la vera cura per la disfunzione erettile sia una sola: fare sesso con una donna sexy.
Se la sera andate a letto e la vostra lei vi raggiunge con bigodini in testa ed una maschera antirughe allo sterco di gnu, nemmeno iniettandovi del plutonio riuscireste a risvegliare il vostro vecchio amico dal torpore, ergo: andate a letto con donne sexy e vedrete che andrà meglio.

Che poi sono quasi certo che anche la vostra lei sia sexy, solo che probabilmente quel lato lo riserva all’amante più giovane, il quale non ha problemi di erezione.

E comunque sappiate che donando lunghi ed appassionati cunnilingui, l'erezione diventa un fatto del tutto trascurabile

cbce9d79-0f25-4f0b-8da7-93b13d53bba3
Se ci fosse una classifica degli alimenti che più di tutti rappresentano l’estate, l’anguria sarebbe sicuramente al primo posto. Personalmente non apprezzo questo frutto, principalmente perché tutto ciò che non si può friggere non stuzzica le mie papille gustative, ma ammetto che mi piace...
Post
16/08/2021 21:56:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Sesso in auto

20 luglio 2021 ore 23:30 segnala
La mia prima volta e la mia terza prima volta si sono entrambe consumate in auto,
rispettivamente sull’Alfetta di mio padre e sulla snackmobile (Ford Fiesta); quella sull’utilitaria dell’Ovale Blu è stata anche l’ultima volta in cui mi sono esibito in una performance sessuale in auto (01 agosto 2011).

Non sono un fan del sesso in auto, principalmente per un discorso di comodità, anche se devo ammettere che in periodi di carestia come quello attuale, sco*erei anche su di un monociclo da circense. con al posto del sellino una tavola in legno dalla quale spuntassero chiodi arrugginiti;
tuttavia l’auto ed il viaggio in auto sono spesso stati momenti che appartenevano di diritto ai preliminari.

Con S., ad esempio, ricordo che durante il tragitto dal locale nel quale ci trovavamo per bere qualche drink al comodo letto dell’hotel nel quale passavamo la notte tra sesso e coccole, io la masturbavo mentre lei mi praticava sesso orale, il tutto guidando con un tasso alcolemico tipo quello di un alpino alcolista ed immersi nella nebbia che solo chi vive in pianura padana può capire.

Un’altra S., invece, si mise a masturbarmi mentre stava guidando (esatto era lei a guidare), di notte, sotto un diluvio estivo, a folle velocità lungo la tangenziale di Bergamo; un paio di volte ho visto San Pietro seduto sul guardrail pronto ad accogliermi al suo fianco nell’alto dei cieli.
Intendiamoci, sarebbe stato più pericoloso se si fosse messa a praticarmi sesso orale mentre guidava quindi, tutto sommato, è andata bene...o poteva andare peggio (e anche se padroneggiava l’arte della fellatio in modo egregio e sarei quindi morto con un sorriso beato in faccia).

Per il sesso in auto sono necessari un’auto e qualcuno con cui praticarlo; per il momento tralasceremo la pratica del “dogging” che, pur rientrando nella categoria sesso in auto, è un’altra cosa.

Una volta che abbiamo gli ingredienti, occorre una zona appartata; per esperienza vi dico che anche se vi appartaste sul suolo di Giapeto, una delle lune di Saturno, di sicuro arriverebbe a rompere i cog*ioni il classico anziano che porta in giro il cane, ergo:
scegliete con cura il luogo nel quale infrattarvi perché si rischiano multe e denunce.

A questo punto sarete infoiati abbestia e non vedete l’ora di godervi del buon sesso.
Anche se avete un’auto spaziosa, scordatevi di farlo nella posizione dell’altalena: per godere dei piaceri del sesso in auto è meglio andare su qualcosa di più normale, quindi ecco alcuni consigli per il sesso in macchina:
Come fare sesso in macchina: i trucchi per renderlo più hot (e comodo)
https://www.gqitalia.it/lifestyle/article/come-fare-sesso-in-macchina-comodo

La mia preferita era con lei seduta sul divano posteriore, al centro e le gambe appoggiate sui sedili anteriori reclinati (i poggiatesta sono un ottimo supporto per le cosce).
In questo modo io potevo mettermi di fronte a lei, appoggiando le ginocchia sulla seduta dei sedili anteriori e godermi una vista paradisiaca, prima di passare all’azione.

Se volete cimentarvi in questa posizione, un paio di avvertenze:
se avete il cambio manuale, attenzione perché sfiora pericolosamente il vostro posteriore; qualora foste fanciulle oppure ometti bsx, potrebbe diventare un interessante sex toy.
Occhio al freno a mano:
se tirato, nell’impeto dell’amplesso potreste sbatterci i maroni e, a meno
che non siate soliti praticare il “ballbusting”, potrebbe essere un’esperienza alquanto dolorosa.

Ovviamente potete anche scambiarvi di posto, lui sul divano posteriore e lei di fronte a lui che…
Vabbé mica posso spiegarvi tutto no?

Ho citato en passant il dogging:
ebbene, sappiate che quel parcheggio appartato e poco illuminato che avete addocchiato, potrebbe essere un ritrovo per gli amanti di tale pratica; se
appena parcheggiati vedete auto che si avvicinano lentamente e si affiancano, probabilmente sono persone (spesso uomini soli) che desiderano vedere o partecipare.
Oppure siete in una piazza dello spaccio nella città di Aguascalientes, territorio controllato dai Los Zetas, nota organizzazione criminale messicana, ed in quel caso dogging o rischio di essere denunciati per atti osceni in luogo pubblico, rappresentano l'ultimo dei vostri problemi.

Enjoy sex
d4e021d1-da26-4893-b364-cd4abf07473f
La mia prima volta e la mia terza prima volta si sono entrambe consumate in auto, rispettivamente sull’Alfetta di mio padre e sulla snackmobile (Ford Fiesta); quella sull’utilitaria dell’Ovale Blu è stata anche l’ultima volta in cui mi sono esibito in una performance sessuale in auto (01 agosto...
Post
20/07/2021 23:30:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

La colazione migliore

10 luglio 2021 ore 23:48 segnala
Ho sempre invidiato alle donne...no, non la possibilità di toccarsela ogni volta che lo desiderino...mica sono così malato...forse...
Ciò che invidiavo era la pletora di giornali prettamente femminili pieni di consigli su bellezza, salute, moda, sesso...
Oddio, dubito che una donna necessiti di consigli sul sesso: se vuole farlo, le basta fare un fischio per essere circondata da volatili che manco Melania Daniels nel capolavoro di Hitchcock "Gli uccelli" ed è perfettamente inutile dare consigli ad una donna su come fare sesso appagante, dato che finirà per darla sempre a qualcuno che si rivelerà un amante egoista ed incapace.

Ebbene, da svariati decenni anche noi maschi abbiamo i nostri bei periodici che dispensano consigli utili sui più disparati argomenti:
sesso, moda, alimentazione, salute, fitness...
Ora, titoli tipo "addominali d'acciaio i 5 minuti" possono fare sorgere dubbi sulla validità degli articoli proposti ma...altro non c'è...

Nei giorni scorsi ero in quel di Rimini ed è proprio quando vedi il tuo patetico e flaccido fisico da over 50 nudo, con solo un paio di boxer da spiaggia che certi articoli iniziano ad interessarti; dopo aver iniziato la giornata con due bomboloni fritti grondante crema, pervaso da sensi di colpa, un articolo dal titolo "la colazione migliore" può diventare interessante.

Qua trovi il link ma, se per riassumere, ecco la colazione perfetta per un uomo:
due uova in camicia o strapazzate;
pane integrale;
80 grammi di verdura (funghi o pomodori grigliati).
https://www.menshealth.it/colazione-migliore-muscoli-proteine-8995

A parte che né funghi e né pomodori sono verdure, ma...colazione perfetta per cosa?
Quali abilità o benefici potrà portare ad un uomo?
Forse diventerà più intelligente? O superdotato? Incrementerà il suo fascino ed attirerà gnocca come il miele attira le api (o come una sostanza meno "nobile" attira le mosche)?
Imparerà ad affrontare una rotonda con l'auto o magari a centrare il buco quando fa pipì?
Saprà riconoscere il clitoride femminile? Trovare il punto G?

Da buon edonista ritengo il cibo debba essere piacere e la colazione non fa eccezione; una fetta di torta, un croissant appena sfornato, il budino al cioccolato fatto la sera prima...

La colazione migliore è quella che ti predispone ad iniziare bene la giornata, quel momento di piacere che ti concedi prima di uscire nel traffico mattutino e cominciare una strenua lotta contro decine di stramaledetti rompicoglioni che faranno di tutto per renderti la giornata pessima.
Se di primo mattino mangi uova strapazzate e una manciata di funghi dellaminchia, esci che sei incazzato ed al primo idiota con lo scooter che ti taglia la strada, scendi dall'auto, lo insegui con gli occhi iniettati di sangue, lo afferri e lo mordi alla giugulare.

Le colazioni sane lasciatele ai narcisisti che si rifilano le sopracciglia e si ammirano allo specchio con addosso dei jeans skinny; se vi vanno un paio di cannoli siciliani, godeteveli.
Preferite il salato al dolce? Un bel panino con porchetta e peperoni, così la giornata sarà stupenda.

E comunque, a mio modestissimo parere, la colazione migliore rimane sempre quella: donare sesso orale alla propria lei, appena svegli.
Non fa ingrassare, rende felici (entrambi) e non credo esista modo migliore per iniziare la giornata; Morosa ed un buon numero di ex AA possono confermare.

f2367040-4336-44b7-ba80-35dba4af9754
Ho sempre invidiato alle donne...no, non la possibilità di toccarsela ogni volta che lo desiderino...mica sono così malato...forse... Ciò che invidiavo era la pletora di giornali prettamente femminili pieni di consigli su bellezza, salute, moda, sesso... Oddio, dubito che una donna necessiti di...
Post
10/07/2021 23:48:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Finocchi

09 luglio 2021 ore 01:10 segnala
Notizia di qualche settimana fa:
"Facebook lo censura per la parola "finocchi". Ma parlava di cibo.
Un ristoratore bolognese, Daniele Voltini, è stato censurato da Facebook per aver commentato una ricetta di finocchi gratinati postata da una collega sul social."

Devo ammetterlo e non è per piaggeria: di tutti i social che un "asocial" come me ha frequentato, Chatta rimane quello con il controllo dei contenuti più intelligente, laddove Facebook…beh la notizia è indicativa dello stato mentale dei censori di tale sito.

In effetti capita spesso di sentirmi in imbarazzo nell'usare certi termini, il ché mi rende idiota al punto che potrei propormi come censore a Facebook, con ottime chances di assunzione.
Ad esempio, usare il sostantivo femminile "pompa" mi imbarazza, così come il nome delle piante succulente nane appartenenti alla famiglia delle Aizoacee: delosperma.
Per non parlare del sostantivo maschile "uccello", al quale prediligo un meno peccaminoso "volatile", o l'utensile col quale tagliare legno o metallo (la sega).

Come ho scritto sopra, sono consapevole di essere un deficiente, ma certe parole le bandisco dal mio lessico quotidiano; mi troverei, ad esempio, in forte imbarazzo ad entrare in una ferramenta e chiedere "una pompa, per favore", specialmente se la commessa fosse di sesso femminile.
Fortunatamente di pompe, inteso come macchine idrauliche, non devo acquistarne quindi imbarazzo scampato.

Credo sia un po' per il timore di essere frainteso…o forse, più semplicemente, perché sono un coglione che pensa sempre al sesso, convinto che anche gli altri siano malati come me e che certe parole possano generare link porno.

È pur vero che viviamo in un'epoca nella quale tutto deve essere "politically correct" ed affermare che i finocchi ti fanno schifo potrebbe urtare la sensibilità di qualcuno e creare fraintendimenti, mentre vuoi semplicemente dire che il foeniculum vulgare, pianta erbacea della famiglia delle Apiaceae, non è di tuo gradimento.
Voglio dire, a me pure la rucola fa schifo ma nessuno si offende se lo dico…

Della serie "forse non tutti sanno che…"
Il termine infinocchiare, senso di "truffare, imbrogliare" deriva dalla pratica di utilizzare il finocchio come antipasto per ingannare il gusto del cliente nei confronti di un vino di scarsa qualità.

Si narra che anni fa, tal "Marione", personaggio che viveva dalle mie parti, si infrattò con una avvenente fanciulla conosciuta da poco in discoteca e che, non appena insinuò la mano tra le di lei cosce, scoprì che si trattava di un avvenente fanciullo; possiamo dunque affermare che venne decisamente infinocchiato.

2a36c83b-fdb9-426e-8e49-121b829116ab
Notizia di qualche settimana fa: "Facebook lo censura per la parola "finocchi". Ma parlava di cibo. Un ristoratore bolognese, Daniele Voltini, è stato censurato da Facebook per aver commentato una ricetta di finocchi gratinati postata da una collega sul social." Devo ammetterlo e non è per...
Post
09/07/2021 01:10:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

WhatsApp e vocali

04 luglio 2021 ore 14:22 segnala
Agosto 2013
In quel tempo...beh non ricordo che facessi all'epoca; molto probabilmente ero piacevolmente coinvolto in una qualche relazione sessuale. O magari più di una, oltre ovviamente alla relazione ufficiale.
Di sicuro ero di 8 anni più giovane, il ché non è poi così rilevante, dal momento che ero patetico e grassoccio più o meno come oggi.

Tuttavia, in quell'anno nel mese di agosto, avvenne qualcosa destinato a rendere la vita mia e di molti altri come me un inferno:
ad agosto 2013 WhatsApp implementa la possibilità di mandare i messaggi vocali.
Da quella data, nulla è stato come prima.
Se fino ad allora le persone si contenevano e scrivevano il minimo indispensabile, tranne i grafomani del cazzo come me, grazie alla possibilità di registrare un messaggio audio ci siamo ritrovati ad ascoltare veri e propri manifesti del vaniloquio, vocali di 5 o 10 minuti inutili come l'abre magique al pino legato all'antenna della propria auto.

E poco importa se mandi un messaggio di poche righe con all'interno una domanda la cui risposta può essere un cazzo di sì oppure no; riceverai comunque un vocale di 7 minuti:
6 minuti e 50 di discorsi inutili e gli ultimi 10 secondi dedicati alla risposta.

Come erano fortunati quelli che potevano comunicare esclusivamente con lettere scritte a mano...
Intendiamoci: il progresso è bello, la tecnologia pure; è l'uso che se ne fa ad essere sbagliato.
Internet è una grande invenzione, lo sappiamo, ma quando lo si usa per palesare la propria meschina stupidità di hater, scrivendo offese a persone invece di godersi un bel porno, se ne fa un uso sbagliato.
Idem per l'energia elettrica: usandola per azionare il Bimbi oppure la lavatrice se ne fa un uso proprio; utilizzandola per la mobilità di quelle lavastoviglie a 4 ruote è un uso malato.

WhatsApp è un'altra grande invenzione, se usato per mandare brevi messaggi o foto di tette: tutto il resto è privo di utilità.

0e6651b1-709f-4461-9256-02efc2d60656
Agosto 2013 In quel tempo...beh non ricordo che facessi all'epoca; molto probabilmente ero piacevolmente coinvolto in una qualche relazione sessuale. O magari più di una, oltre ovviamente alla relazione ufficiale. Di sicuro ero di 8 anni più giovane, il ché non è poi così rilevante, dal momento che...
Post
04/07/2021 14:22:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment