Cuffing Season

04 ottobre 2021 ore 21:26 segnala
Detesto gli anglicismi: ho spesso la sensazione che molti, se non tutti, li usino perché fa figo, perché vogliono dare l’idea di “chi ne sa una cifra”, mentre spesso nemmeno ne conoscono il significato in italiano: semplicemente li ripetono come dei pappagalli idioti (di per sé il pappagallo non è idiota ma l’umano che si comporta come quel simpatico pennuto, lo è).

Tuttavia a volte sono utili per definire in poche parole qualcosa che in italiano ne richiederebbe molte di più ed essendo pigro, non posso che applaudire ad alcuni idiotismi anglofoni.

Settembre non solo segna la fine dell’inverno e l’inizio dell’autunno (oppure l’inizio del nuovo anno per quello che mi riguarda) ma è anche il periodo giusto per i nuovi e buoni, si spera, propositi: uno è il ritorno in palestra, dove sudando e sollevando ghisa cercheremo di tornare in forma per l’estate prossima, 11 mesi di sofferenza e poi un mese per mandare tutto in vacca, e l’altro è cercare qualcuno con cui fare coppia nella stagione fredda.

Gli inglesi la chiamano cuffing season:
tradotto letteralmente è “la stagione dell’ammanettamento”, mentre in lato sensu indica la voglia di trascorrere il periodo più grigio e freddo dell’anno con qualcuno; un classico è divano, copertina, televisione/streaming e magari un po’ di sesso, che non guasta mai, con fuori un clima rigorosamente da lupi.

Secondo la psicologia, la cuffing season è strettamente correlata alla biologia: l’arrivo del freddo, le giornate più corte e buie, tendono a generare maggiore depressione nelle persone, anche per un reale calo di serotonina, che proprio per questo motivo
sono più che mai propense a cercare conforto fisico e emotivo.

Quindi da settembre a marzo, non si cerca più tanto la sc*pata quanto il calore, l’affetto; la luce è meno presente e questo significa meno desiderio sessuale, perché la luce attiva il testosterone.
Venendo meno la pressione del desiderio, si cerca una relazione tranquilla, con cui condividere divano e serie tv, più che nottate di cavalcate selvagge.
Molti si ritrovano col vecchio fidanzato; si condivide un’esperienza più emotiva.

È fin troppo evidente che sta menata della cuffing season è una cosa molto più nelle corde delle fanciulle; ai maschi, almeno quelli ai quali tutto funziona là sotto senza l’uso di pastiglie blu, luce o buio poco importa: la voglia di sesso c’è sempre e pur di scippare almeno una s*ga oppure un pom*ino se ne stanno lì, sotto quel piumone della min*hia, a guardare una commedia romantica con Julia Roberts, abbracciati a lei.
Perché diciamo le cose come stanno:
l’uomo è una bestia, come diceva il mitico dottor Onorato Spadone, e farebbe volentieri a meno di sorbirsi quelle pallosissime pellicole romantiche.

Immaginate una domenica uggiosa di novembre; tempo da castagne e rosso frizzante.

Programma di lei:
morbido pigiamone, divano con chaise longue, coperta in pile, accoccolata (per meglio dire avvinghiata) a lui e trilogia de “Il diario di Bridget Jones” in TV.

Programma di lui:
pom*ino, anal, gran finale con ing*io e poi fuori dalle balle che inizia la partita.

Capite bene che mettere d’accordo due teste del genere non è semplice; certo, esistono coppie nelle quali lui ama stare abbracciato a lei sul divano a vedere Notthing Hill o dove lei, invece, fanculizza ogni teoria alla base della cuffing season e al posto del film romantico e copertina preferisce passare il pomeriggio a fare sesso come se non ci fosse un domani, ma non è poi così comune.

Di certo c’è che i siti di incontri in questo periodo hanno un bel po’ di traffico, complice anche la paura che possano chiuderci nuovamente in casa per via del virus; è evidente che avere una persona con la quale svernare, in attesa della bella stagione dove si tornerà a sc*pazzare in giro, è una scelta saggia.
Mi raccomando però: cercatela nel vostro stesso comune di residenza, che se chiudono ancora tutto l’aver conosciuto un diretto discendente di Drum l'ultimo mandingo3, almeno sotto l'ombelico, non vi servirà ad un ca**o se abita in un'altra regione ed i fine settimana uggiosi li trascorrerete sole, con unica compagnia di cioccolatini, dildi e sex toys assortiti (che detto tra noi, con le prestazioni sessuali di molti maschi raccontatemi da amiche single, non sarebbe affatto male se la vostra ricerca è il piacere sicuro).

Fonti:
https://www.gqitalia.it/lifestyle/article/sesso-relazioni-cuffing-season-cosa-e-significato#:~:text=%C2%ABCuffing%20season%C2%BB%2C%20cos',fare%20con%20le%20pratiche%20BSDM

https://www.huffingtonpost.it/entry/non-solo-palestra-tra-i-buoni-propositi-la-ricerca-del-partner-cose-la-cuffing-season_it_61534f07e4b075408bcf8198

4c8038b2-76fa-4468-bbb2-145e8eb9b5ad
Detesto gli anglicismi: ho spesso la sensazione che molti, se non tutti, li usino perché fa figo, perché vogliono dare l’idea di “chi ne sa una cifra”, mentre spesso nemmeno ne conoscono il significato in italiano: semplicemente li ripetono come dei pappagalli idioti (di per sé il pappagallo non è...
Post
04/10/2021 21:26:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.