Primo appuntamento: domande tattiche da fare.

26 settembre 2021 ore 20:47 segnala
Sottotitolo:
per evitare di sprecare tempo con la persona sbagliata.

Quando ero giovane non c'erano né internet né giornali tipo GQ, veri e propri pozzi di idee e consigli su come gestire i rapporti con l'altro sesso.
Vero che era tutto più facile: i generi erano due, maschile e femminile.
Anche come orientamento sessuale non c'erano molte scelte:
etero oppure culattone (o ricchione, a seconda della latitudine di provenienza).
Sì, c'erano anche le lesbiche ma più che altro erano figure mitologiche, tirate in ballo o per giustificare l'ennesimo rifiuto (una che non te la dava era per forza lesbica) oppure come sogno erotico (eravamo talmente ignoranti da non sapere che ad una lesbica non piace il ca**o è che ciò che noi sognavamo erano donne bisex).

Però non avevamo nessuna nozione su come approcciarsi alle donne: chiedevi a quello più esperto, o presunto tale, il quale buttava lì ignobili cazzate e così crescevi con convinzioni completamente errate, tipo che dovevi durare come “The Clock”, pellicola del 2010, per la regia di Christian Marclay (durata 1.440 minuti), ed avercelo tipo salame gentile, altrimenti non godeva.
Poi doveva emettere grida e mugolii mentre la sc*pavi, altrimenti non le piaceva; il suo godimento era direttamente proporzionale ai decibel che raggiungeva.
Si diceva che Franco fece godere così tanto la sua Morosa che le sue urla di piacere incrinarono il parabrezza della 127.

La sc*pata più esaltante della mia vita avvenne in un prato di montagna, con la mia ex.
Lei sotto, io sopra a darci dentro e più sentivo le sue grida e più martellavo di bacino.
Mi sentivo uno stallone, un toro da monta.
Solo alla fine scoprii che urlava non dal piacere ma perché aveva tra le chiappe un cespuglio di Carlina acaulis.

Oggi non è più così, grazie anche a riviste maschili come GQ che ci svelano i segreti del meraviglioso mondo femminile.

Al primo appuntamento è fondamentale dare una buona impressione, ma anche capire come è la persona che abbiamo davanti e oggi, grazie a me ma soprattutto a GQ, scopriremo le domande tattiche da fare:
hai fidanzato/marito/fratelli particolarmente gelosi che praticano MMA?
Hai sorelle/amiche che potrebbero unirsi a noi quando...che mi piacerebbe provare una reverse gangbang...
Quante cene dovrò ancora pagarti prima di riuscire a scoparti il c*lo?

Ehm no, scusate, questi erano appunti che mi ha passato Franco, quello della 127 di prima...

Ecco le domande vere.

Rifai il letto la mattina?
Sembra una domanda molto stupida e pure invadente ma...sì, è decisamente stupida ed invadente.
Amiche, se uno vi fa tale domanda è probabilmente affetto da disturbo ossessivo-compulsivo, avrà i calzini suddivisi per colore nel cassetto e prima di sc*parvi si assicurerà di aver piegato per bene i pantaloni.

Cosa ti piace fare? Cosa ti rende felice?
Perché una relazione funzioni, è importante che abbiate delle cose in comune...o che la facciate squirtare come un geyser islandese.

Leggi le recensioni prima di guardare un film?
Questa se uscite con una ipovedente è meglio evitarla.

Cosa rimpiangi?
Ponete questa domanda solo se avete un'alta autostima, perché potrebbe rispondere "essere uscita con te questa sera quando potevo godermi del buon sesso con il mio vicino di casa.

Qual è stato il tuo peggior primo appuntamento?
Vedi sopra: potrebbe rispondere "questo" e ci restereste di me*da.

Qual è la caratteristica che ti irrita di più?
Per molte persone è il venire bersagliati da domande idiote.
Tuttavia è una domanda utile perché se, esempio, dovesse rispondere "l'alito pesante", dovreste modificare radicalmente le vostre abitudini alimentari, eliminando la bagna càuda a colazione, per esempio.
Consiglio anche di eliminare dalla vostra dieta gli asparagi; se devo spiegarvi perché, meritate una vita di autoerotismo.

Quanto spesso parli con i tuoi genitori?
Altra domanda da evitare; metti che sei uscito con Gretel, abbandonata nel bosco dai propri genitori con fratellino...o magari è orfana...

Cosa faresti con un milione di dollari?
Sembra una di quelle domande stupide, ma in realtà può rivelare se una persona è responsabile rispetto ai soldi, se fa progetti per il futuro, o anche se è generosa o concentrata solo su se stessa.
Se risponde che li darebbe in beneficenza i casi sono due: o è una multimilionaria oppure inizia a prendervi per il culo fin da subito e continuerà fingendo orgasmi e raccontandovi di uscite con le amiche quando invece...capito no?

Se pensate che sia tutto frutto della mia mente instabile, leggetevi l'articolo.

https://www.gqitalia.it/lifestyle/article/primo-appuntamento-9-domande-tattiche-per-evitare-persona-sbagliata

La maggior parte dei miei primi appuntamenti sono stati tutto sommato semplici:
motel, o casa sua, un breve saluto e poi...
Del resto era normale così: si trattava di donne con le quali avevo scambiato messaggi, email; ci si conosceva già benissimo e si era concordi e consapevoli di vivere un rapporto senza un gran futuro, dato che erano quasi tutte sposate o fidanzate.
Ci si vedeva col solo scopo di donarsi piacere l'un l'altra: il rapporto ideale (per gli edonisti, ça va sans dire)

c6ee9035-3800-44ba-959c-c2a9334a9f40
Sottotitolo: per evitare di sprecare tempo con la persona sbagliata. Quando ero giovane non c'erano né internet né giornali tipo GQ, veri e propri pozzi di idee e consigli su come gestire i rapporti con l'altro sesso. Vero che era tutto più facile: i generi erano due, maschile e femminile. Anche...
Post
26/09/2021 20:47:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. eurekaa77 27 settembre 2021 ore 00:04
    e "cosa ti attira di più in un uomo", nella disperata speranza di sentirla citare qualche pregio che pensi ti appartenga, dove la mettiamo? :testata :testata :testata
  2. ThePigrista 27 settembre 2021 ore 19:48
    :-)))
    Vero... Ma anche qua il rischio è sentirsi rispondere "una chioma fluente" il ché, se sei calvo, non è bello ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.