Vax - No Vax

22 maggio 2021 ore 11:08 segnala
Una cosa accomuna il sottoscritto ed il Re del porno John Holmes e non è ciò che pensi:
entrambi soffriamo di belonefobia.

Dicesi belonefobia la paura intensa o morbosa nei confronti di aghi, spilli, siringhe o altri oggetti acuminati e taglienti.

Beh, un altro link con "mr. 30 cm" è che quando lui lasciava la vita terrena, era il 1988, io avevo la mia prima volta con S. fi*a di Parigi (nel senso che era nata e viveva là) quindi è come se ci fosse stato un passaggio di testimone, ma non credo di essere stato alla sua altezza, men che meno alla sua lunghezza, quindi me ne scuso profondamente.

Ecco, è la paura degli aghi a farmi riflettere: vax o no vax?
Possibile che la scienza medica sia ancora un bucare, forare e tagliare come 100 anni fa?
Si parla di medicina o falegnameria?
Ci voleva molto ad inventare una siringa come quella che il dottor "Bones" McCoy usa per iniettare sostanze all'equipaggio dell'Enterprise quindi senza ago?

Ecco, è questo che mi frena; questo, ma anche il non vedere l'utilità di far entrare nel mio corpo roba che sicuramente darà effetti collaterali, il non capire perché debba farlo dato che sono under 60 e privo di patologie, almeno fino a quando la pigrizia, l'edonismo e la voglia di fi*a non verranno riconsciute tali.
In più in estate probabilmente circolerà meno quindi perché farlo?

Poi penso che probabilmente con il vax sarò più libero di muovermi, di spostarmi, di andare in regioni di colore diverso dal mio, il ché significa tornare a godermi piacevoli momenti con AA (Amiche Amanti) che risiedono altrove e che non vedo dall'inizio della pandemia.
Certo, ho sempre la Morosa ma...sapete no...quella voglia di cambiare ristorante, godersi una pizza ogni tanto...
E considerato il fatto che si tratta di amanti fuori dal comune, in senso geografico ma anche in senso lato, mi sa che mi prenoto va...

Rimane il problema della mia fobia verso gli aghi però...

Avevo anche pensato di immunizzarmi prendendo il virus e contando sulla forza dei miei anticorpi ma non ce l'ho fatta, almeno non credo.
L'idea era quella di trovare una fanciulla positiva, infilarle la lingua in bocca, farmi contagiare e poi le difese immunitarie avrebbero fatto il resto ma niente, nessuna mia conoscenza lo ha preso e allora non mi resta che farmi iniettare quella roba.

E dire che per vincere la ritrosia di noi belonefobici basterebbe poco: basterebbe distrarci in qualche modo, tipo con una infermiera davanti a noi che mentre la collega si appresta ad infilare l'ago, tirasse fuori le tette.
O magari se ti facessero sedere e mentre una si prepara all'iniezione, l'altra ti fa un soffocotto.
O magari, se la paziente fosse donna, un aitante ed affascinante infermiere che le pratica un cunnilingus.

Il problema del mondo è che l'edonismo, il piacere, il dare piacere al prossimo, non è una pratica comune e per qualsiasi cosa si deve sempre sopportare dolore e/o rotture di ca**o.

abb652a2-cce9-49bd-b187-299366a31609
Una cosa accomuna il sottoscritto ed il Re del porno John Holmes e non è ciò che pensi: entrambi soffriamo di belonefobia. Dicesi belonefobia la paura intensa o morbosa nei confronti di aghi, spilli, siringhe o altri oggetti acuminati e taglienti. Beh, un altro link con "mr. 30 cm" è che quando...
Post
22/05/2021 11:08:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.