... Driiiiin ...

17 agosto 2020 ore 14:27 segnala

Ei! Vecchia bicicletta! Sì, dico proprio a te! Oggi è il mio compleanno. Che dici? Mi regali cinque minuti del tuo tempo? Ti va di essere pedalata un po' da me? Non preoccuparti: ricordo ancora come si fa. Giuro, il tempo di arrivare alla punta del molo e poi le nostre strade si divideranno. Di nuovo. Allora, accetti? Bene. Dunque, ora salgo sul tuo sellino, ok? Eccomi, delicatamente, come ho sempre fatto. Appoggio le mani sul tuo manubrio, i sandali sui tuoi pedali. Possiamo partire? Sei pronta? Io sì. Allora, andiamo! Aspetta! Devo sistemarti le marce. Chi è stato a toccartele? Sicuramente qualcuno sbadato che non aveva la minima idea di come farti partire. No! Non ti sto rimproverando. Solo che, forse, sono un po' gelosa di sapere che qualcun altro si è adagiato su di te, ti ha sfiorata, ti ha guidata... Sì, scusa, non importa. Ci rimangono così pochi metri a disposizione che sarebbe meglio se ci concentrassimo solo su di noi. Ti piace questo posto, vero? E' un bel porto. Ci sono barche ovunque, di qualsiasi colore e dimensione. No, bicicletta, non vorrei salire su nessuno di questi yacht lussuosi che mi circondano. Perché? Beh, sono già su di te. Pensi sia poco? Ti sbagli. Se rimaniamo qui, a terra, possiamo immaginare quanto sarebbe bello salire su di un'imbarcazione di quel genere. Possiamo fantasticarci in tutti i modi possibili. Se invece ci salissimo non potremmo più farlo. Invece, così, possiamo divertirci a pensare a tutti i mari che potremmo solcare, a tutti i luoghi più lontani che potremmo raggiungere, compresi quelli che ancora non esistono. Solo rimanendo in una posizione così inferiore è possibile sognare ciò che c'è lassù. Oh, scusa, mi sono fermata senza accorgermene. Ora riparto. Lo sai, quando mi perdo nei miei soliloqui il tempo trascorre senza che io mi accorga di non stargli dietro. Cosa stavamo dicendo? Ah, si. Sono felice su di te. Su di un sellino un po' scucito. Un po' di olio sulla tua catena quando hai intenzione di mettercelo? Se vuoi, io ne ho ancora un po' dentro una boccetta conservata nella borsa. La tengo sempre lì, per abitudine, per ricordo, per nostalgia. Tutta la mia quotidianità è costellata di coperte di Linus. Ma tu sai pure questo, non è così? Lo vedi? Conosci tante cose di me. Nessuna di queste barche sa chi sono. Sì, l'ignoto ha pur sempre il suo fascino, ma vuoi mettere afferrare la mano ... volevo dire, il manubrio ... il manubrio di una person... di una bicicletta di cui ci si è già abituati? A cosa pensi? Immaginavi questo panorama esattamente come te lo descrissi tempo fa? Davvero? E ti sei pure arrampicata su quel famoso muretto di pietra di cui parlo sempre? La vista da lassù è mozzafiato, non credi? Il mare, il cielo, l'Etna all'orizzonte... come si fa a rimanerne indifferenti? Qualsiasi cosa io scriva, potrebbe essere riassunta benissimo con queste tre parole: il mare, il cielo, e l'Etna. Lo sai, non avrei mai immaginato di poter mai essere qui, con te. Stai camminando dove cammino sempre io. Stai guardando ciò che guardo sempre io. E non è più necessario che io ti descriva nulla. Lo vedi benissimo da te. Stiamo quasi per arrivare, vero? No, non sto osservando che con gli occhi della mente. Come potrei tenerli aperti? Pensi davvero che se io aprissi gli occhi tu saresti qui? Come dici? Sei già stata qui? No, non ne avevo idea. Quindi, mi stai dicendo che, aprendo gli occhi, tu non spariresti? Non lo so, non voglio rischiare. E poi, visto che tra poco ci separeremo, non mi va di vedere la tua assenza. E' già abbastanza percepirla. Come dici? Vorresti farmi un regalo? Ma non è già questo un regalo? E cosa vorresti lasciarmi? Cosa vorrei? Vorrei che questo molo non finisse lì. Vorrei che continuasse ancora. Però sì, hai ragione: non ha senso ritardare ulteriormente la partenza. Dove andrai? Ritorni a casa? E non tornerai più qui? No, non dirmelo. Se sapessi che tornassi, pure in un ipotetico futuro lontano, non riuscirei ad allontanarmi da qui nemmeno di un centimetro, per la paura di perdere la coincidenza con te. Se succederà ancora, ci incontreremo per caso. Sarà comunque bello ripercorrere questa pedana pensando: "chissà se, poco fa, la mia bicicletta si trovava esattamente dove sto io ora". Hai visto? Pensavi che fossi io a guidarti. Senza accorgertene, sei stata tu a trasportare me. E non solo ora. Quando ti conobbi eri così timida e insicura. Al di là dell'amore che ti ho dato, che ci siamo dati!, la cosa che più mi rende orgogliosa è la consapevolezza di averti reso più forte di prima. Non sarai una fuoriserie, non sarai velocissima, non sarai lucidissima, ma sei altrettanto bella. Va bene, bicicletta, sento che ti sei fermata e che è ora che io scenda dal tuo sellino. Vorrei chiederti di fare attenzione al mondo, di non permettere a nessuno di bucarti le ruote o di farti stringere troppo il manubrio ... ma, cara bicicletta, ormai ho talmente fiducia in te da non preoccuparmi degli ostacoli che incontrerai nel corso dei tuoi viaggi. E allora, ti accarezzo un'ultima volta e... vai pure! Sei andata via? Ah, sei ancora qui. Mi chiedi se sono felice? E' una domanda difficile, lo sai? Facciamo così. Suona un'ultima volta il tuo campanellino per me. Registrerò il tuo suono nella memoria e ogni volta che verrò qui sarà come se l'eco del tuo scampannellio non mi abbandonasse mai. Mi chiedi di aprire gli occhi? Ancora? Va bene. Tu suona ed io apro gli occhi. Insieme. Al mio tre. Uno. Due. Due e mezzo. Due e tre quarti. (Perchè i secondi devono essere così veloci?). TRE. DRIIIIIIIN. Apro! Non c'è nessuno. Avevo ragione a volerli tenere serrati. E' meglio che me ne vada. Però, aspetta un attimo. Cos'è questo? E' l'orma di una ruota. Allora, era qui davvero. DRIIIIIIN.




3970becf-f196-4da2-923f-1840566bb93a
Ei! Vecchia bicicletta! Sì, dico proprio a te! Oggi è il mio compleanno. Che dici? Mi regali cinque minuti del tuo tempo? Ti va di essere pedalata un po' da me? Non preoccuparti: ricordo ancora come si fa. Giuro, il tempo di arrivare alla punta del molo e poi le nostre strade si divideranno. Di...
Post
17/08/2020 14:27:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.