Il fauno Barberini

30 aprile 2012 ore 16:03 segnala

L’Ellenismo è un’epoca di grande sensualità, come tutte le epoche di decadenza.
A Monaco di Baviera ammirai il Fauno Barberini o Satiro ebbro, un'antica scultura greca di età ellenistica di fattura veramente squisita e di ricercata concezione che raffigura un satiro dormiente, probabilmente degli sgoccioli del III secolo.
La statua, che faceva parte dell’apparato decorativo del Mausoleo di Adriano, raffigura un satiro, ma a prima vista esso sem
brerebbe soltanto un fanciullo: il pene di larghe dimensioni, le orecchie appuntite, la corona di edera e la pelle di pantera riportano tuttavia l’identificazione ad una figura mitica di ambito dionisiaco.
Eseguita da uno scultore esperto probabilmente della scuola di Pergamo, ma rimasto purtroppo sconosciuto, la figura si appoggia su di una roccia, non è seduta e non è neppure completamente distesa, il che farebbe pensare agli effetti del vino e quindi all'ebbrezza del satiro che si addormenta dopo una copiosa libagione. L’origine pergamena dell’opera si evince dall’eccentricità delle forme e dalla gestualità irregolare.
Le gambe divaricate e leggermente piegate che lasciano scoperto il pube, la testa rivolta verso il giaciglio e le braccia diritte per fare da cuscino danno l'impressione di un movimento erotico abituale e complesso. Un erotismo sconvolgente nell’espressione del volto, con la fronte corrugata e la bocca semiaperta, denota un sonno non tranquillo, forse inconsapevolmente memore di un orgasmo da poco vissuto o forse bramato. Fu un attimo e ripensai ai tramonti dell'Attica e dell'Arcadia, quando un pastore o un contadino credevano di veder passare nell'ombra delle foglie, o tra le frasche dei boschi, l’agile fauno, mentre rincorreva la spaurita ninfa e, nel brusio delle frasche o nel gorgogliare di una fonte, udivano la meravigliosa melodia del suo flauto vivace.
La statua fu trovata gravemente mutila nel corso di scavi nel letto del Tevere durante il pontificato di Urbano VIII Barberini che ne affidò a Gian Lorenzo Bernini il restauro. Bernini, affascinato da questa statua, ricreò la posa del satiro nell’Estasi di Santa Teresa, nella chiesa romana di Santa Maria della Vittoria.
Maxilene
958327d4-126d-431e-9db8-e30b700e6f8d
« immagine » L’Ellenismo è un’epoca di grande sensualità, come tutte le epoche di decadenza. A Monaco di Baviera ammirai il Fauno Barberini o Satiro ebbro, un'antica scultura greca di età ellenistica di fattura veramente squisita e di ricercata concezione che raffigura un satiro dormiente, probabi...
Post
30/04/2012 16:03:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.