Il blog

20 febbraio 2012 ore 12:18 segnala
Penso all'utilità di avere un blog,un posto dove scrivere,quasi fosse un diario aperto dentro il quale metterci tutto quello che è nostro.Mi accorgo che è uno spazio vitale,soprattutto per chi,solitario e introverso,trova il modo di comunicare col mondo e capire che esistono persone che lo possono capire.A volte tendiamo a tenerci tutto dentro quasi fosse scontata l'incomprensione o comunque il menefreghismo generale che porta il singolo a pensare a sè ed a consolare gli altri con un "mi spiace,quanto ti capisco".Non è così,penso che questo mondo non sia così derelitto,che esistono..e sono tante,persone che hanno innato un altruismo positivo,non la superbia del volere a tutti i costi invadere spazi dentro i quali bisogna entrare con molta delicatezza,ma la presenza attiva fatta a volte di silenzi che aiutano più delle parole,capire i singhiozzi di che ci sta vicino,comprendendo il dolore che vive in quel momento,ben sapendo che nessuna parola o frase,peggio se riportata da un poeta o malandrino qualunque,non sarà recepita da chi in quel momento recepisce solo lo strazio che ha dentro.Ecco allora il blog,alcuni confidano momenti vissuti,rimpiangendoli per non poterli più vivere,altri li immagino,mentre scrivono con il volto rigato dalle lacrime,di amori oramai lontani,altri freschi di abbandono e quindi ancora in balia dell'incertezza sul futuro con lo stiletto piantato nel cuore che tortura ogni respiro.Ci siamo passati tutti,ci passiamo e ci passeremo,dentro questo diario virtuale che ci permette di sperare,ci aiuta ad essere meno soli,banalmente a volte lo definiamo infantile,noi esseri duri non dobbiamo mostrare le nostre debolezze.Ritengo invece coraggioso sapere descrivere momenti di debolezza,tristezza,dolore che quotidianamente viviamo,l'umiltà di mostrare la propria umanità,mettendo al bando tutti quelli che useranno i nostri scritti per deriderci,usandoli a scopo didattico con i loro simili per far capire la pochezza degli umili,di quelli che ritengono inferiori,loro esseri superiori che usano il denim come profumo,perchè non devono chiedere mai.Vorrei,concludendo,dirvi che mi piacerebbe leggere anche di momenti felici che uno vive,ma quelli chissà perchè ce li teniamo stretti e li viviamo appartati,ma va bene così,penso che l'utilità e l'uso del blog sia quella di capire che non si è soli,tanti amici ci sono attorno,pronti a sorriderci e a dirci,"Ti voglio bene"..un abbraccio
1a5b61bc-e9c5-4e60-b898-5269f5063dc4
Penso all'utilità di avere un blog,un posto dove scrivere,quasi fosse un diario aperto dentro il quale metterci tutto quello che è nostro.Mi accorgo che è uno spazio vitale,soprattutto per chi,solitario e introverso,trova il modo di comunicare col mondo e capire che esistono persone che lo possono...
Post
20/02/2012 12:18:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    9

A tutte le amiche con affetto,buon S. Valentino

13 febbraio 2012 ore 23:49 segnala
Vi prometto che poi non scriverò più..almeno per un pò.I miei pensieri infantili,frutto di pochi studi e molte sudate,oggi mi inchiodano nella mente pensieri riguardanti la giornata di domani.Leggendo alcuni blog mi sono ricordato di S. Valentino la famosa festa degli innamorati.Premesso che non amo le ricorrenze pur avendole festeggiate in totale apatia per anni:Ricordo i miei S. Valentino,la scelta del ristorante dove portare mia moglie,che poi era sempre,e non ho mai capito il perchè,la pizzeria "da antonio" con l'unica differenza che quella sera si cenava alla grande,non ci si faceva mancare nulla,essendo astemio scorrevano litri di coca cola,e frutti di mare come primo,secondo e se non sbaglio anche come antipasti e contorno.Mi accorgo ora che se volessi sapere come ho passato la maggior parte dei 14 febbraio da sposato e poi da convivente,mi dovrei rivolgere ad Antonio,il padrone del locale che sicuramente interpretando male la mia domanda mi dirà..hai sempre mangiato bene,e ti ho sempre fatto un prezzo da amico..Concordo,Antonio,ma quello che volevo sapere è se notavi gioia in noi mentre seduti al tavolo,parlavamo,non mi ricordo più di cosa...S. valentino,qualcuno ha scritto,dovrebbero festeggiarlo anche i single,è una richiesta giusta,domani sera al rientro dall'allenamento mi metterò una rosa sul tavolo,per una volta metterò un pò di sugo nella pasta,aprirò una bottiglia da un litro e mezzo di coca cola,e alla fine se domani lo trovo mi fumerò un havana.Poi mi coricherò con la coscienza a posto,S. Valentino è stato venerato anche da me,non potevo oltraggiarlo,non avevo nessuno da amare ed ho amato me stesso.
e915c9dd-ae97-4891-b98e-0c80345a7ce6
Vi prometto che poi non scriverò più..almeno per un pò.I miei pensieri infantili,frutto di pochi studi e molte sudate,oggi mi inchiodano nella mente pensieri riguardanti la giornata di domani.Leggendo alcuni blog mi sono ricordato di S. Valentino la famosa festa degli innamorati.Premesso che non...
Post
13/02/2012 23:49:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    8

unione d'intenti e di interessi e forse salviamo il rapporto

13 febbraio 2012 ore 13:27 segnala
Qualcuno scrisse "in amore non c'è disastro più spaventoso che la morte dell'immaginazione".Leggo molti scritti,soprattutto di donne che lamentano la pochezza nell'amare di noi uomini,potrei dire con parecchia ragione,ma un pò di autocritica non guasterebbe.Analizzate la natura del maschio,come lo descrivereste?Io lo vedo come facente parte di un gruppo,branco è un termine per me spregevole,che implica la mancanza dell'anima.All'interno di questo gruppo vive una vita scandita da abitudini quotidiane,meglio forse settimanali,l'odiosa sveglia,il lavoro,forse più odioso della sveglia,nessuno dimentichi che:IL SIGNORE affibbiò il lavoro ad Adamo come una punizione,considerarlo come una cosa piacevole è masochismo.Quindi sveglia,lavoro,rientro a casa,cena e tv.La domenica la partita,sacra,indispensabile,allo stadio o alla tv,ma adrenalina pura per ripartire il lunedì,ed avere qualcosa di molto importante di cui discutere,il tifo è una fede,meditate donne,meditate.Cosa vi resta aldilà delle poche ore serali del dopo cena che vi vengono concesse tra un film e un dibattito da guardare sbadigliando,e da usare come sostituto alle gocce di valium?Vi resta il sabato,giorno del vostro trionfo,finalmente dopo un pasto frugale,eccovi alle prese con trucchi,mascara,il profumo della grandi occasioni,si parte...destinazione Centro Commerciale.Lui vi aspetta fuori,ha acceso la macchina e non visto sta sbuffando come una littorina,immagina il pomeriggio di tortura che lo aspetta e prega Dio che passi in fretta.A voi non mostra il disagio,quando splendide,come solo le femmine sanno essere,entrate in macchina con fare da signore e lui con la barba lunga vi seduce con un sorriso che più falso non può essere.Via si parte,e l'unione familiare è salva.Voglio farvi capire,senza la presunzione di insegnare nulla,che a volte ci domandiamo il perchè di un fallimento sentimentale,la noia,la mancanza di novità,la routine tolgono il respiro.Vi siete mai chieste perchè le lamentele in un rapporto a 2,arrivano almeno per il novanta per cento dalle donne?Io ho cercato una spiegazione e posso dirvi il mio pensiero.nella maggior parte delle coppie c'è mancanza di estro,tutto deve essere scontato,tutto deve scorrere su binari ben precisi,nessuna difficoltà deve sorgere,nessuno deve alterare l'equilibrio psicoeconomico della famiglia.Si continuerà ad avere "interessi" differenti,nessuno farà un passo per avvicinarsi all'altro,noi odieremo il Centro Commerciale,voi odierete la palla e gli amici del bar,e tutto procederà serenamente fino alla separazione,che naturalmente al novanta per cento sarà decisa dal maschio al quale darete la colpa di avervi rovinato l'esistenza
.Se non riuscite a capirlo o lo ritenete una scempiaggine,scusatemi,l'ho scritto mentre cuoceva la pasta,da tempo oramai i miei giorni compreso il sabato e la domenica li gestisco....da solo.La prossima volta vi dirò la mia su interessi che potrebbero soddisfare entrambi,ora sono stanco,ciao
f48b8ff0-fa42-492f-a503-a8f4632277a7
Qualcuno scrisse "in amore non c'è disastro più spaventoso che la morte dell'immaginazione".Leggo molti scritti,soprattutto di donne che lamentano la pochezza nell'amare di noi uomini,potrei dire con parecchia ragione,ma un pò di autocritica non guasterebbe.Analizzate la natura del maschio,come lo...
Post
13/02/2012 13:27:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Vile maschio

09 febbraio 2012 ore 13:58 segnala
Un uomo sa amare?Per esperienze dirette dovrei dire no.Un uomo sa parlare d'amore,a volte in modo ingannevole.Nel suo credere di essere sincero,esiste tutta la natura maschile,opportunista,mirata ad un unico scopo,la fisicità.Non è una colpa,probabilmente siamo dei difetti di fabbrica,bisognava crearci badando a creare un equilibrio paritetico tra esteriorità e interiorità,così non è e quindi eccoci cacciatori di momenti da rubare alla donna salvo poi ritornare nel nostro mondo,fatto di fumo,liquori e partite di calcio.sicuramente esistono uomini diversi,i famosi "tutti di un pezzo"quelli che ossessionano le donne in nome di una lealtà talmente fasulla da metterli dietro a quelli descritti in precedenza.Lavoro e famiglia,li vedo e li immagino intenti a pensare ai soldi da guadagnare,loro eroi che mantengono mogli e figli,possibilmente anche una amante,ma senza rimorsi di coscienza,quello è un diritto da possedere per tutto quello che fanno per la famiglia.Che fortuna quelle donne che possiedono un simile tesoro,tutto il giorno a stirare pantaloni e camicie,lui deve sempre essere a puntino,la sera a preparare cene che soddisfino il suo palato,poverino ha lavorato tutto il giorno,poi piatti da lavare,mentre lui guarda il tg..deve rilassarsi.La notte poi,la concessione,decide lui quanto dura,al mattino si deve alzare presto,povero caro,quindi ha il diritto di decidere se e come farlo.Dopotutto il tenore di vita che la famiglia tiene è solo merito suo,che fortuna avere un uomo simile,pensa se vi capitava l'altro e magari vi parlava d'amore...
d7a05627-783d-45aa-83e0-a77702eeffcb
Un uomo sa amare?Per esperienze dirette dovrei dire no.Un uomo sa parlare d'amore,a volte in modo ingannevole.Nel suo credere di essere sincero,esiste tutta la natura maschile,opportunista,mirata ad un unico scopo,la fisicità.Non è una colpa,probabilmente siamo dei difetti di fabbrica,bisognava...
Post
09/02/2012 13:58:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Inquietudine

06 febbraio 2012 ore 10:37 segnala
Un giorno qualunque,e non capisci perchè proprio quello,ti fermi e capisci che devi dare risposte concrete a domande sempre presenti,ma mai prese in considerazione.La tua vita corre senza freni,ha imboccato una discesa che non si fermerà se non gli trovi uno spiazzo sul quale rallentare e fermarsi.L'insana goliardia compagna degli errori commessi ultimamente,deve essere regolata,la vita non è rincorrere il piacere a scapito della coscienza,che comunque poi ti chiederà il conto,la vita soprattutto per chi ne ha sciupata parecchia,è ritrovare equilibrio,avere la forza di ammettere errori anche gravi che hanno fatto soffrire altre persone,chiedere scusa,e io lo faccio,seppure in modo indiretto,di momenti che ho rubato e non dovevo,non avendone il diritto e non avendo per quanto mi riguarda,un futuro da scrivere.Capisci tutto,in giornate come queste,ti arriva il conto ed è salato,se sei vero lo paghi,come?Dandoti regole da mantenere,soffrendo la solitudine che ti sei imposto senza uscire dal recinto che ti sei costruito attorno,tu,solo con te stesso e la tua tastiera che ti permette di esternare cose che altrimenti non diresti mai.E' da vili,da inetti parlare da dietro una tastiera?Penso di no,per quelli come me che hanno questo come unico contatto col mondo esterno,che in questo momento cercano una parvenza di amicizia reale,non le banalità solite del "come stai?"per me ,dicevo,la tastiera è l'amica che mi aiuta a liberarmi almeno in parte,di fardelli interiori difficili da smaltire.Se mi sarà concesso tempo,un giorno capirò cosa cerco,o meglio cosa ho cercato per una vita intera,capirò il perchè di questo disagio interiore che mi opprime giornalmente e non mi permette di alimentare sentimenti veri se non un'amicizia a distanza,capirò se questa ricerca di solitudine è stata scelta mia o derivata da situazioni che l'hanno alimentata.Cercherò di capire,convinto che non arriverò mai a spiegazioni logiche.Scusate il disturbo...questo per chi legge,un abbraccio a tutte
355b0a8e-cb77-41ca-933d-96d854149458
Un giorno qualunque,e non capisci perchè proprio quello,ti fermi e capisci che devi dare risposte concrete a domande sempre presenti,ma mai prese in considerazione.La tua vita corre senza freni,ha imboccato una discesa che non si fermerà se non gli trovi uno spiazzo sul quale rallentare e...
Post
06/02/2012 10:37:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Si è sempre giovani,basta volerlo

25 gennaio 2012 ore 11:25 segnala
Scrivere,che senso ha?Per chi scrivere?Basterebbe tenersi i pensieri,custodirli gelosamente,sarebbero solo tuoi,da non dividere con nessuno,da non distribuire a chi magari ha voglia d'altro e non di leggere le tue menate,evitatele e avrete meno pensieri assillanti.La vita e i sessantanni che incombono quasi fossero una gogna dentro la quale ti verrà stretto il collo e dalla quale non poterti più liberare.Sessantanni,la fine,quanti ricordi struggenti,una vita fa eravamo giovani,pieni di aspettative,un futuro da costruire,paure inesistenti e la fasulla consapevolezza di chi può tutto.Immagini logore di gioventù vissute,parecchie bruciate,ricordi di amori vissuti intensamente o solo di momenti rubati all'amore dentro una stanza dove il tic tac dell'orologio ti avvisava che il tempo stava scadendo.Ed ora?Ora è il momento della rinascita,idee nuove,futuro da costruire,ma soprattutto da inventare,la vita è strana ed è bello non sapere quanto ci resta,ma sperare che il tempo rimasto sia da vivere pienamente e non solo il pensiero logorante dell'attesa della fine.Dobbiamo correre,cantare,andare in bici,viaggiare,vedere posti nuovi,fare le cose che ci piacciono,con l'unico pensiero di quanto è bello vivere senza età e senza rimorsi.E allora andiamo,tralasciamo i ricordi e viviamo di futuro.Metto un pezzo che può farci capire dove siamo in questo momento della nostra vita ed eventualmente dove vorremmo invece essere,io personalmente vorrei essere l'autista della macchina di cui parla Claudio Baglioni nel suo pezzo.Alla prossima.
dd9b13a5-924a-4db4-951d-b16675ee1c46
Scrivere,che senso ha?Per chi scrivere?Basterebbe tenersi i pensieri,custodirli gelosamente,sarebbero solo tuoi,da non dividere con nessuno,da non distribuire a chi magari ha voglia d'altro e non di leggere le tue menate,evitatele e avrete meno...
Post
25/01/2012 11:25:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    8

buon anno

28 dicembre 2011 ore 12:02 segnala
Ecco un altro anno giunto al termine,naturale scorrere del tempo,inevitabile tortura per chi vuole l'impossibile,rughe che avanzano,acciacchi vari che si amplificano,e il pensiero martellante di una fase della vita da accettare,volenti o nolenti.Un anno,giorni da ricordare,alcuni da dimenticare ma comunque vissuti dentro l'imprevedibile destino che la vita ti dona,l'incognita del domani è un gioco bellissimo,aspettarlo per capire cosa ci porterà,evitando l'assurda ipotesi di non vivere l'oggi,aspettando il domani.Al bando tutte le paure,la vita scorre,non perdiamoci in nostalgici ricordi,quello che oramai conta è il futuro e tutti dobbiamo viverlo.Liberiamo i nostri cuori,rendiamoli puri,semplici,basta invidie nei confronti di chi possiede,a noi basta quello che abbiamo,basta odi razziali,accettiamo tutti ponendoci il quesito,che anche loro devono accettarci,e magari con maggiori difficoltà.Auguro a tutti un 2012 ricco di umiltà,semplicità e....sorrisi
f76eb176-f82c-4666-9000-f49760a021cd
Ecco un altro anno giunto al termine,naturale scorrere del tempo,inevitabile tortura per chi vuole l'impossibile,rughe che avanzano,acciacchi vari che si amplificano,e il pensiero martellante di una...
Post
28/12/2011 12:02:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Natale,festa sacra o profana?

24 dicembre 2011 ore 11:18 segnala
In questi giorni che preparano ad un magico evento che coinvolge credenti e non credenti,si consumano forme di sprechi e banalità infantili che ci distaccano dal vero senso della festa.Pacchi coperti da carta regalo(a volte costa più del regalo)chiusi da un nastro scelto,il più bello,come se il pacco non dovesse essere aperto e carta e nastro gettati nel cestino dei rifiuti.Oh... che bello,grazie è uno stupendo regalo,la solita cintura o il solito set di trucchi che si deporrà in un angolo dal quale non uscirà più,prigioniero dell'assurdo senso del donare cose futili,tralasciando il vero senso del saper dare.Guardiamoci attorno,la gente che ci vive vicino avrebbe forse più bisogno di dialogo,di conforto,di parole che possano far loro credere in un futuro meno ansioso,lo stare vicino a persone moralmente in crisi vale molto di più della solita cintura o altre banalità.Non voglio insegnare nulla,non voglio ergermi a paladino dei disperati,voglio solo dire,guardiamoci attorno e almeno in questi giorni non rimarchiamo il colore della pelle,le fattezze esteriori,accettiamo tutti col sorriso sulla labbra e doniamo speranza a chi ne ha bisogno,verremo ripagati dal loro sorriso,che vale 1.000.000 di stupidi e inutili regali.E non abusiamo della frase "basta il pensiero"il nostro pensare usiamolo al meglio,avremo come regalo,gratitudine e gioia procurata,ecco la vera magia.Buon Natale a tutti
785f7630-f97c-41b8-babc-ab3a31998122
In questi giorni che preparano ad un magico evento che coinvolge credenti e non credenti,si consumano forme di sprechi e banalità infantili che ci distaccano dal vero senso della festa.Pacchi coperti...
Post
24/12/2011 11:18:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Il dilemma

28 novembre 2011 ore 12:22 segnala
Frammenti di tempo,felici,infelici,la vita scorre e tu la guardi inebetito come se non ti appartenesse,come se non fosse tua.Ogni possibilità di renderla felice viene rimandata,quasi che la felicità fosse una colpa,quindi da non dover vivere..anzi da espiare.Sono,forse siamo persone incredibili,fuggiamo dalla felicità convinti inconsapevolmente di non meritarcela,fustigandoci interiormente affinchè subentrino sensi di colpa che ci facciano dire"vedi,è giusto così".Abbiamo eretto barriere insormontabili,cancellato ogni libertà di pensiero e di espressione,vittime del senso di peccato che ogni azione ci porta a credere di commettere.Amare o non amare più,penso esuli dall'essere inserito nel novero dei peccati.Se non amo devo essere sincero con la persona con la quale condividevo questo sentimento,fino a sciogliere un legame oramai logoro,che verrebbe tenuto assieme solo dalla paura della pena finale o della solitudine,peggio ancora dell'interesse economico.Penso che chi è preposto a giudicarci dall'alto,quando lo farà capirà il senso di determinate scelte,portate dall'onestà più che dal sadismo,nessuno vuole recare sofferenza,anche se a volte la sincerità ne è causa.Ecco allora la confusione che si crea dentro,soffrire o far soffrire,nemmeno Amleto saprebbe rispondere al dilemma.Io povero inetto dico:ognuno agisca secondo coscienza,l'amore non è costrizione,l'amore è emozione è gioia,è da vivere con chi ami e ti ama.
20bea21e-0d92-4b65-bba1-fbb9320f030b
Frammenti di tempo,felici,infelici,la vita scorre e tu la guardi inebetito come se non ti appartenesse,come se non fosse tua.Ogni possibilità di renderla felice viene rimandata,quasi che la felicità...
Post
28/11/2011 12:22:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    7

il diritto di vivere come voglio è per sempre

18 novembre 2011 ore 17:37 segnala
lampi del passato rischiarono il cielo nell'attesa del tuono,la tua vita.Ricordi il balenare di pensieri che si aggrovigliavano fino a non essere districabili,e tu impotente di fronte a loro,completamente in balia di una mente stanca che appassiva sempre più nella gestione impossibile di pensieri miracolosi che la guarissero.Torna sempre il sereno,magari per poco ma quello squarcio di sole basta per abbellire quadri di vite ,appesi alle pareti,difficili da decifrare,dipinti con pochi colori,oramai impolverati.La vita è un gratta e vinci,pulisci il biglietto e speri di trovarlo vincente,non ci sono certezze,si parla di speranza,ben consci che la speranza è illusione,futile motivo per rimandare sempre al domani la ricerca di certezze che potrebbero impaurirci.Vita misera se non la dividi con qualcuno che ti possa dare fiducia in un futuro breve,lungo,chi lo può dire?una persona che possa condividere assieme a te l'iter enigmatico di un futuro che vorresti ancora vivere.Non ammainiamo i nostri vessilli,noto che man mano che passano gli anni,noi appartenenti oramai alla così detta terza età,tendiamo a isolarci,pensiamo che nulla ci sia dovuto e come capi tribù saliamo la china del monte e lì rimaniamo fino a morire.Così non è e non deve essere,liberiamoci dai vincoli assurdi del semplice dovere e riscopriamo il gusto del diritto.Dedichiamo tempo e amore ai figli e alla parentela tutta,ma dedichiamoci tempo e amore,scopriamo la gioia di vivere,la voglia di fare cose che altri rinnegano per vergogna.Vergogna di cosa?Di sentirsi vivi e avere in sè quella forza che ti permette di essere parte integrante di questo mondo?Abbattiamo ogni barriera,vinciamo stupidi pregiudizi e lasciamo agli altri il diritto di critica,sorridendo a cotanta banalità.
01a21109-7d10-4be8-9de6-6c271493d9ed
lampi del passato rischiarono il cielo nell'attesa del tuono,la tua vita.Ricordi il balenare di pensieri che si aggrovigliavano fino a non essere districabili,e tu impotente di fronte a loro,completamente in balia di una mente stanca che appassiva sempre più nella gestione impossibile di pensieri...
Post
18/11/2011 17:37:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    5