Il vecchio e la bambina

05 ottobre 2011 ore 11:53 segnala
La lezione di vita che ho ricevuto stamattina nel parco da raccontare.Ero in sella al mio fedele destriero,la mia bici,pedalavo osservando piccoli animali che si rintanavano impauriti al mio passaggio,volgevo lo sguardo al cielo,invaso da razze multiple di volatili,alcuni a me sconosciuti.Il sole splendeva caldo quasi a ricordarmi l'estate oramai finita,le poche persone presenti si perdevano dentro stupendi colori che stanno appassendo,foglie caduche,prime avvisaglie d'autunno.Ad un tratto una voce melodiosa,una filastrocca conosciuta che mi ha mosso dentro,riportato indietro di anni,quando la cantavo ai miei figli.Inseguo il canto,ed ecco apparire lo stupendo quadro di un nonno,che,spingendo il passeggino con dentro la nipotina,l'allietava col suo canto,stupendo,melodico,intonato,rasserenante,tanto da rendere allegri i movimenti della bimba che,gioiosa,si muoveva quasi ballando,ascoltando quelle dolci strofe.Due generazioni,lontane 13 o 14 lustri,ma vicine nel modo di gioire.Lui che probabilmente aveva visto gli orrori di una guerra,viveva ora la gioia di vedere crescere una nuova vita,in un mondo che sicuramente spera diverso da quello miserabile che ha dovuto affrontare.Un quadro perfetto che mi ha dato una lezione di vita impagabile.Mille libri o mille frasi intelligenti e nello stesso tempo insulse,non mi avrebbero dato tanto.Ecco perch personalmente,e senza voler insegnare nulla,continuo a battermi contro le frasi fatte e gli scritti filosofici,che a volte si trovano avvolti nei baci Perugina.La vita questa,dobbiamo coglierne gli attimi,anche quelli apparentemente insignificanti,ma che hanno un valore immenso e molto da insegnarci.Continuiamo a leggere per carit,impareremo a parlare e a scrivere sempre pi correttamente la nostra lingua,ma non tralasciamo le vere lezioni di vita,che di solito ci arrivano dalla gente comune,e soprattutto dagli umili.
effb0e5d-f478-4bba-ab71-fe85a984ea39
La lezione di vita che ho ricevuto stamattina nel parco da raccontare.Ero in sella al mio fedele destriero,la mia bici,pedalavo osservando piccoli animali che si rintanavano impauriti al mio...
Post
05/10/2011 11:53:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. 67altamarea 05 ottobre 2011 ore 12:07
  2. Klara53 05 ottobre 2011 ore 12:47
    Sono attimi importanti da cogliere, vita : un nonno,un bimbo,la natura, il ciclo continuo, per me sono momenti che mi rilassano, che assaporo, che mi portano indietro nel tempo e benvengano :-)
  3. lillye1956 05 ottobre 2011 ore 13:01
    CONDIVIDO MA LASCIACI LA LIBERTA' D'ESPRESSIONE..LA LIBERTA' DI SINTETIZZARE NEI MODI A NOI PIU' CONGENIALI O ANCHE TALOVOLTA DI TROVARE GLI STESSI CONCETTI GIA' MIRABILMENTE RIASSUNTI..DA ALTRI... E' QUESTIONE ANCHE DI UMILTA'...UBI MAIOR MINOR CESSAT..E LO DICO RIFERITO A ME STESSA..
  4. nelsy59 05 ottobre 2011 ore 13:16
    azzzzzzzzz...... abbiamo un altro poeta, ma bravo

  5. tristano.MI 05 ottobre 2011 ore 13:41
    Rispetto e ringrazio tutti,soprattutto rispetto le idee degli altri,naturalmente mi tengo le mie.Buona giornata a tutti
  6. lillye1956 05 ottobre 2011 ore 13:43
    GRAZIE NE PRENDO ATTO..
  7. tristano.MI 05 ottobre 2011 ore 13:48
    Non potrebbe essere altrimenti,Il pensiero per quanto mi riguarda deve essere sviluppato dalla mia mente,non condizionato da letture per quanto altolocate.Il mio senso critico personale e non voglio contaminazioni
  8. Carla692 06 ottobre 2011 ore 23:17
    Si, questione di umilt e di saper apprezzare questi attimi meravigliosi.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.