In poche parole

15 dicembre 2010 ore 14:22 segnala
Le parole non bastano mai per descrivere una sensazione, bella o brutta che sia. Sto perdendo mia madre, lentamente, senza poter fare niente e non riesco a farmene una ragione.
Vorrei piangere, urlare, perchè non riesco a tenere tutto dentro, vorrei fare qualcosa ma qui comanda il tempo ed il tempo me la sta portando via. Non voglio rattristare nessuno e nemmeno radunare una manciata di persone depresse ed affrante, vorrei solamente creare qualcosa dove chiunque se la senta, sia libero di scrivere un pensiero, una sensazione, dei consigli, portando qualcosa di proprio, dando la possibilità a me ed ad altri di capire, di reagire ed anche di vedere ed affrontare le cose in maniera diversa, forse migliore, anche e soprattutto per chi ci sta vicino.
Grazie di cuore a tutti
11851983
Le parole non bastano mai per descrivere una sensazione, bella o brutta che sia. Sto perdendo mia madre, lentamente, senza poter fare niente e non riesco a farmene una ragione. Vorrei piangere, urlare, perchè non riesco a tenere tutto dentro, vorrei fare qualcosa ma qui comanda il tempo ed il tempo...
Post
15/12/2010 14:22:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. biondapescaaa70 15 dicembre 2010 ore 16:49
    Gia' le parole nn bastano mai per descrivere un dolore cosi' profondo e spesso nn arrivano al cuore di molti,ma solo delle persone sensibili che comprendono e nn ne rimangono indifferenti...Purtroppo nn siamo noi a decidere del nostro misero destino e siamo sempre impreparati ad affrontare la perdita di qualcuno....
    Piu' che dirti di goderti la tua mamma fino al suo ultimo giorno,nel bene e nel male,nn posso dirti,perche' quando nn ci sara' piu' sara' bellissimo ricordarla..
    Cerca di superare qsto dolore circondandoti dell'affetto delle persone a te care...Un grosso abbraccio...Bionda:cuore 
  2. g.star00 15 dicembre 2010 ore 17:07

     Non sono capace di dare consigli, mi riesce difficile pensare che le parole di qualcuno possano in qualche modo aiutare chi sta perdendo qualcuno...

     perche' conoscendo me so che mai le parole di qualcuno potranno un giorno dare conforto a me...

     sono solo capace di nn reagire e di nn riuscire mai atrovare la forza per superare i momenti difficili.. ma alla fine la forza la si trova .. ma solo dentro di noi...

     

  3. molecoladamore 16 dicembre 2010 ore 10:20
    ...ho scritto valanghe di parole...prima e dopo un terribile lutto,mi son persa nella grotta del dolore,un giorno una fievole voce dentro mi spinse verso la vita,mi son fatta violenza,ho girato di boa...ed ho ricominciato a vivere...senza dimenticare il passato,senza rinnegare nulla... :-)
    un abbraccio...
  4. LUANA.24 16 dicembre 2010 ore 17:19

    penso che vedere la persona che piu ami al mondo spegnersi lentamente davanti ai tuoi occhi e non poter far nulla per evitarlo è straziante......a me è capitato di perdere una persona importante, l'ho vista spegnersi  lentamente e ancora adesso quando ci penso sto male...aveva solo 36 anni 3 figli piccoli e tanta voglia di vivere.....parlerò di lei sempre ricordando cio che era e come donava anche l'anima a chi voleva bene....piangi urla non trattenere le emozioni, aiuta e anche se non serve a niente almeno non ti logori dentro...un bacio sincero e quando vuoi parlare io ci sono....ciaooooooo

  5. volodisogni 16 dicembre 2010 ore 19:45

    Una prova dolorosissima, questa che stai  affrontando ora...momenti difficili, dove ti senti la vita sfuggire di mano, ti senti impotente, non sai cosa fare!

    Ricordi che affollano la mente, sensazioni di paura, sconforto e lei che ti ha dato la vita sta piano piano intraprendendo un altro viaggio della sua vita...

    Stalle vicino il più possibile, avvolgila della tua presenza, anche silenziosa, sii presente,  sostienila, proteggila...

    Sò come ci si sente...sii forte!:rosa

     

  6. Tulipanonero69 17 dicembre 2010 ore 10:48
    Grazie del vostro passaggio ma soprattutto grazie di ciò che avete scritto e per lo spirito con cui lo avete fatto.Grazie per aver capito che questo non è il muro del pianto ma un punto di partenza per affrontare con serenità e maturità un passaggio difficile che la vita ci riserva, un passaggio dove combattere spesso non basta, non serve.
    Spero che questo punto di incontro possa servire a qualcuno per trovare la forza, quella forza che spesso serve per stare vicino a chi ne ha bisogno, quella forza che aiuta anche te stesso.
    A me è servito e spero che possa continuare a servirmi perchè era quello che volevo.
    Avanti cosi!!




  7. simomrc 18 dicembre 2010 ore 21:21
    Perdere qualcuno cui teniamo moltissimo, qualcuno che amiamo, è un dolore indescrivibile....è un pò come perdere una parte di noi stessi, un dolore che ci appartiene...Io ho provato entrambe le medaglie...perdere una persona amata velocemente, nel giro di un attimo, e perdere una persona che vedi spegnersi lentamente...In ogni caso è un lutto, in ogni caso fa un male inimmaginabile..Ma la speranza che tutto questo abbia un senso che a me è  sconosciuto, mi lascia quel barlume di coraggio per avanzare, per dire che vale sempre e comunque la pena di vivere...e lo dico anche ora che spesso son circondata dalla sofferenza altrui per lavoro...un pensiero speciale per la tua mamma...
  8. fiaccola 20 gennaio 2011 ore 12:38
    Una notte un uomo fece un sogno
    Sognò di passeggiare lungo la spiaggia con il Signore
    In cielo balenavano scene della sua vita.

    Per ciascuna scena notò due serie di orme sulla sabbia:

    una apparteneva a lui e l'altra al Signore.

    Quando gli fu balenata davanti agli occhi l'ultima scena
    si voltò a guardare le orme
    e notò che molte volte lungo il cammino vi era una sola serie di impronte
    Notò anche che questo avveniva durante i periodi più sfavorevoli
    e più tristi della sua vita
    Ne rimase disorientato e interrogò il Signore.

    Signore, tu hai detto che se io avessi deciso di seguirti
    tu avresti camminato tutta la strada accanto a me,

    ma io ho notato che durante i periodi più difficili della mia vita

    vi era una sola serie di orme.

    Non capisco perché, 
    quando avevo più bisogno di te
    mi hai abbandonato."
    Il Signore rispose
    "Mio amato figlio, io ti voglio bene e non ti abbandonerei mai.
    Durante i tuoi periodi di dolore e sofferenza,

    quando vedi solo una serie di orme
    quelli sono i periodi in cui io ti ho portato in braccio."
  9. bruny2010 20 gennaio 2011 ore 16:17

    Conosco lo sconforto e la rabbia dell'impotenza,vorresti ma non puoi fare nulla,e' la parte difficile del dolore,a volte vorremmo poter fare ,solo per abbreviare i tempi del soffrire,ma non e' cosi' e quando lo scopriamo cadiamo nella disperazione.Ho imparato...ho dovuto imparare a scandire le ore ,i giorni e sentirmi addosso ogni fitta di dolore,ogni ombra di tristezza dei miei occhi,ho dovuto imparare a conviverci,mi sono fatta forza credendo che tanto dolore dovesse portare qualcosa di buono,doveva essere cosi',!e lo sara' anche per te,capirai a suo tempo che cio' che stai passando ora portera' in te la consapevolezza di essere speciale,sereno con te stesso e con gli altri,aiuterai gli altri senza parlare...bastera' un tuo sorriso e quel piccolo dolore diventera' dolcezza....verso chiunque.Mio figlio vive a San patrignano da 3 anni,sono fiera di lui e anche di me stessa...ho tenuto duro,ma nei miei occhi quel dolore e' ancora li',io lo vedo ma le persone dicono che ho lo sguardo dolce....a volte il dolore ci migliora e non ce ne accorgiamo neppure.....Stagli vicino e' tutto cio' che puoi fare,sara' dura ma tu avrai l'anima serena.Auguri di cuore

  10. TittySilvestro 20 gennaio 2011 ore 16:54
    Anch'io ho perso i miei genitori  prima mio padre e poi mia madre e' un passaggio doloroso ma inevitabile ......................... la vita e' questa ................. ma non piangere perche' ci lasciano fisicamente ma spiritualmente sono sempre al nostro fianco leggi le parole che suono e rifletti e se solo tu ti potessi rendere conto di quanto sono veritiere saresti piu' sereno 

    Se mi ami non piangere ! 
    Se conoscessi il mistero immenso 
    del cielo dove ora vivo !
    Se potessi vedere e sentire 
    quello che io sento e vedo 
    in questi orizzonti senza fine 
    e in questa luce
    che tutto investe e penetra ,
    non piangeresti se mi ami !
    Sono ormai assorbito nell'incanto di Dio 
    dalle sue espressioni di sconfinata bellezza .
    Le cose di un tempo 
    sono cosi piccole e meschine al confronto ! 
    Mi e' rimasto l'affetto per te , 
    una tenerezza che non hai mai conosciuto ! 
    Ci siamo amati e conosciuti nel tempo ,
    ma tutto era allora cosi fugace e limitato ! 
    Io vivo nella serena e gioiosa attesa 
    del tuo arrivo fra noi !



    L'unica cosa che ti posso dire .................. amala ................amala e amala ancora , stagli vicino ogni momento che ti e' possibile . Amala !!!!!!
    Ti abbraccio con infinito affetto 
    Titty
  11. rosa.5 14 marzo 2011 ore 16:58

    Non ti consolerà sapere che io ho perso in condizioni che non voglio ricordare sia mia madre che mio padre ma ti consolerà di certo sapere che tutte le volte che ho avuto ancora bisogno di loro, li ho cercati nel vento, nell'aria ,niei fiori e nelle farfalle e li ho trovati!! S' impara a saper vedere oltre la materia e cambia il modo di comunicazione ma tutti continuano ad esistere e restano immortali per la forza dello Spirito. Semplicemente un abbraccio..chiunque tu sia:rosa

  12. Kati67 15 marzo 2011 ore 14:58
    Purtroppo dopo, nn sarà più come prima,,,tu nn sarai più figlio, e questo ti mancherà x tutta la vita,,,,supererai questo momento xkè la forza della vita è più forte di tutto , ma sentirai sempre un vuoto sotto di tè,,,ti sentirai sempre ke mancherà qualcosa ke nn sarà più colmato!
    Imparerai a vivere in un altro modo, ma rimpiangerai sempre quello vecchio,,,,,,
    Diventiamo grandi anche così,,,,,,,,
    Ti abbraccio,,,,,,,
  13. hoara.67 21 marzo 2011 ore 14:00
    Ciao, ti capisco sai ..io ho appena perso mia madre circa 10 giorni fa..e'stato un attimo il giorno prima l'avevo vista che stava bene ...e il giorno dopo non c'era piu'.Sto ancora soffrendo per non vederla piu' e continuo a pensare a tutte le parole che non gli ho mai detto ..alle volte che volevo stringerla a me..e'dura... senza lei se ne' amdata una parte di me .....ma la vita va avanti e penso ai bei momenti passati insieme ..cerca di essere forte ..io ci sto provando ....un abbraccio Anna
  14. mara44.MI 15 aprile 2011 ore 11:30
    ....è difficile confortare una persona che vive un passagio cosi doloroso!
    Fidati, pero, tua madre non la perderai mai! Anche se fisicamente non sara piu accato a te, la troverai sempre nei tuoi pensieri, piu viva che mai...e forse la sentirai piu vicina di prima...
    Succede a me con le persone care che ho perso...perchè non puo succedere anche a te?
  15. Silenzio72 15 aprile 2011 ore 15:45
    ..... è molto difficile trovare le parole adatte.... so come ti senti... ho perso mio padre in un incidente d'auto quasi 6 anni fa.... e solo dopo pochi mesi è stata diagnosticata la sclerosi multipla a mio marito.... che dire... mi è crollato il mondo addosso...ho imparato a vivere senza più pensare al domani... pur consapevole che questo domani arriverà... e non so come sarà....
    Ho accettato in silenzio tutto quanto.... cercando di essere "forte" di avere una forza che in realtà non ho.... ma questo nessuno lo sa... tutti pensano alla mia forza e dicono di me che "sono una grande" in realtà mai come in questo momento ho bisogno di sentirmi protetta... ho bisogno della carezza di quel padre che solo con il suo sguardo....mi faceva capire che lui mi teneva per mano sempre in ogni istante.... ho bisogno di lui che mi dava la forza....e la speranza... ora lui non c'è più... mi sento smarrita... persa... ma devo essere forte... stai vicino alla tua mamma....dedicale ogni piccolo istante che puoi....falle capire quanto la ami.... diglielo.... ogni volta che lo sentirai... in bocca al lupo... con affetto Gianna
  16. lallina55 15 aprile 2011 ore 19:10
    .....è di certo una gran persona tua mamma se ti ha insegnato ad essere così sensibile e delicato, di certo una persona così speciale ti sarà accanto anche quando il suo corpo perderà la battaglia con la malattia, ma tu non perderai la sua energia.
    Baciala a nome di quanti non hanno avuto la tua fortuna, un forte abbraccio a te
  17. 16Luglio08.NOIxs 28 giugno 2011 ore 11:16
    mi spiace...davvero..non ci sono parole..!
    sai..potresti provare..in un certo qual modo..ad essere tu la sua memoria..sii tu il ricordo del suo passato..raccontale episodi..raccontale emozioni e sensazioni..continua a parlare con passione e voglia di vivere..sarai la sua forza, vedrai.
    è l unico modo che hai in tuo potere..per far si che la sua vita nella sua mente non venga totalmente cancellata..sei tu la sua unica speranza. raccontale di quando eri bambino..raccontale cosa amava cucinare..racconta di quella volta che tu lei e papà...mostrale foto o oggetti che le diano un pensiero positivo..prova a chiedere se riconosce quella persona o cosa le ricorda quell oggetto e se non ci riesce con una carezza ricordaglielo tu e racconta come tu sai fare...
    falle annusare il profumo che portava...leggile un libro che amava..metti una canzone che canticchiava mentre puliva casa...devi donarle un po di quella vita che la malattia le sta portando via..combattila..sta al suo fianco in questo modo..riportala a te..solo tu puoi fare tutto questo. :-) bacione!
  18. papita66 28 luglio 2011 ore 19:24
    ho letto ora il tuo post! nn immaginavo! la vita ci insegna ke dobbiamo andare avanti!in un modo o nell'altro! spero ke il tempo abbia lenito le tue ferite! sei una persona in gamba!
  19. Fata.Tatuata 30 settembre 2011 ore 15:52
    :bye SPERO CHE TU SIA RIUSCITO NEL FRATTEMPO A TROVARE LA GIUSTA SERENITA' INTERIORE ED A RIEMPIRE IL CUORE DI DOLCI RICORDI CHE NON TI ABBANDONERANNO MAI !!! :fiore

  20. Fata.Tatuata 30 settembre 2011 ore 15:58
    Come FATA di solito i desideri li ascolto ma questa volta desidero esprimerne uno io...MI PIACEREBBE CHE TU RIPORTASSI IN VITA QUESTO TUO BLOG...:ok

  21. xangeldark 14 ottobre 2011 ore 21:48
    e un dolore che non si placherà mai .. io ho perso mio padre da tre mesi e con lui ho lottato contro la malattia ma alla fine è lei che ha vinto
  22. gilda2011 20 ottobre 2011 ore 19:24
    ricorda che un giorno il dolore lascerà il posto ai dolci ricordi dei momenti stupendi vissuti con lei...........io ho perso mio padre 11anni fà nel giro di 48ore......per anni mi sono sentita in colpa per non essere stata li in quel momento ma lontana 450km......ma la sua presenza l'ho sentita sempre costante vicino a me!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!è il mio angelo è l'uomo che non mi ha mai delusa e mai lo farà.............un abbraccio
  23. basta.nick 22 ottobre 2011 ore 08:09
    Quando è successo a me ho preso la più bella decisione della mia vita, mentre mia madre moriva io decidevo di avere un figlio. E' nata una bambina, ora ragazza e ogni tanto, mentre la guardo penso che chissà...forse se non ci fosse stato quel grande dolore lei non sarebbe qui.
  24. tytti777 14 dicembre 2011 ore 17:14
    E' successo anche a me.....paradossalmente quando si è spenta ho provato sollievo...finalmente non la vedevo più soffrire e sono sicura che ora sta bene lassù...ho avuto vari segnali...la fede è stata determinante per darmi forza...ma la forza più grande me l'ha data proprio lei.
    Di certo ho fatto di tutto per appianare le divergenze che c'erano state tra noi...ma forse questo dovremmo farlo sempre....se si pensasse sempre che dall'oggi al domani potremmo non esserci più si eviterebbero un sacco di stupidaggini....sei una persona sensibile e sicuramente riuscirai a superare tutto ....e la vicinanza delle persone care ti aiuterà tantissimo....dopo quest'esperienza non si riesce a diventare superficiali neanche se ci provassi.
    Un forte abbraccio...ma forte forte
  25. quiquoqua.007 11 gennaio 2012 ore 21:29
    ho visto mia nonna andarsene piano piano
    ho visto mia nonna non riconoscermi più
    ora ricordo mia nonna quando io da piccolina ammalata a letto mi portava la colazione
    adesso sento a volte il suo odore e sorrido e lei è ancora qui con me

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.