LA CONTESSA

20 agosto 2022 ore 00:25 segnala


Chissà perché questa notte, sul sofà,
penso ad un’estate di tanti anni fa.
A volte la mente fa viaggi incredibili
che neanche ci sembrano possibili.

Ero sul traghetto, tornavo dalla Turchia.
Viaggiavo da solo, con l’auto nella stiva.
La magica Istanbul avevo espugnato.
Il mondo intero mi sembrava un prato.

A quel tempo si esplorava liberi.
Di guerre e pandemie, zero timori.
La notte calò e, per istinto di protezione,
da te fu attratta la mia attenzione.

Sola, bellissima, zaino in spalla. Forse svedese,
statuaria, dormivi sul ponte per ridur le spese.
Senza alcun rispetto per te stessa,
anche se sembravi del ‘700 una Contessa.

Su quel ponte c’erano sbandati
pronti alla rissa e anche drogati.
Decisi di rinunciare alla mia cabina
e vegliarti a distanza, fino a mattina.

Non sono mai stato un body builder,
per quegli ubriachi sarei stato il dessert.
Ma restai lì e, verso dopo verso,
in inglese ti scrissi il mio universo.

Una poesia che all’alba ti ritrovasti fra le mani,
a darti il buongiorno insieme ad i gabbiani.
Ancora ti vedo cercar l’autore con lo sguardo.
“It’s me!” Fu come far filotto col biliardo.

Così riuscii a farti sorridere.
Da allora volemmo tutto condividere.
E al nostro addio mi regalasti
una cassetta dei Cars e mi lasciasti.

Inascoltabile, eppure la conservo ancora.
Chissà com’è andata la tua vita fino ad ora.
Hai avuto ciò che speravi? Hai trovato il Conte?
Chissà se anche tu ricordi quella notte sul ponte.

bbfa78b3-1824-4a50-8e95-96cc80efcfd3
« immagine » Chissà perché questa notte, sul sofà, penso ad un’estate di tanti anni fa. A volte la mente fa viaggi incredibili che neanche ci sembrano possibili. Ero sul traghetto, tornavo dalla Turchia. Viaggiavo da solo, con l’auto nella stiva. La magica Istanbul avevo espugnato. Il mondo inte...
Post
20/08/2022 00:25:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

NUOVA COSTITUZIONE

12 aprile 2022 ore 17:30 segnala


1 - L’Italia è una Repubblica fondata sui sondaggi, gli indici di ascolto e le fake news.
2 - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo quali la corruzione, i veggenti, la superficialità, le tangenti, il gossip e i doppi sensi.
3 - Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali, soprattutto gli scaltri, i prepotenti, gli ipocriti e i conformisti.
4 - La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro ma solo se riescono a trovarlo.
5 - La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali, come la mafia, la ‘ndrangheta e la camorra.
6 - La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche, etniche, culturali e sessuali e poi utilizza il fascicolo per accendere il camino.
7 - Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. Infatti il parlamento chiede sempre un parere al vaticano prima di legiferare.
8 - Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge ma è permesso scegliere solo quella cattolica. Inoltre è consentito pregare solo inginocchiati in direzione di Wall Street.
9 - La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Saranno considerati punti di riferimento fondamentali, Alvaro Vitali, Lino Banfi, Er Monnezza e Bombolo. Il cattivo gusto e l’omologazione saranno garantiti per decreto. Tutto questo per favorire il trionfo dei mediocri.
10 - L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale che il ministro Di Maio sta provando a studiare da tempo, ma senza successo.
11 - L'Italia ripudia la guerra tranne se viene ordinata dagli Stati Uniti.
12 - La bandiera della Repubblica è il tricolore ma fate un po’ come ve pare….


f7926b27-0137-4714-b611-eb873e455b78
« immagine » 1 - L’Italia è una Repubblica fondata sui sondaggi, gli indici di ascolto e le fake news. 2 - La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo quali la corruzione, i veggenti, la superficialità, le tangenti, il gossip e i doppi sensi. 3 - Tutti i cittadini hanno ...
Post
12/04/2022 17:30:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    13

L'ORA DELL'ASCOLTO

28 marzo 2022 ore 01:14 segnala


Annoiata da richieste squallide e ripetitive?
La chat ha fatto il suo tempo, è evidente.
Con like, emoticon e termini contratti non si riesce a comunicare.
Anche la società dell’immagine ha fallito, trasformandoci in automi che rispondono solo a pochi imput. “L’essenziale è invisibile agli occhi”.

Inoltre i social sono ormai inquinati da soggetti che ispirano una giustificata diffidenza, e questo impedisce, di fatto, di aprirsi all’altro. Il modo migliore per entrare in contatto con un’altra persona è ascoltare la sua voce. Niente può rivelarci di più. Il tono, l’estenzione e perfino le pause. Una foto non riuscirà mai ad immortalare l’essenza più autentica di ognuno di noi. La vista può ingannare o darci una visione parziale. A chi non è già accaduto?

Così come non ha senso farsi guidare soltanto dall’attrazione fisica (parlo per entrambi i sessi). Si sa che è proprio questo il principale motivo di tanti divorzi. Puntare tutto sul sesso, non basta. Riuscire a comunicare profondamente con un altro essere è una delle sensazioni più belle della vita, ma proprio per questo è cosa rara, che bisogna inseguire ed affinare lentamente nel tempo.

Se hai voglia di conversare civilmente, per conoscerci un po’ per volta, ti do il mio numero in privato. Potresti chiamarmi col numero occultato in modo che non potrei disturbarti oltre, se non lo vorrai. Saremo amici, amanti o solo conoscenti? Chi può dirlo? Il web ci offre un potenziale illimitato, che senso ha stare lì ad offendersi e litigare?

I miei interessi principali sono: la musica, i viaggi, i libri, la natura, il mare, i gatti, il biliardo, la fotografia. Ma anche bricolage, politica, cinema, le filosofie orientali, la radio e, soprattutto, ampia disponibilità ad accoglierne di nuovi.

Ti aspetto.

75bbbd10-320d-4842-b65e-c53692253884
« immagine » Annoiata da richieste squallide e ripetitive? La chat ha fatto il suo tempo, è evidente. Con like, emoticon e termini contratti non si riesce a comunicare. Anche la società dell’immagine ha fallito, trasformandoci in automi che rispondono solo a pochi imput. “L’essenziale è invisib...
Post
28/03/2022 01:14:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    6

LA GIARRETTIERA

17 marzo 2022 ore 05:32 segnala


Cercavo un partner che fosse eclettico,
interessante, colto e anche dialettico.
Ma beccavo soltanto delusioni a catena.
La maggior parte faceva veramente pena!
Mortidifiga con un solo e unico pensiero.
Poveri disperati in cerca del sentiero.

Per farla breve puntavano solamente al sesso.
Volevano la pompa, manco fossero alla Esso.
Quanti soldi hanno lasciato in questa giarrettiera!
Eh si ! perché alla fine, fu questa la mia carriera,
visto che non potevo avere uno scambio umano,
mi rassegnai a farlo anche in modo molto strano.

Accettavo le richieste più strambe e mi chiedevo
che senso avesse. E, spesso, anche piangevo.
Possibile che il mondo ruoti ancora adesso
solo ed esclusivamente intorno al sesso?
Ma, credetemi, vanno oltre ogni immaginazione!
Doppi sensi, ammiccamenti, allusioni e ostentazione.

Mi convinsi che questa finta emancipazione
nasconde tabù. Un impedito che fa lo sbruffone.
E’ anche vero che troppe donne non son da meno.
Si farebbero sbattere in una stalla, in mezzo al fieno.
Si divertono a provocare, fanno vedo e non vedo,
e poi aspettano la reazione del pollo allo spiedo.

Dimostrano di essere a corto di argomenti.
Forse avrebbero anche loro bisogno di clienti.
Io mi domandavo: solo il sesso conoscono?
Senza un interesse si avviano al crepuscolo?
Affidano la loro realizzazione a una scopata.
Che rassegnato modo per far la vita colorata!

Ora io capisco l’ormone a palla, da ragazzi,
ma dopo restano soltanto gli schiamazzi.
Forse è tutta una tattica, una ignobile farsa
per nascondere una prestazione scarsa!
Perciò ho deciso, domani prendo i voti,
così la dimentico questa massa di idioti!
775df196-707b-477f-b464-5478a9eee983
« immagine » Cercavo un partner che fosse eclettico, interessante, colto e anche dialettico. Ma beccavo soltanto delusioni a catena. La maggior parte faceva veramente pena! Mortidifiga con un solo e unico pensiero. Poveri disperati in cerca del sentiero. Per farla breve puntavano solamente al se...
Post
17/03/2022 05:32:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

TRE GIORNI

15 marzo 2022 ore 04:41 segnala


Credo che il susseguirsi degli eventi richieda di passare all’azione, ma in modo assolutamente pacifico. Non ha senso brontolare e lamentarsi attendendo un intervento dal governo che non arriverà mai.

Ad esempio, per contrastare il rincaro della benzina, che oltretutto non è legato alla guerra in Ucraina, ed è quindi una speculazione inaccettabile, basterebbe che facessimo noi utenti uno sciopero a oltranza. Non parlo di cortei e di bandiere che fanno solo folclore, ma di un’azione concreta.

Rifiutiamoci di acquistare carburanti a questi importi. Cominciamo con 3 giorni di sciopero. Tutti, ma dico tutti, a piedi. Sono convinto che, con le perdite che avrebbero le compagnie anche solo in 3 giorni, il prezzo calerebbe immediatamente.

Immaginate di essere in guerra e hanno chiuso tutti i distributori. Col vantaggio che la guerra non c’è e non ci bombardano. Vi si chiede solo un piccolo sforzo: andare a piedi per 3 giorni! Ma questo potrebbe ripagarci davvero e non solo economicamente: dimostreremmo di non essere un branco di pecore!

Soltanto se si è uniti, si ottengono risultati!

88e3aac2-60fc-49ad-9401-52e0f4e51ec9
« immagine » Credo che il susseguirsi degli eventi richieda di passare all’azione, ma in modo assolutamente pacifico. Non ha senso brontolare e lamentarsi attendendo un intervento dal governo che non arriverà mai. Ad esempio, per contrastare il rincaro della benzina, che oltretutto non è legato...
Post
15/03/2022 04:41:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

LE LACRIME

13 marzo 2022 ore 01:21 segnala



Sempre più spesso mi sorprendo a domandarmi cosa pensarebbe Pier Paolo Pasolini della attuale società, delle sue evidenti contraddizioni ed in particolare della degenerazione ormai inarrestabile della televisione. Già tanti anni fa, la sua spietata penna aveva evidenziato il potenziale negativo del piccolo schermo perché – sottolineava - poneva lo spettatore in una posizione di sudditanza che lo portava ad imitare tutto quello che vedeva rappresentato.
In particolare, Pasolini lo diceva a difesa della purezza delle classi più umili che erano maggiormente esposte ad ogni tipo di contaminazione anche perché subivano il ricatto dell’invidia e della competizione che - già allora - cominciavano a corrodere le menti degli italiani.
Queste riflessioni mi sono sembrate particolarmente opportune in questi giorni di guerra in cui – parlo in particolare delle reti Mediaset – i programmatori non si sono minimamente posti il problema se fosse davvero opportuno continuare a trasmettere programmi di un livello davvero imbarazzante, con indegne sceneggiate e discussioni che definire insignificanti è il minimo, che poi si alternano a scene veramente strazianti provenienti dall’Ucraina, con distruzione, bombardamenti e morte.
Mi domando che elementi ha un bambino messo davanti a tutto questo di distinguere la realtà dalla fiction, le lacrime vere da quelle recitate. C’è il rischio concreto che lo strazio di un conflitto che potrebbe portare alla conclusione dell’esperimento umano su questa terra, attraverso una terza guerra mondiale, possa essere considerato elemento della quotidianità, confuso con la grande marmellata di banalità che da decenni ci viene propinato dalle tv di Berlusconi.
5b815f18-cb92-402a-88b5-a30164b28b17
« immagine » « video » Sempre più spesso mi sorprendo a domandarmi cosa pensarebbe Pier Paolo Pasolini della attuale società, delle sue evidenti contraddizioni ed in particolare della degenerazione ormai inarrestabile della televisione. Già tanti anni fa, la sua spietata penna aveva evidenziato...
Post
13/03/2022 01:21:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    9

CERCANDO ARMONIA

27 febbraio 2022 ore 02:20 segnala


Per noi che un acquazzone non è solo un fastidio.
Per noi che un profumo riesce a guidarci per una giornata.
Per noi che la notte non serve soltanto per dormire.
Per noi che continuiamo a meravigliarci della stereofonia.
Per noi che percepiamo ancora un retrogusto.
Per noi che le novità ci stimolano più della tranquillità.
Per noi che l’umanità non ha colore né bandiera.
Per noi che un imprevisto è sempre benvenuto.
Per noi che non conosciamo stereotipi nè luoghi comuni.
Per noi che proviamo imbarazzo per un mendicante e non per un nudo.
Per noi che la parola scritta vale più di quella detta.
Per noi che una chitarra sulla spiaggia basta e avanza.
Per noi che osservare la natura viene prima di tutto.
Per noi che distinguiamo ancora l’arte dalla paccottiglia.
Per noi che tacere non significa dare ragione.
Per noi che sappiamo stare soli con noi stessi.
Per noi che vediamo falsi e ipocriti dappertutto.
Per noi che viaggiare significa vivere.
Per noi che le mode le lanciamo, non le seguiamo.
Per noi che stiamo coi deboli, perché altrimenti è troppo facile.
Per noi che la società dell’immagine ha fatto il suo tempo.
Per noi che ci stupiamo con un saggio più che vantarci con un ignorante.
Per noi che da sempre cerchiamo armonia.

Forse è ora di trasferirci su Marte.

f7027623-4b3a-4227-8bf5-40eec2ae8287
« immagine » Per noi che un acquazzone non è solo un fastidio. Per noi che un profumo riesce a guidarci per una giornata. Per noi che la notte non serve soltanto per dormire. Per noi che continuiamo a meravigliarci della stereofonia. Per noi che percepiamo ancora un retrogusto. Per noi che le nov...
Post
27/02/2022 02:20:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    5

TU CON CHI STAI ?

05 febbraio 2022 ore 18:36 segnala
L’italiano medio è talmente limitato da riuscire a ridurre ad una competizione di campanile, quasi una questione di tifo calcistico, perfino un argomento serio e drammatico come una pandemia.
Tu con chi stai? Con i rossi o i neri?
I no vax, sempre più esaltati e fuori controllo, sostengono che tutti gli altri cittadini rinuncerebbero ad “informarsi” per scegliere autonomamente come risolvere questa pandemia.
Credo che l’unico modo serio per “informarsi” non è sentire cosa dice l’ultimo telegiornale, ma sarebbe tornare 20 anni indietro (spesso anche più) e laurearsi o specializzarsi in medicina o epidemiologia, o virologia. Solo in quel caso si potrebbe esprimere un giudizio attendibile.
Faccio un semplice esempio: quando vi capita (mi auguro mai) di dover subire un intervento al cuore, vi informate sulle tecniche di cardiochirurgia?
No.
Vi affidate a chi lo fa per mestiere ed incrociate le dita.
Se dovete fare un trapianto di midollo, lo stesso.
E perché ora vi sembra che basti ascoltare l’ultimo opinionista per sposare la sua tesi soltanto perché vi è simpatico?
Per non parlare degli effetti collaterali di tutti i farmaci che assumete da una vita, senza domandarvi nulla. Ogni farmaco ne ha, ed alcuni possono essere davvero letali come è scritto espressamente nei rispettivi foglietti illustrativi. Ma quanti li leggono per “informarsi”?
Qui la materia è molto seria e complessa e sarebbe un gesto saggio, ammettere che il 95% della gente comune non ne capisce un ca..o.

afe9225b-58a6-4985-a396-8651f08be640
L’italiano medio è talmente limitato da riuscire a ridurre ad una competizione di campanile, quasi una questione di tifo calcistico, perfino un argomento serio e drammatico come una pandemia. Tu con chi stai? Con i rossi o i neri? I no vax, sempre più esaltati e fuori controllo, sostengono che...
Post
05/02/2022 18:36:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    7

INCONTENTABILE

06 gennaio 2022 ore 15:29 segnala


E chiesi al fuoco: brucia i miei ricordi
Rispose: ti illudi, tanto non li scordi
E chiesi alla luna: fammi sognare
Replicò: pensi sarebbe un affare?

Chiesi al mare: dove trovi la forza?
Mi guardò e disse: fortifica la scorza
E chiesi al vento: aiutami a volare
Domandò: e dove vorresti andare?

E chiesi al sole: curami le ferite
Disse: vivi l’oggi, e affronta le salite
E chiesi alla musica: dammi le emozioni
Mi disse: suona, balla e coltiva le passioni

Chiesi alla scienza: ferma i miei pensieri
Disse c’è un solo modo, tuffati nei piaceri
Chiesi a una bussola: cerco il mio sentiero
Indicò: trova prima te stesso, e vanne fiero

Poi chiesi all’arte: donami il successo
Mi consigliò: tu non corrergli appresso
E chiesi alla terra: lasciami rinascere
Disse: che sciocco, meriteresti il carcere

Allora chiesi al tempo: rendimi i miei 20 anni
Gridò: vivi il presente, ma perché ti inganni?
Infine chiesi al cielo: leggimi il futuro
Tuonò: ti condanno a vita eterna, giuro!


4d087f7f-10b8-42f5-97fd-b9b9e4dca2af
« immagine » E chiesi al fuoco: brucia i miei ricordi Rispose: ti illudi, tanto non li scordi E chiesi alla luna: fammi sognare Replicò: pensi sarebbe un affare? Chiesi al mare: dove trovi la forza? Mi guardò e disse: fortifica la scorza E chiesi al vento: aiutami a volare Domandò: e dove vorres...
Post
06/01/2022 15:29:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    10

HO LASCIATO A CASA TUA

26 dicembre 2021 ore 14:51 segnala


Ho lasciato cd e libri a casa tua.
Penso sia stata una buona idea.
Insieme ai tuoi peluche e le nostre foto.
Sempre mi danno un senso di vuoto.
Lascio la vita vissuta e il tempo sprecato.
E il tuo canarino ammaestrato.
Lascio la gioventù, il nostro tempo migliore.
Con i ricordi, sempre un po’ si muore.
Lascio i viaggi fatti insieme, e quelli sulla carta.
Son certo, questa vita è troppo corta!
Ho lasciato la pelle d’oca, i silenzi ed i sorrisi.
In una vita a due, sempre si rischia la crisi,
quando a momenti sereni segue la monotonia
che riesce a cancellar qualsiasi gioia.
Lascio quella sera che non ci parlammo
e anche quell’altra in cui non ci capimmo.
Ho lasciato l’abat jour in legno d’ulivo
e il portachiavi con la Citroen squalo.
Ho lasciato i rimpianti ed i rimorsi,
il disordine, la chitarra ed i discorsi,
i nostri sogni, i baci e le speranze,
gli errori, l’oblio e le mancanze.
Quella notte in guardia medica, distrutti,
per il figlio che rimase fra i progetti.
Noi due senza radici, stranieri in ogni luogo.
I profumi, i tuoi cameo. Scusa lo sfogo.
Ho lasciato l’ultimo abbraccio sul letto d’ospedale,
divorata dal male. Ormai, non eri da operare.
Ho lasciato tutto questo perché non mi manca
quanto la tua voce che batte e non mi stanca.
c21d36ad-60af-4fad-8645-3cf0435e1296
« immagine » Ho lasciato cd e libri a casa tua. Penso sia stata una buona idea. Insieme ai tuoi peluche e le nostre foto. Sempre mi danno un senso di vuoto. Lascio la vita vissuta e il tempo sprecato. E il tuo canarino ammaestrato. Lascio la gioventù, il nostro tempo migliore. Con i ricordi, sem...
Post
26/12/2021 14:51:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    8