Non mi stavo sbagliando......

28 giugno 2009 ore 00:31 segnala

Non volevo crederci, invece non mi stavo sbagliando............Quando ti accorgi, che una cosa che ti ha fatto sentire bene, in qualche modo prenda una piega che non ti aspetti , li per li non gli dai peso, pensi sia una tua idea magari dettata da un momento negativo, ma ragionando a mente fredda realizzi che e' proprio cosi'; continui magari a non volerci credere, continui a dirti che ti stai sbagliando, invece.......e' proprio cosi'! Devo imparare a fidarmi un po di meno, in generale intendo, ed a fidarmi un po' di piu' del mio istinto, che spesso mi da ragione. Si dice che le cose sia belle che brutte, abbiano tutte un inizio ed una fine, e' inevitabile, ma che delusione comunque..........Peccato.

" MEGLIO LA CARA VECCHIA ITALIA......."

05 giugno 2009 ore 20:40 segnala

Ciao a tutti........dopo una decina di giorni in terra anglosassone, passati a confrontarmi professionalmente e culturalmente con colleghi di tutto il mondo, e dopo aver perso circa cinque chilogrammi di peso ( e non per il lavoro ......:nonono  ), sono finalmente rientrato in patria, nel primo pomeriggio. Esperienza costruttiva e credo fondamentale , in funzione delle mie future e probabili opportunita' professionali. Giorni intensi e lunghissimi ; dedicati piu' che altro ad apprendere da chi ne sa piu' di me, ma anche a cercare di capire i differenti per cosi' dire, gradi di cultura e di preparazione degli altri partecipanti al Master.  Sono riuscito a sopravvivere ( per quanto riguarda il sostentamento :-)))  ), nonostante a volte il mio alter ego interiore, mi dicesse : " Ma come fai a ingurgitare quella roba..........!!!!!!!!! . Comunque sia la gita e' finita, si chiude baracca e burattini. Un pensiero e un ringraziamento alla cara Sabina, come sempre paziente e discreta con il sottoscritto, qualita' sempre piu' rare da trovare nel genere umano.  Volete mettere, la cara e vecchia Italia con i suoi problemi e le sue contraddizioni......

Un saluto a chi passera' di qui :bye

" DI NUOVO A SCUOLA ......"

24 maggio 2009 ore 20:38 segnala

Oggi per me, primo giorno in Inghilterra, a Londra per un Master della durata di dieci giorni riguardante nuove tecniche di Impiantologia ventricolare. Ci tenevo ad esserci ; essendo un corso a numero chiuso, mi sono dato un gran dafare per preparare la relazione, che se approvata mi avrebbe consentito di accedere e di fare qualcosa di diverso e di intrigante, per cio' che concerne il futuro nell'ambito del mio lavoro. Qui c'e' un caldo umido quasi come a Milano; il mangiare non e' il massimo ma credo che sopravvivero' :mmm . Fortunatamente, avendo il portatile appresso, riesco a collegarmi tramite Msn con la mia carissima Patatina, una donna eccezzionale conosciuta qui in chat, con cui intrattengo uno splendido rapporto di amicizia. Ora mi preparo per andare a cena ; stasera un collega di qui, ci porta in un locale italiano nel quartiere italiano di Soho.

Un saluto a tutti i frequentatori del blog, ed un saluto particolare alla mia amica Patatina ; non scordarti di prendere le medicine, se no non ti contatto piu' capito ? :-)))

P.S. E dai un bacio al cucciolo.........:bye

PENSAVO FOSSE DIVERSO............

23 maggio 2009 ore 00:19 segnala

Quando ho deciso di iscrivermi a questo sito, e quindi di crearmi il profilo, l'ho fatto senza avere uno scopo ben preciso ; doveva essere per me un momento di svago, un modo diverso  per fare nuove conoscenze, per sperimentre la cosiddetta " CHAT ".  Mi aveva incuriosito in modo particolare, sentire parlare di blog ; quindi avendone la possibilita', mi sono creato quel piccolo spazio tutto mio dove ognuno di noi puo' scrivere cio' che gli passa per la testa, dando a chi ne fosse interessato non solo il modo di leggere, ma anche di esprimersi su quello che viene scritto. Devo dire che questa ultima esperienza, tutto sommato e' stata positiva ; la quasi totalita' di coloro che hanno letto nel mio spazio, si sono dimostrati sensibili, sapendo leggere nello specifico cio' che avevo scritto, Come dico io " SAPER LEGGERE TRA LE RIGHE ". La vera delusione invece, si e' rivelata l'altra parte del sito, quella che da modo al''utente di conoscere nello specifico le persone iscritte, ed eventualmente di intrattenere rapporti tramite messaggeria interna ed accessori annessi. Qui,  il risultato per me  e' stato assai deludente; gente che ti contatta senza farsi vedere in volto, scrivendoti spesso un mucchio di stupidaggini, minorenni ( maschi e femmine ) senza pudore e senza contegno, e badate bene che non sono un moralista anzi, personaggi che ti contattano scrivendoti che sperano in una tua risposta, e quando cortesemente tu lo fai non si fanno piu' sentire. Tutto questo io lo chiamo " GIUNGLA ". Ma il vero problema che ho riscontrato in questo periodo di permanenza sul sito, e' la paura e la rabbia repressa di gran parte dei frequentatori di questa comunita'. Quando parli in chat con una persona, percepisci sin dai primi istanti una diffidenza unita ad un senso di frustrazione e di rabbia, che personalmente mi lascia allibito; ma che ci viene a fare la gente in posti come questo ? Difficile rispondere, anche se io un'idea me la sono fatta, e non credo sia il caso di dirla anche perche' e' una cosa mia soggettiva. Per fortuna non tutti gli iscritti sono uguali, esiste anche la gente giusta, ma e' in minoranza. Che dire poi degli ideatori della bacheca ? La bacheca dovrebbe servire per scriverci quello che ti passa per la testa, in modo che chi legge si faccia una prima idea se interessato,su chi sia l'eventuale prossimo contatto. Ebbene qualsiasi cosa io abbia scritto, ho sempre trovato l'idiota di turno ( spesso analfabeta e cafone ) a cui non stava bene il MIO pensiero ; questo a rimarcare l'ignoranza e la frustrazione che aleggia preoccupante. Una delusione insomma..........credo che presto rimuovero' il profilo, di gente cosi' ne incontro gia' durante la giornata, senza rovinarmi la sera quel paio d'ore che pensavo fossero divertenti e rilassanti.

" NON SO COSA FARE........"

12 maggio 2009 ore 15:12 segnala

Come si puo', portare avanti un discorso con una donna splendida conosciuta qui, con cui anche senza esserti mai incontrato ti ci trovi bene, ore ed ore passate al telefono, non vedendo l'ora che termini il lavoro ( perche' la tua testa e' sempre  la' ) insomma la persona ok, quando cio che non ti aspetti, ti piomba addosso all'improvviso e ti rivolta come un lenzuolo ? E' dura..........non immaginavo quanto :-(  ; le giornate di colpo diventano vuote, manca quella magia che ti fa stare bene, manca tutto...........

E la sera non vorresti arrivasse mai, la sera....con i suoi silenzi che sono schiaffi, guardi l'ora e vorresti fosse gia' mattina, vorresti che il giorno precedente non fosse mai finito. E la tua testa e' sempre la, da quella donna che hai ferito, lei che ci contava come te..........

Non so cosa fare............mi manca

 

 

" NON CREDEVO FINISSE COSI'............"

05 maggio 2009 ore 12:41 segnala
Oggi, una parte di me, mi ha lasciato per sempre..........Questa mattina, ci sono state le esequie della mia ex moglie. Anche se non vivevamo piu' insieme da ormai molti anni, provavo un profondo sentimento di affetto nei suoi confronti, in parte dovuto al fatto che lei  combattesse da parecchio tempo, contro una malattia subdola, che ne sono certo ha contribuito a deteriorare il nostro rapporto.  Non essendo in buoni rapporti con i suoi genitori, e per non alimentare ulteriormente una situazione di conflitto tra di noi, ho dovuto mio malgrado assistere al rito funebre standomene in disparte come un perfetto sconosciuto. Ho provato un dolore indescrivibile mentre tumulavano la salma, nel vedermi negato l'ultimo saluto alla donna che avevo amato, ed a cui volevo ancora bene........Come si puo' cancellare con un colpo di spugna, gli anni vissuti insieme ?  Non e' possibile.........Spero che ora Federica, riesca finalmente a trovare quella pace che non e' riuscita ad avere nella sua breve vita, credo in parte anche per colpa mia.

Stasera sono a terra.............

17 marzo 2009 ore 21:45 segnala

Nel tardo pomeriggio, mentre nel mio ufficio stavo controllando il decorso post-operatorio di alcuni pazienti da me curati, ho ricevuto la visita di una signora che bussando alla porta, in lacrime mi ha detto che il marito da me operato nel mese di Novembre 2008, era deceduto la scorsa settimana nell'Ospedale di Rimini dopo essere stato investito da un'auto vicino ad un semaforo. Era venuta a ringraziarmi, accompagnata dal figlio, per tutto cio' che avevo fatto cercando di rimettere in sesto il cuore malato del marito. Dicendomi che si sentiva di nuovo bene e che aveva ripreso la vita di sempre, insomma che era contento e con lui i famigliari. Ci sono rimasto male, davvero, e facendo loro le condoglianze, ho pensato quanto a volte la vita sia strana; quell'uomo si era presentato da me la prima volta, dopo avere a stento superato un infarto, con il suo motore che dava ogni giorno di piu' segni di cedimento. Avevo subito capito leggendo i referti dei colleghi, e  guardando negli occhi la moglie, che non c'era tempo da perdere; bisognava intervenire subito, e cosi' e' stato infatti...... Grazie alla tempra forte di quell'uomo, l'intervento benche' delicato era perfettamente riuscito, bisognava solo aspettare e vedere come avrebbe reagito il suo fisico, considerando che il paziente aveva superato i settanta anni. Era stato in seguito dimesso per l'esito ottimo del decorso post intervento; ci saremmo dovuti vedere per la visita di controllo, nel mese di aprile. Purtroppo non sara' possibile, e questo mi da un senso di frustrazione inspiegabile. Ho fatto il possibile per quell'uomo ( come del resto l'etica mi impone per qualsiasi persona ), e il destino ha scombinato tutto ! Lo so che io non ho colpe, ma sono con il morale a terra lo stesso........! Stasera ci dormiro' sopra, non posso fare altro anche perche' il lavoro domani mi attende; altri motori aspettano di essere rimessi in sesto, con ansia.........

Ciao a tutti e mi scuso per questo post carico di tristezza...........:bye

UNA PERSONA " VERA "

18 febbraio 2009 ore 00:22 segnala

Ho avuto modo di conoscere anche se solo telefonicamente, un blogger che e' venuto a farmi visita qui sul blog  giorni addietro. Una di quelle persone che oltre ad avere la testa la sanno usare, qualita' rara al giorno d'oggi. Non sto a dirvi chi sia, non e' cosi' importante ( anche se la foto a corredo del post vi puo' aiutare a capire chi sia la persona in questione ). Se capirete a chi mi riferisco, visitate il suo blog, ne vale la pena credetemi.

Ciao a tutti i visitatori, ed un saluto particolare a Tiziana.

" TROPPO FACILE PARLARE......."

07 febbraio 2009 ore 16:05 segnala
In questi giorni, tiene banco la triste vicenda  di Eluana Englaro, penso sappiate tutti chi sia. Giornali, televisioni e compagnia bella, fanno a gara per accaparrarsi presunti portatori di verita' ; tutti bravi a dire se sia giusta o sbagliata, la sentenza della Cassazione che non fa altro che permettere al padre della ragazza, di porre fine ad uno strazio che si protrae oramai da diciassette anni. Per qualcuno la cosa sembra giusta; per altri il padre compierebbe un delitto. Addirittura l'equipe medica di Udine, che si e' fatta carico di tale drammatica incombenza, e' stata marchiata come una banda di criminali senza anima, incuranti di cio' che rappresenta la vita umana. Ma tutti questi signori, perbenisti e falsi moralisti, cosa ne sanno della vita umana ? Come possono arrogarsi il diritto di esprimere un giudizio, su di un argomento molto delicato e di cui tuttavia loro non ne sanno nulla ? Sentendo i loro discorsi, come dottore mi sento infangato ed umiliato con troppa facilita'; sentir dire che " TANTO ELUANA NON E' FIGLIA LORO , E PER QUEI DOTTORI IN FONDO NON E' POI COSI' DIFFICILE STACCARE LA SPINA ", rappresenta per me, ma credo per la grande maggioranza dei medici di tutt'Italia, un'offesa alla nostra etica, morale e professionale. Ora non so se io riuscirei a compiere quel gesto; privare della vita un essere umano ( se si puo' chiamare vita quella di Eluana ) non dev'essere facile. Molto serenamente credo che , se veramente quell'atto verra' fatto, lasciera' un segno indelebile nella coscienza di quei colleghi, a prescindere di cosa ne dira' la gente. Se il padre di Eluana e' arrivato al punto di voler prendere tale decisione, credo che umanamente una ragione ci sia. Vedere la propria figlia senza poterle parlare, dev'essere un tormento che va al di la' di cio che ne pensano gli altri. Clinicamente Eluana e' morta, su questo non ci sono dubbi; non ho personalmente mai visto nessuno tornare indietro da una situazione simile ; sarebbe un miracolo, ed io non credo ai miracoli.....un medico non puo' permetterselo, giusto o sbagliato che sia !