Pomodori verdi fritti

05 settembre 2020 ore 13:44 segnala


Un antipasto o un secondo che porta in tavola l'estate con allegria e gusto.
I pomodori verdi fritti sono una ricetta facile da condividere in famiglia o con amici.
Essendo fritti, non esagerate con le quantità.

In ogni versione il pomodoro regala profumi e sapori diversi, dando il meglio di sè.
Per un pranzo o una cena estiva provate i pomodori verdi fritti: divenuti
famosi grazie al film "Pomodori verdi fritti alla fermata del treno", sono una vera bontà, che non dimenticherete.
Da servire come antipasto sfizioso o contorno.
Sono molto popolari nel sud degli Stati Uniti e sono un piatto povero che dà però grande soddisfazione al palato.
I pomodori verdi, da non confondere con la versione acerba di quelli rossi, sono sodi e privi di semi.
Abbiate cura di tagliarli a fette abbastanza spesse: sarà più facile impanarli come fossero delle piccole cotolette che poi friggerete.
Croccanti ma con un cuore tenero, per farli a regola d'arte seguite i nostri passaggi.
Il segreto è nella doppia panatura.
Friggeteli pochi alla volta e serviteli ben caldi.
Potete accompagnarli con una salsa agrodolce o con della maionese.
Il pomodoro è un ortaggio estivo molto versatile.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 20 MIN
LUOGO RIPOSO: A TEMPERATURA AMBIENTE
TEMPO RIPOSO: 30 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 6 pomodori verdi
• 2 uova
• farina 00 qb
• farina fioretto di mais qb
• olio di semi di arachidi per friggere
• sale
• pepe

COME PREPARARE: POMODORI VERDI FRITTI

1
Lavate i pomodori, asciugateli e privateli del picciolo.
Tagliateli a fette spesse (di circa 1 cm) e ponetele in uno scolapasta con
del sale grosso in modo che perdano la loro acqua di vegetazione.
Fatele riposare per 30 minuti almeno, quindi sciacquatele e tamponatele con carta da cucina.
Passatele prima in un piatto con le uova sbattute con il sale e il pepe e poi nel mix di farina 00 e fioretto di mais in parti uguali.





2
Passate i pomodori nuovamente nell'uovo e poi nelle farine in modo da fare una doppia panatura.
Friggeteli, pochi alla volta, in olio di arachidi a 170°, facendoli dorare da entrambi i lati.
Scolateli con un mestolo forato e lasciateli asciugare su carta da cucina.
Serviteli subito.



88ffae07-d543-4cce-a864-05cc58b6f2ae
« immagine » Un antipasto o un secondo che porta in tavola l'estate con allegria e gusto. I pomodori verdi fritti sono una ricetta facile da condividere in famiglia o con amici. Essendo fritti, non esagerate con le quantità. In ogni versione il pomodoro regala profumi e sapori diversi, dando i...
Post
05/09/2020 13:44:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Carote arrostite con mirtilli rossi

30 luglio 2020 ore 09:06 segnala


Le carote arrostite con mirtilli rossi sono un contorno originale nella presentazione come nel gusto.
Perfette da servire durante una cena tra amici, prevedono una ricetta facile e piuttosto veloce.
Un piatto sano ricco di sapore, grazie al miele, l'origano, la menta e il limone.

INTRODUZIONE

Le carote arrostite con mirtilli rossi sono un contorno originale: una ricetta che coniuga con successo la dolcezza delle carote con quella del miele e con l'asprigno dei mirtilli rossi.
Una pietanza alla portata di tutti, da servire a una cena tra amici.
Le carote sono ricche in beta-carotene, un pigmento vegetale che le rende ottima fonte di vitamina A e valido aiuto per la salute della vista e della pelle.
Grazie al loro caratteristico sapore sono ottime crude nelle insalate miste.
Cotte sono un ingrediente versatile alla base di tantissime preparazioni, oltre a dar vita a zuppe e contorni gustosi.
La versatilità della carota si dimostra con successo anche nella preparazione di golosi dessert.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 25 MIN-30 MIN
PORZIONI: 6 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 500 g di carote non troppo grosse
• 60 g di mirtilli rossi disidratati
• 60 g di miele fluido
• la scorza di 1 limone
• origano secco
• menta fresca
• 1 spicchio d'aglio
• olio extravergine di oliva
• 40 g di mandorle a lamelle
• sale
• pepe

COME PREPARARE: CAROTE ARROSTITE CON MIRTILLI ROSSI

1
Lavate e asciugate le carote, sbucciatele con un pelapatate e tagliatele a metà nel senso della lunghezza.
Qualora fossero molto grosse tagliatele a spicchi.
Trasferitele in una teglia foderata di carta forno disponendole una di fianco all'altra, in modo che non risultino troppo sovrapposte.
In una ciotolina raccogliete 2-3 cucchiai di olio con l'aglio a fettine, la scorza di limone grattugiata finemente, origano e menta a piacere, sale, pepe e il miele.
Mescolate il tutto molto bene e utilizzate questa emulsione per condire le carote, usando un pennello da cucina per assicurarsi di coprirle in maniera uniforme.
Distribuite in superficie i mirtilli rossi.





2
Cuocetele in forno già caldo a 200° per 25-30 minuti o fino a quando saranno dorate e tenere.
Nel frattempo fate tostare le mandorle a lamelle in un padellino antiaderente.
Sfornate le carote arrostite con i mirtilli rossi, trasferitele su un piatto da portata e completate con le mandorle a lamelle.



5a0b7fcf-d003-43b5-91ce-d2b1fe1a2927
« immagine » Le carote arrostite con mirtilli rossi sono un contorno originale nella presentazione come nel gusto. Perfette da servire durante una cena tra amici, prevedono una ricetta facile e piuttosto veloce. Un piatto sano ricco di sapore, grazie al miele, l'origano, la menta e il limone. ...
Post
30/07/2020 09:06:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Cacio, pepe e finocchietto

17 febbraio 2020 ore 02:21 segnala


Cacio, pepe e finocchietto è un primo piatto della tradizione popolare rivisitato. Una ricetta gustosa la cui caratteristica principale è la cottura a risotto della pasta corta.
Un procedimento che richiede un filo di attenzione ma garantisce una consistenza molto morbida e cremosa al piatto.

INTRODUZIONE

Questi fusilli cacio, pepe e finocchietto sono un chiaro omaggio ad un primo iconico della cucina tradizionale e popolare: gli Spaghetti cacio e pepe.
La differenza principale, rispetto alla ricetta classica, è nella modalità di cottura della pasta: invece di lessare i fusilli in acqua bollente e scolarli parzialmente, si è scelto di cuocerli come se fossero un risotto.
Il segreto della pasta risottata è quello di cuocere la pasta in poca acqua calda, aggiunta poco per volta mano a mano che la precedente viene assorbita.
In questo modo l’amido contenuto nella pasta si lega perfettamente con il condimento, qui pochissimo olio extravergine di oliva e il formaggio pecorino, per una vera a propria mantecatura.
Semplice.
Attenzione solo al fatto che il formaggio non deve filare, mantenete quindi la temperatura dell'acqua ad un livello di preebollizione.
E per rendere il piatto ancora più gustoso potete impiegare del Brodo vegetale come liquido di cottura.


ESECUZIONE RICETTA: MEDIA
TEMPO PREPARAZIONE: 10 MIN
TEMPO COTTURA: 10 MIN-12 MIN
PORZIONI. 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 320 g di fusilli
• 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
• 50 g di pecorino romano grattugiato
• pepe nero
• finocchietto fresco

COME PREPARARE: CACIO, PEPE E FINOCCHIETTO

1
Per preparare la pasta cacio, pepe e finocchietto fate scaldare un cucchiaio d’olio in una padella antiaderente e piuttosto larga.
Aggiungete la pasta cruda, mescolate e versate un mestolo di acqua calda.
Quando l'acqua è stata completamente assorbita procedere aggiungendo un altro mestolo di acqua e così via: procedete nello stesso modo fino alla cottura della pasta.





2
Quando la pasta è cotta al dente, fuori dal fuoco, unite il formaggio grattugiato.
Mantecatelo con la pasta fino a quando diventerà una crema, aggiungete un'abbondante macinata di pepe e mescolate molto bene.





3
Unite il finocchietto, impiattate e servite subito la pasta cacio, pepe e finocchietto.

64383853-6373-480b-bd21-c05eef17e141
« immagine » Cacio, pepe e finocchietto è un primo piatto della tradizione popolare rivisitato. Una ricetta gustosa la cui caratteristica principale è la cottura a risotto della pasta corta. Un procedimento che richiede un filo di attenzione ma garantisce una consistenza molto morbida e cremosa ...
Post
17/02/2020 02:21:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Penne all'arrabbiata

12 dicembre 2019 ore 10:35 segnala


Grande classico della cucina popolare romana, le penne all'arrabbiata sono un primo piatto gustoso dal sapore piacevolmente piccante che è sinonimo di convivialità. Ecco la ricetta, facile e veloce da realizzare, e un paio di accorgimenti che ne garantiscono il successo.

INTRODUZIONE

Le penne all'arrabbiata si possono considerare un "grande classico" da proporre in tavola, adatto ad ogni stagione ed occasione: dal pranzo veloce in famiglia alla cena conviviale con un gruppo di amici.
Pochi e semplici passaggi per una ricetta facile, un sapore piacevolmente piccante dal successo garantito.
L'origine è popolare: le penne o pennette all'arrabbiata sono un primo tradizionale della cucina romana e laziale.
Davvero esigua la lista degli ingredienti, ovviamente semplici e locali, per un piatto che è ormai famoso in tutto il mondo.
Come sempre accade, nel corso del tempo la ricetta ha accolto diverse interpretazioni, fermo restando che è d'obbligo la presenza di un po' di peperoncino che ne giustifica il nome.
Nella nostra versione della pasta all'arrabbiata proponiamo penne rigate, pomodori freschi e belli maturi, peperoncino anch'esso fresco e una spolverata di prezzemolo tritato.
Il formaggio?
Un pecorino romano saporito.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE. 10 MIN
TEMPO COTTURA. 10 MIN

INGREDIENTI:

• 5 pomodori San Marzano maturi
• 320 g di penne rigate
• 1 peperoncino rosso
• 1 spicchio d'aglio
• olio extravergine di oliva
• prezzemolo tritato
• pecorino romano
• sale

COME PREPARARE: PENNE ALL'ARRABBIATA

1
Realizzate il condimento delle penne all'arrabbiata mentre l'acqua bolle e la pasta cuoce.
Mettete in una padella 2-3 cucchiai di olio, lo spicchio d'aglio schiacciato e il peperoncino tagliuzzato, dopo averne tolti tutti i semi.
La fiamma dovrà essere moderata, l'olio deve insaporirsi ma non bruciare.
Tagliate i pomodori a metà, eliminate i semi e quindi riduceteli a cubetti.





2
Levate l'aglio dalla padella e versatevi i cubetti di pomodoro.
Fateli scaldare per qualche minuto fino a quando otterrete una salsa leggera e ancora ben colorita.
Una volta che le penne sono cotte al dente, scolatele e versatele direttamente sulla salsa.





3
Mescolate bene in modo che la pasta sia condita in maniera uniforme quindi unite un giro d'olio crudo.
Impiattate, completate con un po' di prezzemolo, pecorino grattugiato a piacere e servite subito le penne all'arrabbiata.



44d514b5-1c76-479b-8654-f4687bef7077
« immagine » Grande classico della cucina popolare romana, le penne all'arrabbiata sono un primo piatto gustoso dal sapore piacevolmente piccante che è sinonimo di convivialità. Ecco la ricetta, facile e veloce da realizzare, e un paio di accorgimenti che ne garantiscono il successo. INTRODUZION...
Post
12/12/2019 10:35:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Peperonata

07 novembre 2019 ore 11:27 segnala




La peperonata è uno tra i più classici contorni estivi.

Semplice e colorata, a base di peperoni, cipolla e pomodoro, accompagna con gusto secondi di carne e pesce.

Servita fredda con un tagliere di formaggi e salumi misti è un antipasto irresistibile.



INTRODUZIONE



La peperonata è uno dei contorni più classici, probabilmente ogni famiglia italiana custodisce la propria ricetta e per quanto sia a base di pochi ingredienti semplici come peperoni, cipolla e pomodori, ne esistono parecchie versioni.

Quella che vi proponiamo prevede di abbrustolire i peperoni in forno per poi stufarli in padella con il resto degli ingredienti, una volta spellati.

Il risultato è una pietanza più digeribile, ottima gustata calda o tiepida insieme a secondi piatti di carne arrosto e alla griglia.

D'estate poi è particolarmente buona fredda, con formaggi, salumi e pane fresco.

I peperoni contengono una buona quantità di vitamine, mangiando una porzione di peperoni gialli, rossi e verdi vi assicurate vitamina C, B e protovitamina A.

Sono anche una discreta fonte di potassio e poverissimi in calorie.

Quando li acquistate sceglieteli ben sodi e come sempre cercate di consumarli più freschi possibile.



ESECUZIONE RICETTA: FACILE

TEMPO PREPARAZIONE: 20 MIN

TEMPO COTTURA: 45 MIN

PORZIONI: 4 PORZIONI



INGREDIENTI:



4 peperoni di vario colore (2 rossi, 1 giallo, 1 verde)
1 cipolla
200 g di passata di pomodoro
1 spicchio d'aglio
olio extravergine di oliva
sale


COME PREPARARE: PEPERONATA



1

Lavate i peperoni scelti per la vostra peperonata e disponeteli su una teglia ricoperta di carta da forno.

Trasferiteli nel forno già caldo a 180° e fateli cuocere per 15-20 minuti, girandoli di tanto in tanto perché cuociano in maniera uniforme.

Quando saranno cotti lasciateli intiepidire appena e quindi spellateli, eliminate semi e filamenti e tagliateli a falde.











2

In una padella antiaderente piuttosto larga fate scaldare quattro cucchiai d'olio insieme all'aglio e alla cipolla tagliata a fettine.

Dopo un paio di minuti aggiungete i peperoni.

Fateli insaporire per qualche minuto quindi togliete lo spicchio d'aglio e unite la

passata di pomodoro.











3

Mescolate bene, salate, quindi lasciate cuocere a fiamma dolce per circa 20 minuti.

Togliete dal fuoco e servite la peperonata







4649f260-3d56-45d6-aeb1-173d1fb54beb
« immagine » La peperonata è uno tra i più classici contorni estivi. Semplice e colorata, a base di peperoni, cipolla e pomodoro, accompagna con gusto secondi di carne e pesce. Servita fredda con un tagliere di formaggi e salumi misti è un antipasto irresistibile. INTRODUZIONE La pepero...
Post
07/11/2019 11:27:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo

18 ottobre 2019 ore 20:36 segnala


Linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo: un primo piatto di pasta che si prepara in poco tempo e con facilità.
La dolcezza dei pomodori e la sapidità del prosciutto rendono questa ricetta gradevolissima nella sua semplicità.
Un tocco originale per un pranzo veloce alla portata di tutti.

INTRODUZIONE

Due soli ingredienti per il condimento delle linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo, una ricetta sfiziosa nella sua semplicità.
Si tratta di una di quelle ricette velocissime da realizzare, con una super dose di soddisfazione finale: il condimento infatti si prepara in poche e semplici mosse
durante la cottura della pasta.
E una volta scolate, le linguine vanno saltate brevemente per insaporirsi.
Ideali per un pranzo veloce in famiglia o una cena tra amici prima di uscire la sera, da inserire di diritto nella selezione dei 20 primi piatti pronti in 30 minuti.
I pomodori gialli, coltivati soprattutto nelle versioni datterino e ciliegino color oro, sono molto dolci e meno acidi dei parenti rossi.
Vanno consumati entro pochi giorni dalla raccolta e sono ovviamente più rari da trovare, il che può sembrare un paradosso visto che i primi pomodori importati dalle Americhe e coltivati alle nostre latitudini erano proprio di quel colore.
La loro spiccata dolcezza li rende gradevolissimi accompagnati alla sapidità del prosciutto crudo.
Le linguine si adattano particolarmente bene ai sughi saporiti.


ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
TEMPO COTTURA: 20 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 320 g di linguine
• 200 g di pomodori gialli
• 150 g di prosciutto crudo in una sola fetta
• 1 cucchiaino di zucchero
• olio extravergine di oliva
• sale
• pepe nero

COME PREPARARE: LINGUINE CON POMODORI GIALLI E PROSCIUTTO CRUDO

1
Per realizzare le linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo iniziate a lavare bene i pomodorini dopo aver messo a bollire una capiente pentola piena d'acqua.
Tagliateli a pezzetti e strizzateli leggermente, eliminando gran parte dei semini. Metteteli in una padella piuttosto larga, preferibilmente antiaderente, con poco olio.
Unite una presa di sale e lo zucchero e fateli andare su fuoco medio per circa 5 minuti.





2
Nel frattempo, e mentre la pasta cuoce, riducete il prosciutto a cubettini.
Scolate le linguine piuttosto al dente e trasferitele direttamente nella padella con i pomodorini.
Fate saltare per qualche minuto, finché i pomodori saranno morbidi e parzialmente disfatti.
Se necessario unite un po' d'acqua di cottura della pasta, per mantenere morbido il condimento.





3
Spegnete il fuoco, unite i cubetti di prosciutto e mescolate velocemente.
Impiattate subito le linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo e servite.

3436b486-55d7-48ab-a040-5eadf629550a
« immagine » Linguine con pomodori gialli e prosciutto crudo: un primo piatto di pasta che si prepara in poco tempo e con facilità. La dolcezza dei pomodori e la sapidità del prosciutto rendono questa ricetta gradevolissima nella sua semplicità. Un tocco originale per un pranzo veloce alla port...
Post
18/10/2019 20:36:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14
  • commenti
    comment
    Comment

Spritz

04 ottobre 2019 ore 19:37 segnala


Un cocktail dal colore inconfondibile e conosciuto in tutto il mondo come simbolo dell'aperitivo: è lo Spritz.
Amato da molti perché è leggero, con una gradazione alcolica contenuta e dal gusto personalizzabile a seconda dell'amaro che si sceglie.
Ecco la ricetta, facilissima, per preparare lo Spritz a casa, con le dritte di un barman professionista.

Abbiamo chiesto a Federico Volpe, Bar Manager del locale Dry Milano, di preparare con noi la ricetta dello Spritz, o meglio dell'Aperol Spritz, codificato dal 2011 come Italian Spritz o Venetian Spritz.
L' Aperol Spritz è infatti la famosa versione dello Spritz che ha origini controverse.

Ecco cosa c'è da sapere su questo cocktail da aperitivo celebre in tutto il mondo: il bicchiere da usare, gli ingredienti, qualche accortezza e curiosità.
Seguite passo passo la ricetta per preparare l'Aperol Spritz a casa: vi bastano solo 5 minuti.
Gli ingredienti sono davvero facili da reperire: 3 parti di Prosecco, 2 di liquore e un po’ di soda.
Noi abbiamo usato l'Aperol, ma potete sostituirlo con un altro liquore bitter.
Un consiglio: versate subito il ghiaccio nel bicchiere, in questo modo il Prosecco conserverà meglio la sua parte frizzante.
Qualche curiosità sulla storia dello Spritz: si racconta sia stato creato dai soldati austriaci di stanza in Triveneto nell'Ottocento, durante l'occupazione negli
anni precedenti all'Unità d'Italia; infatti le truppe austriache non erano abituate al tenore alcolico dei vini veneti, che invece gli autoctoni ben sopportavano per
tradizione e abitudini culturali.
Non a caso, il nome Spritz rimanda al verbo tedesco spritzen, equivalente di "spruzzare", che indica appunto l'azione dell'allungamento del vino con l'acqua gasata usando la vecchia pistola da selz.
La ricetta originale dello Spritz, risalente agli anni '20-30 e contesa tra Padova, Venezia e Treviso (terra di Prosecco) prevede quindi pari quantità di soda e vino bianco, da non confondere con la ben più famosa variante con l'Aperol, che vi mostriamo noi.
L'Aperol Spritz si diffonde negli anni '40-50, prima a Venezia e poi a Padova: lo Spritz, preparato con il vino veneto bianco frizzante e acqua gasata, inizia ad essere macchiato con una dose di liquore dal tipico colore arancio.
L'Aperol, aperitivo alcolico bitter, marchio di Campari dal 2003, nasce infatti a Bassano del Grappa nel 1919 (poi presentato alla Fiera di Padova) ad opera dei fratelli Barbieri.
Anche sul bicchere da usare per servire lo Spritz ci sono più versioni: chi dice che va usato il tumbler basso (come ha fatto Federico Volpe del Dry Milano), chi il
tumbler alto o il bicchiere da vino bianco.
Lo Spritz è il cocktail da aperitivo per eccellenza.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 5 MIN
PORZIONI: 1 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 3 parti di Prosecco
• 2 parti di Aperol o altro liquore bitter come Campari o Select
• 1 spruzzo di Seltz o Soda
• fetta di arancia

COME PREPARARE: SPRITZ

1
Per preparare la ricetta facilissima dello Spritz versate il Prosecco nel bicchiere già riempito di ghiaccio in cubetti.





2
Aggiungete a questo punto l'Aperol e la soda.





3
Completate il drink guarnendolo con una fettina di arancia, che potete aggiungere con l'aiuto di una pinza da cucina.
Salute!



43f56c36-be19-4595-be1f-ac8addcad823
« immagine » Un cocktail dal colore inconfondibile e conosciuto in tutto il mondo come simbolo dell'aperitivo: è lo Spritz. Amato da molti perché è leggero, con una gradazione alcolica contenuta e dal gusto personalizzabile a seconda dell'amaro che si sceglie. Ecco la ricetta, facilissima, per ...
Post
04/10/2019 19:37:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Insalata di pesche

17 settembre 2019 ore 10:52 segnala


L'insalata di pesche propone con gusto il felice accostamento tra frutta e ortaggi. Si realizza in poco tempo ed è sana e leggera: dolci pesche succose, indivia riccia piacevolmente amara, una lattuga aromatica come la lollo rossa e gherigli di noce. La ricetta perfetta per un pranzo estivo.

INTRODUZIONE

L'abbondanza di frutta e ortaggi estivi invita più che mai a giocare con la creatività in cucina.
E le insalate sono senza dubbio le pietanze che meglio si prestano a colorati mix di gusto.
L'insalata di pesche con indivia riccia, lollo rossa e noci è un piatto sfizioso e invitante che si prepara in pochissimo tempo.
Combina la dolcezza delle pesche con la consistenza croccante e il sapore amarognolo dell'indivia riccia e il gusto intenso della lattuga lollo rossa.
L'abbiamo "condita" con yogurt magro, sale e pepe rendendola particolarmente leggera e ideale come fresco contorno, è ottima con il Petto di pollo al forno o alla griglia, o come antipasto.
L'aggiunta di un filo d'olio extravergine e qualche goccia di sciroppo d'acero, invece, la rendono un piatto unico veloce adatto alle giornate molto calde, magari di ritorno dalla spiaggia.
La frutta servita con verdura, pesce e carne dona alle ricette un tocco sempre fresco e originale.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
PORZIONI: 4 PORZIONI

INGREDIENTI:

• 3 pesche gialle
• 1 cespo di lollo rossa
• 1 cespo di indivia riccia
• 100 g di gherigli di noce
• 1 vasetto di yogurt magro
• sale
• pepe


COME PREPARARE: INSALATA DI PESCHE

1
Preparare l'insalata di pesche è molto semplice.
Lavate e asciugate bene le foglie di insalata. Spezzettate con le mani l'indivia
riccia e disponetela in una ciotola quindi unitevi le foglie di lollo rossa.





2
Lavate e sbucciate le pesche tagliandole poi a spicchi non troppo grossi.
Disponeteli sulle insalate, salate e pepate.
Versate quindi lo yogurt a filo e completate con i gherigli di noce spezzettati.





3
Mescolate con delicatezza e servite subito l'insalata di pesche.

3481f76f-d6ac-44f6-8a84-bd1ba9a47678
« immagine » L'insalata di pesche propone con gusto il felice accostamento tra frutta e ortaggi. Si realizza in poco tempo ed è sana e leggera: dolci pesche succose, indivia riccia piacevolmente amara, una lattuga aromatica come la lollo rossa e gherigli di noce. La ricetta perfetta per un pranzo...
Post
17/09/2019 10:52:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Limonata alla ciliegia

30 agosto 2019 ore 10:54 segnala


ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN
PORZIONI: 6-8 PORZIONI

INGREDIENTI

PER CIRCA 2 LITRI DI LIMONATA:

• 1500 ml (1, 5 litri) di acqua fredda non gassata
• 150 g di ciliegie Val Venosta
• il succo di 3 limoni filtrato
• 3 cucchiai di zucchero semolato
• ghiaccio a piacere

COME PREPARARE: LIMONATA ALLA CILIEGIA

1
Denocciolate le ciliegie e raccoglietele in un contenitore dai bordi alti. Aggiungete lo zucchero e il succo di limone.
Frullate il tutto con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema omogenea.
In una caraffa versate l’acqua, unite il succo di ciliegia, il ghiaccio e mescolate.





2
Versate nei bicchieri e aggiungete delle ciliegie tagliate a metà e delle fettine di limone.
Servite subito.

9d840ac9-4229-4565-8685-d0c9d59d760a
« immagine » ESECUZIONE RICETTA: FACILE TEMPO PREPARAZIONE: 15 MIN PORZIONI: 6-8 PORZIONI INGREDIENTI PER CIRCA 2 LITRI DI LIMONATA: • 1500 ml (1, 5 litri) di acqua fredda non gassata • 150 g di ciliegie Val Venosta • il succo di 3 limoni filtrato • 3 cucchiai di zucchero semolato • ghiacc...
Post
30/08/2019 10:54:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment

Friand alle pesche e cocco

11 agosto 2019 ore 01:34 segnala


La protagonista di questa ricetta è la nettarina di Romagna, che detiene il marchio IGP dal 1997 assieme alla pesca di Romagna.
Conosciamole meglio in questi 5 punti.

1. Caratteristiche: le pesche si riconoscono dal loro epidermide vellutato, mentre le nettarine hanno una buccia liscia o glabra. Entrambe sono buone, sicure e
garantite, si raccolgono infatti al giusto grado di maturazione, si coltivano con il sistema integrato e sono controllate in tutte le fasi della produzione.

2. Storia: sull'introduzione del pesco in Europa ci sono teorie dierenti. C'è chi l'attribuisce ad Alessandro Magno a seguito delle sue spedizioni contro i Persiani, chi ai Greci dall'Egitto e chi dà il merito ai cinesi. Di sicuro c'è che tra la fine dell'800 e gli inizi del 900, l'Emilia-Romagna ne diventa un punto di riferimento per la coltivazione, giocando un ruolo predominante rispetto alle altre regioni italiane.

3. Stagionalità: sono disponibili dal 10 giugno al 20 settembre circa.

4. Proprietà:sono ricche di vitamina C, hanno buone quantità di B carotene, provitamina A e contengono molto potassio. In più, hanno proprietà antiossidanti.

5. Consigli: una pesca è matura quando presenta il colore di fondo giallo e morbida se lievemente premuta. La nettarina può essere consumata anche in una fase
meno avanzata della maturazione, quando la consistenza è compatta e croccante al morso. Entrambe possono essere acquistate prima della completa maturazione, così da conservarle più a lungo, ma nel modo corretto, ovvero non metterle subito in frigorifero, ma lasciarle in un sacchetto di carta per 2-3 giorni.
Solo dopo questo tempo sono mature e si possono riporre in frigo per qualche giorno.

ESECUZIONE RICETTA: FACILE
TEMPO PREPARAZIONE: 20 MIN
TEMPO COTTURA: 25 MIN-30 MIN
PORZIONI: 12 PORZIONI

INGREDIENTI

PER 12 FRIAND:

• 125 g di burro fuso
• 100 g di farina di mandorle
• 10 g di cocco rapé
• 210 g di zucchero a velo
• 100 g di farina 00
• 1/2 cucchiaino di lievito
• 5 albumi
• 2 pesche nettarine dell’Emilia Romagna IGP

PER DECORARE:

• 50 g di cocco rapé
• miele fluido

COME PREPARARE: FRIAND ALLE PESCHE E COCCO

1
In una ciotola raccogliete la farina di mandorle, lo zucchero a velo, il cocco, la farina 00 e il lievito setacciati: mescolate bene con un cucchiaio per amalgamarli.
Aggiungete gli albumi, incorporandoli bene con una frusta, e il burro fino a ottenere un composto omogeneo.
Lavate con cura le pesche nettarine e tagliatele a fette molto sottili: dovrete ricavarne 36.





2
Versate il composto preparato all’interno di 12 stampini da muin rivestiti con gli appositi pirottini oppure opportunamente imburrati e infarinati, riempiendoli per ¾, quindi distribuitevi sopra le fettine di pesca.
Spolverizzate la superficie di ogni tortino con il cocco rapé e fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, o comunque fino a quando appariranno dorati in superficie, elastici al tatto e umidi al centro – fate la prova stecchino. Togliete dal forno.





3
Servite tiepidi o a temperatura ambiente con una spolverata di cocco e un po’ di miele fluido a piacere.

b1df91be-2881-480f-8fce-781969f4fb01
« immagine » La protagonista di questa ricetta è la nettarina di Romagna, che detiene il marchio IGP dal 1997 assieme alla pesca di Romagna. Conosciamole meglio in questi 5 punti. 1. Caratteristiche: le pesche si riconoscono dal loro epidermide vellutato, mentre le nettarine hanno una buccia li...
Post
11/08/2019 01:34:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    4